Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Tutto quello che riguarda le apparecchiature e le tecniche fotografiche.

Moderatore: Moderatori

#1316149
Salve a tutti ;).è una cosa che mi frulla per la testa da tempo,giusto per sapere generale. Se io ho un esposimetro esterno e ho due o tre attori, come misuro l'esposizione? In questo caso dove metto l'esposimetro visto che i soggetti sono più di uno sparsi per l'inquadratura? Dovrei fare un corto e mi interessa sapere più o meno come muovermi, grazie mille
Ultima modifica di Clicknclips il mer, 06 mag 2020 - 21:21, modificato 1 volta in totale. Motivazione: Conformato titolo al Regolamento che si invita a rileggere
#1316158
Ciao e benvenuto.
Se l'illuminazione è diversa da zona a zona si suppone che ce ne sia ragione, quindi almeno uno dei soggetti (persone, suppongo) dovrà essere al centro dell'attenzione e ben esposto, gli altri meno. Suggerisco quindi di misurare la luce, incidente o riflessa, sul viso di quel soggetto.
#1316161
In questi casi l'esposimetro non si dovrebbe usare per fare l'esposizione in macchina, ma serve per illuminare la scena.
Esempio estremo: hai tre attori che parlano tra loro. Uno è molto illuminato, uno uno stop sotto e uno quasi al buio.
In questo caso, se fai una esposizione su quello al buio perché è il centro dell'attenzione, gli altri due saranno progressivamente sovraesposti, con quello illuminato probabilmente bruciato.
In un caso come questo, posto che si voglia avere quel "mood", l'esposizione va fatta sulla scena generale e quindi l'esposimetro esterno è poco utile.
Se invece hai tre attori che devono essere illuminati uniformemente ma non sei certo, vai a misurare la luce sul viso di ognuno, e compensi le differenze con le luci, o con riflettenti. Poi esponi in macchina, a rigore i visi dovrebbero stare uno stop sopra il grigio 18% (si presume che se fai le cose di fino con un esposimetro esterno tu abbia anche un color check), stando attento di non avere alteluci sopra il 100% altrimenti devi illuminare di più.
Ovviamente questo non è sempre possibile, e potrai correggere in post con maschere eventualmente.
Dipende anche se giri in log, in raw, con che macchina anche. Comunque l'esposizione oggi come oggi è meglio farla con gli strumenti della camera (waveform e false color principalmente) che con l'esposimetro, utile appunto casomai per bilanciare la luce sui soggetti.

Altra cosa per cui può essere utile l'esposimetro è la valutazione della dinamica, misurando le aree (ad esempio i visi del primo esempio) per valutare se la dinamica non sia eccessiva e contenerla in una gamma di 4 o 5 stop al massimo, comunque sempre con le luci o riflettenti.

Inviato dal mio SM-T515 utilizzando Tapatalk
#1316494
Io lo utilizzo anche quando devo fare esposizioni diverse sulla scena, per controllare il rapporto di contrasto tra le varie illuminazioni, se ho deciso che queste esposizioni differenti debbano avere un preciso rapporto di contrasto, ad esempio tra il soggetto e lo sfondo, due soggetti differenti o un eventuale controluce, e la luce di riempimento. Anche perchè quasi mai tengo due elementi importanti sulla scena alla stessa esposizione, a meno che non sia espressamente richiesta una fotografia piatta, però in quel caso torna utile con i chroma key per controllare che l'illuminazione sia omogenea per tutta la superficie del green back che interessa l'inquadratura.

Tornando al contenitore QuickTime, in Premiere Pro[…]

Ecco, mi è arrivata la Matrox MXO2 LE. Erro[…]

Ciao, no sistema pulito, solo driver chipset am[…]

Ciao a tutti, ho acquistato la gh5 con alcuni […]