FAQorials

Ξ 155 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Windows XP

posted by VMStaff

Un trucco per migliorare le prestazioni della memoria
Queste impostazioni servono a ottimizzare l’uso della memoria. Sono richiesti, però, almeno 256MB RAM.
Avviamo Regedit (“Start” -> “Esegui” -> “Regedit + INVIO”) e posizioniamoci sulla chiave:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management

  • DisablePagingExecutive : doppio click e nel valore decimale mettiaimo 1, questo permette a XP di mantenere i dati nella memoria anzichè nei file di paging.
  • LargeSystemCache : doppio click e cambiamo il valore decimale a 1, questo permette migliori prestazione delle funzioni del Kernel di Windows XP.
  • Creiamo una DWORD chiamata “IOPageLockLimit” impostando un valore esadecimale di 4000 se abbiamo 128MB, 10000 se abbiamo 256MB e 40000 se abbiamo più di 512MB (io ho messo 50000), se il valore Dword IoPageLockLimit non esiste provvedete a crearlo servendovi del menù Modifica, Nuovo, Valore Dword, questo accorgimento velocizza la cache su disco. Riavviamo il sistema per rendere effettivi i cambiamenti.

 

Utilizzare prima la RAM e poi la memoria virtuale
Start
Esegui…
Regedit
Cercare la chiave:
HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management
doppio click sulla voce DisablePagingExecutive portare il valore da 0 (default) a 1

Cosi facendo Windows Xp utilizzerà prima tutta la RAM disponibile e poi la memoria virtuale.

Eliminazione del contenuto del file di paging di Windows all’arresto (fonte Microsoft)
Windows esegue una serie di controlli e procedure prima di eseguire il comando di chiusura OS/macchina, ed è qui che possiamo intervenire con alcuni settaggi nel registro per ottimizzare i parametri relativi alla chiusura dei task attivi.
Avviare l’editor del Registro di sistema (Regedt32.exe).
Modificare il valore Dati della stringa ClearPageFileAtShutdown nella chiave di registro riportata di seguito nel valore 1:

HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management

Se il valore non esiste, aggiungere quanto riportato di seguito:

Nome valore: ClearPageFileAtShutdown
Tipo valore: REG_DWORD
Valore: 1

Cambiare scritta Internet Explorer
Si va sul tasto [Start], e si seleziona la voce [Esegui…] il programma che vogliamo eseguire e’ regedit [editor del registro di configurazione].
Non occorre specificare il percorso, Bill sa dove si trova ora siamo nel registro; apriamo la chiave [HKEY_CURRENT_USER] entriamo nella cartella [Software], le voci sono tutte in ordine alfabetico, ora troveremo i programmi installati divisi, quasi sempre, per produttore. A noi interessa [Microsoft] andiamo su [Internet Explorer] anche qua le voci sono diverse, a noi interessa [Main] verso la fine della finestra di destra troviamo [Window Title]: e’ lui il nostro uomo, doppio click e siamo liberi di modificare quell’orrenda scritta in qualsiasi altra cosa di nostro gusto.

NB: Dovete scrivere qualcosa, magari uno spazio, ma qualcosa. Io, sempre con molta fantasia, ho scritto il mio nome.

Se la chiave non dovesse esserci: create una chiave dal nome [Window Title] (naturalmente senza parentesi quadre) e scriveteci dentro quello che piu’ vi garba.

Balloon tips
VALIDO PER: Windows XP, Windows 2003

Da Windows XP in poi alcune applicazioni usano i cosiddetti balloon tips.
Trattasi di piccoli fumetti che compaiono per avvertire l’utente di un evento.
Essi sono attivi in default solo se si stanno usando gli stili di visualizzazione propri di XP.
Se si vuole disattivare tale funzionalità si vada alla chiave:

HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced e si crei un DWORD chiamato EnableBalloonTips

impostato a 0.
Per riattivare i balloon tips si imposti il valore a 1 o lo si cancelli del tutto.

Sfondo gestione risorse
VALIDO PER: tutti i sistemi Windows

Per impostare un’immagine a propria scelta come sfondo di Gestione Risorse si immetta il nome del file (in formato bmp) nel valore SZ BackBitmapShell sotto la chiave:

HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Internet Explorer\Toolbar

Per tornare all’aspetto predefinito si cancelli il valore.

Velocizzare il refresh
VALIDO PER: tutti i sistemi Windows

Talvolta la velocità di refresh di Gestione Risorse può essere troppo bassa e può rendersi necessario aumentarla.
In tal caso si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Update

e si imposti il valore BINARY UpdateMode a 00.
Pertornare alla velocità standard si imposti il valore a 01.

Hard disk di dimensioni elevate
VALIDO PER: Windows XP

Se si possiede un disco rigido di dimensioni superiori a 137 GB possono sorgere problemi legati a un corretto riconoscimento inWindows XP.
Per risolvere tale incompatibilità si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\atapi\Parameters

e si crei un valore DWORD chiamato EnableBigLba e impostato a 1.
Si verifichi però prima di avere installato almeno il Service Pack 1 e di disporre di un BIOS compatibile con la Large Buffer Allocation.

Ultra DMA
VALIDO PER: Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Nei sistemi sopra indicati, anche se si è attivata la modalità DMA per i dischi fissi l’Ultra DMAin Hardware e periferiche, necessita un’attivazione dal registro.
Si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Class\{4D36E96A-E325-11CE-BFC1-08002BE10318}\0000

e si crei un valore DWORD chiamato EnableUDMA66 e impostato a 1.
Se si vuole disattivare l’UDMA si cancelli il valore o lo si imposti a 0.

CPU e processore di rete
VALIDO PER: Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Alcune schede dispongono di un processore che può farsi carico di processi relativi alla rete normalmente accollati alla CPU, riducendo l’utilizzo di quest’ultima.
Per attivare tale funzionalità si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\Tcpip\Parameters

e si ponga a 0 o si cancelli il valore DWORD chiamato DisableTaskOffload.
Per tornare al default di ponga a 1 il valore indicato.

La cache dei font
VALIDO PER: Windows 2000, Windows XP

La disabilitazione della funzionalità di cache dei font porta a un leggero aumento di prestazioni sui sistemi Windows 2000 e Windows XP.
Per operare la modifica si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\GRE_Initialize

e si crei un valore DWORD impostato a 1 chiamato DisableRemoteFontBootCache.
Per riabilitare la funzionalità si imposti il valore a 0.

La causa della schermata blu
VALIDO PER: Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Per fare in modo che in caso di schermata blu venga indicato il file che ha causato il blocco si vada alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Memory Management

e si crei un DWORD chiamato 1 e impostato a 1.
Per tornare alle impostazioni di default si cancelli il valore.

Chiusura automatica programmi bloccati
VALIDO PER: tutti i sistemi Windows

In fase di spegnimento o riavvio, se c’è un programma aperto che risulta bloccato, Windows mostra una finestra in cui si comunica l’inconveniente all’utente che può decidere il da farsi.
Per fare in modo che i programmi bloccati siano terminati in automatico, senza avvertimenti o interventi dell’utente si vada alla chiave:

HKEY_Current_User\Control Panel\Desktop

e si imposti a 1 il valore SZ AutoEndTasks.
Per tornare al default si ponga il valore a 0.

Disabilitare l’assistente alla ricerca (quell’antipatico cagnolino che appare nella funzione trova)
Con le ultime versioni di Windows la funzionalità Trova contempla una nuova interfaccia piuttosto snervante che è possibile disabilitare andando alla chiave:

HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\CabinetState

e si crei un valore SZ chiamato Use Search Asst il cui contenuto sia no.
Per tornare all’interfaccia predefinita si cancelli il valore o lo si imposti a yes.

Gli hook di basso livello
VALIDO PER: Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Gli hook di basso livello sono dei programmi che controllano l’attività dell’utente e reagiscono se l’utente non fa nulla per un determinato lasso di tempo.
Gli hook girano con una priorità maggiore dello stesso controllo errori di Windows.
Per questo motivo può accadere che in caso di crash del processo da cui dipende un hook, l’intero sistema vada esso stesso in crash. Per ovviare a questa situazione si può impostare un tempo oltre il quale un hook viene automaticamente chiuso se non restituisce il controllo ai processi di sistema.
Tale tempo, espresso in ms, va inserito come contenuto del valore SZLowLevelHooksTimeout sotto la chiave:

HKEY_Current_User\Control Panel\Desktop

Per tornare al default si cancelli il valore.

La lista dei dati recenti
VALIDO PER: Windows ME, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

E’ possibile disabilitare del tutto la creazione della lista di dati recenti utilizzati, accessibile dal menu Avvio.
Per ottenere tale blocco si vada alla chiave:

HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Policies\Explorer

e si crei un valore DWORD impostato a 1 e chiamato NoRecentDocsHistory.
Per tornare a creare la lista di dati recenti si cancelli il valore.
Se invece si vuole solo limitare la lunghezza della lista a un numero prefissato di dati si può specificare tale numero nel contenuto del valore DWORD MaxRecentDocs, sotto la stessa chiave.
Il default è 15.

Programmi bloccati
VALIDO PER: tutti i sistemi Windows

Quando si cerca di terminare un’applicazione o manualmente o automaticamente, in fase di chiusura, il sistema aspetta una risposta dal processo coinvolto.
Se tale risposta non arriva entro un certo lasso di tempo il programma è considerato bloccato.
Le due soglie di tempo sono in generale diverse e sono contenute, espresse in ms, sotto la chiave:

HKEY_Current_User\Control Panel\Desktop

nei valori SZ chiamati rispettivamente HungAppTimeout e WaitToKillAppTimeout.
Tali valori possono essere cambiati a piacimento; i default sono di 5000 e 20000, io ho impostato rispettivamente 1000 e 3000.

Separare i processi di explorer
VALIDO PER: Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Capita spesso che, in caso di crash di una finestra di Gestione Risorse, l’intera shell di Windows si blocchi o quanto meno ne risenta, ciò è dovuto al fatto che Windows utilizza il modulo explorer sia come gestore dei file (Gestione Risorse) sia come shell del sistema.
Per evitare il duplice inconveniente è possibile far sí che vengano utilizzati processi separati per le due diverse funzioni.
Si vada alla chiave:

HKEY_Current_User\Software\Microsoft\Windows\CurrentVersion\Explorer\Advanced

e si crei un DWORD chiamato SeparateProcess da impostare a 1.
Per tornare alle impostazioni di default si ponga il valore a 0 o lo si cancelli del tutto.

Lo swap del kernel
VALIDO PER: Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Windows permette normalmente, in caso di necessità, lo swap di intere parti del kernel del sistema operativo.
Normalmente ciò accade solo se ci sono molte applicazioni aperte o se l’utilizzo della memoria RAM è particolarmente elevato; in tali casi il sistema perde consistentemente velocità.
Per migliorare le prestazioni è possibile disabilitare la possibilità dello swap del kernel andando alla chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\MemoryManagement

e ponendo a 1 il DWORD DisablePagingExecutive.
Si tenga presente che tale impostazione non va mai effettuata se si utilizzano funzionalità come lo standby, la sospensione, l’ibernazione e via dicendo o se è attiva la gestione avanzata del risparmio energetico (tipicamente ciò avviene sui portatili).
Per tornare al default si imposti il valore a 0.

Timeout dei servizi
VALIDO PER: Windows NT, Windows 2000, Windows XP, Windows 2003

Alla chiusura della sessione di lavoro Windows attende un certo tempo per la chiusura automatica dei servizi attivi.
Se passa questo tempo viene forzata una chiusura automatica dei servizi ancora aperti.
La soglia di timeout è espressa in ms sotto la chiave:

HKEY_Local_Machine\SYSTEM\CurrentControlSet\Control

nel valore SZ WaitToKillServiceTimeout.
Il default è 20000.

Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8

Condividi Questo Articolo

User Profile

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video