Eventi

Ξ 16 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Dall’Ass.ne Culturale Janas il nuovo film: Bestie

posted by VMStaff
Dall’Ass.ne Culturale Janas il nuovo film: Bestie

Il 23maggio 2007 alle ore 18.30 presso l’Auditoriumdella Biblioteca Satta di Nuoroverrà presentato e proiettato per la prima volta al pubblico nuorese, il film BESTIE per la regia di Pj Gambioli, prodotto dall’Ass.ne Culturale Janas di Nuoro e dall’Università della Terza Età di Siniscola, con il contributo del Comune di Siniscola e degli sponsor (Hotel Donatella – Posada; ristorante Il Laghetto – Siniscola; agenzia Del mar – Siniscola; graficomunicazione Tore Ladu – tkv monza).  

Ad aprire la presentazione sarà il direttore della Biblioteca Satta Tonino Cugusi, che coordinerà gli interventi della presidente provincialeper lePari Opportunità dott.ssa Antonietta Cossu, dell’avv.Ivano Iai, della critica cinematograficaAnna Maria Mura, e dei saluti e ringraziamenti delPresidente dell’UTE di Siniscola il dott. Antonio Murru, e della regista nuorese Pj Gambioli.

Al seguito della proiezione del film, interverranno brevemente: Onda Rosa e Rete Rosa Onlus: Dott.ssa Antonietta Davoli ConsiglieraProv.lePari Opportunità: dott.ssa Laura Franca Lampis

BESTIE

Il nuovo film della regista nuorese Pj Gambioli, è un cortometraggio dal ritmo toccante e coinvolgente sia sul piano sociale che emotivo, forse proprio perché la storia è liberamente ispirata ad un fatto di cronaca realmente accaduto.

Scritto dalla regista in collaborazione con Antonio Murru (presidente dell’U.T.E. di Siniscola), il film tratta il difficile tema della violenza sessuale verso le donne e le persone indifese. L’opera contiene un forte messaggio di riflessione e condanna alle sopraffazioni, nonché un’analisi psicologica sulla rappresentazione falsa del problema che spesso prende il sopravvento nel sentire comune.

"Per realizzare questo lavoro e per scrivere la sceneggiatura, è stato necessario raccogliere svariate interviste e testimonianze rilasciate dalle vittime degli abusi. La cosa che più mi ha sconvolta è stato apprendere, anche attraverso ulteriori ricerche, come questo fenomeno non soltanto sia in crescita, ma anche come un certo tipo di atteggiamento sociale non sempre è diretto alla tutela e al sostegno degli indifesi. Elemento ricorrente o luogo comune delle testimonianze raccolte è infatti l’atteggiamento verso la vittima, spesse volte disprezzata più dell’autore degli abusi e, nei casi peggiori addirittura additata quale responsabile per aver, in qualche modo, attivato la "naturale eccitazione del colpevole". E sempre meno ci si sofferma su un fatto inquietante: oggi lo stupro viene perpetuato indistintamente rispetto all’età, al sesso o all’estrazione sociale alla quale le vittime appartengono. In un’epoca dove si parla di pari opportunità, di senso di unione familiare, di educazione sessuale, questo film ha rappresentato per noi una sfida sociale" dice la regista "e vuole essere un punto di partenza verso una riflessione che riguarda le nostre coscienze".

"La sensibilità sviluppata a contatto con molte persone anziane ci ha portato a riflettere molto sul tema della solitudine e della violenza a cui si trovano esposti gli individui più deboli. La raffigurazione che di questo fenomeno ne dà la coscienza collettiva è spesso superficiale e fuorviante e manca della giusta riflessione e della giusta autocritica." ‑‑" La violenza sessuale, paradigma di tante altre violenze, è un tema spesso eluso e confinato nella disperazione privata. E’ un tema di dolore e sofferenza ma forse per questo è ancora più necessario portarlo all’attenzione di tutti". “Ed è soprattutto indispensabile”- prosegue Antonio Murru- “prendere atto che la nostra solidarietà va indirizzata alla vittima, il nostro sostegno a chi subisce innocente il dolore della sopraffazione, prima fisica e poi morale. Riteniamo sia compito di tutti quelli che operano nel sociale adoperarsi per riportare il fenomeno in una giusta prospettiva e di conseguenza combatterlo in ogni modo”. asserisce il Presidente U.T.E.

"Sono soddisfatta del lavoro svolto e dell’operato di tutti i collaboratori che attraverso questo cammino mi hanno sostenuta. ‑ dice Pj Gambioli ‑ Durante la lavorazione del film BESTIE, ho riflettuto a lungo sul concetto di vulnerabilità e sono arrivata alla conclusione che forse dovremmo essere noi donne a lavorare ancora di più ed in modo costruttivo su un cambiamento di atteggiamento sociale, imparando a proteggerci l’un l’altra e a restare unite. Infatti la vulnerabilità delle donne allo stupro dipende purtroppo anche dal fattore isolamento, dal non riconoscersi come "gruppo", e da una sorta di "regola sociale" che prevede che ogni donna competa con le altre per ottenere l’attenzione e l’approvazione specie degli uomini".

Il cortometraggio, girato nel mese di febbraio, è stato presentato con grande successo di pubblico e di critica per la prima volta al pubblico di Siniscola il giorno 11 di maggio. Le nostre Associazioni si augurano di ripetere positivamente l’esperienza nella sede di Nuoro e di riuscire ad organizzare nel territorio della provincia, tutta una serie di incontri, di proiezione e di dibattiti sulla tematica sociale trattata, magari con il sostegno dei Comuni e delle Province della Sardegna.

"L’amicizia nata con la regista Pj Gambioli e l’incontro con la sua sensibilità artistica ha portato la nostra Associazione a vivere un’esperienza coinvolgente sia dal punto di vista culturale che emotivo" ‑aggiunge Antonio Murru ‑" e ad entrare in contatto con un mondo espressivo, qual’ è il cinema, potente mezzo di comunicazione a noi del tutto nuovo. Un grande grazie a PJ che, in sintonia di intenti, ha permesso a tutti noi di affrontare in modo diverso un tema difficile che interpella in modo diretto le nostre coscienze”.

"Un ringraziamento particolare" ‑ conclude la regista ‑ "va alle testimonianze che ho raccolto lungo il cammino, alla popolazione di Siniscola ed all’Università della Terza Età, che hanno collaborato con grande slancio ed amore verso questa iniziativa, al direttore della fotografia Raoul Torresi, al musicista Stefano Ferrari, ed all’amico e collaboratore Antonio Murru".

ASS.NE CULT. JANAS
Produzione Organizzazione
Cinema – Teatro – Musica – Danza
SITO: www.associazioneculturalejanas.com

Condividi Questo Articolo

User Profile

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video