Ξ 63 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Devisemprevedere] Il Profumo Della Libertà

posted by VMStaff
  • Tiplogia: Drammatico
  • Durata: 18’ 45"
  • Regia: Marcello Saurino
  • Produzione: DEVISEMPREVEDEREPRODUCTIONS
  • Trama: ...due ragazzi vengono svegliati domenica mattina all'alba da un postino che ha un pacco per loro; il contenuto è apparentemente semplice, una lettera e una scatolina con una boccetta di profumo, “Il profumo della libertà”;...ma la loro vita, da quella mattina, non sarà piu' la stessa...
  • Cast: Francesco Cortese (ciccio), Tommaso Gravina (tommaso), Chiara Mangiulli (lady), Giovanni Mincione (postino), Gianmatteo Cirillo (uomo alla porta), Larissa Minzuk (donna alla porta)
  • Link: Guarda Il Video
  • Link: Leggi Il Topic Sul Forum

Immergiamoci in questa nuova intervista con Marcello Saurino regista di “Il Profumo Della Libertà” per saperne di più sul suo lavoro.

VM: Ci parli di te e della tua “casa” di produzione?

MS: Beh, io sono io, e la mia casa di produzione pure. Sono nato 22 anni fa a Foggia e questo è il primo lavoro totalmente mio nel campo del cinema indipendente, e con esso è nata anche la mia casa di produzione, la devisemprevedereproductions, che col tempo vorrei far diventare qualcosa di piu’ grosso.
Prima, praticamente allo stesso tempo di questo corto, ho fatto solo l’aiutoregista e la fotografia per un corto di un mio amico. Studio al dams di Lecce, ormai (penso) all’ultimo anno, e dopo…boh!!Ho un paio di sogni, c’entra il cinema, ma vedremo….

VM: Nella realizzazione di lavori a budget limitato cosa ritieni sia la carta vincente per a buona riuscita del film e, nello specifico di questo lavoro, cosa è stato determinante per la buona riuscita del progetto?

MS: Perchè è riuscito bene?…dai a parte di scherzi a questi livelli sono importantissime un sacco di cose; io penso che questo corto mi sia servito molto, a molti livelli; ho imparato molte cose sia a livello umano che professionale.Guarda, non ti parlo di mezzi, aiutano certo, so utili, so’ belli, ma non sono il perno di tutto.Importante è per esempio l’organizzazione (e qui’ per vari motivi ne ho sofferto durante le riprese), e il grado di coinvolgimento delle persone interessate; difatti capita che il regista ci tenga molto di piu’ al suo lavoro rispetto agli amici che lo aiutano a realizzarlo, e cosi’ possono sorgere dei problemi, e sorgono, sorgono…io ne ho avuti un sacco durante le riprese;poi ho capito anche che non si puo’ fare tutto da soli, moltissime volte eravamo solo io e gli attori, e dover pensare a tutto, e farlo bene, non è certo facile…anche perchè appunto sono alla mia prima esperienza..
e poi importanti sono gli amici, senza è difficile..(ci mancava solo che facessi pure l’attore); soprattutto in questi primi passi, forse è ancora piu’ importante per la riuscita di un prodotto, crederci nelle cose, e infatti quello che mi manca davvero è un gruppo di lavoro, un gruppo di persone che nutrano la stessa passione e che si trovino bene e si divertano a fare del cinema..e lo facciano allo stesso tempo con impegno…

VM: Ci dai qualche dettaglio “tecnico” sulla realizzazione? Potresti parlarci del tipo di attrezzatura utilizzato in tutto il corto?

MS: Allora il corto è stato realizzato con una gs400 di un amico (prima volta che la usavo ma è una buona cam); relativo grandangolo; due fari da cantiere con alette autocostruite da mio padre, due faretti a pinza piccoli del “brico io” senza alette; un microfono rode videomic; cavalletto velbon dv7000; un carrello porta pacchi con una ruota rotta (e si vede); il tutto è stato montato a casa mia sul mio pentium 4 , 3.2 ghz, con Premiere 2.0 (problemi problemi)…

VM: Nella realizzazone dei lavori low budget il coinvolgimento degli amici per la realizzazione è un fattore determinante. Ci parli della tua esperienza in merito

MS: Guarda, gli amici hanno permesso tutto cio’, da Gianmatteo Cirillo che mi ha prestato cam, faretti, carrello; alla mia compagna Stefania che mi ha aiutato in tutto soprattutto in fase di preparazione di tutto il necessario e di supporto (ne ho avuto tanto bisogno); agli attori principali (Tommaso Gravina e Francesco Cortese) che hanno subito per giorni le mie assurde dichiarazioni di intenti, al resto della banda, come i musicisti di cui uno è un mio amico (Ciccio Rapanà) e l’altro, (Giuseppe Capozzolo), ha risposto celermente a un mio messaggio proprio su questo forum (visto che il precedente musicista, a voi noto, aveva avuto dei problemi) e mi ha aiutato in un lampo; un grazie a tutti, sincero….e un grazie pure a Michele, unozero, che si è sorbito video su video online tramite messenger, seguendo il corso di tutta la lavorazione del corto…dalla sceneggiatura alla fine…Diciamo che ho scocciato molti va…ma sono contento

VM: Quali sono stati i principali intenti e ispirazioni (filmiche) che ti hanno influenzato e che ti ispirano in genere nel tuo modo di realizzare determinati lavori?

MS: Intenti e ispirazioni; mah,forse sono stufo di vedere tutti quei corti che non hanno né capo né coda, frivolezze che non raccontano niente; la democratizzazione del mezzo è una cosa formidabile, una cosa che ha permesso a tutti noi di muovere dei passi in questo mondo fantastico, cosa che prima, anni fa, avremmo solo potuto sognarcelo.
Questa è una grande cosa!!! E come tutte le grandi cose ha i suoi lati negativi, se negativi poi li vogliamo chiamare, di una marea di persone che si mettono a fare una marea di cose (magari non proprio carine, e potrei mettermi pure io in mezzo); io ho sempre pensato di avere un sacco di cose da dire, e di avere una gran voglia di dirle; anni fa avevo anche iniziato a scrivere un libro, forse un giorno lo finiro’, forse un giorno ne faro’ un film, chissà;ma ora penso di aver trovato il mezzo che preferisco per comunicare certe cose; devo studiare, molto; devo fare tantissima gavetta (molta molta), ma ne ho voglia e passione.
Un film deve essere tante cose, e un corto pure, seppur in maniera ridotta; un corto è un piccolo film, e non (come spesso accade) un’occasione per fare una cavolata..almeno questo è quello che penso io..se riesci a lasciare qualcosa in chi lo vede, se riesci a far sviluppare una riflessione nella sua mente; hai già ottenuto qualcosa di buono; film ne vedo e ne ho visti..; degli autori piu’ vari e dei generi piu’ vari, ma sono capolavori come Fight Club che lasciano il segno dentro di me; senza mai scordare pero’ tutti quelli che hanno da sempre reso grande il cinema (dagli inizi, dalle prime sperimentazioni, dalle avanguardie) fino ai nuovi giovani come Inarritu e Aronofsky..

VM: Il budget per realizzarlo? Quanto è costata la sua realizzazione?? E quanto è costato in termini di tempo, dandoci un riferimento per la preproduzione, la produzione e la postproduzione.

MS: Il budget non c’è stato praticamente; abbiamo speso forse di piu’ in birre che in altro; i soldi per le cassette, per qualche fotocopia; tutto il resto raccattato qua e la’; indicativamente in termini di tempo ci sono voluti un paio di mesi e piu’ per la stesura della sceneggiatura (che tra l’altro nasce da una cosa realmente accaduta, e che non tutti, anzi pochi, sanno); poi le riprese sono iniziate a metà Gennaio e sono finite ad Aprile; contando che la maggior parte delle volte ci vedevamo solo nel week end e per non molto tempo; che uno degli attori non era neanche di Lecce e doveva venire apposta; che molte volte la goliardia non ci ha fatto lavorare e ha preso il sopravvento; che ho fatto una marea di esami; che a volte c’era uno ma non c’era l’altro; insomma di tempo effettivo sinceramente non lo so quanto sia…(i soliti casini delle produzioni di questi livelli).Durante questo periodo di riprese curavo anche il montaggio; ed è cio’ che ha permesso di finire il corto e la postproduzione praticamente subito dopo la fine delle riprese….meno male altrimenti poi sarebbe stato un casino….

VM: Il tuo lavoro quale futuro avrà? Ci sarà la partecipazione a concorsi e proiezione/distribuzione e a che livello?

MS: Il mio lavoro mi è servito molto, e questo da un lato basterebbe; ma penso che lo spediro’ dovunque sia possibile, ai concorsi piu’ svariati; Questa settimana è stato proiettato la prima volta al “nuartfest” a Lecce ed ho vinto il primo premio ex-aequo alla sua prima proiezione.
Speriamo che ne seguano altre, vedremo. Per il resto diffusione on-line…Videomakers e Partenopulp.

VM: Sei già al lavoro su un nuovo progetto? Di cosa si tratta e quando vedrà la luce?

MS: Ho un paio di cose in cantiere; devo rimettermi a scrivere e a definirle un po’.(soggetti, sceneggiature)..appena pronto qualcosa, mi mettero’ a girarlo….con la relativa calma, nel senso con la cura che merita ogni passo della produzione di un’opera cinematografica, come la sceneggiatura, spesso secondo me da molti trascurata;e per i prossimi lavori voglio organizzarmi meglio…in tutti i sensi..fare le cose con piu’ professionalità, senza mai dimenticare che comunque per me è anche un divertimento, è una cosa che mi piace fare e che mi fa star bene…

VM: Ci puoi dare qualche indiscrezione riguardo i tuoi prossimi impegni?

MS: Beh , devo finire l’università; dovrei laurearmi entro meno di un anno; e poi non so..boh!
Nel frattempo voglio avviare un paio di sperimentazioni personali nel campo del cinema, produrre un po’ di corti e dare un peso e una credibilità alla neonata devisemprevedereproductions; vedremo….

Altre Informazioni:

  • Aiuto Regia: Gianmatteo Cirillo
  • Sceneggiatura: Marcello Saurino
  • Fotografia: Marcello Saurino, Gianmatteo Cirillo
  • Montaggio: Marcello Saurino
  • Post-Produzione: Marcello Saurino
  • Musiche Originali: Giuseppe Capozzolo, Ciccio Rapanà
  • Grafica: Stefania Infante
Tag:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video