Ξ 193 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

posted by VMStaff
  • Tiplogia: Grottesco
  • Durata: 8' 40"
  • Regia: Salvatore Dipasquale, Salvatore Provenzale
  • Produzione: movìe.tivi groùp
  • Trama: Nel 1952, in Sicilia, lo scrittore Alfredo Sciacca stava scrivendo un romanzo, ma non riuscì a portarlo a termine. Diciasette anni dopo, un altro scrittore, Alfio Carrubba, cerca di scrivere un romanzo che racconta questa vicenda: riuscirà a portarlo a termine? Qualcuno o qualcosa glielo impedirà? Dietro questa situazione, si cela forse una storia di follia. Forse...
  • Cast: Dario Ferlito, Salvatore Provenzale, Salvatore Vicari, Massimo Guastella
  • Link: Guarda Il Video
  • Link: Leggi Il Topic Sul Forum

Immergiamoci in questa nuova intervista con Angelo Giglio, Salvatore Dipasquale e Salvatore Provenzale, di movìe.tivi groùp, autori del cortometraggio “Il Blocco dello Scrittore”.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Ci parlate di voi e della vostra “casa” di produzione?

MTG:movìe.tivi groùp si occupa di cortometraggi, documentari, videoclip musicali, spot televisivi ed eventi promozionali. Il nostro obiettivo è quello di realizzare prodotti di qualità ad un costo accessibile. A questo scopo, riteniamo fondamentale lo studio e l’approfondimento della tecnica e il confronto e la collaborazione con altri professionisti del settore. La scelta del nome “movìe.tivi” non è stata casuale: letteralmente fa riferimento al settore cinematografico abbracciando la concezione di “film” senza escludere il canale televisivo. Inoltre “muvìtivi”, in dialetto siciliano, è l’imperativo del verbo muoversi, ovvero “muovetevi”: questo per ribadire il nostro desiderio di metterci in movimento, in un settore difficile come quello della produzione multimediale, predisposti ad una mentalità dinamica ed aperta ad imparare, sperimentare e collaborare. A questo proposito, “Il Blocco dello Scrittore” ha rappresentato un’ottima esperienza, in quanto abbiamo avuto la possibilità di collaborare con altri professionisti e appassionati del settore, scovati proprio su VideoMakers.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Come è nato questo progetto? Cosa è stato determinante per la sua buona riuscita?

MTG: “Il Blocco dello Scrittore” è stato girato per divertissment. Tutto è nato quasi per caso, quando abbiamo visto qui sul forum il corto “The Descent”, di Dario Russo. L’idea ci è sembrata subito abbastanza interessante, sebbene la realizzazione tecnica fosse un po’ acerba. Abbiamo quindi contattato Dario che gentilmente ci ha concesso il soggetto e ha collaborato con noi per la stesura preliminare della nuova sceneggiatura. Abbiamo concluso la prima versione della sceneggiatura a inizio settembre, ma non sapevamo se e quando avremmo realizzato il corto. Ai primi di ottobre eravamo pronti per girare uno spot con ambientazione d’epoca: pochi giorni prima delle riprese, a pre-produzione conclusa, il progetto è stato rinviato, per cui abbiamo approfittato di quei giorni rimasti liberi per girare “il Blocco dello Scrittore”.
Determinante per la buona riuscita del corto è stata sicuramente la collaborazione con alcuni utenti del forum: ringraziamo quindi Gabriele Cannizzaro che ha sistemato con After Effects alcune piccole sviste in fase di ripresa; Luca Auletta che si è occupato dei titoli di coda; Luigi Pulcini, che ha composto la musica del trailer e si è occupato del sound design e del missaggio. È stato davvero piacevole collaborare con Dario prima e con Gabriele, Luca e Luigi poi. In particolare, conserviamo un prezioso ricordo della collaborazione con Luigi Pulcini, che non solo ha svolto un lavoro eccezionale, ma ha anche arricchito notevolmente le nostre conoscenze in termini di sound design, missaggio e sincronizzazione.
Infine, un altro ringraziamento va a tanti altri utenti del forum che, avendo visto dei pre-montaggi del corto, ci hanno dato preziosi suggerimenti per arrivare al final cut.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Quali sono le sequenze che vi hanno causato maggiori difficoltà in fase di ripresa e/o di montaggio?

MTG: L’ambientazione d’epoca comporta diversi problemi nella composizione della scenografia, perché, oltre alla difficoltà nel reperire il materiale di scena, implica anche la necessità di verificare che non vi siano elementi anacronistici. Per queste ragioni, ad esempio, siamo dovuti ricorrere in alcune sequenze ad After Effects per cancellare alcuni “oggetti di scena”. Per quanto concerne le riprese in interni, inizialmente avevamo previsto di usare il carrello e la steady in numerose sequenze. Una volta allestite le scenografie e montate le luci, ci siamo resi conto che lo spazio era troppo angusto per realizzare movimenti di camera abbastanza fluidi e precisi, per cui ci siamo limitati in pratica alle panoramiche, a movimenti a mano libera e all’utilizzo dello zoom. Per queste ragioni le riprese sono state abbastanza semplici da realizzare. Gli esterni invece sono stati girati nel pomeriggio, e abbiamo cercato di rendere un “effetto sera” attraverso l’uso combinato di filtro ND, diaframma, levels e color correction in post. In sede di montaggio, avevamo intenzione di utilizzare in modo incisivo l’attacco in asse, soprattutto nelle sequenze più concitate, ma alla fine in effetti lo abbiamo utilizzato poco, rendendo così il montaggio più fluido e scorrevole.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Ci date qualche dettaglio “tecnico” sulla realizzazione? Che attrezzature avete utilizzato per il corto?

MTG: Le riprese sono state realizzate con una Canon XH-A1, settata in progressivo e in bianco e nero con un preset creato da noi. Avevamo anche una Panasonic AG-DVC 30 che abbiamo utilizzato come muletto e backstage, una Canon EOS 400D con diversi obiettivi per lo storyboard e per le foto di scena, un Rode NTG-2 su boom e un Rode NTG-1 in camera, un cavalletto Cartoni Action Pro, diversi stativi, lampade a luce calda da 1000, 500, 250 e 150 watt, lampade a basso consumo, un carrello autocostruito e la steadycam SANDA 100 (che, come detto sopra, non abbiamo utilizzato) e un monitor LCD da 32 pollici, collegato via component alla XH-A1, che ci ha permesso di controllare in tempo reale le riprese, soprattutto quelle più ostiche in cui utilizzavamo il fuoco selettivo. Il tutto è stato montato con Sony Vegas Pro 8, in HDV transcodificato tramite il codec loseless Lagarith. La color correction è stata effettuata con Magic Bullet Look Suite, mentre l’authoring con Sony DVD Architect 4.5.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Nella realizzazione dei lavori low budget il coinvolgimento degli amici per la realizzazione è un fattore determinante. Parlateci della vostra esperienza in merito.

MTG: Il coinvolgimento degli amici è sempre un fattore importante, a maggior ragione in questo caso dove, a seguito dei tempi rapidi in cui abbiamo pianificato e realizzato il corto, non abbiamo avuto la possibilità di ricercare o ricorrere ad attori professionisti. Gli attori sono stati scelti tra amici e conoscenti ed alla nostra richiesta di collaborazione, si sono mostrati disponibili ad investire con noi tempo ed impegno per interpretare i personaggi. Per queste ragioni, sul set si è mantenuto sempre un clima rilassato amicale e divertente ma senza mai perdere la concentrazione e la costanza nel proseguimento dei lavori. Inoltre, un altro amico, Giovanni Leon Dall’O’, è stato molto gentile a concederci gratuitamente l’utilizzo di alcuni suoi brani per la colonna sonora del corto.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Quali sono stati i principali intenti e ispirazioni che vi hanno influenzato nella realizzazione di questo lavoro?

MTG: Ci sono moltissimi film che hanno parlato di scrittura letteraria, e che sicuramente ci hanno in qualche modo influenzato; tuttavia punto centrale del nostro cortometraggio non è la scrittura in sé o il “blocco dello scrittore”. L’utilizzo di questa espressione vuole “prendere un po’ in giro” lo spettatore: per tutta la visione del filmato ci si immedesima in questo scrittore che, non riuscendo a portare avanti il suo romanzo, quasi impazzisce. Il finale è inaspettato. Ma è proprio nel finale che si concentra l’intento ultimo del nostro lavoro: far riflettere su come a volte, dietro un atteggiamento folle può nascondersi un bisogno primario, un’esigenza fisiologica che prescinde dalle esigenze culturali o professionali. Il nostro lavoro, sebbene comunque ironico e “leggero”, vuole fare comunque una piccola ed umile riflessione sociologica, prendendo spunto dalla “piramide dei bisogni di Maslow”, secondo cui appunto le necessità dell’uomo si distribuiscono all’interno di una piramide che ha alla base i bisogni fisiologici, e che se non soddisfatti portano proprio alla follia, non permettendo all’uomo di raggiungere la completa soddisfazione personale e professionale.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Il budget per realizzarlo? Quanto è costata la sua realizzazione?? E quanto è costato in termini di tempo, dandoci un riferimento per la preproduzione, la produzione e la postproduzione.

MTG: Sebbene avessimo un budget a disposizione, siamo riusciti a non spendere praticamente nulla! Le uniche spese sono state per il cibo e le bevande, in particolare la birra che scorreva a fiumi nel corso delle riprese. Per il resto, abbiamo impiegato una settimana per scrivere le due versioni della sceneggiatura, mentre le riprese le abbiamo effettuate nell’arco di un weekend: la giornata intera del venerdì, quindi il sabato mattina e la domenica pomeriggio. Il montaggio è stato concluso in due settimane; successivamente ci siamo occupati più che altro di alcuni aspetti secondari della post produzione e, soprattutto, del “lancio pubblicitario” del corto, che è avvenuto sfruttando soprattutto i social network.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Il vostro lavoro quale futuro avrà? Ci sarà la partecipazione a concorsi e proiezione/distribuzione e a che livello?

MTG: “Il Blocco dello Scrittore” sarà trasmesso in televisione e in qualche cinema. Al momento non abbiamo intenzione di presentarlo a nessun concorso.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

VM: Quali saranno i vostri prossimi impegni?

MTG: Attualmente stiamo realizzando un evento pubblicitario a budget medio-alto per un grosso polo commerciale della nostra zona. Il prossimo mese gireremo due spot pubblicitari, tra cui quello d’epoca di cui abbiamo parlato. Sebbene ci siano in cantiere alcuni videoclip musicali e abbiamo diverse idee per alcuni cortometraggi, in questo momento siamo più orientati a lavorare a progetti con budget, al fine di investire sulle attrezzature e poter così fornire un prodotto di qualità sempre migliore. Ciononostante, speriamo presto di poter realizzare qualche altro corto, anche perchè l’esperienza de “Il Blocco dello Scrittore” è stata molto proficua e, soprattutto, molto divertente.

[Movìe.tivi groùp] Il Blocco Dello Scrittore

Altre Informazioni:

  • Soggetto: Dario Russo
  • Sceneggiatura: Salvatore Dipasquale
  • Fotografia: Angelo Giglio
  • Scenografia: Alessia Giglio, Antonella Zago
  • Musiche: Jacques Offenbach, Edward Grieg
  • Musiche Originali: Giovanni Leon Dall’O’
  • Musiche Originali (Trailer): Luigi Pulcini
  • Montaggio: Salvatore Dipasquale
  • Sound Design & Missaggio: Luigi Pulcini
  • VFX Artist: Gabriele Cannizzaro
  • Title Designer: Luca Auletta
Link al Documentario “Introducing Il Blocco dello Scrittore”
Tag:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video