Ξ 54 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Partenopulp/Studio Mare Nostrum] Nero

posted by VMStaff
  • Tiplogia: Fantastico
  • Durata: 16’ 00"
  • Regia: Riccardo Papa
  • Produzione: Partenopulp in associazione con Studio Mare Nostum
  • Trama: Nell’oscuritĂ  della notte, un uomo incappucciato vaga per le strade in cerca della morte. Il suo nome è Nero. Il suo aspetto mostra il volto giovane, ma la sua anima, deteriorata dalle gesta e dai sentimenti maligni dell’ uomo nel corso dei secoli, risale alla nascita della vita stessa nell’ universo. Un forte senso di oppressione e una forte angoscia lo turbano profondamente, tanto da fargli desiderare la fine della sua stessa vita. Per lo stesso motivo non ricorda chi sia e neppure quale sia lo scopo della sua esistenza. Sembra avere dei poteri soprannaturali che gli consentono di controllare la vita e la morte delle persone col solo sguardo contornato da cicatrici profonde. Ma tutto ciò che vuole è la fine di questo dolore e della sua stessa vita ed attraversare il Varco che porta al Regno della Notte Eterna.
  • Cast: Andrea Contaldo, Simona Di Maio, Francesco Ricci, Antonio Dibiase
  • Link: Guarda Il Video
  • Link: Leggi Il Topic Sul Forum

Immergiamoci in questa nuova intervista con Riccardo Papa regista di “Nero” per saperne di più sul loro lavoro.

VM: Ci parli di te e della tua “casa” di produzione?

RP: Beh, chi sono?? Sembra stupido ma non è affatto semplice darmi una definizione. Sono uno al quale piace fare cinema, raccontare delle storie che pensa che possano comunicare qualcosa. Ho 24 anni e mi sento un bambino al quale piace giocare con i suoi soldatini e inventare delle storie, tipo vedere una grande caverna sotto le assi di una poltrona del soggiorno di nonna. Beh, a parte questa infantile visione del mondo, credo di essere uno al quale piace pensare che certi piccoli, magici sogni possano cambiare le cose o per lo meno contribuire alla nascita di un pensiero o di una riflessione nella testa di chi ci viene a contatto. Io credo che a Napoli di questi pensieri e di queste magie se ne respirino tante, ma sono ancora leggermente ovattate, imprigionate. Napoli può dare tanto ed è questa idea che mi unisce a Michele Salvezza. Per questo con lo Studio Mare Nostrum, che è un gruppo formato da Iacopo e Alex di cui anche io faccio parte, siamo riusciti a collaborare con la Partenopulp: per questa idea che si può fare ancora tutto a Napoli, in senso positivo ovviamente. E da qui è nato Nero.

VM: Nella realizzazione di lavori a budget limitato cosa ritieni sia la carta vincente per a buona riuscita del film e, nello specifico di questo lavoro, cosa è stato determinante per la buona riuscita del progetto?

RP: Innanzitutto l’ umiltà e la capacità di fare di necessità virtù da parte non soltanto del regista, ma da parte di tutte le figure professionali e non che prendono parte al progetto. Il fatto già di impegnare mente, anima, tempo e professionalità non più per denaro, ma per amore di un progetto nel quale si crede. Ragazzi in questo caso, ma che comunque hanno studiato e applicato il più delle volte le loro conoscenze e le loro competenze tecniche per lavori nei quali vengono retribuiti. Per quanto riguarda Nero io credo che siamo stati tutti in grado di mettere a punto tale concetto e non è semplice soprattutto per una produzione così avventurosa come è stata quella di questo corto, cinque giorni di riprese interamente in esterni di notte in luoghi umidi e freddi. E’ stata una grossa fatica, ma alla fine credo che ne sia valsa davvero la pena.

VM: Ci dai qualche dettaglio “tecnico” sulla realizzazione? Potresti parlarci del tipo di attrezzatura utilizzato in tutto il corto?

RP: La camera che abbiamo utilizzato è una Sony fx1, l’ abbiamo usata in modalità HDV, in maniera devo dire davvero soddisfacente. E’ un’ altra cosa rispetto al minidv e mi riferisco ovviamente alla qualità dell’ immagine. Per quanto riguarda la post-produzione abbiamo usato il CUbase per il doppiaggio e Adobe Premiere per il montaggio.

VM: Nella realizzazone dei lavori low budget il coinvolgimento degli amici per la realizzazione è un fattore determinante. Ci parli della tua esperienza in merito.

RP: Beh, devo dire che con i ragazzi dello Studio Mare Nostrum ho avuto un rapporto meraviglioso. Dico ho avuto perché e’ un’ amicizia che viene da prima che buttassi giù l’idea di Nero e che comunque continua ancora. Con Alex, il direttore della fotografia, Iacopo, che si è occupato del montaggio e Antonio Laino, che mi ha dato una mano con le location, ci conoscevamo da più di un anno. E lo stesso vale per Antonio Dibiase. Con Luigi Caniffi, che si è occupato del suono e del doppiaggio, e con Arianna Longardi, la costumista, avevo già realizzato un cortometraggio su commissione mesi prima e insieme ci apprestiamo ad affrontare altre nuove avventure. Tutti gli altri sono venuti comunque nel corso del tempo, ma siamo riusciti senza alcun problema a fare gruppo e questo credo che abbia contribuito alla riuscita del corto. In fondo un film nel corso della sua realizzazione si nutre dello spirito del gruppo che vi lavora. E’ importante essere uniti e condividere gioie e dolori di un lavoro che ci accomuna. Per non parlare, e ci tengo a citarli, dei miei migliori amici Doriana Antenori, Assia Romito, tra l’altro infallibile aiuto regia, e Salvatore Sardo che mi hanno sostenuto anche economicamente nella realizzazione di Nero.

VM: Quali sono stati i principali intenti e ispirazioni (filmiche) che ti hanno influenzato e che ti ispirano in genere nel tuo modo di realizzare determinati lavori?

RP: Innanzitutto ho bisogno di dire che Nero era il mio primo cortometraggio da sceneggiatore, regista e produttore insieme. Prima avevo realizzato un solo corto, commissionatomi come regista di cui accennavo sopra e per il quale non nutro grande soddisfazione. Invece lavorare su Nero mi ha dato la possibilità di sperimentare alcune cose, prima su tutte la sceneggiatura, non proprio consona ad un corto e le atmosfere. I miei registi preferiti, i miei “maestri spirituali” diciamo così, sono Tim Burton, David Lynch, Sergio Leone e Federico Fellini, ma altri idoli sono Dario Argento e Gabriele Salvatores. Visivamente parlando credo che di questi autori solo in alcune cose si possano riscontrare un’ influenza Burtoniana e Lynchiana. Ma da un solo lavoro cosa posso dire. Forse in lavori futuri, con più esperienza, e più errori passati dai quali posso avere imparato si potrà dire maggiormente qualcosa.

VM: Il budget per realizzarlo? Quanto è costata la sua realizzazione?? E quanto è costato in termini di tempo, dandoci un riferimento per la preproduzione, la produzione e la postproduzione.

RP: Beh, la stesura definitiva della sceneggiatura è arrivata ad ottobre 2005 e a novembre ho cominciato con i provini per cercare gli attori e riunire il cast tecnico con i membri che mancavano. Nel frattempo che aspettavamo location e costumi, abbiamo iniziato le prove con gli attori per girare nell’ aprile di quest’ anno. Poi tra un impegno e l’altro, tra montaggio, colonne sonore, doppiaggio e final cut è arrivata la fine di luglio. Il budget complessivo è stato di 500/ 600 euro circa. Davvero non ricordo.

VM: Il tuo lavoro quale futuro avrĂ ? Ci sarĂ  la partecipazione a concorsi e proiezione/distribuzione e a che livello?

RP: Innanzitutto Nero è scaricabile in versione dvx dal sito web della partenopulp, nella ormai frequentatissima sala proiezioni. Inoltre per i primi due mesi l’ ho inviato a un decina di concorsi dove devo dire ha riscosso parecchi consensi. E’ stato proiettato nell’ ambito della notte bianca all’ isola tiberina di Roma, proiezione organizzata dallo staff di “Il corto.it”, al Cortogonora di Venezia e al Mitreo film festival dove verrà proiettato nell’ ambito della rassegna fuori concorso Visioni Campane assieme ad altri otto corti, tra l’altro nella stessa sezione c’ è il corto che ho diretto su commissione “Luce nell’ ombra”. Se riesco lo farò girare ancora. Purtroppo conosciamo gli spazi destinati ai corti quali sono, inoltre per la complessità dei dialoghi ho voluto eliminare a priori la possibilità di sottotitolarlo e questo ci ha pregiudicato le porte dei concorsi e dei festival all’ estero.

VM: Sei giĂ  al lavoro su un nuovo progetto? Di cosa si tratta e quando vedrĂ  la luce?

RP: Certo. Adesso sto preparando “Lacrima di Luna”, un altro corto horror, ma dai toni più ironici e più ritmati. Di certo molto più accessibile e forse leggermente meno intimista di Nero, a differenza del quale sarà destinato anche all’ estero per i dialoghi semplici e rapidi che ci consentiranno di sottotitolarlo senza problemi. Ho il cast tecnico, ho il cast artistico, sto cercando i soldi per realizzarlo.

VM: Ci puoi dare qualche indiscrezione riguardo i tuoi prossimi impegni?

RP: Innanzitutto continuare gli studi del Dass alla Sapienza di Roma e terminarli. Poi io sono uno che scrive sempre e credo che sempre lo farà. E mentre fisicamente sono impegnato nella “distribuzione” di Nero e nella preparazione di Lacrima di Luna, con la testa sono impegnato in una valanga di progetti: ho terminato da poco di scrivere i soggetti per due short web, destinati ad alcuni concorsi di sceneggiatura, sto rivedendo alcuni soggetti per corti, di cui un paio d’animazione, e sto buttando giù idee per un paio di lungometraggi, di cui uno in collaborazione con un amico di Napoli. Alla fine sono sempre in cerca di ispirazione.
Speriamo bene.

Hanno partecipato:

  • Soggetto e Sceneggiatura: Riccardo Papa
  • Musiche Originali: Alessandro Romeo
  • Montaggio: Iacopo Di Girolamo
  • Fotografia: Alex Birrel
  • Suono e Doppiaggio: Luigi Caniffi
  • Scenografia: Antonio Laino
  • Costumi: Arianna Longardi
  • Effetti Speciali e Make-Up: Pasqualina Chiazzo
  • Produttori: Doriana Antenori, Riccardo Papa, Assia Romito, Salvatore Sardo
  • Assistente alla Regia: Guglielmo D’Aniello
  • Segretaria di Edizione: Assia Romito
  • Assistente Costumista: Oriana D’Urso
  • Assistenti alla Produzione: Stefano Renza, Valerio Tramontano
Tag:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video