Ξ 320 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Pitefogre Film] La Parte Che Manca

posted by VMStaff
  • Tiplogia: Drammatico
  • Durata: 18'
  • Regia: Paolo Budassi
  • Produzione: Pitefogre Film
  • Trama: Elena è una donna sopravvissuta sotto le macerie di un terremoto. Nella sua vita dopo l’evento tutto è cambiato, tutto è diventato difficile, diverso. Chiusa nella totale solitudine, un giorno troverĂ  il "suo" modo per ricominciare a vivere.
  • Cast: Marina Cappellini, Maurizio Bianchi, Tony Campanozzi, Orlando Rudnicki
  • Link: Guarda Il Video
  • Link: Leggi Il Topic Sul Forum

Immergiamoci in questa nuova intervista con Paolo Budassi, regista de “La parte che manca“, che abbiamo già avuto piacere di intervistare in occasione del suo precedente lavoro “Bentornato A Casa”.
Cerchiamo allora di capire insieme i percorsi evolutivi avutisi in occasione del nuovo lavoro.

VideoMakers.net: Ci parli delle evoluzioni che eventualmente ci sono state dal primo lavoro di cui abbiamo giĂ  parlato nella nostra sezione rispetto al lavoro attuale?

Paolo Busassi: Il mio primo cortometraggio risaliva al 2005, oggi che siamo al 2014, sono arrivato alla mia nona realizzazione. Di anno in anno abbiamo acquisito esperienza, commettendo tanti errori, dai quali però abbiamo tratto grandi insegnamenti. Il grande passo in avanti l’abbiamo fatto nel momento in cui si è deciso di fare dei casting per la scelta degli attori. Un passo decisivo. La possibilità di lavorare con attori professionisti fa fare sicuramente il salto di qualità. La bravura di un regista credo sia proprio nello stabilire un equilibrio fra tutte le parti di un progetto.  Molte volte si vedono squilibri fra lo stile di ripresa e la recitazione dell’attore. Credo fermamente che entrambe debbano essere sullo stesso livello, nessuna parte deve prevaricare l’altra. Se si riesce in questo intento si è a metà dell’opera.

VM.net: Quali competenze e professionalitĂ  hai maturato nel tempo trascorso?

P.B.: Non avendo fatto nessuna scuola di cinema ho iniziato a documentarmi in vario modo. Il primo ovviamente è quello di vedere un numero spropositato di film. Molti di questi più volte. Di solito alla prima visione mi lascio trasportare dalla storia, mentre alle visioni successive cerco di analizzare punto per punto come è stato realizzato. La scelta delle inquadrature, della luce, del montaggio. Una sorta di analisi al microscopio di un film. In secondo luogo ho comprato diversi manuali, credo siano indispensabili per conoscere la grammatica di quello che si sta facendo, la bravura di un regista  però poi sta nel fare proprie le regole, conoscerle, e poi avere anche il coraggio di infrangerle.

VM.net: Nella realizzazione di lavori a budget limitato cosa ritieni sia la carta vincente per a buona riuscita del film e, nello specifico di questo lavoro, cosa è stato determinante per la buona riuscita del progetto?

P.B.: Un buonissimo soggetto e una buona sceneggiatura. Credo che per un film low budget la storia debba vincere su tutto. Quella non costa nulla. Costano invece i materiali tecnici per realizzarla e purtroppo noi ne abbiamo molti a disposizione. Di progetto in progetto compriamo qualcosa, ma sempre con molta parsimonia. I materiali video sono davvero costosi, ahimè. Un’altra carta vincente è l’organizzazione. Un lavoro ben organizzato consente di poter osare con la fantasia. L’organizzazione regala sicurezza, la sicurezza serenità di poter rischiare qualcosa in più.

VM.net: Ci dai qualche dettaglio “tecnico” sulla realizzazione? Potresti parlarci del tipo di attrezzatura utilizzato in tutto il corto?

P.B.: Abbiamo sfruttato l’ondata delle nuove Reflex che registrano in Full Hd a 25 o 24 fps. Una vera rivoluzione dell’immagine a basso costo. Noi nello specifico abbiamo usato una Canon 550D e due obiettivi il 17-50 della Tamron a 2.8 fisso e un 55-250mm Canon. Risolto il problema del fuoco il risultato è eccezionale. Per la parte di montaggio uso Premiere, non sono mai riuscito ad abbandonarlo per altri software.

VM.net: Nella realizzazione dei lavori low budget, il coinvolgimento degli amici per la realizzazione è un fattore determinante. Ci parli della tua esperienza in merito ?

P.B.: Nel 2005 tutto era partito da un gruppo di amici. Poi con il passare del tempo si sono aggiunte figure professionali. Ritengo che se si rimane solo nella cerchia di amici non si può pretendere un salto di qualità. Questo per diversi motivi: con un amico ci si sente in debito e non si può pretendere il massimo impegno, quello che c’è già basta e avanza; non si hanno a disposizione delle vere figure professionali (fare cinema è un mestiere e c’è chi studia per questo); con gli amici si tende a deconcentrarsi, lo si fa essenzialmente per divertirsi, ora se questa è una scelta ben venga, ma se si vuole realizzare un prodotto professionale, la concentrazione è un obbligo. Per questo la scelta di un’attrice professionista Marina Cappellini, di un compositore delle musiche professionista Federico Procopio, di una truccatrice professionista Federica Guglielmo, in aggiunta al gruppo storico di lavoro, che ormai si è specializzato nei diversi aspetti della lavorazione, Francesca Nori, aiuto regia e fotografa di scena, Maurizio Bianchi, fonico e assistente alla regia, Angelo De Gennaro scenografo che ha ricostruito le macerie del terremoto in una stanza di casa, Roberta Seclì e Marilita Lamanna come segretarie di edizione, tutto questo ci ha dato la possibilità di realizzare un ottimo lavoro che ha ricevuto molti riconoscimenti nel circuito dei Festival di Cinema italiani.

VM.net: Quali sono stati i principali intenti e ispirazioni che ti hanno influenzato nella realizzazione di questo lavoro?

P.B.: Nessuna in particolare. E’ nata la storia, poi ho cercato il modo migliore per poterla raccontare, cercando di dare ad ogni inquadratura un senso specifico.

VM.net: Il budget per realizzarlo? Quanto è costata la sua realizzazione? E quanto è costato in termini di tempo, dandoci un riferimento per la preproduzione, la produzione e la post-produzione?

P.B.: Il costo finale del cortometraggio è stato di circa 800 euro, soldi che sono arrivati grazie alla collaborazione di Produzioni dal basso, sito che mette a disposizione una maschera pubblica alla quale può aderire chiunque con donazione pubblica. I soldi sono stati utilizzati per gli spostamenti in auto, per il cibo sul set (nel corto abbiamo avuto più di 25 comparse), e per gli oggetti di scena. La strumentazione era già a nostra disposizione. Piccoli acquisti di volta in volta negli anni.

VM.net: Il tuo lavoro quale futuro avrà? Ci sarà la partecipazione a concorsi e proiezione/distribuzione e a che livello? E soprattutto questo lavoro ha già avuto qualche riconoscimento?

P.B.: “La parte che manca” ci ha dato moltissime soddisfazioni, sta ancora girando in qualche Festival nel quale non era stato prima. Ha avuto una carriera che ci ha reso davvero orgogliosi e ripagati delle fatiche per realizzarlo. Ha vinto 11 premi in giro per l’Italia (3 miglior film, 2 miglior attrice protagonista, 1 miglior colonna sonora, miglior montaggio, miglior soggetto e sceneggiatura) e più di 50 selezioni per le fasi finali.

VM.net: Sei già al lavoro su un nuovo progetto? Di cosa si tratta e quando vedrà la luce?

P.B.: Si è sempre al lavoro sui nuovi progetti. Oggi stiamo in fase di pre-produzione di un nuovo cortometraggio che avrà titolo “UNISONO”. Gli attori sono stati scelti, il cast tecnico è pronto, vediamo cosa accadrà.

VM.net: Ci puoi dare qualche indiscrezione riguardo i tuoi prossimi impegni?

P.B.: Concentrazione totale sul prossimo cortometraggio, poi si vedrà.

Il portale www.videomakers.net non è responsabile delle dichiarazioni, delle informazioni e dei dati riportati nelle interviste, schede di approfondimento pubblicate sul sito. La responsabilità è riconducibile unicamente ai soggetti intervistati in queste pagine.
Il portale non effettua un controllo sulla veridicità dei dati e delle informazioni riportate e declina ogni responsabilità a riguardo. www.videomakers.net  cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione in rete di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi; la responsabilità di esse resta comunque pienamente a carico degli autori degli specifici contributi eventualmente individuati. Nessuna responsabilità può essere attribuita a www.videomakers.net in caso di diffusione di materiali, dati, informazioni, dichiarazioni, omissioni considerate erronee o in qualche modo implicate in illeciti di varia natura.
Altre Informazioni:

  • Regia, Soggetto e Sceneggiatura, DoP, Operatore Camera, Montaggio e Sonoro: Paolo Budassi
  • Aiuto Regista, Organizzatore Generale, Fotografa Di scena: Francesca Nori
  • Assistente Alla Regia, Fonico: Maurizio Bianchi
  • Segretaria Di Edizione: Roberta Seclì
  • Scenografie: Angelo De Gennaro
  • Make-up Artist: Federica Guglielmo
  • Assistente Al Trucco: Beatrice Brocchi
  • Musica Originale: Federico Procopio

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.