Ξ 163 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

[Roberto Gambuti] Nuoce gravemente alla salute

posted by VMStaff
  • Tiplogia: Commedia
  • Durata: 8' 30"
  • Regia: Roberto Gambuti
  • Produzione: Roberto Gambuti
  • Trama: Un uomo pensieroso, sdraiato sul suo letto, vede irrompere nella sua camera uno sconosciuto identico a lui; è l suo angelo custode venuto con un incarico.
  • Cast: Roberto Gambuti
  • Link: Guarda Il Video
  • Link: Leggi Il Topic Sul Forum

Immergiamoci in questa nuova intervista con Roberto Gambuti regista di “Nuoce Gravemente Alla Salute“ per saperne di più sul suo lavoro.

[Roberto Gambuti] Nuoce gravemente alla salute

VM: Ci parli di te e della tua “casa” di produzione?

RG: Non ho, almeno per il momento, una casa di produzione, anche se c’è qualche progetto in vista.
Questo film nasce da una piccola sfida fatta a me stesso: “voglio vedere fin dove riesco ad arrivare senza dovere dipendere da nessuno”. Devo dire che tutto sommato sono soddisfatto, anche se ho perso la scommessa. Ho dovuto chiedere almeno ad un amico di farmi da controfigura nei dialoghi. Non c’è niente da fare: il cinema resta sempre una forma d’arte collettiva.

VM: Nella realizzazione di lavori a budget limitato cosa ritieni sia la carta vincente per a buona riuscita del film e, nello specifico di questo lavoro, cosa è stato determinante per la buona riuscita del progetto?

RG: Per me la carta vincente è la qualità della storia. Un cortometraggio a basso budget (anzi, a zero budget come il mio) non potrà mai competere con le produzioni professionali, tantomeno con quelle industriali. Quindi l’unica possibilità è girare una bella storia. Questo non significa non mettere la maggior cura possibile nella realizzazione del progetto, compatibilmente con i mezzi a disposizione, ma non potrà mai essere l’aspetto tecnico a dare una qualità significativa a un corto girato senza mezzi.
Per me l’esempio più bello di questo concetto è il film “Duel” di Spielberg. Un film girato con un budget irrisorio, con un solo attore, ma che ti tiene inchiodato alla poltrona fino alla fine.

[Roberto Gambuti] Nuoce gravemente alla salute

VM: Ci dai qualche dettaglio “tecnico” sulla realizzazione? Potresti parlarci del tipo di attrezzatura utilizzato in tutto il corto?

RG: Per le riprese ho utilizzato un Panasonic AG-DVX100BE, gentilmente prestata per un week end dall’azienda per cui lavoro, e un cavalletto. Il resto è stato realizzato con mezzi di fortuna: l’audio è stato registrato con un microfono da conferenze appeso ad una canna da pesca (una vera canna da pesca) e l’illuminazione è stata realizzata con un paio di piantane da salotto con lampadine alogene da 300w. Il set è stato realizzato in una vera camera da letto, la mia, che per l’occasione è stata tappezzata in tutti i punti non ripresi dalla camera da coperte e tendaggi per smorzare gli echi.
Il montaggio è stato realizzato con Adobe Premiere Pro utilizzando la semplice funzione Ritaglio fotogramma nelle inquadrature in cui sono presenti entrambi i personaggi.
L’interpretazione contemporanea di due ruoli è stata divertente, anche se il vero problema è stato quello di sincronizzare i dialoghi in modo che non avessero tempi morti o sovrapposizioni. In questo mi è stato di aiuto un amico che mi ha fatto da controfigura “fantasma”. Abbiamo registrato prima la parte di un personaggio poi, mentre interpretavo la controparte, lui, ascoltando la registrazione con l’auricolare, mi bisbigliava le battute che ascoltava in modo che potessi replicare con il tempo giusto.

VM: Nella realizzazione dei lavori low budget il coinvolgimento degli amici per la realizzazione è un fattore determinante. Ci parli della tua esperienza in merito?

[Roberto Gambuti] Nuoce gravemente alla salute

RG: Come dicevo, nonostante l’intenzione “purista” (e velleitaria) iniziale, ho chiesto aiuto ad un paio di amici, uno dei quali mi ha piantato a metà riprese per sopraggiunti impegni, che mi hanno aiutato soprattutto nei dialoghi.

VM: Quali sono stati i principali intenti e ispirazioni (filmiche) che ti hanno influenzato e che ti ispirano in genere nel tuo modo di realizzare determinati lavori?

RG: L’ispirazione per questo film mi è venuta mentre cercavo di capire quale fosse il ritmo giusto delle inquadrature di un dialogo, come e con quale ritmo alternare campi, controcampi, primi piani, totali, ecc. Allora, mi sono interrogato su come fare per tentare qualche esperimento senza dover dipendere dalla pazienza e dalla disponibilità di altri. E così mi è venuto in mente di fare da solo i miei “botta e risposta”. Ma a quel punto dovevo trovare una giustificazione al fatto di avere due personaggi con la stessa faccia. Dopo alcuni tentativi quella dell’angelo e del suo custodito mi è sembrata l’dea più divertente. Nella storia c’è anche dell’autoironia per perché parla di noi videomaker che ci danniamo l’anima per realizzare i nostri video…

[Roberto Gambuti] Nuoce gravemente alla salute

VM: Il budget per realizzarlo? Quanto è costata la sua realizzazione?? E quanto è costato in termini di tempo, dandoci un riferimento per la preproduzione, la produzione e la postproduzione.

RG: Costo: zero!
Tempo: un mese per la preproduzione, un weekend per le riprese e un mese per la postproduzione (naturalmente tenendo conto che ho realizzato il video nel – poco – tempo libero, strappando qua e là, con le unghie e con i denti, qualche ora agli impegni di lavoro.

VM: Il tuo lavoro quale futuro avrà? Ci sarà la partecipazione a concorsi e proiezione/distribuzione e a che livello?

RG: Con questo video ho già partecipato a numerosi concorsi per cortometraggi e ho intenzione di inviarlo anche ai prossimi (ce ne sono così tanti!). La concorrenza è agguerritissima, ma non mi scoraggia. La diffusione per il momento sarà solo su web, poi si vedrà.

VM: Sei già al lavoro su un nuovo progetto? Di cosa si tratta e quando vedrà la luce?

RG: Entro questa estate vorrei dedicarmi ad un nuovo progetto, di cui non dico niente per scaramanzia.

VM: Ci puoi dare qualche indiscrezione riguardo i tuoi prossimi impegni?

RG: Al momento sto cercando di costituire una nuova associazione culturale nella mia città (Rimini) con l’intenzione di rendere più stabile la produzione di video.
Inoltre mi piacerebbe con questa associazione dare vita a corsi, o incontri, rivolti a giovani e ragazzi appassionati di video. Vedo spesso su Youtube e Facebook video amatoriali realizzati da ragazzi volenterosi, ma spesso penso che il risultato potrebbe essere molto migliore se si rendessero conto che per fare un video non basta impugnare una videocamera o un cellulare e premere “Rec”, ma che bisogna conoscere alcuni fondamentali, l’”abc”, insomma, della scrittura, della ripresa, del montaggio, ecc.

Tag:

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video