Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
La sezione ufficiale dedicata a DaVinci Resolve.

Moderatore: Moderatori

#966157
Ciao Luigi :birra: , fai un passaggio nelle Presentazioni per descrivere il tuo bellissimo modo di vivere il mondo del video (alla grande aggiungo) , ti consiglio anche di guardare la sezione del cinema indipendente dove potrai mettere in mostra il trailer di alcune tue produzioni :wink:
per il discorso di questo topic , si sta sviluppando anche qui
viewtopic.php?f=2&t=99447
non appena mi postano il video convertito in 4 2 2 continuerò la prova :wink:
#966165
Grazie! :wink:
Si, infatti stavo gironzolando in quella bella sezione, ci sono un sacco di cose interessanti ed ho postato un videoclip che ho realizzato qualche mese fa...non so se mio padre l'aveva già postato! =)
#1052171
premiere ha una opzione di progetto per consolidare il progetto, uno quello di eliminare tutto il materiale non usato, l'altro quello di creare un progetto nuovo in una nuova cartella, dove premiere copierà tutte le clip usate nel montaggio, addirittura con molti formati è in grado di fare il taglio delle clip per tenere solo le parti usate nel montaggio senza ricompressione (formati avi).

fatto quello puoi convertire la cartella con tutte le clip da un formato all'altro (da mov, mp4 quel che l'è in avi non compresso ad esempio).

Poi con un semplice editor di testo sostituisci le estensioni da .mp4 a .avi con la funzione sostituisci testo dentro il progetto premiere, che può essere aperto come testo dato che è XML.

Cineform è un ottimo digital intermediate, e ha tante funzioni potenti come i metadata attivi.
Se usi i file non compressi è un'alternativa, ma se per te lo spazio è un problema, cineform è una soluzione anche a quello e l'investimento è compatto.

Sotto windows non puoi usare il prores in scrittura perchè è una tecnologia che apple ti offre solo nei loro sistemi, il quicktime che installi, anche quando paghi il QT pro, prevede un decoder per il prores in modo che tu possa leggerlo sotto windows, ma non puoi scriverlo.


Queste informazioni sono state molto preziose per uno studente principiante come me che sta iniziando solo adesso a capire le basi del video.

Avrei alcuni chiarimenti da chiederti, se possibile.

1) Avendo un hackintosh ho la possibilità di effettuare una codifica dei miei file .mov h264 (girati principalmente con una reflex canon 600D - che se ho capito bene gira a 8 bit - 4.2.0) in Prores HQ.
Ho letto anche tutta la discussione "[Impostazioni di ripresa] Come ottenere un video simil-RAW?" vedendoti un grande stimatore del cineform (e ci sarà un motivo se è così)

Mi chiedevo, tralasciando il discorso dei metadata attivi che potrebbero essere un buon motivo per utilizzare il cineform anche avendo a disposizione il prores, mi consiglieresti in ogni caso il cineform se il mio scopo è quello di
eseguire una correzione colore a montaggio finito (non per aggiustare il bilaciamento sballato o errori in fase di ripresa) per aggiungere un colore estetico "diverso" da quello reale, un colore cinematografico per intenderci, con Da Vinci Resolve? perdendo meno qualità possibile. (che ho appena scaricato come versione lite, e non ho idea ancora di come si usa)

2) Non avendo molto spazio a disposizione nel mio HDD, la soluzione di montare in h264 (uso solitamente premiere cs6) e poi creare un nuovo progetto con il solo materiale usato e sostituire i file originali con le ricodifiche in Prores/cineform mi interesserebbe. In questo caso dovrei convertire tutto con After effect in 16 bit sia i singoli file, che dirottare lo stesso progetto di Premiere su AE per finalizzare? O usare altri software/sistemi?

3) Potresti indicarmi qualche sito, gruppo, discussione, libro, (qualunque cosa) dove ci siano degli approfondimenti su tutti questi argomenti, magari anche dalle basi di tutto questo. Più leggo e più mi rendo conto di avere tante carenze che piano piano vado sistemando a tasselli, come i pezzi di un puzzle.
Ma mi sento come se il puzzle avesse 5000 pezzi e io ho ne avessi messo insieme solo i primi 300, sparsi un po' ovunque e del disegno totale ancora non riuscissi a intuire molto.

Ti ringrazio in anticipo. :wink:
#1052173
(girati principalmente con una reflex canon 600D - che se ho capito bene gira a 8 bit - 4.2.0) in Prores HQ.

le canon internamente salvano in avchd (h 264 dentro contenitore quicktime) 4:2:0 stanno studiando un Magic Lantern er 5D II e 5D III per registrare internamente in raw non compresso.
#1052209
le canon internamente salvano in avchd (h 264 dentro contenitore quicktime)


Ah.. ok, mi sorge un'altra domanda... ho sempre usato come sequenza di premiere Digital DSLR,
che non è sbagliata... ma si potrebbe usare anche la AVCHD dunque...? e che differenze ci sono all'atto pratico?
#1052216
premiere ha una opzione di progetto per consolidare il progetto, uno quello di eliminare tutto il materiale non usato, l'altro quello di creare un progetto nuovo in una nuova cartella, dove premiere copierà tutte le clip usate nel montaggio, addirittura con molti formati è in grado di fare il taglio delle clip per tenere solo le parti usate nel montaggio senza ricompressione (formati avi).

fatto quello puoi convertire la cartella con tutte le clip da un formato all'altro (da mov, mp4 quel che l'è in avi non compresso ad esempio).

Poi con un semplice editor di testo sostituisci le estensioni da .mp4 a .avi con la funzione sostituisci testo dentro il progetto premiere, che può essere aperto come testo dato che è XML.

Cineform è un ottimo digital intermediate, e ha tante funzioni potenti come i metadata attivi.
Se usi i file non compressi è un'alternativa, ma se per te lo spazio è un problema, cineform è una soluzione anche a quello e l'investimento è compatto.

Sotto windows non puoi usare il prores in scrittura perchè è una tecnologia che apple ti offre solo nei loro sistemi, il quicktime che installi, anche quando paghi il QT pro, prevede un decoder per il prores in modo che tu possa leggerlo sotto windows, ma non puoi scriverlo.


Queste informazioni sono state molto preziose per uno studente principiante come me che sta iniziando solo adesso a capire le basi del video.

Avrei alcuni chiarimenti da chiederti, se possibile.

1) Avendo un hackintosh ho la possibilità di effettuare una codifica dei miei file .mov h264 (girati principalmente con una reflex canon 600D - che se ho capito bene gira a 8 bit - 4.2.0) in Prores HQ.
Ho letto anche tutta la discussione "[Impostazioni di ripresa] Come ottenere un video simil-RAW?" vedendoti un grande stimatore del cineform (e ci sarà un motivo se è così)

Mi chiedevo, tralasciando il discorso dei metadata attivi che potrebbero essere un buon motivo per utilizzare il cineform anche avendo a disposizione il prores, mi consiglieresti in ogni caso il cineform se il mio scopo è quello di
eseguire una correzione colore a montaggio finito (non per aggiustare il bilaciamento sballato o errori in fase di ripresa) per aggiungere un colore estetico "diverso" da quello reale, un colore cinematografico per intenderci, con Da Vinci Resolve? perdendo meno qualità possibile. (che ho appena scaricato come versione lite, e non ho idea ancora di come si usa)

2) Non avendo molto spazio a disposizione nel mio HDD, la soluzione di montare in h264 (uso solitamente premiere cs6) e poi creare un nuovo progetto con il solo materiale usato e sostituire i file originali con le ricodifiche in Prores/cineform mi interesserebbe. In questo caso dovrei convertire tutto con After effect in 16 bit sia i singoli file, che dirottare lo stesso progetto di Premiere su AE per finalizzare? O usare altri software/sistemi?

3) Potresti indicarmi qualche sito, gruppo, discussione, libro, (qualunque cosa) dove ci siano degli approfondimenti su tutti questi argomenti, magari anche dalle basi di tutto questo. Più leggo e più mi rendo conto di avere tante carenze che piano piano vado sistemando a tasselli, come i pezzi di un puzzle.
Ma mi sento come se il puzzle avesse 5000 pezzi e io ho ne avessi messo insieme solo i primi 300, sparsi un po' ovunque e del disegno totale ancora non riuscissi a intuire molto.

Ti ringrazio in anticipo. :wink:


in generale se finalizzi con after effects, usa un progetto a 16bit e puoi ottimizzare tanti passaggi, senza dover fare in quel caso la conversione pre composizione da after. se passi per davinci devi usare il prores, perchè ha tante ottimizzazioni per quel codec.

il mio riferimento principale è il blog di stu, ovvero prolost.com, da li trovi veramente tanti riferimenti e tante cose utili.

i preset di montaggio di premiere sono principalmente delle impostazioni di preset per poter montare il più velocemente, ottimizzando la decodifica e la preview.
#1052231
Ah.. ok, mi sorge un'altra domanda... ho sempre usato come sequenza di premiere Digital DSLR,
che non è sbagliata... ma si potrebbe usare anche la AVCHD dunque...? e che differenze ci sono all'atto pratico?

vediamo se Carlo mi corregge.se nella ceazione sequenza imposti anche massima qualitò di rendering e profondità di bit penso che il tl resti uguale che usare AE (usando efffetti ghe lavorano alla massima profonditò di bit.)
per quanto riguarda la eventuale preconcìversione in 4:2:2 ti chiedo cortesemente di postare la tua domanda circostanziata , nel topic "siml raw" xhw già avevi individuato-
#1052233
vediamo se Carlo mi corregge.se nella ceazione sequenza imposti anche massima qualitò di rendering e profondità di bit penso che il tl resti uguale che usare AE (usando efffetti ghe lavorano alla massima profonditò di bit.)
per quanto riguarda la eventuale preconcìversione in 4:2:2 ti chiedo cortesemente di postare la tua domanda circostanziata , nel topic "siml raw" xhw già avevi individuato-


in teoria si, in pratica no...
dipende dai plugin, alcuni lavorano a 16bit solo in after e non su premiere, ad esempio il plugin esterno colorista, lavora meglio dentro after che in premiere e ho notato dei banding quando lo uso su premiere, mentre se importo lo stesso progetto in after (che tiene settaggi etc impostati su premiere con plugin compatibili), non vedo quel banding.
alla fin fine usando after anche per altre cose (creare maschere per correzioni localizzate etc) non ho fatto troppi esperimenti di miglior encoding tra premiere e after, tranne che per alcuni plugin di cui ho fatto il beta tester come colorista. Di solito monto su premiere, creando più sequenze, una per "sequenza" poi importo il progetto in after che avrà un progetto completo con tante sottocomposizioni, ogni sottocomposizione (precomp) contiene le singole clip per le eventuali correzioni etc. quindi comunque è gestibile anche se si parla di durate molto grandi di filmati complessi con tanti stacchi.
#1052292
per quanto riguarda la eventuale preconcìversione in 4:2:2 ti chiedo cortesemente di postare la tua domanda circostanziata , nel topic "siml raw" xhw già avevi individuato-


Si, nessun problema...
#1052380
in generale se finalizzi con after effects, usa un progetto a 16bit e puoi ottimizzare tanti passaggi, senza dover fare in quel caso la conversione pre composizione da after


Magari sarà banale quello che sto per dire, e me ne scuso già adesso... :uffy:
Ma ho provato a fare una finalizzazione di un progetto montato in PP su AE ma ho sbagliato sicuramente qualcosa.

Questa è stata la mia procedura:
Il progetto di premiere era con una sequenza Digital DSLR 1080 25p, i file importati in PP avchd (h264 - .mov)

Poi ho importato in AE il progetto (.prproj) e mi si è aperto.
Ho impostato a 16 bit il progetto di AE e volevo esportare direttamente in questo modo in ProRes 442 HQ... solo che
AE non mi legge il progetto esattamente come lo vedo in PP... Mi taglia le dissolvenze additive in alcune clip. i Fade in/out nell'audio non sono precisi... e ogni tanto ci sono anche dei fotogrammi neri tra un'inquadratura e l'altra.

La procedura corretta per finalizzare in AE un progetto già montato.. qual'è? ...
#1052476
in generale se finalizzi con after effects, usa un progetto a 16bit e puoi ottimizzare tanti passaggi, senza dover fare in quel caso la conversione pre composizione da after


Magari sarà banale quello che sto per dire, e me ne scuso già adesso... :uffy:
Ma ho provato a fare una finalizzazione di un progetto montato in PP su AE ma ho sbagliato sicuramente qualcosa.

Questa è stata la mia procedura:
Il progetto di premiere era con una sequenza Digital DSLR 1080 25p, i file importati in PP avchd (h264 - .mov)

Poi ho importato in AE il progetto (.prproj) e mi si è aperto.
Ho impostato a 16 bit il progetto di AE e volevo esportare direttamente in questo modo in ProRes 442 HQ... solo che
AE non mi legge il progetto esattamente come lo vedo in PP... Mi taglia le dissolvenze additive in alcune clip. i Fade in/out nell'audio non sono precisi... e ogni tanto ci sono anche dei fotogrammi neri tra un'inquadratura e l'altra.

La procedura corretta per finalizzare in AE un progetto già montato.. qual'è? ...


quella che indichi tu, ma non mi sono mai capitati frame neri, e per l'audio non ho avuto problemi perchè non lo esporto da after, ma da audition o da premiere, e poi metto insieme, tanto sia per dvd che blueray li devi fare separati.
verifica che sia l'ultima versione dell'after effects che hai, ogni tanto ci sono dei bug, ne ricordo uno della cs3 che mi fece perdere due giorni e nottate di sonno...
#1052507
alla fin fine usando after anche per altre cose (creare maschere per correzioni localizzate etc) non ho fatto troppi esperimenti di miglior encoding tra premiere e after, tranne che per alcuni plugin di cui ho fatto il beta tester come colorista. Di solito monto su premiere, creando più sequenze, una per "sequenza" poi importo il progetto in after che avrà un progetto completo con tante sottocomposizioni, ogni sottocomposizione (precomp) contiene le singole clip per le eventuali correzioni etc. quindi comunque è gestibile anche se si parla di durate molto grandi di filmati complessi con tanti stacchi.

fischia Carlo che bel lavorone, per le maschere per fare la correzione selettiva in certi punti la potresti fare anche in Premiere usando la "titolatrice" e poi fai bucare la parte scelta (o la rimante) resta il fatto che se certi plugin dentro premiere non rendono come in AE la cosa cambia (presumo non siano invece a fare questo scherzetto gli effetti video a elevati bit di premiere)
il colorista l'ho provato ieri sera su delle clip canon che stranamente mi davano dei problemi assurdi
http://www.mediafire.com/download/vskfx ... ezioni.rar
dentro c'è un tif della camera che uso come riferimento delle colorimetrie che volevo raggiungere, poi c'è un tif dell'immagine schifosa nativa della canon e un tif della correzione che avevo tirato quori con i controlli di premiere.
non soddisfatto ci ho lavorato sopra con il colorista 2 dentro premiere e devo dire che "primary HSL " è stata la svolta non ho uppato la correzione apportata dal colorista perchè non era la stessa clip
#1052565
fischia Carlo che bel lavorone

in che senso? se per ogni scena crei una sequenza lavori in modo più agile su progetti complessi e soprattutto lunghi.
Immagina di dover fare un montaggio di 45 minuti, su cui hai moltissimi stacchi, poi ad un certo punto devi scambiare l'ordine di due scene, se non hai fatto una sequenza per scena diventa un massacro, mentre se lo hai fatto diventa velocissimo scambiare le scene tra di loro, e se ti serve fare qualche regolazione interna, un click e lavori sulle singole clip, di quella scena.
Se ci fai l'abitudine diventa un modo molto più semplice per gestire i progetti complessi.

per me colorista è un must, sia per la semplicità e la velocità di lavoro, sia perchè chi l'ha sviluppato ha avuto l'intellingenza di gestire il calcolo del color grading a 16 bit internamente anche quando lavori in progetti a 8 bit quindi riesce a fornirti output migliori di altre plugin per la correzione colore che lavorano nello spazio di premiere.
#1052578
da un certo punto di vista concordo che per il passaggio dopo in AE diventi non solo utile, ma utilissimo.dall'altra come ti regoli dopo in AE per dale una grading finale uniforme a tutto il lavoro? "saltelli" da precomposizione a precomposizione per valutare la "corrispondenza" o cosa?
per me colorista è un must, sia per la semplicità e la velocità di lavoro, sia perchè chi l'ha sviluppato ha avuto l'intellingenza di gestire il calcolo del color grading a 16 bit internamente anche quando lavori in progetti a 8 bit quindi riesce a fornirti output migliori di altre plugin per la correzione colore che lavorano nello spazio di premiere.

si mi sono accorto sopratutto non per la parte iniziale che si avvicina ad un correttore 3 vie, ma la svolta è proprio quella "primary HSL " dove "rivedo" un poco i controlli dei singoli colori che avrei avuto dentro camera RAW di Adobe :wink:
se ti ricordi era quella parte che ti dicevo in MP mi mancava anche dentro la preconversione e "prelavorazione " in cineform (first light mi sembra)

Avidemux, impostando Audio e Video su "Copy&q[…]

grazie per la risposta. Mi dice final cut non puo[…]

Ci siamo, finalmente Pronto a TUTTO e quasi termin[…]

Wacom produce le migliori tavolette grafiche amato[…]