Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Tutti i contest fotografici VideoMakers.net.

Moderatore: Moderatori

#1037610
La gestione dei viraggi e della saturazione già inizia a rientrare nell'alveo dell'alterazione dello scatto.


onestamente i viraggi e le desaturazioni si facevano anche in camera oscura. il chimico Stellatelli (Mario mi pare) come massimo esponente, per quel che mi riguarda, di quelli che conosco.

io sono per nessuna cornice, per la post io credo vada bene come è adesso, si faccia quel che si vuole ma senza clonare, spostare, aggiungere.
Meddy ha fatto dei gran tutorial; chi capirebbe cosa si è fatto una volta finita la foto utilizando tali tecniche? Nessuno, manco risalendo dai metadati. e quello che ha insegnato meddy serve a migliorare la foto e quindi ben venga tale lavorazione.
marchi? si può fare benissimo senza nei contest eppoi se il marchio mi cade dentro come ha spiegato meddy mi pare non vi siano gran problemi. o metadati? ma se fai "salva per web" spariscono tutti. eppoi che problema c'è metadati o non metadati?
altra cosa attenzione con l'eccesso di post, si rischia di andare in un viale dove se la foto non colpisce "violentemente" l'occhio va a finire che foto più ponderate e meno lavorate passano in secondo piano. non gradirei il passo che si fa spesso anche nei video dove si valuta più la clip per i fitri o i trucchi utilizzati che per quello che racconta la clip stessa.

aggiungo che il contest è nato per parlare di fotografia e stare insieme e non per stabilire il miglior fotografo o il miglior post produzionista, ma rimane comunque una "scusa" per parlare di entrambe queste cose. e stare insieme. questo è il cerchio.
Ritengo
;) :foto:
#1037617
onestamente i viraggi e le desaturazioni si facevano anche in camera oscura.


Anche il timbro clone si faceva in camera oscura, anche se era più complicato, non è questo il punto, il punto è cosa cambia dallo scatto originale quando si post-produce.

chi capirebbe cosa si è fatto una volta finita la foto utilizando tali tecniche? Nessuno, manco risalendo dai metadati.


Uhm...su questo si potrebbe obbiettare, salvo essere molto bravi, una post-produzione importante su uno scatto è sempre riconoscibile, che poi migliori o meno lo scatto è un'altra questione.

aggiungo che il contest è nato per parlare di fotografia e stare insieme


Appunto, perchè precluderne la partecipazione a chi magari apre per la prima volta la sezione?
Vorrei evitare di finire nel circolo vizioso che devasta molti circoli e club fotografici che, via via che i soci imparano a fotografare e a post-produrre (poco importa se in digitale o in analogico), iniziano ad auto-referenziarsi chiudendosi all'esterno e a chi ha voglia di imparare ma senza "far parte di una setta".

La discussione sembra vertere su me contro la post-produzione ed il resto a favore, non è così, ma vorrei che non si precludesse la possibilità di partecipare a chi non ha mai aperto photoshop o non sappia neanche cosa sia un livello, ma ha un'ottimo occhio che va coltivato ed istruito così che quel colpo d'occhio possa poi migliorarsi, col tempo, anche con la tecnica.

Ciao
da Meddy
#1037618
ià qui spiegi il tuo modo di scattare, ma non è così per tutti, soprattutto per chi si approccia alla fotografia per imparara e l'intento di VM è comunque istruire oltre che far confrontare tra loro gli utenti.
Non tutti sono al livello di scattare sapendo come gestire lo scatto in post, tanti, presi dalla frenesia, rischiano spesso di rovinare o alterare un buon scatto solo per applicare per forza della post-produzione.

E devono imparare, proprio a questo secondo me è utile un forum in generale e la partecipazione a un contest in particolare.
Perdonami ma non ti seguo in questo discorso, se vogliamo fare dei contest alla "viva il parroco" allora ok, basta dirlo, se invece l'intento, oltre all'avvenimento in sè, è quello di elevare il livello qualitativo dei partecipanti allora proprio non comprendo il senso di tutti questi limiti.
Come ho detto nell'intervista non parteciperò ad altri contest, quindi non è per me che parlo ma lo faccio solo nell'intento di poter essere utile, poi vedete voi.

Il rischio non è tanto la porcheria o la banalità ma, come ho scritto, vedere accadere quello che ho visto su altri forum, dove 2 o 3 utenti si impongono sempre per la loro bravura (e tempo a disposizione) nell'usare photoshop (e magari poco l'obbiettivo) facendo morire l'interesse e la voglia di partecipare.

Questo capiterà comunque, trovare la causa di ciò solo nella post è fuorviante, a mio giudizio.
A meno che tu non intenda dire che chi vota si fa abbagliare dagli effetti speciali e non è in grado di giudicare un'immagine nella sua interezza. Se così fosse bene, costoro vanno educati ad una cultura fotografica, non si può a mio parere negare la bicicletta per il timore della caduta, si insegna a pedalare.
da Meddy
#1037628
La fotografia oggi è in continua evoluzione, una volta per dare un tocco di blu in una determinata zona dell'immagine dovevo munirmi di una lampada idonea, se ora posso farlo in post perchè non dovrei? Perchè non posso fare un soft focus in un ritratto senza dovermi comprare un'obiettivo da millemila euri? Perchè non posso desaturare o al contrario esaltare i colori senza interventi chimici sulla pellicola quando ho a disposizione una camera chiara che me lo consente? Se ritengo che la mia immagine sia meglio vestita in un bordo o in una vignettatura, perchè non dovrei farlo?

E su questi punti posso condividere.
Filtri e diversi "sviluppi" già pronti ce ne sono in abbondanza in LR. Quindi a mio giudizio, una limitazione in questo senso, sarebbe opportuno eliminarla/modificarla:

[*] Non è consentito aggiungere scritte di qualsiasi tipo alla foto (titolo, didascalia, firma o altro), ne rimuovere o aggiungere parti significative dellìimmagine, dove per significative si intende che siano tali da modificare il senso e la natura dell'immagine originale, oppure che interessino un'area rilevante dello scatto di partenza
Non esistono limiti specifici per la post produzione se essa è intesa come ottimizzazione e creatività dell'immagine, senza eccedere in uno stravolgimento eccessivo che sfocia decisamente in Artwork.

[*] E' possibile aggiungere una cornice alla foto, purchè sia "neutra", di colore bianco, nero o grigio.

Potrebbe essere un'idea :wink:


Sicuramente un buon punto di partenza, si può discutere.
da Meddy
#1037634
Per me i metadi sono un aiuto oltre ad un testimonianza...
meglio se ci sono pittosto che non ci siano..
in alcuni scatti dei fotocotest..(per chi problemi NON NE HA) i metadati ci sono..infatti..se uno vuole..non si cancellano neppure dopo resize e post LE...
non sono la garanzia assoluta , ma un buon biglietto di visita, trall'altro molto utile x le info se uno vuole darci un occhiata .

Mah, secondo me non testimoniano nulla.
O si concede la fiducia ai partecipanti oppure a poco servono. Ammesso che uno voglia in qualche modo barare, e non ne capirei il motivo, in rete ci sono software, anche gratuiti, in grado di manipolare i metatadati a qualunque foto.
Detto ciò, se uno parte dalla scansione di una pellicola, che metadati hai?
#1037668
Appunto, perchè precluderne la partecipazione a chi magari apre per la prima volta la sezione?
Vorrei evitare di finire nel circolo vizioso che devasta molti circoli e club fotografici che, via via che i soci imparano a fotografare e a post-produrre (poco importa se in digitale o in analogico), iniziano ad auto-referenziarsi chiudendosi all'esterno e a chi ha voglia di imparare ma senza "far parte di una setta".


Sagge parole. e non solo all'esterno, ma anche all'interno del circolo stesso.

La discussione sembra vertere su me contro la post-produzione ed il resto a favore, non è così, ma vorrei che non si precludesse la possibilità di partecipare a chi non ha mai aperto photoshop o non sappia neanche cosa sia un livello, ma ha un'ottimo occhio che va coltivato ed istruito così che quel colpo d'occhio possa poi migliorarsi, col tempo, anche con la tecnica.


non credo, non mi pare. forse ho compreso male il tuo pensiero, ma
dipendesse da me non toccherei niente del fotocontest e sono d'accordo anche io sul fatto che partecipi anche chi non sa cosa sia un livello. ben venga. sarà lui a decidere poi se vorrà affrontare la post o meno come sua scelta di conoscenza.

mi ricordo i tempi dove Gamba protestava contro la più piccola modifica (livelli compresi), ma giustamente nel tempo si può cambiare. l'importante è riconoscerlo. il cambiamento.

a volte mi scopro più conservatore che rivoluzionario, ma andare a mettere paletti sempre più particolari ad esempio del tipo: si alle maschere e no agli oggetti avanzati può portare solo all'asfissia.
le regole sono "larghe" e se qualcuno vuole profittare di qualche "lasco regolamentare"... beh si può sempre rifutare la foto. se è per questo abbiamo fatto anche contests con 4 foto 4.

anche se poi, giustamente, non si rifiuta mai (tranne quei casi specifici) perchè... sai le discussioni.

la foto delle mie macchine ha proprio delle blurrature leggere su dei piccoli adesivi posti sulla ferrari.


cioè questo, non il caso specifico, ma il nascondere parti senza che qualcuno se ne accorga, è meglio dell'assenza di metadati? i metadati testimonianza? ma di cosa? suvvia...

qui si accettano le cose con l'unica preghiera di non barare. è sempre stato quello che abbiamo cercato di far capire ai partecipanti. tanto a cosa porta?

non abbiamo bisogno di fare come quegli sportivi che per vincere il G.P. della sagra dell'erba secca si dopano in abbondanza.

peraltro non vorrei correre il rischio, al contrario, di far fuori anche la taglierina in quanto permette di togliere dalla foto delle parti.

si potrebbe fare una cosa parallela in ogni contest. e cioè:

il contest si sviluppa secondo i suoi canoni: presentazione, votazione, classifiche dà le sue userbar ai vincitori.
a latere della foto spedita per il contest, il partecipante che desidera, manda una copia della sua foto inviata e frutto della sua capacità del post produrre.
ove fa quello che vuole della sua foto.
alla fine del contest in un post a parte, con il link al contest base e si pubblicano le post produzioni inviate.
ovviamente ciò non da seguito a votazioni e/o userbar, perchè il contest è un'altra cosa.
così giusto per vedere quale sarebbe la partecipazione a questo evento correlato.
se son rose, fioriranno.

a parte il fatto che uno, se vuole, lo può fare con ogni foto che invia e non c'è bisogno del contest.

io ho proposto.

;) :foto:
#1037671
se non ci stanno, non cambia nulla? cambia...dimostri ancora piu ombre ....punto!


si ombre di vino a f.8 e 1/250" (per chi non sa: le "ombre" sono bicchieri nelle zone venetofone)....ma per l'amor del Signore... Gamba. :lol: :lol: :lol:

io e qualche altro LI HA DA SEMPRE lasciati..eppure non ho sacrificato ne post ne resize ne altro...e li sono! non basta=? meglio del nulla PUNTO!


...li hai lasciati. benissimo, e allora?
io ho dovuto chiedere a Moebius come si fa a sapere gli exif delle foto solo per sapere che esiste una possibiltà. sai quanto me ne frega sapere che hai utilizzato i 1600 iso quando io non avrei potuto scattare la foto a meno di accettare un rumore grossolano? o di poter utilizzare tre o quattro flash?

cosa mi sposta conoscere la triade diaframma tempo iso delle foto di chiunque?
quando so benissimo a cosa servono?
quando io stesso lo posso speriomentare?
con la pellicola avevo riempito notes interi di valori. salvo poi accorgermi che alla fine i valori, a seconda della luce disponibile, erano sovrapponibili. quindi poco utili.
per me i metadati sono una discussione di lana caprina.

;) :foto:
#1037675
Qualcuno ha detto che
E che ha detto?E..Qui sei partito male.Perchè a sapere quali sono i problemi ci si pensa.
A mio avviso è difficile scattare una foto COMPLETAMENTE senza loghi. Blurrare il marchio a volte può essere controproducente perchè comunque l'attenzione cade sul particolare distogliendola dal risultato generale.
Occorre evitare, a mio avviso, di porre il marchio in EVIDENZA, sia essa negativa o positiva. Altrimenti un paesaggio urbano di una metropoli sarebbe pieno di parti "bollinate". Un ritratto con il soggetto in Lacoste, che famo? nun lo scattamo? :D
Io invece affronterei la questione relativa alla post-produzione della foto. Consolidando l'assoluto divieto di apporre o togliere parti della stessa tramite (ad esempio) timbro clone od affini, direi che consentire anche interventi spinti su viraggi, saturazioni/desaturazioni, nitidezza o quanto altro potrebbe essere possibile. In fondo molti interventi che si fanno in LR (o in PS tramite i livelli di regolazione)non alterano lo scatto in quanto tale ma corrispondono a quello che si faceva in camera oscura. Dare la propria "impronta" non è certamente una manipolazione che distorce la realtà ma piuttosto la rende più simile a quanto si è immaginato.
Questo è un'argomento che abbiamo trattato tanto tempo fa.Quoto il neretto. :birra: .e da qui si capirà qual'è il mio punto fermo.
Tutto è sempre da contestualizzare, ovviamente la norma sui loghi indica che questi non siano in Evidenza e, come per le persone ritratte, se nel contesto della foto pur togliendo il logo questa non cambia il suo senso, allora ha ragion d'essere.
Giusto!
Le regole dei fotocontest non devono servire per limitare la creatività, ma ovviamente deve mantenere integra la natura di confronto fotografico, cercando di dare a tutti (anche ai non esperti di Photoshop) di partecipare ad "armi pari", senza escludere fotocontest specifici relativi proprio alla post-produzione vera e propria.
Mi spiace ma non sono daccordo.Mica è un GP1..che tutti hanno la stesa cilindrata.Ci vuole concorrere pùò usare tutti i mezzi disponibili con delle regole che escludano sostanzialmente l'indicazione dell'autore(firme e cornici che possano risalire all'autore)IL TUTTO PER IL SOLO SCOPO DI TRASMETTERE EMOZIONI CON LO SCATTO che è la cosa principale.
Io farei le due opzioni per ogni contest
No,è già tanto uno singolo figuriamoci uno doppio...poi senza un premio che ti invita, rimane una bevuta tra amici.(Vighi ogni tanto dovrebbe mettere la mano nel suo portafogli e premiare ogni tanto qualche Fotocontest come si merita)perchè il Fotocontest non è un gioco,ma una competizione.
Per me la fotografia è quella che io vedo come prodotto finito, cioè l'immagine risultante, come è stata ottenuta mi interessa solo a livello di curiosità personale, ma io vedo ciò che mi viene presentato e giudico se mi piace, se mi stimola, se mi emoziona o se al contrario la ritengo una solenne porcheria, i mezzi con i quali è stata realizzata sono solo espressione della cretività e delle possibilità dell'autore.
Doppio quote e click su mi piace ;)
E' possibile aggiungere una cornice alla foto, purchè sia "neutra", di colore bianco, nero o grigio.
L'unica cosa che può risalire all'autore è la firma poi la cornice se utilizzata di frequente nelle foto fuori contest.
Per il discorso che avevamo affrontato nell'ultimo contest, cioè livellare i termini di partecipazione in modo che tutti possano accedervi senza troppa disparità tra chi sa usare i filtri e chi no.
Diciamo che bisogna fare uno sforzo e guardare avanti anche seguendo le nuove tecnologie.Non è detto perchè tu ,se una cosa ti interessa veramente, ma non hai il tempo o l'attinenza ad applicarti ....tutti gli altri debbano tornare indietro di decine d'anni?!?..o rimanere fermi alla luce dei lumi ad olio.
ma così facendo abbiamo coinvolto, pian piano, tanti utenti che prima si interessavano solo di video e che adesso invece condividono anche le proprie opere fotografiche accorgendosi che sviluppare questo aspetto aiuta anche la parte "video".
Sinceramente credevo che la fotografia fosse la base. :dimen:
occorre mantenere contest in cui conti solo la foto e non quelle che ne viene fatto dopo, perchè il "dopo" è sempre una foto diversa da quella che si aveva in testa quando si è scattato (no? :D).
:no: No! In tante occasioni,lo scatto viene fatto con caratteristiche particolari proprio per avere un'indirizzo nella post.Gli esempi sono tanti ;uno è il Vertorama o il DRI o il DHR. ;)
Già qui spiegi il tuo modo di scattare, ma non è così per tutti, soprattutto per chi si approccia alla fotografia per imparara e l'intento di VM è comunque istruire oltre che far confrontare tra loro gli utenti.
Non tutti sono al livello di scattare sapendo come gestire lo scatto in post, tanti, presi dalla frenesia, rischiano spesso di rovinare o alterare un buon scatto solo per applicare per forza della post-produzione.
C'è da dire che molti si buttano come nelle onde al mare.Credo che prima di confrontarsi si debba fare un pò di lezione.Qui in sezione ci sono tanti consigli dati da ex moderatori che sono manna per chi si approccia alla fotografia.Ma quando si vedono foto che non rispettano nemmeno le più basilari regole...mi spiace ma sei rimandato a Settembre.Con questo non voglio offendere nessuno,ma con un pò d'impegno e studiando le basi della fotografia ci si può competere senza problemi di SW o mezzi.
Dopo di che se, come Yarin dice, variazioni in questo senso del regolamento fin qui applicato possono portare ad un suo impoverimento in termini di partecipazione, lasciamo inalterate le cose. Vorrei che il contest vivesse ancora a lungo e con la maggiore partecipazione possibile.
Bravo!..aggiungi...con qualche bel premio.Altrimenti Vighi si frega le mani!
Questo capiterà comunque, trovare la causa di ciò solo nella post è fuorviante, a mio giudizio.
A meno che tu non intenda dire che chi vota si fa abbagliare dagli effetti speciali e non è in grado di giudicare un'immagine nella sua interezza. Se così fosse bene, costoro vanno educati ad una cultura fotografica, non si può a mio parere negare la bicicletta per il timore della caduta, si insegna a pedalare.
Infatti!


Alla fine vengo ad una conclusione:
Per i Fotocontest,si utilizzando solo macchine analogiche,il formato consentito sarà una stampa 30x15 senza firme ne in fronte ne in retro. da far pervenire tramite PosteIitaliane .
E io che non ho e non so usare una macchina analogica che faccio?

Mi sa che stimo tornado indietro.






.....e di molto!
#1037680
Mi sa che stimo tornado indietro.
.....e di molto!


Tutto il contrario, se ne stiamo discutendo è proprio per andare avanti....e di molto! ;)

.Non è detto perchè tu ,se una cosa ti interessa veramente, ma non hai il tempo o l'attinenza ad applicarti ....tutti gli altri debbano tornare indietro di decine d'anni?!?


E chi lo dice?
Anzi tanti sono andati avanti, ma per andare avanti occorre anche confrontarsi, ma se mi tiro indietro già in partenza perchè so che comunque non avrò mai la possibilità neanche di piazzarmi tra i primi 3, solo perchè non so usare Photoshop, allora come vado avanti?
Lasciare libero sfogo alla post-produzione IMHO è errato, come è errato mettere paletti su ogni singola cosa o non dare la possibilità di poter anche sfruttare la post-produzione, credo sia solo il caso di porre qualche vincolo per evitare gli abusi.

In tante occasioni,lo scatto viene fatto con caratteristiche particolari proprio per avere un'indirizzo nella post.


Ma in tanti altri no.
Io penso allo scatto avendo in mente la post, se so che post applicare, questo può avere senso contestualizzato in un contest specifico, ma usare la post come scusa per rimediare lo scatto è sbaglio ai fini del confronto, proprio perchè stai producendo uno scatto che non è quello che hai scattato, non è come lo hai pensato, quindi non rappresenta la tua idea, la tua visione del tema.

C'è da dire che molti si buttano come nelle onde al mare.


Certo, VM serve proprio anche per dare qualche rudimento, ma se non provo mai a nuotare nell'acqua alta, come posso sapere se ne sono in grado?
E per nuotare nell'acqua alta devo per forza prendere il brevetto da sub? Magari qualche escursione al largo riesco a farla anche da dilettante, no?

Sinceramente credevo che la fotografia fosse la base.


Non sono tutti "Imparati", VM non è solo per professionisti o presunti tali, ma anche per il novello che inizia l'ABC, poi si accorge che ha passione, studia, si confronta, migliora e magari alla fine ne fa un mestiere (ed i casi qui non sono pochi).
Cerchiamo di tornare in carreggiata ed invece di polemizzare, cerchiamo di arrivare ad un punto comune che permetta sia a chi "sa" che a chi "non sa" di poter prendere parte ai contest, perchè solo così aumenta la platea e magari ci date lo spunto per cercarli i premi, che ovviamente non vengono da soli e non vengono per 4 foto messe in croce.

Il BestClip è stata una bella parentesi, ma è stata bella fintanto che gli utenti erano più "niubbi" ed avevano voglia di confrontarsi senza prendersi troppo sul serio, via via che la community è diventata più "professionale" sono diminuiti anche colore che "rischiavano" il confronto ed il contest è morto e con lui premi, eventi, promozione dei vincitori, etc. etc., i Fotocontest dovevano servire per trovare un nuovo punto di aggregazione e di confronto, con i primi che li organizzarono espressi la mia sfiducia che potessero diventare veramente qualcosa di più ampio e magari replicare il successo del BestClip, quindi siamo partiti da semplici Fotocontest sul forum, tanto per mettersi alla prova senza troppo impegno, alla fine, poco per volta, la sezione fotografica siamo riusciti a farla crescere, evitando il settarismo presente altrove.
Adesso, se veramente ci tenete, c'è l'occasione di far fare un ulteriore passo in avanti, ma non rifacciamo l'errore di pensare che l'esaltazione della tecnica "per pochi eletti" sia la strada giusta, magari all'inizio può portare ottimi risultati in termini di qualità visiva, ma allontanando chi vuole semplicemente "provare".

Ciao
#1037682
Mahh!
Guarda Yaryn,se vuoi vincere la maratona non ti devi improvvisare solo perchè ti piace e indossi le adidas,ma prima ti devi impegnare ad allenarti.
Basta poco infondo,non c'è da chiedere nulla a nessuno.
C'è internet,trovi tutto quello che serve anche per le cose di base.

Questo argomento, trito e ritrito nei vari forum, è sempre andato come al gioco alla fune.
#1037685
Il BestClip è stata una bella parentesi, ma è stata bella fintanto che gli utenti erano più "niubbi" ed avevano voglia di confrontarsi senza prendersi troppo sul serio, via via che la community è diventata più "professionale" sono diminuiti anche colore che "rischiavano" il confronto ed il contest è morto e con lui premi, eventi, promozione dei vincitori, etc. etc., i Fotocontest dovevano servire per trovare un nuovo punto di aggregazione e di confronto, con i primi che li organizzarono espressi la mia sfiducia che potessero diventare veramente qualcosa di più ampio e magari replicare il successo del BestClip, quindi siamo partiti da semplici Fotocontest sul forum, tanto per mettersi alla prova senza troppo impegno, alla fine, poco per volta, la sezione fotografica siamo riusciti a farla crescere, evitando il settarismo presente altrove.
Adesso, se veramente ci tenete, c'è l'occasione di far fare un ulteriore passo in avanti, ma non rifacciamo l'errore di pensare che l'esaltazione della tecnica "per pochi eletti" sia la strada giusta, magari all'inizio può portare ottimi risultati in termini di qualità visiva, ma allontanando chi vuole semplicemente "provare".
Per forza!Per i Videomakers qui è pieno tutorial, guide allutilizzo di SW,trucchi e chi più ne ha ne metta e poi ...mi venite a dire che bisogna filmare con la super8??

Mi sa che è il cane che si morde la coda!
:disgu:
#1037693
Ogni argomento fin quì espresso ha la sua validità e le sue ragioni .
Ma è un dato di fatto che la postproduzione digitale venga utilizzata per la fotografia e oggi non è immaginabile diversamente, ma è anche evidente che un uso intensivo dei mega software grafici, può portare lontano da quello che è un click , uno scatto , un momento preciso , una senzazione , insomma una fotografia come viene comunemente intesa.
Io sarei propenso a lasciare massima libertà di utilizzo dei mezzi di cui si dispone, saranno poi le votazioni a dire se sarà più bella una foto molto elaborata o una più naturale.
Come diceva UNO tanti anni fa , ci vuole la giusta via di mezzo. ;)
#1037727
mi venite a dire che bisogna filmare con la super8??


Come ho detto evitiamo polemiche e analizziamo le cose per come sono state dette.
Nessuno dice di non fare post-produzione, forse non è chiaro questo discorso, già adesso il regolamento lo consente, ma lo consente entro certi limiti, quindi si tratta di analizzare questi limiti e vedere dove ampliarli, non dove ridurli.
Quello che si vuol evitare è che predomini semplicemente la bravura della post-produzione in confronto alla bontà dello scatto, perchè se è vero che il crop aiuta a correggere leggeri problemi di inquadratura, non lo è altrettanto quando, vista la bassa risoluzione delle foto per i contest, si usa il crop per stravolgere la composizione, poi si aggiunge un bokeh artificiale, si clona a destra e a manca per ripulire lo scatto, etc. etc....va trovato il giusto metodo per consentire la post-produzione intesa come sviluppo dello scatto, ma senza che ne venga stravolta la natura.
Alla fine dei conti non è che ci stiamo inventando niente, tanti contest fotografici internazionali già prevedono questi paletti e, spesso, sono anche più ferrei.

L'intento, come ho scritto, non è limitare la creatività, ma consentire anche a chi ancora non è così edotto sulla post-produzione di parte ai contest, tutto qua.
Vogliamo fare un paio di contest completamente svincolati dalle regole, ok, no problem, ma resta il timore che ho già espresso.

mi venite a dire che bisogna filmare con la super8??


Di contro e paradossalmente, un video in Super8 richiede molta più post-produzione... ;) :P :book:

Ciao
da Meddy
#1037759
Nessuno dice di non fare post-produzione, forse non è chiaro questo discorso, già adesso il regolamento lo consente, ma lo consente entro certi limiti, quindi si tratta di analizzare questi limiti e vedere dove ampliarli, non dove ridurli.
Quello che si vuol evitare è che predomini semplicemente la bravura della post-produzione in confronto alla bontà dello scatto, perchè se è vero che il crop aiuta a correggere leggeri problemi di inquadratura, non lo è altrettanto quando, vista la bassa risoluzione delle foto per i contest, si usa il crop per stravolgere la composizione, poi si aggiunge un bokeh artificiale, si clona a destra e a manca per ripulire lo scatto, etc. etc....va trovato il giusto metodo per consentire la post-produzione intesa come sviluppo dello scatto, ma senza che ne venga stravolta la natura.

Io credo che sia qui il vero punto di incomprensione tra le diverse opinioni che appaiaono in questa discussione.
Sarò un po' prolisso, perdonatemi ma è l'unico modo che trovo per spiegarmi al meglio.
Quando io tengo corsi di fotografia a fotoamatori o a studenti, parto dal foro stenopeico per attraversare tutto l'analogico ed arrivare al digitale, punto in cui dopo la teorizzazione della ripresa passo a quella della post come elemento fondamentale e conclusivo della medesima tanto quanto la stampa con l'ingranditore, e gli sviluppi della pellicola lo sono, o meglio lo erano visto che ormai neppure si trovano in commercio, per l'analogico.
Questo lo faccio, pur sapendo in partenza che non a tutti interessa il foro stenopeico, nè come e perchè è nata la fotografia in seguito all'intuizione e all'invenzione dei pittori che usavano la camera obscura, che cos'erano i dagherrotipi e apprendere che se esiste la riproducibilità della foto è grazie a un inglese di nome Henry Talbot, perchè ritengo che bisogna conoscere il passato per capire bene il presente. Tutto ciò non lo ritengo solo utile ma anche affascinante e,, non solo lo insegno, ma mi appasiona pure farlo. Ciononastante, per quanto ritenga interessante la storia della fotografia, da quando ho preso in mano la prima fotocamera non mi sono mai sognato di cospargere una lastra di albumina e sali d'argento per fare una foto, ho iniziato ad usare quello che il mercato mi offriva, pellicole, carte, sviluppi, etc., imparando a miei spese e coi mie errori, a conoscere tali strumenti fino ad arrivare a sfruttarli al meglio delle loro possibilità in relazione ovviamente alle mie capacità.
Già da allora, come oggi, disgiungere la ripresa dallo sviluppo e dalla stampa è un errore fondamentale per qualunque fotografo. Dalla stessa ripresa, con la stessa fotocamera e lo stesso obiettivo, utilizzando la medesima pellicola, posso ottenere 10/50/100 risultati diversi a seconda di come la sviluppo e di come la stampo, questo moltiplicato per ogni titpo di pellicola, di chimici o di carta che utilizzo.
Un certo signore di nome Ansel Adams, pessimo fotografo secondo me, non ho mai visto una sua foto che mi abbia in qualche modo emozionato, ma grandissimo tecnico e stampatore, ci ha insegnato, e a ragione, che la ripresa deve essere realizzata in funzione della stampa che si vuol ottenere e non viceversa, non tener conto di questo significa non aver capito che cos'è una buona fotografia.
Se il signor Adams vivesse ancora ai nostri giorni ribadirebbe la stessa cosa anche per quanto riguarda la fotografia digitale e la postproduzione, in assenza sua lo faccio immodestamente io, separare l'analisi della ripresa alle possibilità della post è sbagliato tanto quanto, lo già scritto nella discussione quando era in atto il contest, girare un video senza tener conto del successivo editing. Quando un musicista si mette al pianoforte per studiare una nuova composizione, sa quale parte di ciò che sta strimpellando affiderà poi a violini, piuttosto che ai fiati o altro, non è che se lo inventa dopo a partitura finita.
Un fotografo, sia esso un professionista o un amatore, deve impare a far questo e deve farlo con i mezzi che ha disposizione nell'attuale, se non lo fa non sarà mai un buon fotografo, sempre che abbia le capacità per diventarlo, e per capacità non intendo solo quelle tecniche ma anche, e soprattutto, quelle intuitive e comunicative.
Personalmente l'affermazione di coloro che dicono che l'affidarsi ai mezzi tecnici per esprimersi è sbagliato perchè non ci si concentra sul concetto di ciò che si vuol comunicare è una solenne distorsione della realtà, sono proprio i mezzi tecnici che quando usati sapientemente ci consentono di esprimere al meglio la nostra creatività, diversamente i pittori, ed solo per fare un esempio, non dipingerebbero ad olio o acrilico, o altro, ma starebbero ancora lì a grattare i muri con le pietre.
Quindi e per concludere, a mio giudizio, limitare oggi gli interventi di post e distinguere la medesima dalla ripresa non solo non ha senso ma è profondamente sbagliato, sia come approccio alla fotografia sia come insegnamento da dare ai neofiti.
Questo è il mio esatto pensiero, ed uno dei pochi casi in cui mi permetto di concludere dicendo non, suppongo di avere ragione, ma sono fermamente convinto di aver ragione.
#1037786
mi venite a dire che bisogna filmare con la super8??


Come ho detto evitiamo polemiche e analizziamo le cose per come sono state dette.


Ciao

Se rileggi,era riferito al'esempio che hai fatto tu sul BC.
Una volta con la super8,filmavi e portavi a sviluppare la bobina-stop.


Qualcuno ha detto che il regolamento dei contest forse è da rivedere



Però quesi qualcuno dovrebbero intervenire,non solo leggere e sopratutto sono loro che devono avanzare delle idee e eventuali richieste per modifiche.
Cosi si discute sul da farsi ,su cosa dobbiamo rinunciare noi,e quello che devono fare loro.

Ringrazio "Rider" dei suggerimenti che p[…]

L'argomento è stato trattato approfonditame[…]

Ti ho spostato in sezione Editing Audio - Generale[…]

[Presentazione] Un cordiale saluto a tutti

Sono un fotoamatore che monta foto e video (ed aud[…]