Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni sugli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), anche chiamati droni, per utilizzo in ambito video e fotografico.

Moderatore: Moderatori

da Tamarindo
#1272696
E' più che altro è una curiosità, come da titolo: quanto costa mettersi in regola per poter usare il drone?

[MOD CUT] Motivazioni in MP.

Quali sono le cose da fare e quanto costa mettersi perfettamente in regola su tutto per poter lavorare tranquillamente?
Mi riferisco all'uso di modelli da videomaker, quindi relativamente piccoli, come i vari dji phantom o mavic
#1272708
Dunque vado abbastanza a memoria quindi spero di non dimenticare niente,
ad ora (e ribadisco ad ora perché enac ci ha abituati a circolari flash, e poi potrebbe spuntare un regolamento europeo)
le cose basilari sintetizzano al massimo sono:
- visita medica aeronautica (non ricordo il prezzo metti dai 150 ai 300 euro)
- corso per essere in regola con la normativa (bisogna fare sia la parte teorica che quella pratica costo 1500-1800 euro )
- assicurazione obbligatoria (intorno ai 300-350euro)
Poi bisogna aggiungere il prezzo del drone.
A.questo punto cosa puoi fare? Niente perché devi comunicare ad enac cosa intendi fare per diventare operatore riconosciuto, quindi mandi tutta la parte burocratica a enac (che ti risparmio) con marca da bollo da 16 euro mi pare, enac ti risponde con una fattura di circa 350 euro (dando per scontato che sia tutto in regola).
Ora sei un operatore riconosciuto enac puoi volare fuori da centri abitati lontano dalle strade, lontano da edifici mai su persone e mai di notte, per volare in urbano devi fare domanda di abilitazione per aree critiche o miste e comunque non si vola mai sulle persone.
Non mi sono addentrato nella parte burocratica tipo diario di bordo manuale di volo (che non tutti i droni hanno quello che richiede enac) e tutti i documenti da inviare a enac perché diventava un post kilometrico.
L'attestato vale 5 anni
tutto quanto scritto vale per i droni fino a 4 Kg
Ps Enac considera inoffensivi i droni fino a 250 grammi, con quelli non serve il corso e la visita medica basta comunicare ad enac (di solito la documentazione viene data dai costruttori di questi droni)
pps indoor invece puoi volare dove come e quanto vuoi
#1272720
mmm...quindi ricapitolando si va dai 2300 ai 2800 euro...quanto 2 droni.
Capisco la sicurezza, ma in quanti ci devono mangiare in questa storia?! Manco i droni andassero a energia nucleare!
#1272731
mmm...quindi ricapitolando si va dai 2300 ai 2800 euro...quanto 2 droni.
Capisco la sicurezza, ma in quanti ci devono mangiare in questa storia?! Manco i droni andassero a energia nucleare!


Senza contare le manutenzioni, perche ogni tot ore il drove va revisionato, come tutte le macchine.
Purtroppo questa è la normativa da rispettare, ma sono convinto che finchè non si arriverà all'obbligo
di avere una specie di transponder a bordo, i droni fuorilegge continueranno a volare pilotati dai "furbetti".
#1272739
Il mio consiglio al momento, se fossi interessato, è di asppettare un annetto
perchè il regolamento europeo dovrebbe davvero essere imminente e se verranno
confermate le voci/bozze lette in rete ci sarà uno stravolgimento.
#1272911
Stravolgimento in meglio o in peggio?! :lol:
No, a dire il vero anche se avessi avuto una mezza voglia è passata, devo dire però che mi sembra un tantino esagerato, cioè io il drone non me lo compro e stop, però capisco anche che la situazione, per come sta, non è che inviti molto quelli che se lo comprano per fare le riprese per diletto delle campagne toscane sopra i campi deserti a mettersi in regola.
Vedendo la situazione da fuori pare che il drone sia trattato alla stregua di un elicottero!
#1272924
È così: viene visto alla stessa stregua di un aeromobile.
Sono cambiati i tempi in cui mi dilettavo, negli anni '80, in aeromodellismo dinamico radiocomandato e non: alianti (lanciati da una collina) e aerei con motore a scoppio (in un aerodromo).
Oggi con la miniaturizzazione delle apparecchiature fotografiche e video a costi alla portata di molti, ha portato il legiferatore ad emanare delle norme sulla sicurezza pubblica e nazionale.
#1272961
Le norme sono giustissime a mio avviso, quello che mi lascia perplesso è la spesa, cioè facendo un parallelo con l'auto, paragonando un mavic ad un'utilitaria, prendere la patente B costerebbe più di 30 mila euro! :lol:
E già così credo che l'abilitazione per il drone costi più lo stesso!

In ambito di video matrimoniale vedo un sacco di video fatti con i droni ovviamente sopra a centri abitati e persone, e a questo punto la curiosità mi spinge fino alla fine della storia: diciamo che ho fatto tutta la trafila e sono riconosciuto dall'enac, se domani mi chiamano a fare le riprese aeree ad un matrimonio con il mio nuovo (e soprattutto ipotetico :P ) drone, ad oggi, cosa devo fare per poter riprendere in piena legalità?
#1272963
Non diciamo fesserie (30 mila €)!
Sì, si può riprendere un matrimonio a certe condizioni: autorizzazioni e con apparecchi certificati.
In casi di rilievi di abusivismo le sanzioni penali ed economiche sono molto alte.
Più del 90% di voli "matrimoniali" sono abusivi.
#1272976
In ambito di video matrimoniale vedo un sacco di video fatti con i droni ovviamente sopra a centri abitati e persone, e a questo punto la curiosità mi spinge fino alla fine della storia: diciamo che ho fatto tutta la trafila e sono riconosciuto dall'enac, se domani mi chiamano a fare le riprese aeree ad un matrimonio con il mio nuovo (e soprattutto ipotetico :P ) drone, ad oggi, cosa devo fare per poter riprendere in piena legalità?
Oltre a tutte le abilitazioni e assicurazioni per l'uso professionale di APR e SAPR occorre un'ulteriore autorizzazione per operazioni specializzate critiche. Altrimenti non è permesso volare impunemente sopra le teste della gente.

Più del 90% di voli "matrimoniali" sono abusivi.
Fonte?
#1272992
Oltre a tutte le abilitazioni e assicurazioni per l'uso professionale di APR e SAPR occorre un'ulteriore autorizzazione per operazioni specializzate critiche. Altrimenti non è permesso volare impunemente sopra le teste della gente.

No neanche con l'abilitazione per le operazioni specializzate critiche si può volare sulla testa delle persone.
Non si può neanche con i droni considerati inoffensivi da Enac (quelli fino a 250 grammi).
In sostanza per ora non si vola sulle persone.
#1272996
Non diciamo fesserie (30 mila €)!

Il mio era uno scherzo, se per usare un drone da 1000 euro ne devo spendere 3000 è come se per guidare un'auto da 10000 ne dovessi spendere 30000.

In sostanza per ora non si vola sulle persone.

Messa così è davvero difficile trovare video in regola in tutti quelli che si vedono, ma è così anche in altri paesi?
Immagino che nei casi di riprese di spot/film/programmi tv ci siano delle condizioni particolari
#1273007
Oltre a tutte le abilitazioni e assicurazioni per l'uso professionale di APR e SAPR occorre un'ulteriore autorizzazione per operazioni specializzate critiche. Altrimenti non è permesso volare impunemente sopra le teste della gente.
No neanche con l'abilitazione per le operazioni specializzate critiche si può volare sulla testa delle persone.
Non si può neanche con i droni considerati inoffensivi da Enac (quelli fino a 250 grammi).
In sostanza per ora non si vola sulle persone.

Hai perfettamente ragione. Avevo male interpretato una faq di Enac in proposito. Confermo quanto scrivi e mi scuso pr l'imprecisione.
#1273041
c'è chi dice no, c'è chi dice sì...
un mesetto fa avevo letto quest'articolo, dove un pilota spiega come è riuscito a volare sulla corsa StraMilano.
potete leggerlo qui e qui (con videointervista).
#1273057
c'è chi dice no, c'è chi dice sì...
un mesetto fa avevo letto quest'articolo, dove un pilota spiega come è riuscito a volare sulla corsa StraMilano.

No no aspettiamo un attimo, primo non si vola sopra le persone ma semmai di fianco, normativa o non normativa si applica il buonsenso.
Poi se si legge bene l'articolo si capisce che il pilota aveva un' area (quella dove volava il drone) chiusa al pubblico, quindi volava a fianco,non sopra le persone, c'é una bella differenza, perché volando di lato in una zona chiusa al pubblico non rischi di cadere sopra qualcuno,cosa che potrebbe accadere volando sopra.

Purtroppo i software validi per questo scopo costa[…]

[DaVinci Resolve] Potenza di calcolo

Riguardo amd, a quel punto una scheda ottima che[…]

Che dimensione hanno queste immagini? Prova a pr[…]

Ciao Poseidon97 , lo STAFF e i MOD tu[…]