Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su come comporre, modificare, arrangiare le proprie musiche ed i propri Sound FX.

Moderatore: Moderatori

#1271287
si esatto...ma come le mixo?...non sono un professionista


Non conosco Pinnacle ma in generale dovresti cercare gli effetti audio e usare quelli che potrebbero esserti utili.
Non dimenticare di sincronizzare e di regolare volume e pan.

Per esempio, in una possibile situazione potresti usare (su ogni traccia, indipendentemente):

- Un equalizzatore

- Un expander regolato in modo che il rumore di fondo della traccia si abbassi automaticamente quando la persona non parla.

- Un compressore di dinamica

- Un limiter

- Varie ed eventuali (automazioni, de-esser, etc.)

Si intende che il fatto che esista la possibilità di elaborare l'audio non vuol dire che non sia più che desiderabile registrare bene.

Se poi hai una traccia ambientale (possibilmente stereo) potresti equalizzarla, comprimerla un po' e abbassarne adeguatamente il volume.

Ovviamente questo è solo un esempio.

Tieni presente che devi utilizzare un sistema di ascolto di qualità non troppo bassa.
Potrebbe esserti utile anche un misuratore di loudness per non esportare l'audio a un livello troppo basso o troppo alto.

Se mi mandi l'audio che hai registrato (anche in privato) provo a mixarlo, ma considera che non sono un professionista.

Hai risolto il problema della sincronizzazione o hai ancora dubbi?


diciamo che per la prima parte del tuo messaggio non c'ho capito assolutamente nulla.
#1271288
diciamo che per la prima parte del tuo messaggio non c'ho capito assolutamente nulla.


Ho fatto riferimento a effetti audio (processori di segnale) che potresti usare per mixare.
Dovresti avere la possibilità di usarli in Pinnacle, ma non sono sicuro perché non conosco quel software.

Bisogna verificare.

Edit: ho trovato il manuale di Pinnacle 17.
Leggi da pagina 243 a pagina 261. :wink:
Ultima modifica di videoleopardo il dom, 23 apr 2017 - 11:00, modificato 1 volta in totale.
#1271289
Prima di pensare a come risolvere i problemi in future riprese o come e con quali filtri migliorare l'audio, mi pare che innanzi tutto sarebbe opportuno dare dritte per la soluzione del caso che GaretJax ha raccontato e che, se non ho compreso male è il seguente:
1) abbiamo un video a cui è già accoppiato un audio in cui si sente bene l'intervistatore ma male l'intervistato;
2) abbiamo una traccia audio separata in cui, viceversa, si sente bene l'intervistato e male l'intervistatore.
In questo caso, pur non conoscendo Pinnacle, immagino si possa operare come si fa con altri NLE, ovvero: si mette in timeline il video (che ha già anche l'audio dell'intervistatore) e sotto (di solito è sotto) la traccia audio separata.
A occhio (e a orecchio) si sposta la traccia audio fino a far combaciare i contenuti. Dopo di che si agisce sui volumi (di solito con l'uso di keyframe) alzandoli e abbassandoli a seconda di quello che deve essere prevalente.



Centrato in pieno il discorso.
Quindi vorresti dirmi che per sincronizzare le tracce faccio ad "occhio"? cioè, devo beccare il momento preciso in cui nel video il tizio apre la bocca per far uscire il primo suono e io devo tentare di andarci il più vicino possibile?
#1271291
ma come posso sincronizzare le due tracce che in alcuni casi risultano completamente diverse di volumi, rumori di fondo etc etc, visto che sono a distanze diverse in registrazione tra lo speaker e l'intervistato?

Grazie, ma non è il mio lavoro....

Per sincronizzazione noi non intendiamo l'equalizzazione dei volumi, pulizia del registrato dai rumori indesiderati ma la sincronizzazione del movimenti labiali della persona con l'audio percepito.
Le apparecchiature (telecamere, macchine fotografiche, registratori esterni) hanno un clock (ovvero l'orologio interno, in temine tecnico timecode) regolato su tempi diversi cioè non viaggiano in sincronia tra loro, di conseguenza lo scorrimento del video (registrato) non coincide con lo scorrimento dell'audio; pertanto le 2 tracce (audio e video) sulla timeline di un programma di montaggio non coincidono ecco quindi la fuori sincronia che viene percepita come un ritardo del movimento labiale con le parole ascoltate o il movimento del violinista che non coincide con il suono prodotto dal violino o un pugno sul tavolo con un ritardo del rumore.
La tecnica del ciack prima dell'inizio della registrazione video e audio mette sì in sincronia le 2 apparecchiature ma è un palliativo poiché dopo un certo scorrere del tempo le 2 registrazioni viaggiano su tempi diversi.
Ci sono apparecchiature, professionali, che consentono di regolare il timecode dei registratori con quello delle camere.
Così come ovviare il problema già dalla fonte con un semplice cavetto: collegare il recorder audio esterno direttamente alla camera in modo tale che quest'ultima registra quanto esce dal recorder audio.
Ci sono anche soluzioni, a posteriori, via software che consentono di regolare il suono, registrato a parte, con quello del video della camera: nel campo professionale c'è Plural Eyes, un software stand alone, oppure direttamente nello stesso programma di montaggio video in cui si cerca di far combaciare le 2 tracce audio (quello registrato dalla camera e dal recorder esterno) mediante la quantizzazione grafica dell'audio.



infatti io, dall'alto della mia ignoranza e inesperienza, volevo proprio fare quello.
Avendo più tracce audio, volevo in prima battuta cercare di far andare i labbiali di pari passo col suono e poi cercare di "pulire" un pò i diversi file audio che hanno diversi volumi e rumori di fondo in quanto sono stati registrati con due microfoni diversi...
#1271304
Prima di pensare a come risolvere i problemi in future riprese o come e con quali filtri migliorare l'audio, mi pare che innanzi tutto sarebbe opportuno dare dritte per la soluzione del caso che GaretJax ha raccontato e che, se non ho compreso male è il seguente:
1) abbiamo un video a cui è già accoppiato un audio in cui si sente bene l'intervistatore ma male l'intervistato;
2) abbiamo una traccia audio separata in cui, viceversa, si sente bene l'intervistato e male l'intervistatore.
In questo caso, pur non conoscendo Pinnacle, immagino si possa operare come si fa con altri NLE, ovvero: si mette in timeline il video (che ha già anche l'audio dell'intervistatore) e sotto (di solito è sotto) la traccia audio separata.
A occhio (e a orecchio) si sposta la traccia audio fino a far combaciare i contenuti. Dopo di che si agisce sui volumi (di solito con l'uso di keyframe) alzandoli e abbassandoli a seconda di quello che deve essere prevalente.



Centrato in pieno il discorso.
Quindi vorresti dirmi che per sincronizzare le tracce faccio ad "occhio"? cioè, devo beccare il momento preciso in cui nel video il tizio apre la bocca per far uscire il primo suono e io devo tentare di andarci il più vicino possibile?

Si esatto. Ovviamente questo è un metodo pratico "manuale" suggerito solo perchè non conosco Pinnacle e se eventualmente qyesto software ha delle opzioni per sincronizzare in automatico il multitraccia audio o video che sia.
Una volta che sei riuscito a sincronizzare le due componenti audio lavori su ciascuna di esse in prima battuta operando sui volumi in modo da silenziare quella che di volta in volta non serve.
In seguito, se vorrai e ne avrai le capacità, potrai operare sulle due tracce con gli altri filtri che ti sono stati suggeriti.

Aggiungo, per il futuro, un altro possibile metodo che non mi pare sia stato ancora indicato, che è quello di collegare due microfoni allo Zoom e di registrare l'audio dei due interlocutori con quello (ascludendo i microfoni incorporati dello Zoom).
Farai la ripresa registrando l'audio anche con la videocamera; in fase di montaggio userai quello della videocamera per sincronizzare quello catturato con lo Zoom. Una volta raggiunto lo scopo l'audio della videocamera lo silenzierai (o lo cancellerai se Pinnacle consente di staccarlo dal video). Se avrai avuto cura di impostare a dovere i livelli di registrazione dello Zoom da ciascun microfono non dovrai fare altre operazioni.
#1271353
Per quanto possa essere una soluzione (quella dello Zoom con 2 microfoni) in modo da avere l'audio registrato dalle rispettive fonti, sarebbe una gestione piuttosto difficile per la collocazione
#1271355
Giustissima osservazione di ordine generale. Nel caso specifico, trattandosi di reportage giornalistico, mi sono immaginato intervistatore e intervistato abbastanza vicini.
#1271408
Immagina tu come fare a gestire lo Zoom con 2 persone che parlano!
Ovvero se allo Zoom sono attaccati 2 microfoni a filo (gelato o lavalier)... il rischio di inciamparci sopra è alto.

2 soluzioni più easy:

1) lo Zoom attaccato a 1 solo microfono direzionale fissato su asta boom, su cui viene legato lo stesso recorder, con la particolarità di dirigere il microfono, dal basso verso l'alto, ora verso una persona che inizia a parlare poi verso l'altra, il tutto gestito da un fonico ovvero una persona che si presta a sorreggere l'asta e a ruotarla verso la bocca di chi parla (sotto in foto).

2) lo Zoom collegato a 2 ricevitori radio i cui trasmettitori vengono fissati sui vestiti delle persone che parlano ed il lavalier, sempre sul vestito, ma posizionato sotto la bocca, ovviamente questa soluzione è più costosa ma il registrato è il migliore di tutti con il parlato isolato dai rumori circostanti e le 3 persone possono muoversi liberamente (sotto in foto kit completo di 1 ricevitore + 1 trasmettitore con mic lavalier, ovviamente va moltiplicato per 2; questa soluzione consente di farne a meno del fonico con lo zoom ed i 2 ricevitori nelle tasche o sulla cinta dei pantaloni di chi effettua le riprese.
Allegati
Mic su asta.JPG
Mic su asta.JPG (23.58 KiB) Visto 1896 volte
zoom 4n 1 ricevitore.JPG
zoom 4n 1 ricevitore.JPG (52.84 KiB) Visto 1896 volte
#1271421
Di soluzioni per le prossime uscite di GaretJax ce ne sono, e certamente la seconda che proponi è sicuramente tra le più pulite, ma la prima non la definirei proprio "easy".
Io mi sono limitato ad indicare una soluzione migliore di quella usata attualmente e senza spese aggiuntive per apparecchi e/o persone.
Se i due interlocutori sono vicini lo Zoom sta nella tasca o sulla cinta di uno dei due e per i fili basta regolarne la lunghezza concedendo solo la ricchezza che serve.
Sono sicuro comunque che chi sta leggendo farà tesoro di questi suggerimenti e aguzzerà l'ingegno per il futuro una volta capito il meccanismo della sincronizzazione in post.

Invece chiederei (ma questo da Moderatore) al nostro amico GaretJax di riflettere un attimo sul titolo di questo topic e sulla sua collocazione.
Definire un audio "di cattivo gusto" a me fa pensare a rumori corporali o a espressioni blasfeme. Se il topic deve rimanere in questa sezione in quanto relativo alle tecniche generali modificherei il titolo ad esempio in [Audio] Sincronizzazione da due fonti; se invece dovesse essere spostato in sezione Pinnale per avere dritte sul modus operandi di quel software, allora il titolo potrebbe diventare [Pinnacle Studio 17] Sincronizzazione audio.
#1271430
Ah ah ah ahhhh, rumori corporali !
Mai riso così tanto.
Ma qui andiamo nel pecoreccio, nel trivio.

Ovvio che la seconda soluzione è la migliore in assoluto, ma molto costosa per le 2 unità di radiomicrofoni (2 trasmettitori, 2 riceventi e 2 lavalier).
Si potrebbe ovviare anche con 2 Zoom e 2 lavalier, ognuno dei quali fissati sulle 2 persone parlanti; anche questo genera un audio molto pulito.

C'è anche da tenere in considerazione che non tutti i microfoni lavalier sono uguali: quelli che hanno le migliori capsule sono quelli con i quali si ottiene un parlato migliore, privo di rumori circostanti.
#1271452
Immagina tu come fare a gestire lo Zoom con 2 persone che parlano!
Ovvero se allo Zoom sono attaccati 2 microfoni a filo (gelato o lavalier)... il rischio di inciamparci sopra è alto.

2 soluzioni più easy:

1) lo Zoom attaccato a 1 solo microfono direzionale fissato su asta boom, su cui viene legato lo stesso recorder, con la particolarità di dirigere il microfono, dal basso verso l'alto, ora verso una persona che inizia a parlare poi verso l'altra, il tutto gestito da un fonico ovvero una persona che si presta a sorreggere l'asta e a ruotarla verso la bocca di chi parla (sotto in foto).

2) lo Zoom collegato a 2 ricevitori radio i cui trasmettitori vengono fissati sui vestiti delle persone che parlano ed il lavalier, sempre sul vestito, ma posizionato sotto la bocca, ovviamente questa soluzione è più costosa ma il registrato è il migliore di tutti con il parlato isolato dai rumori circostanti e le 3 persone possono muoversi liberamente (sotto in foto kit completo di 1 ricevitore + 1 trasmettitore con mic lavalier, ovviamente va moltiplicato per 2; questa soluzione consente di farne a meno del fonico con lo zoom ed i 2 ricevitori nelle tasche o sulla cinta dei pantaloni di chi effettua le riprese.


le soluzioni che proponi mi sembrano perfette entrambi, per l'uso super amatoriale che ne faccio io.
e mi spaventa a dire il vero anche la spesa per questo genere di cose, infatti dopo tutto questo tam tam, ho idea che resterò col mio zoom in prestito e cercherò di fare tutto con quello e al meglio.
dato che spese non ne posso fare visto che finito questo lavoro mi resterebbe in "groppa" l'attrezzatura con il rischio di non usarla più per molto molto tempo...
#1271453
Di soluzioni per le prossime uscite di GaretJax ce ne sono, e certamente la seconda che proponi è sicuramente tra le più pulite, ma la prima non la definirei proprio "easy".
Io mi sono limitato ad indicare una soluzione migliore di quella usata attualmente e senza spese aggiuntive per apparecchi e/o persone.
Se i due interlocutori sono vicini lo Zoom sta nella tasca o sulla cinta di uno dei due e per i fili basta regolarne la lunghezza concedendo solo la ricchezza che serve.
Sono sicuro comunque che chi sta leggendo farà tesoro di questi suggerimenti e aguzzerà l'ingegno per il futuro una volta capito il meccanismo della sincronizzazione in post.

Invece chiederei (ma questo da Moderatore) al nostro amico GaretJax di riflettere un attimo sul titolo di questo topic e sulla sua collocazione.
Definire un audio "di cattivo gusto" a me fa pensare a rumori corporali o a espressioni blasfeme. Se il topic deve rimanere in questa sezione in quanto relativo alle tecniche generali modificherei il titolo ad esempio in [Audio] Sincronizzazione da due fonti; se invece dovesse essere spostato in sezione Pinnale per avere dritte sul modus operandi di quel software, allora il titolo potrebbe diventare [Pinnacle Studio 17] Sincronizzazione audio.


per modificare il topic, come procedo?.....grassie
#1271455
per modificare il topic, come procedo?.....grassie
Per modificare il titolo torni sul tuo primo post, clicchi su Immagine (in basso a destra) e poi, una volta scritto con la sintassi giusta, clicchi su "Invia" (in basso al centro). Se poi vuoi anche cambiare sezione (Avid Studio/Pinnacle Studio) me lo chiedi. Solo i Moderatori possono operare spostamenti di topic.
[ssd]upgrade ssd sul portatile

pure il 2tB ibrido è 5400 con 8 di gB di s[…]

Se non metti un budget è difficile dare […]

Purtroppo non puoi aiutarmi,è un problema h[…]

Ciao a tutti

Ciao a tutti, sono qui per apprendere e coltivare […]