Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su come: unire, tagliare, aggiungere effetti, sottotitoli, etc.

Moderatore: Moderatori

#1301818
Ciao a tutti, riprendo la mia sessione di domande base in quanto agli inizi del video making.
Da quello che ho capito in post produzione se decido di applicare uno slow motion su una ripresa a 25fps il risultato sarà di basso livello e probabilmente a scatti mentre l'ideale sarebbe riprendere a 60fps.
Come comportarsi allora se, nella classica situazione di gita/vacanza, si ha solamente una macchina fotografica e si decide nell'80% delle riprese di lavorare a 25fps? Io possiedo una Lumix GX80. Presumo, e correggetemi se sbaglio, che la cosa migliore sia prevedere le riprese che sono più adatte ad uno slow motion e cambiare dal menu il metodo di ripresa in quella data occasione per poi riportare il tutto a 25fps per le normali riprese.
Altro dubbio che mi viene è nell'importazione successiva delle clip. Io uso FCPX ma non ho ancora un Mac prestante, quindi devo lavorare in Proxy, mentre mi pare di capire che in questi casi l'ideale sarebbe importare con la modalità "Create optimized media" ..corretto o sto sparando un sacco di cavolate?

Ok, non aggiungo altro, un super grazie a chi si prenderà il tempo per chiarirmi le idee.
#1301838
Dal punto di vista dello slow motion più fotogrammi hai meglio è.
Devo però ricordarti che da noi la frequenza della corrente elettrica è a 50Hz e quindi, per non avere problemi di flickering nelle riprese notturne con luce artificiale, è bene impostare le riprese a 25fps o suoi multipli e quindi 50, 100, .... Quindi se non riprenderai mai sotto la luce artificiale puoi anche usare i 60, ma a quel punto, per omogeneità, meglio sarebbe allora usare i 30fps per le riprese "normali" e poi montare in timeline da 30fps.
Detto questo puoi fare la tua scelta considerando che se riprendi tutto a 50fps (ma per 60 è la stessa cosa) e poi metti il materiale in una timeline a 25fps (o 30fps se hai ripreso a 60) tutto filerà liscio sia se lascerai la velocità normale sia se la ridurrai fino al 50%.

Per quanto riguarda la questione Proxy non c'è nessun problema. Puoi usarli tranquillamente anche per fare slow motion. Proxy non è altro che Prores Proxy ovvero un file Prores 422 che però pesa circa 1/4 dell'omologo Prores 422 pulito creato dall'opzione di transcodifica "create optimized media" di FCPX.
Ma eviterei di parlare qui di questo argomento visto che siamo in sezione Editing Video - Generale.
#1301843
Stranamente "penso" di aver capito tutto quanto. Un'ultima cosa e correggimi se sbaglio. Se riprendo tutto a 50fps e poi importo nella timeline a 25fps, il così detto "effetto cinema" è garantito ugualmente? giusto?? La mia paura è riprendere a 50fps e trovarmi riprese con la fluidità stile telenovela.
#1301845
La fluidità "canonica" si ottiene usando lo shutter speed con la c.d. regola dei 180°.
Quindi il 25p vorrebbe uno shutter speed a 1/50" mentre il 50p vorrebbe 1/100".
Valori più bassi creano strobing (scattosità) mentre valori più alti aumentano il motion blur.
Leggi qui https://www.nikonschool.it/experience/t ... -video.php, è spiegato piuttosto bene.

Inviato dal mio HUAWEI VNS-L31 utilizzando Tapatalk
#1301855
Non quotare le risposte se le tue sono immediatamente successive. Creano un appesantimento inutile soprattutto per chi legge da smartphone e/o da tablet. Ho modificato i tuoi due messaggi precedenti.

Per rispondere alla tua domanda in estrema sintesi, perché stiamo scivolando OT, il diaframma influenza la quantità di luce che va a colpire il sensore e la profondità di campo. Tanto più il diaframma è aperto quanta più luce entra e contemporanemente diminuisce la profondità di campo; tanto più è chiuso quanto meno luce entra e contemporaneamente aumenta la profondità di campo.
Comprendi bene però che modificare l'apertura del diaframma (o Iris per le videocamere) comporta necessariamente degli aggiustamenti, per una corretta esposizione, che non sono così immediati come ad esempio potresti fare in fotografia, visto che il tempo di esposizione (shutter speed) è (quasi) imposto dalla cadenza delle riprese (fps).

Se hai già le idee chiare, cosa stai chiede[…]

Salve a tutti non so se sono nella sezione giusta,[…]

Buonasera a tutti.Sono giorni che cerco di informa[…]

Grazie mille per la spiegazione!