Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su come: unire, tagliare, aggiungere effetti, sottotitoli, etc.

Moderatore: Moderatori

#1308611
Problema, presumo, già dibattuto, ma mai semplificato, forse, in modo chiaro.
Dunque, per fare video editing col mio notebook, suddivido il lavoro in questo modo:
1) SSD per software di montaggio (Vegas Pro) e relativi Plugin di terze parti;
2) HDD interno per materiale multimediale utilizzato nei progetti (clip, audio, immagini, ecc.)
3) HDD esterno usb 3.0 superspeed per rendering parziali e finali.

In base alla vostra esperienza e competenza, seguo la procedura migliore?
O è meglio invertire i punti 2 e 3? Mettere, cioè il materiale multimediale su hdd esterno e utilizzare quello interno per il rendering?
O, addirittura, è meglio utilizzare l'hdd interno per entrambe le operazioni e riservare quello esterno ad archiviazione e backup?

N.B. L'hdd interno del mio notebook è un Seagate Firecuda, 2,5", 5.400 rpm con nanoflash 8g. Gli hdd esterni (ne ho 2) sono, rispettivamente da 1 terabyte (usb 3 superspeed 5400 rpm) e 2 terabyte (partizionato in due, usb 3 superspeed, 5900 rpm). Sì, 5900, insolita velocità di rotazione, ma è questa.

Grazie degli eventuali consigli.
#1308619
Ciao,

l'HDD Interno da 5400rpm è un po' lentino per tenerci i contenuti multimediali, anche se dipende molto da quanto sono complessi i tuoi progetti.
Lo stesso vale per gli HDD esterni, anche se collegati in USB3, la velocità non è il massimo per ottimizzare i tempi di rendering, il consiglio sarebbe quello di usare almeno HDD da 7200rpm o usare un SSD esterno collegato via USB3 per rendering e contenuti multimediali del progetto in corso, per poi archiviare il tutto sull'altro HDD esterno come backup e archivio dei progetti finalizzati.

Ciao
#1308622
Grazie, Yarin, ma...non mi hai aiutato molto. Non avendo hdd da 7200, né ssd usb3, qual'è il massimo che posso ottenere?
Ho 4 possibilità:
1) SSD
2) HDD interno (5400 + 8g flash)
3) HDD esterno (5400) non alimentato da 1 T
4) HDD esterno (5900) alimentato da 2 T partizionato.
Come posso razionalizzare al meglio (con tutti i limiti del caso), senza dotarmi, per ora, di hardware aggiuntivo più permormante? Tu come faresti nelle mie condizioni?

Grazie. Ciao.
#1308626
Ok, avevo inteso che volevi migliorare la tua situazione attuale con dei cambiamenti, non che volessi ottimizzare l'uso dell'hardware che già hai.

In questo caso, se nell'SSD interno hai spazio, io lo userei per metterci i dati del progetto che stai editando, questi significa creare una cartella con dentro il progetto e i media che devi usare in montaggio, così da poter sfruttare la maggior velocità nella lettura dei flussi audio/video, sugli HDD esterni userei quello collegato in USB3 per i render, in questo caso non credo che possa far molta differenza i 5400 o 5900rpm.

Se sul'SSD non hai spazio disponibile, allora la situazione non può variare molto da quello che già stai usando.

Va bene l'SSD per i software così da avere una maggior reattività del sistema, ma aiuterebbe sfruttarlo anche per i media dei progetti in elaborazione.

Ciao
#1308627
Grazie. Un paio di chiarimenti e non ti tedio oltre: facendo come tu dici...
1) Perché hdd usb 3 per i render e non l'hdd interno del notebook? È più veloce l'usb 3 dell'hd interno?
2) Tutti sostengono di utilizzare gli ssd solo per sistema operativo e software in virtù dei suoi limitati cicli di scrittura e lettura dei dati, rispetto agli hard disk meccanici. È una bufala?

Ciao.
#1308633

Graziaccio ha scritto: 2) Tutti sostengono di utilizzare gli ssd solo per sistema operativo e software in virtù dei suoi limitati cicli di scrittura e lettura dei dati, rispetto agli hard disk meccanici. È una bufala?

Ciao.
assolutamente no, gli ssd sono limitati, diciamo che riempiendo e cancellando un intero hd da 500 GB una volta alla settimana, nel giro di sì e no 100 anni il disco potrebbe non funzionare più. Invece è noto che i dischi meccanici durano un sacco, se vuoi ne ho almeno una 50ina in uno scatolone che non funzionano più dopo ben 5 o 6 anni. ;)



William Fanelli

#1308636
Ciao,

come ti ha indicatto Willyfan, è vero che le memorie allo stato solido sono soggette ad invecchiamento, ma in linea generale il numero di scritture che sono capaci di sostenere è comunque ampiamente sufficiente per coprire la vita utile del disco.
Inoltre nel tuo caso si tratta di copiare sull'SSD i contenuti per poi usarli sostanzialmente in sola lettura mentre fai l'editing, salvo il salvataggio del progetto, quindi il problema non si pone e benefici della maggior velocità di lettuar dell'SSD.

Per i render invece ti ho suggerito di usare l'HDD esterno perchè in quel caso è meno importante la velocità dell'SSD e ne risparmi la vita scrivendo su un disco meccanico.

Ti ho suggerito di usare l'HDD esterno solo perchè, immagino, questo HDD poi lo userai come una sorta di archivio dei master, quindi non è fondamentale che sia un HDD sempre connesso al notebook, quello interno va benissimo ed è sicuramente più veloce sfruttando il bus SATA, ma è anche più soggetto a problemi e in tal caso più difficile da gestire (va smontato il notebook, ecc.), ma nulla vieta di usare quello interno e usare l'HDD esterno solo come archiviazione finale.

Ciao
[DaVinci Resolve] Potenza di calcolo

secondo me dovresti sentire con i distributori d[…]

non ho ben capito che effetto vuoi ricreare, potre[…]

Buonasera a tutti, è da tanto che non mi co[…]

Adobe Photoshop CC - 3 Nuovi tools di Photoshop CC[…]