Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni relative alle produzioni cinematografiche indipendenti...

Moderatore: Moderatori

da Yarin VooDoo
#1138056
Ciao,

online la scheda del cortometraggio "L'Operaio" della Anamnesi3 Film, per la regia di Andrea Sbarretti.
Siete invitati a postare qui commenti, domande, critiche e quant'altro.

Immagine
>> Leggi l'intervista <<


Ciao
da CrazyDuke
#1138181
Il ritorno di Sbaretti...
Era una vita che mancava dal forum...
Più tardi leggo intervista e vedo video...
da musicmanx
#1138189
Ho Iniziato a vederlo ma sinceramente nell era del 4k Vedere un video con una qualita' del genere non e' ammissibile.
lasciamo stare la regia le inquadrature , la color l'audio la recitazione e tutto quello che volete ma con un phone 4s sarebbe venuto qualcosa di qualitativamente MOOOOLTO migliore.
Non prendetevela ma io a vedere un " cortometraggio " cosi' propio non ci riesco.
da CrazyDuke
#1138337
Svampa...
Ecco il nick...
Non ricordavo... :lol:
da CrazyDuke
#1138363
Esteticamente non mi piace... e non per via dell'HDV (io ho ancora la XH A1s)... sono proprio i colori che trovo smorti...
Recitazione... diciamo che, dato il ruolo... è accettabile...
Nota dolente... la storia...scrivo cosa ne penso... con un aforisma: 'basta realismo... voglio i mostri giganti'!!!
È però divertente vedere il protagonista nella sua ossessiva ricerca di sesso... avrei sviluppato la storia in quella direzione, senza pippe da 'cinema impegnato'...
da svampa
#1138647
grazie dei saluti, torno con un lavoro dopo molto tempo, ma vi ho sempre seguiti.
Si è vero, il corto è a bassa definizione, desaturato, con dei limiti, ma racconta due elementi della crisi dei valori della nostra società:
l'amore ormai ridotto a merce di scambio e il lavoro che banche e multinazionali hanno declassato a privilegio.
Più che pensare al 4K, mi sono soffermato sulla regressione sociale.
da musicmanx
#1138670
La mia non vuole assolutamente essere una critica la tuo corto , ma oggi qualsiasi telecamera ha una qualita' migliore del master che hai messo su vimeo.
il fatto di essere desaturata non centra nulla. Sembra di vedere un VHS degli anni 80 .

qiuesto e' un Iphone 5s che serve per telefonare
https://vimeo.com/82484463

Un corto ( film ) oltre che di contenuti e' fatto di fotografia di suono di inquadrature e di mille altre cose..

questo e' il mio modestissimo punto di vista
da svampa
#1138688
visto in TV, la qualità è ottima: su vimeo è stato caricato a 600x300 pixel compressi e quindi ha una qualità bassa. Se carichi un video nativo girato con Iphone a 1920, è chiaro che avrà una qualità più alta.
Per le proiezioni alle rassegne o in TV, dove si usa il formato classico del dvd in 16:9 mpg2 a 720x576 la qualità del corto è identica a quella di un corto girato con reflex...
anzi, guardando programmi televisivi girati con le reflex (tipo Sconosciuti di Rai3) a parità di risoluzione, la qualità della Sony Z1 ancora la fa da padrona per via di un'immagine più corposa.
da CCD
#1138754
È però divertente vedere il protagonista nella sua ossessiva ricerca di sesso..., senza pippe ...
;) Non seguo bene il tuo ragionamento: uno che cerca sesso spesso inizia proprio in quel modo

Svampa, perdonami l'OT. Il tuo video non l'ho ancora visto

bye
Ultima modifica di CCD il sab, 31 mag 2014 - 10:35, modificato 1 volta in totale.
da musicmanx
#1138759
visto in TV, la qualità è ottima: su vimeo è stato caricato a 600x300 pixel compressi e quindi ha una qualità bassa. Se carichi un video nativo girato con Iphone a 1920, è chiaro che avrà una qualità più alta.
Per le proiezioni alle rassegne o in TV, dove si usa il formato classico del dvd in 16:9 mpg2 a 720x576 la qualità del corto è identica a quella di un corto girato con reflex...
anzi, guardando programmi televisivi girati con le reflex (tipo Sconosciuti di Rai3) a parità di risoluzione, la qualità della Sony Z1 ancora la fa da padrona per via di un'immagine più corposa.



Che i video girati con la Z1 ( che conosco benissimo e mi ricordo soprattutto per quanto era ceca ) sono migliori di quelli girati con le reflex questo permettimi ma e' un " tuo Parere " . In tv si usa il pal e non l'Mpeg 2 che generalmente si usa per la compressione su dvd.
Nessuno degli utenti che conosco e che seguo su vimeo gira un video in hd o in pal e poi lo carica a risoluzione più bassa .a cosa serve ?? Paura che te lo piratano ??.
Fare un lavo tipo il tuo ( con immani sforzi ) di produzione recitazione , organizzazione etc etc e poi farlo vedere a noi a 600x300 a mi sembra una stupidaggine. Ma il mondo e' bello perché' vario.
da CrazyDuke
#1138782
È però divertente vedere il protagonista nella sua ossessiva ricerca di sesso..., senza pippe ...
;) Non seguo bene il tuo ragionamento: uno che cerca sesso spesso inizia proprio in quel modo

:birra:
da serious
#1139702
A me il corto è piaciuto: l'ho trovato sincero ed efficace nei momenti di montaggio che sovrappongono situazioni variegate, genuine e personali (ad esempio la conferenza dei "politici" e il discorso immediatamente successivo).

Una sorta di odissea per niente epica dell'uomo medio italiano degli ultimi anni, radicato nella (apparentemente) rassicurante vita di provincia e allo stesso tempo "espiantato" da una serie di valori (il lavoro in primis) sempre meno garantiti nella società di oggi.

Sono d'accordo anche su quello che Svampa dice nell'intervista: per realizzare un cortometraggio efficace e con pochi mezzi la strada da seguire è quella di raccontare il mondo attorno a noi, e non scimmiottare i film di genere americani che poggiano basi solide su attori professionisti e mezzi tecnici milionari.

Ne va di conseguenza che le critiche alla fotografia e alla scarsa risoluzione lasciano il tempo che trovano: la realizzazione tecnica è adeguata all'argomento e al tema affrontati nel cortometraggio, che è e rimane un lavoro molto libero e indipendente, punto.

Cerco di bilanciare questo mio commento "pro" Svampa raccomandandogli soltanto di non dire agli altri utenti del forum che "l'alta definizione non esiste" (come è successo tempo fa) altrimenti si arrabbiano di brutto! :P
da svampa
#1140385
ma il problema grosso lo sapete qual'è?
è che è inutile fare cortometraggi, tanto è impossibile piazzarsi o vincere i concorsi importanti.
Andate a vedere i selezionati del david di donatello e del festival di cannes....
sono corti di una piattezza indescrivibile.
Ma se poi avrete l'ardire di cercare i nomi dei registi in rete, vedrete che sono tutti legati a delle produzioni o amicizie importanti.
Vince chi ha le conoscenze, questa è la verità.
Non volevo crederci, ma ho capito che è così.
Il mercato del cinema è gestito sempre dagli stessi.
Lasciamoli godere, lasciamogli far andare avanti i propri rampolli, i propri allievi e noi nel nostro piccolo, cerchiamo di fare corti, lunghi, documentari, videoclip per divertirci, oppure mettiamoci a fare i registi di matrimoni, almeno i nostri video saranno guardati con vero interesse.
lasciate perdere i dolly, i carrelli, le telecamere a 4k, le sceneggiature complicate gli attori bravi... tanto poi per vincere basta che uno qualsiasi prenda una telecamera e da solo riprenda delle scene qualsiasi di vita quotidiana per vincere. Basta riprendere vostro nonno che cammina o due ragazzini che giocano; non servono dialoghi, movimenti di macchina, fotografia curata... tanto se hai le conoscenze giuste vinci.... come il vincitore del david di quest'anno o come gli altri finalisti.
Senza fare nomi, andate a vedervi i trailer o i corti interi dei finalisti di quest'anno.
Scoprirete che sono tutti e 5 dei VIDEO e non dei cortometraggi cinematografici di fiction.
Sono delle riprese, diciamo documentaristiche, a dei fatti accaduti (tipo quello dello sciopero degli operai) o delle riprese agli abitanti di un'isola (che spesso inconsapevolmente non sapevano nemmeno di essere ripresi) o delle riprese ad un anziano che cammina.
Ottimo.
Ecco il meglio che il cinema italiano riesce a produrre.
La giuria che ha selezionato questi lavori dovrebbe vergognarsi.
Invece di mandare avanti registi capaci, si sceglie sempre la strada della raccomandazione.
Poi ci lamentiamo che il cinema italiano (a parte sorrentino) è morto.
Allora, invece di cercare il pelo nell'uovo nei nostri cortometraggi, cominciamo a dare addosso a questo sistema, cominciando a fare nomi e cognomi delle giurie, dei produttori che favoriscono questo scempio. Se a questa gente gli cominciano a piovere addosso migliaia di critiche, vedrete che qualcosa fra 100 anni cambierà.
http://www.ilcorto.it/icorti_anc/festivaltruccati.html
ecco la testimonianza di un famoso regista che da tempo dice le stesse mie cose.
Ma del resto siamo in Italia.
Expo, Carige, Mose, Monte dei Paschi, Scilipoti, Dell'Utri, Galan.
Ultima modifica di svampa il sab, 14 giu 2014 - 07:56, modificato 1 volta in totale.
da CrazyDuke
#1140393
Il problema è sempre lo stesso da circa 30 anni...
In Italia non esiste più una cinematografia...
Da un lato... solo commedie del [CUT], cinepanettoni, in tempi più recenti... i film dei comici TV fino agli ultimi, scandalosi, film degli youtubers...
Dall'altro filmettini vergognosi di (pseudo) impegno sociale...
Aggiungiamoci i soliti raccomandati ma...
...non dimentichiamo un dato importantissimo: la rivalutazione del trash italico (che mi viene l'orticaria al solo pensiero) e il compiacimento/alloggiosugliallori quando registi come Tarantino omaggiano il nostro cinema bis e di genere...
Noi... pronti a compiacerci perché hanno usato la musica di Bacalov o c'è il cammeo di Deodato e... restiamo li a guardare e applaudire mentre Argento... gira l'innominabile 'Dracula 3D' e americani e francesi, partendo dalle nostre basi... elaborano nuovi linguaggi... mentre noi continuiamo a crogiolarci per il citazionismo, cullati nella bambagia del: 'noi lo facevamo 30/40 anni fa...
Appunto... è passato quasi mezzo secolo... perché non raccontiamo più storie?? Soprattutto ora che la tecnologia a basso costo lo permette...
La colpa è anche e soprattutto nostra...
Dall'Europa, dall'Asia, dalla Nuova Zelanda... sono emersi talenti (più o meno...) che oggi girano in America mentre noi ancora ci accapigliamo sull'Oscar a Sorrentino... che non è la salvezza del cinema nostrano... ma poi finiamo completamente OT...

Ciao a tutti, mi chiamo Michele, ho 44 anni e facc[…]

Ho spulciato tra i miei appunti e, per quanto rigu[…]

[Premiere ] problema clip

Qualcuno ha provato ad instradare la conversazione[…]

Se siamo legati al budget, la bm è alla […]