Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Sezione in cui parlare di come nasce e si sviluppa una sceneggiatura.

Moderatore: Moderatori

#1267321
Salve,

ho letto il regolamento di sezione e ho capito che potrei allegare una mia sceneggiatura, ma non sono sicura di come dovrei fare.

Intanto non ho capito cosa significa che le sceneggiature possono essere pubblicate solo a scopo didattico, comunque immagino che sia una buona cosa sottoporre la propria sceneggiatura ad un pubblico che potrebbe leggerla e commentarla. Per me sarebbe un beneficio ovviamente.

Immagino che le sceneggiature debbano essere allegate semplicemente all'interno di un nuovo topic, cioè non c'è un luogo apposito dove caricarle.

La sceneggiatura è in celtx; è meglio caricarla in celtx o in pdf?

Chiedo a chi sta qui da tanto tempo: c'è effettivamente il pericolo che avvengano dei furti di idea? O sapete, voi che siete magari dell'ambiente, che è una leggenda metropolitana e che nessuno si viene a prendere le idee degli altri? La sceneggiatura è registrata, ma non si sa mai.

O forse dovrei sperare il contrario, essere plagiata e poi fare causa per apparire come coautrice!!!

C'è qualche altra cosa che dovrei sapere riguardo a questo argomento?

Grazie.
#1267328
Ciao,
lo scopo didattico riguarda le sceneggiature... altrui pubblicate 'ufficialmente' online (ad es. magari quella di LA LA LAND) per studiarle insieme.
Ogni caricamento va in allegato a un apposito post (e all'interno di esso se ne discuterà).
Meglio il pdf, così possono leggerla anche gli utenti che non hanno celtx.
Il pericolo di furti d'idea è concreto, prima di pubblicare sarebbe bene tutelarsi dando almeno una data certa al proprio scritto. Se la tua è registrata, io mi rilasserei. Inoltre, puoi anche pubblicarne solo stralci etc.
A me è capitato varie volte che le mie (le nostre, io scrivo insieme con mia moglie Sara Calanna) idee (in lavori teatrali rappresentati) fossero rubate da altri; certo, avrei dovuto o dovrei far causa, ma non l'ho (ancora) fatto.
Per approfondire l'argomento... non ti resta che frequentare e contribuire a rendere viva questa sezione! :wink:
#1267334
avrei dovuto o dovrei far causa, ma non l'ho (ancora) fatto.

Non dirmi che ti hanno fermato i costi dell'avvocato :-D :P



@Antonella,
comprimi il pdf in formato ZIP e vedrai che potrai allegarla
#1267348
Chiedo a chi sta qui da tanto tempo: c'è effettivamente il pericolo che avvengano dei furti di idea? O sapete, voi che siete magari dell'ambiente, che è una leggenda metropolitana e che nessuno si viene a prendere le idee degli altri? La sceneggiatura è registrata, ma non si sa mai.


Ciao.
Parti sempre dal presupposto che è impossibile proteggere un'idea. Nessuno detiene i diritti di quest'ultima e mai potrà averli. Ciò che si può proteggere e tutelare è il lavoro concreto che si è sviluppato. Per intenderci; se scrivi un lungometraggio che parla di Tizio che va nello spazio e incontra Caio e con Sempronio fanno guerra alla terra e domani un'altra persona scrive la stessa storia, non potrai assolutamente far nulla, perchè chiunque nel mondo può avere avuto la tua stessa idea. Al contrario invece, se la storia è palesemente uguale alla tua, si sviluppa esattamente allo stesso modo e vi è un evidente plagio, allora si, puoi dimostrare (previo aver registrato tutto con Data Certa e potendo dimostrare che questa persona ha in qualche modo avuto la possibilità di leggere il tuo lavoro) che è effettivamente avvenuto un furto.
Come vedi non è l'idea che si protegge, ma come questa viene sviluppata. In questi termini è quindi impossibile proteggere davvero il proprio lavoro, perchè basta prendere spunto dall'idea di qualcun'altro e modificarla poi quel poco che basta per non essere ritenuto un plagio. E' un argomento un pò complesso, ma se si vuole esporre il proprio lavoro è un rischio che si correrà sempre e comunque. L'importante è proteggersi più che si può, in modo tale che se un domani si dovesse davvero essere vittime di un furto si possa dimostrare la paternità dell'opera.

O forse dovrei sperare il contrario, essere plagiata e poi fare causa per apparire come coautrice!!!

Non dirlo nemmeno per scherzo. Se l'opera è stata concretamente plagiata è un tuo assoluto diritto rivalerti su chi se n'è impossessato, perchè tu sei l'AUTRICE, non la CO-AUTRICE.
Se riesci a dimostrare che l'opera è tua ed è avvenuto il furto, la controparte non avrà più alcun merito a riguardo, non ne sarà nè autrice nè un bel niente. Si beccherà solo una bella denuncia.

C'è qualche altra cosa che dovrei sapere riguardo a questo argomento?

Ce ne sarebbero milioni di cose da dire riguardo l'argomento plagio e protezione del materiale, ma forse sarebbe il caso di aprire un nuovo Topic per non finire O.T
#1267825
avrei dovuto o dovrei far causa, ma non l'ho (ancora) fatto.

Non dirmi che ti hanno fermato i costi dell'avvocato :-D :P


:lol: :lol: :birra: :birra:

Buongiorno, sono un nuovo utente, mi scuso per la […]

Ciao

Ciao a tutti e grazie per il forum ricco di prezio[…]

193 visite e nessuno sa nulla: o nessuno usa pi&ug[…]

Ciao. Grazie della, consueta, tempestiva risposta.[…]