Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Sezione in cui parlare di come nasce e si sviluppa una sceneggiatura.

Moderatore: Moderatori

#1288255
Buona sera a tutti gli utenti.

Forse qualche anima pia può aiutarmi.

Sto scrivendo una sceneggiatura. Il format è quello americano. Dovrei scrivere un lungo jump cut. Il protagonista si appropria di un camion carico di appestati e furibondo attraversa tutti i luoghi della sua città, mentre ascolta per radio la telecronaca di una vecchia partita di calcio degli anni '50. La telecronaca dovrebbe funzionare da collante tra i vari salti e cambi di location.

Ma come si scrive tecnicamente il jump cut nella sceneggiatura??

Ho pensato che potrei usare la tecnica del "SUBITO DOPO" di cui pure parla Claudio Dedola nel suo manuale, ma il problema è che il salto temporale per come voglio scrivere io causa anche un salto di location.

Ho tra i film archiviati "Fino all'ultimo respiro" di Godard, dove si vede chiaramente l'uso di questa tecnica. Lo rivedrò sicuramente.

Grazie e perdonatemi se ogni tanto vi do fastidio (preparatevi perchè mi dovrete sopportare per un altro pò :) )
#1288344
Buona sera a tutti gli utenti.

Forse qualche anima pia può aiutarmi.

Sto scrivendo una sceneggiatura. Il format è quello americano. Dovrei scrivere un lungo jump cut. Il protagonista si appropria di un camion carico di appestati e furibondo attraversa tutti i luoghi della sua città, mentre ascolta per radio la telecronaca di una vecchia partita di calcio degli anni '50. La telecronaca dovrebbe funzionare da collante tra i vari salti e cambi di location.

Ma come si scrive tecnicamente il jump cut nella sceneggiatura??

Ho pensato che potrei usare la tecnica del "SUBITO DOPO" di cui pure parla Claudio Dedola nel suo manuale, ma il problema è che il salto temporale per come voglio scrivere io causa anche un salto di location.

Ho tra i film archiviati "Fino all'ultimo respiro" di Godard, dove si vede chiaramente l'uso di questa tecnica. Lo rivedrò sicuramente.

Grazie e perdonatemi se ogni tanto vi do fastidio (preparatevi perchè mi dovrete sopportare per un altro pò :) )


Uh che bello allora non son solo :festa: :ballo: :appl:
#1288366
riflettendo meglio mi sembra di capire che la tecnica del jump cut, è una tecnica di montaggio e ha poco a che fare con la scrittura della sceneggiatura.

Comunque, secondo me, in sceneggiatura si pone il problema di scrivere scene che poi si prestano in fase di montaggio ai tagli.

Ho risolto in questo modo:

il titolo di scena è uno solo:

INT. CABINA CAMION - NOTTE

Vediamo il personaggio guidare il camion e dal parabrezza scorrere le case di pietra del quartiere medievale. la RADIO è ancora accesa.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
....cross al centro di Domenghini...
Riva...salta un uomo....RETE!!...

STACCO SU:

Il personaggio cambia le marce con velocità e guida facendo brusche sterzate, mentre dal parabrezza vediamo i ripidi tornanti che portano al castello.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
.....Muller....Muller....rapido al centro....
errore di Cera.......PAREGGIO DELLA GERMANIA...
goal di Muller....che splendida partita signori spettatori.

STACCO SU:

Vediamo il personaggio guidare e sfondare il cancello del castello.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
E' FINITA! E' FINITA....4 a 3 per L'Italia
che si qualifica per la finalissima contro il Brasile.

..............................................................................................................................................

Ho cercato di suggerire sempre la stessa inquadratura del protagonista per facilitare il jump cut. Anche la telecronaca della partita dovrebbe fungere da collante, poi ho cercato di aumentare il tempo dell'azione nella scena (una sola scena con la macchina da presa nell'interno dell'abitacolo che inquadra l'attore sempre dalla stessa angolazione mentre guida e il paesaggio gli scorre intorno)

Ho rubato molto da "Fino all'ultimo respiro" di Godard e da "il cattivo tenente" di Abel Ferrara.

Se vi va ditemi che ne pensate? Ci possiamo confrontare. Voi come avreste fatto?
#1288393
Ciao.
Come ti sei accorto tu stesso, il Jump Cut è una tecnica che si mette in atto in fase di montaggio e non di stesura della sceneggiatura. Tutto quello che lo sceneggiatore può fare è "suggerirne" l'azione tramite quest'ultima. Non so se ti è effettivamente chiaro in cosa consista il Jump Cut, ma non ne vedo un chiaro esempio in questa scena. Il Jump Cut è una sorta di salto "temporale" che avviene all'interno di una scena. Per dirla in modo molto spicciolo, si immagina una scena e si fanno dei tagli in determinati intermezzi, dando così la sensazione che "manchi" un pezzetto della scena. Osserva per esempio questo filmato: https://www.youtube.com/watch?v=K2GPBBxFpEw Come puoi vedere mancano dei piccoli passaggi: lui che prende la lametta, lui che taglia le vene e così via. Altro esempio perfetto è questo qui: https://www.youtube.com/watch?v=wH4cNrUB4ss, dove si percepisce proprio il salto temporale. Questo è il Jump Cut.

La scena che hai trascritto tu mi sembra piuttosto lineare, non percepisco l'assenza effettiva di azioni che diano la sensazione che manchino delle parti, perchè hai descritto la scena così per come effettivamente avverrebbe, ovvero con Tizio che sta guidando, improvvisamente sterza bruscamente e poi sfonda il cancello del castello. C'è bisogno di un taglio molto più netto e deciso e di una scena più lunga e ricca di azioni per poter giocare con questo tipo di taglio, proprio perchè si vanno a tagliare perlopiù delle azioni. Non so se quello che hai riportato è un semplice spunto o l'hai effettivamente trascritto così, ma mi permetto di dirti che vi sono diversi errori tecnici nella tua stesura (come i tempi per esempio). Io avrei scritto così:

01 EST. STAZIONE DI SERVIZIO - NOTTE

Tizio è fermo ad una stazione di servizio lungo il tragitto. Mangia un panino poggiandosi sul camion posteggiato poco distante dalla pompa di benzina.
E' quasi il tramonto.

02 INT. CABINA CAMION - NOTTE - MOMENTO DOPO

Tizio guida attraverso l'autostrada. Fuori è buio.
La RADIO è accesa su una stazione che trasmette della musica country.
STACCO SU:

Tizio guida attraverso l'autostrada. La RADIO trasmette una pubblicità.
STACCO SU:
Tizio guida attraverso l'autostrada. La RADIO trasmette una canzone classica.
STACCO SU:
Tizio guida attraverso l'autostrada, ha in mano una bottiglia e beve dell'acqua. La RADIO trasmette una telecronaca sportiva.

RADIOCRONISTA (O.S filtrata)
....cross al centro di Domenghini...
Riva... salta un uomo... RETE!!...
STACCO SU:
Tizio guida costeggiando una strada che scorre lungo una serie di case in pietra del quartiere medievale. La RADIO trasmette una pubblicità.
STACCO SU:
Tizio guida lungo l'autostrada.

RADIOCRONISTA (CONT'D O.S filtrata)
...Muller... Muller... rapido al centro...
errore di Cera... PAREGGIO DELLA GERMANIA...
goal di Muller... che splendida partita signori spettatori!

STACCO SU:
Vediamo il camion ribaltato all'interno di un castello del quale ha sfondato il cancello.

RADIOCRONISTA (CONT'D O.S filtrata)
E' FINITA! E' FINITA....4 a 3 per L'Italia
che si qualifica per la finalissima contro il Brasile.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Come vedi è stato necessario inserire più elementi nella scena, fossero anche solo dei cambi di musica o gesti come il bere dell'acqua. Senza di questi non si potrebbe avvertire la mancanza di un piccolo lasso di tempo tra un'azione e l'altra. Spero di esser stata utile ed esaustiva!
#1288409
Sono d'accordo con le osservazioni di ScriptMode riguardo al jump cut. Proprio perché la scena si sposta velocemente dall'interno all'esterno della cabina di guida, non c'è materialmente spazio per il jump cut.

Un'altra soluzione che mi viene in mente è questa:

INT ALTERNATO CABINA DI GUIDA / STRADE DAVANTI AL PARABREZZA

Tizio furibondo guida come un pazzo tra le stradine medioevali. RUMORE DI FRENATE E ACCELERAZIONI. Sentiamo alla RADIO la radiocronaca ecc.

RADIOCRONISTA OS (FILTRATO)

....cross al centro di Domenghini...
Riva...salta un uomo....RETE!!...
Eccetera


Credo che tutto il resto sia compito della regia e del montaggio. "Furibondo" e "come un pazzo" sono le indicazioni della sceneggiatura, sta al regista stabilire insieme al montatore il ritmo dell'alternanza. La radio si capisce che è accesa durante tutta la scena. Mi sembra che in questo modo la scena sia molto più pulita.
#1288502
Sripmode, gli esempi che mi hai linkato mi chiariscono meglio cosa sia il jump cut, non che prima non lo avessi capito proprio. Grazie che mi fai capire che il RADIOCRONISTA e' O.S e che se la battuta è interrotta da un'azione devo indicare che CONTINUA.....mi era sfuggito.

Quello che voglio scrivere io in sceneggiatura è che il protagonista a tutto gas guida un camion attraversando varie location, ma ascoltando con continuità la radiocronaca, mentre la camera lo inquadra dal sedile passeggeri in piano americano, e vediamo dall'interno dell'abitacolo "saltare" le location. Questo è l'effetto che voglio ottenere. Niente di originale.....rubo pari pari a Godard, solo che lui invece di usare la radiocronaca usa il dialogo tra i due protagonisti.
Ti linko lo spezzone del film di Godard così forse mi riesce di essere più chiaro. https://www.youtube.com/watch?v=_fcRj0SXYh8

Si comunque quello che voglio fare io è abbastanza lineare e pure banale. Con la scena precedente e con questa voglia aumentare l'azione nella scena in modo da preparare bene il climax del secondo atto.
Preferisco usare solo la telecronaca della partita che tra l'altro è un audio abbastanza noto.
Il finale della scena è più bello come lo hai scritto tu. Te lo rubo :-)

Antonella, grazie per il tuo intervento.

Si in effetti il camion era fermo e poi si è messo in viaggio, ma la scena dovrebbe essere filmata sempre come un interno. Ad ogni modo ti copio incollo le scene come le ho scritte. Se ci vuoi dare un occhio (senza pretese)
....................................................................................................................................................

INT. CABINA CAMION - NOTTE

Vediamo una mano girare la manopola della radio. Sentiamo la radio cronaca di Enrico Ameri. Sono i drammatici tempi suplementari di Italia Germania 4 a 3.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
...ancora Domenghini cross al centro per Riva...al limite...dribbla un avversario...rasoterra...RETE!! L'ITALIA HA SEGNATO...primo tempo supplementare. Riva ha messo a segno la palla che ci da il successo sulla Germania. 3 a 2 nel corso di una partita indimenticabile....

Sulla colonna sonora di Italia Germania 4 a 3, Igor dai carpazzi apre lesto lo sportello lato passeggero. si intrufola nella cabina e tramortisce con una gomitata la sentinella seduta al posto di guida. Si siede al suo posto. Gli toglie il berretto e lo indossa.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
...la palla è terminata in calcio d'angolo e siamo al quinto minito di gioco...

Igor seduto al posto di guida, vede affacciarsi dalla guardiola sul vecchio ponte, UNA SENTINELLA. Abbassa il volume della radio.

SENTINELLA
la lista è a posto puoi andare
(glie la consegna)
Come stanno messi?
(riferendosi alla partita)

IGOR DAI CARPAZZI
(tra le righe)
Una meraviglia! L'importante è sfoltire il gruppo. C'è posto solo per i migliori.

SENTINELLA
Certo Valcareggi ha tirato fuori, su tutti, un undici formidabile.

IGOR DAI CARPAZZI
Stanno vincendo 3 a 2 sulla Germania Ovest. Ormai sono in finale.

SENTINELLA
Non ho capito perchè si ostini con la staffetta Mazzola-Rivera.

IGOR DAI CARPAZZI
Per far giocare di meno Rivera che è più in forma e perdere il torneo.

le porte della città vecchia si aprono. Igor innesta la prima e alza il volume della radio.

stacco su:

Vediamo Igor guidare il camion con la velocità di una scarica di corrente galvanica e dal parabrezza scorrere le case del quartiere medievale.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
...palla in calcio d'angola al quinto minuto del secondo tempo supplementare, mentre si appresta a battere Grabowski...salto di testa...E RETE!!DA PARTE DEI TEDESCHI CON MULLER...sono ristabilite le sorti dell'incontro...

stacco su:

Igor guida il camion e cambia le marcie come una scarica di corrente galvanica che non ha perso l'intensità. Dal parabrezza vediamo scorrere i tornanti che portano al castello.

RADIOCRONISTA
(filtrato)
...da Fachetti a Boninsegna controllato da Schultz...

stacco su:

Vediamo sempre Igor guidare e sentiamo Le RUOTE del camion STRIDERE sull'ultimo tornante.

RADIOCRONISTA
(filtrato)

...traversone...RETE!! HA SEGNATO ANCORA L'ITALIA...esattamente con Rivera...emozioni a non finire...sesto minuto L'talia è passata in vantaggio con Rivera...4 a 3 per L'Italia....E IN QUESTO MOMENTO L'ARBRITRO DECRETA LA FINE DELL'INCONTRO....L'ITALIA DISPUTERà LA FINALISSIMA DELLA COPPA RIMET...

Il camion della guardia di protezione esulta, con il suo carico di moribondi, sfondando il cancello del castello e schiantandosi dove si schiantò la rolls royce panthom III appena uscita dalle fabbriche di Derby di Victor von Braun.

Nota: Script, rileggendo, mi piace come hai scritto, cercando di "variare la scena". Staccare tra una musica e una pubblicità è un modo intelligente per evidenziare i salti, se è possibile io preferisco però usare solo la radiocronaca. E' anche una questione di coerenza con il mondo della storia, disseminato di vecchie partite di calcio.
Ultima modifica di maredinemo1 il mer, 31 gen 2018 - 03:11, modificato 3 volte in totale.
#1288522
Antonella la soluzione che hai proposto, secondo me, a mali estremi uno c'è la piazza pure in sceneggiatura perchè comunque fornisci gli elementi necessari per capire e filmare. Io preferisco dare un ritmo e uno sviluppo già con le parole e la struttura al film, in fase di sceneggiatura, o almeno provarci. Chi legge deve già "vedere" il film, quindi le parole vanno scelte con cura, così come va fatta con cura l'organizzazione logica delle scene.

Come proponi sembra che si da in pasto al regista un lavoro superficiale, come a dire < qui stanno le informazioni....veditela tu>

Scusami così non mi va.
#1288582
Antonella la soluzione che hai proposto, secondo me, a mali estremi uno c'è la piazza pure in sceneggiatura perchè comunque fornisci gli elementi necessari per capire e filmare. Io preferisco dare un ritmo e uno sviluppo già con le parole e la struttura al film, in fase di sceneggiatura, o almeno provarci. Chi legge deve già "vedere" il film, quindi le parole vanno scelte con cura, così come va fatta con cura l'organizzazione logica delle scene.

Come proponi sembra che si da in pasto al regista un lavoro superficiale, come a dire < qui stanno le informazioni....veditela tu>

Scusami così non mi va.
Eh beh un po' sì... in realtà anch'io tendo a fare sceneggiature minuziose, ma sto cercando di sfoltirle perché mi rendo conto che il ritmo è compito del regista, anzi a rigore è compito del montatore, che però segue le indicazioni del regista. Ma non mi meraviglio che uno sceneggiatore voglia sentirsi più "autore" del film che sta scrivendo.
#1288589
Nel mio piccolo mi piace sentirmi autore del film e mi rendo conto che la scrittura è fondamentale. Gli sceneggiatori sono un pò bistrattati secondo me.

Penso che hai ragione che il ritmo lo fanno il regista e il montatore, ma io credo anche lo sceneggiatore....e non poco (l'ho capito leggendo Story di Robert McKee. E' tradotto in italiano. Te Lo consiglio vivamente. E' un testo profondamente professionale, ma anche molto bello da leggere. L'autore è un profondo conoscitore della "storia" e di come vada mostrata al cinema, ma i principi che espone valgono per la scrittura della storia con qualsiasi media. Non dirmi niente se ogni tanto faccio il professorino 8) )

Mi sto convincendo che lo sceneggiatore è uno degli autori del film, anche se a volte sono gli stessi sceneggiatori a non ammetterlo.

Con la tua sceneggiatura come procede?

Tanto 'sto filmaccio se mi riesce me lo devo girare da me.....e hai voglia a divertirti a fare il tiranno di te stesso :)
#1288609
Antonella la soluzione che hai proposto, secondo me, a mali estremi uno c'è la piazza pure in sceneggiatura perchè comunque fornisci gli elementi necessari per capire e filmare. Io preferisco dare un ritmo e uno sviluppo già con le parole e la struttura al film, in fase di sceneggiatura, o almeno provarci. Chi legge deve già "vedere" il film, quindi le parole vanno scelte con cura, così come va fatta con cura l'organizzazione logica delle scene.

Come proponi sembra che si da in pasto al regista un lavoro superficiale, come a dire < qui stanno le informazioni....veditela tu>

Scusami così non mi va.
Eh beh un po' sì... in realtà anch'io tendo a fare sceneggiature minuziose, ma sto cercando di sfoltirle perché mi rendo conto che il ritmo è compito del regista, anzi a rigore è compito del montatore, che però segue le indicazioni del regista. Ma non mi meraviglio che uno sceneggiatore voglia sentirsi più "autore" del film che sta scrivendo.



e proprio sfoltendo dal superfluo che vien fuori il ritmo
bisogna, nel farlo, però chiudere tutti i dialoghi come dei cerchi
e farli vibrare evitando le spezzettature inutili e facendoli reagire
fra di loro questo succede ogni volta che un dialogo richiama un' altro
la sceneggiatura se fatta bene a mio avviso è come la poesia
naturalmente non parlo della mia sceneggiatura :dimen:
altra cosa è il rimo dei suoni e delle inquadrature
quello è compito del regista
#1288693
Ti linko lo spezzone del film di Godard così forse mi riesce di essere più chiaro. https://www.youtube.com/watch?v=_fcRj0SXYh8


Chiarissimo. Così è ancora più semplice, perchè basta anche un piano sequenza che attraversi più isolati e posti differenti, e in fase di montaggio tagliare gli intermezzi tra un posto e l'altro.

Per il resto sono d'accordo con te. Senza una buona sceneggiatura non può esistere un buon film. Tutto nasce da lì, e se non è scritta bene, in tutti i sensi possibili, se non ha ritmo, passione, non suscita interesse e presa già alla sua sola lettura, difficilmente interesserà qualcuno. Non sono d'accordo con chi infatti sostiene che la sceneggiatura è solo materiale tecnico. Lo è, indubbiamente, ma non è solo questo.
#1288732
Per il resto sono d'accordo con te. Senza una buona sceneggiatura non può esistere un buon film. Tutto nasce da lì, e se non è scritta bene, in tutti i sensi possibili, se non ha ritmo, passione, non suscita interesse e presa già alla sua sola lettura, difficilmente interesserà qualcuno. Non sono d'accordo con chi infatti sostiene che la sceneggiatura è solo materiale tecnico. Lo è, indubbiamente, ma non è solo questo.


Quoto. Grazie per il tuo aiuto. E' stato importante. :)
#1288744
Quoto. Grazie per il tuo aiuto. E' stato importante. :)


Di nulla, quando vuoi :festa:

...e ha funzionato :wave: . Chissà se ne […]

Ridurre l'effetto Ghosting

Salve a tutti. Spesso e volentieri nelle scene ren[…]

Buongiorno a tutti! Ho acquistato recentemente un[…]

Il bitrate standard del formato DV Pal ( 720×[…]