Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Sezione in cui parlare di come nasce e si sviluppa una sceneggiatura.

Moderatore: Moderatori

#1289981
Ho notato che la maggior parte dei concorsi letterari che hanno una sezione per la sceneggiatura, prevedono un limite di età. Infatti, più della metà dei premi sono destinati ai giovani, se non ai giovanissimi.
Secondo voi anche nel mondo del lavoro vengono utilizzati gli stessi parametri? :(
#1290012
Ho notato che la maggior parte dei concorsi letterari che hanno una sezione per la sceneggiatura, prevedono un limite di età. Infatti, più della metà dei premi sono destinati ai giovani, se non ai giovanissimi.
Secondo voi anche nel mondo del lavoro vengono utilizzati gli stessi parametri? :(


certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno
ma se è vero che il Don Chisciotte della Mancia Miguel De Cervantes l' ha scritto fra i 60 e 70 anni
e Camilleri scrive ancora a 90 anni bisognerebbe lasciar più spazio libero ai meno giovani :wave:
#1290013
certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno ma se è vero che il Don Chisciotte della Mancia Miguel De Cervantes l' ha scritto fra i 60 e 70 anni e Camilleri scrive ancora a 90 anni bisognerebbe lasciar più spazio libero ai meno giovani :wave:


Speriamo di diventare talmente bravi da far dimenticare le numerose primavere :festa:
#1290043
certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno ma se è vero che il Don Chisciotte della Mancia Miguel De Cervantes l' ha scritto fra i 60 e 70 anni e Camilleri scrive ancora a 90 anni bisognerebbe lasciar più spazio libero ai meno giovani :wave:


Speriamo di diventare talmente bravi da far dimenticare le numerose primavere :festa:


infatti sto componendo un' opera che sarà una pietra miliare anzi tombale , inizia così:

Sotto la pietra piana, sotto il soppalco
orbo, nella fossa dei vermi, riposa in
pace. L’ evoluzione vuole le sue vittime,
per finirle! Caduco è il mondo dei
viventi: tutto ciò che passa, non sarà,
mai più.

non mi sembra male come inizio :ballo: :P
#1290051
infatti sto componendo un' opera che sarà una pietra miliare anzi tombale , inizia così:

Sotto la pietra piana, sotto il soppalco
orbo, nella fossa dei vermi, riposa in
pace...


Il macabro piace, ma in chiave moderna. Dobbiamo svecchiarci se vogliamo sopravvivere nel mondo dei millennials :wink:
#1290053
certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno
Chiunque preferirebbe pagare un apprendista giovane piuttosto che uno più "attempato".
Lasciare che i più giovani abbiano la possibilità di emergere è un principio generale del ricambio generazionale sul quale siamo d'accordo credo. Non si può poi cambiare idea solo perchè il principio colpisce direttamante noi (e dico noi dall'alto dei miei 60 anni suonati).
Sarebbe per lo meno paradossale che Camilleri partecipasse ai concorsi di cui parla Fantasya.
#1290054
Lasciare che i più giovani abbiano la possibilità di emergere è un principio generale del ricambio generazionale sul quale siamo d'accordo credo.


Assolutamente d'accordo, i giovani sono il futuro. Ma non dimentichiamoci che le conoscenze acquisite durante gli anni e la maturità, sono una ricchezza che i giovani ancora non possiedono :)
(Si sente il rumore delle unghie sugli specchi?) ;)
#1290058
La mia citazione era solo per fare una battuta: se si smette di sognare è la fine. Ti auguro sinceramente di vedere tradotta in video una tua sceneggiatura.



concordo in pieno ed infatti la mia era una provocazione anche un po' ipocrita
per affrontare ancor più l' argomento , in fondo anch' io un po' ci credo .
Ma la ragione mi dice di farlo con i piedi per terra :
Ad una certa età, cambia la cognizione della vita, diventa tutto
relativo e per fortuna non si dà più tanta importanza al successo o meno .
Poi forse per imparare il mestiere dello sceneggiatore è meglio
partire da giovani è chiaro che uno che parte a 60 è svantaggiato
rispetto ad un altro della stessa età , ma che ha alle spalle 30 anni
di esperienza !
Camilleri non ha certo bisogno dei concorsi per affermarsi .
Secondo me , l' importante è crederci , partecipare , poi se
viene qualcosa, ma ho molti dubbi vista l' alta selezione ...
Infine che importanza ha essere Dostoevskij o Pinco Pallino ...
quando ricordiamo quello che dice Manzoni di Napoleone nella tomba :
< dov'è silenzio e tenebre la gloria che passò>
Secondo me ogni uomo è immortale finché è in vita :band:
#1290060
La scrittura è la mia passione da sempre e ho scritto tanto, cimentandomi in generi sempre diversi. Però sono una persona con i piedi per terra e non mi sono mai illusa, anzi, sono la prima a stupirmi se qualcosa piace o funziona. L'idea di scrivere una sceneggiatura è nata per caso: un mio amico mi ha convinta a partecipare a un contest e ho dovuto per forza di cose documentarmi.
Questo forum è molto valido, ci sono un sacco di notizie e informazioni e non voglio gettare la spugna prima di aver tentato. Mi piacerebbe veder tradurre ciò che scrivo in immagini, penso sia emozionante.
Per il contest ho proposto una ghost story, che è il mio cavallo di battaglia. E qui sono andata abbondantemente OT. :dimen:

Tornando all'argomento principale, bisogna fare del nostro meglio per proporre cose interessanti. Non sarà l'età a fermarci :duel:

Secondo me ogni uomo è immortale finché è in vita :band:


Fa tanto Higlander! Ci piace :birra:
#1292093
Ho notato che la maggior parte dei concorsi letterari che hanno una sezione per la sceneggiatura, prevedono un limite di età. Infatti, più della metà dei premi sono destinati ai giovani, se non ai giovanissimi.
Secondo voi anche nel mondo del lavoro vengono utilizzati gli stessi parametri? :(


certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno
ma se è vero che il Don Chisciotte della Mancia Miguel De Cervantes l' ha scritto fra i 60 e 70 anni
e Camilleri scrive ancora a 90 anni bisognerebbe lasciar più spazio libero ai meno giovani :wave:


Che vuol dire "apprendista"? Nel campo della sceneggiatura non esistono "apprendisti". Esistono sceneggiatori. E chi te l'ha detto che "nel mondo del lavoro" preferiscano gli "apprendisti"? (che non so cosa siano). I produttori vogliono sceneggiatori. Sceneggiatori che sappiano fare il loro mestiere. I produttori preferiscono pagare meno... meno cosa? Nel budget complessivo di un film, la voce sceneggiatura è quella meno onerosa. Sono gli spiccioli. Via ragazzi, basta con questa lagna tutta italiota di piagnoni che parlano per sentito dire (un discorso generale, senza alcuna intenzione di offesa)
#1292283
Ho notato che la maggior parte dei concorsi letterari che hanno una sezione per la sceneggiatura, prevedono un limite di età. Infatti, più della metà dei premi sono destinati ai giovani, se non ai giovanissimi.
Secondo voi anche nel mondo del lavoro vengono utilizzati gli stessi parametri? :(


certo nel mondo del lavoro preferiscono pagare un apprendista giovane costa meno
ma se è vero che il Don Chisciotte della Mancia Miguel De Cervantes l' ha scritto fra i 60 e 70 anni
e Camilleri scrive ancora a 90 anni bisognerebbe lasciar più spazio libero ai meno giovani :wave:


Che vuol dire "apprendista"? Nel campo della sceneggiatura non esistono "apprendisti". Esistono sceneggiatori. E chi te l'ha detto che "nel mondo del lavoro" preferiscano gli "apprendisti"? (che non so cosa siano). I produttori vogliono sceneggiatori. Sceneggiatori che sappiano fare il loro mestiere. I produttori preferiscono pagare meno... meno cosa? Nel budget complessivo di un film, la voce sceneggiatura è quella meno onerosa. Sono gli spiccioli. Via ragazzi, basta con questa lagna tutta italiota di piagnoni che parlano per sentito dire (un discorso generale, senza alcuna intenzione di offesa)


Nel mondo del lavoro si assumono spesso degli apprendisti in prova
poi se dopo il periodo di prova non van bene si licenziano
spesso questo sistema è usato per sfruttare un lavoratore
pagandolo poco e poi licenziandolo .
Giusto invece quando dici che diverso è per le sceneggiature ,
ma a parte che non ne faccio una malattia, perché sono un vecchio disilluso ,
non ho ancora capito come si fa ad arrivare ai produttori i quali sono
già oberati dalle proposte dei professionisti e dai pochi soldi che circolano per
fare dei film nuovi , quindi rimane tutto un mondo sommerso e sconosciuto
e magari chissà dico chissà che anche li non ci sia qualche gemma nascosta.
Certo a qualche narciso matusa si potrebbe anche obiettare vatti a fare i
concorsi , ma non ci prendiamo per i fondelli, star li ad essere giudicati per delle regole
formali prima ancora che per i contenuti , va bene proprio per dei giovani , ai quali
gli viene spesso suggerito dagli stessi promotori di perfezionarsi con dei corsi
naturalmente a pagamento .
Poi quanto al diritto di essere piagnoni o italioti non lo so quanto sia giusto
dal momento che questa stessa situazione si riflette un po' dovunque nel
mondo , in pratica concludendo un apprendista sceneggiatore e qui intendo uno
alle prime armi per questo tipo di lavoro non troverà mai ( o quasi ) un produttore che lo
legga e gli dica francamente : <<bravo divertiti>> e via una pacca sulla spalla , ovvero
<<aspetta aggiusta qualcosa perché l' idea è buona ti consiglio ...>> si viene
cannibalizzati prima ancora che giudicati :censured: :cesso: :bye:
[Sony AX53] Nuova 4k 2016

Salve a tutti, ritorno con piacere dopo anni su qu[…]

Per dare una risposta occorre sapere che versione […]

A parte la grattugia appena presentata (una vera b[…]

[Conversione VHS] Consigli

Mi inserisco precisando che il Blackmagic Intensit[…]