Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Sezione in cui parlare di come nasce e si sviluppa una sceneggiatura.

Moderatore: Moderatori

da Sarge
#888524
Sono tornato, come promesso, con lòa seconda parte

questo è il risultato di... due mesi? Più o meno, di riassunti su un argomento spinoso che ho dovuto semplificare per i non troppo esperti (per tuti gli altri il topic rimane a disposizioni per parlarne, ovviamente)

spero vi sia d'interesse e... al prossimo post
Allegati
(12.41 KiB) Scaricato 77 volte
da spirit74
#889633
Ciao Sarge ! Arrivo tardi dato che ho visto solo ora questo interessante topik ma ovviamente sarò dei vostri !
Lodevole iniziativa davvero ! ....Per questo vorrei spezzare una lancia in tuo favore (senza voelre riaprire vecchie polemiche ovviamente ma solo per offrire una conferma in più alla potenzialità dell'iniziativa)

Devo premettere che anche io come tanti altri mi sono trovato nella posizione dell'aspirante scrittore di sceneggiature per un lunghissimo periodo di tempo sbloccatosi solo pochi mesi fa.

Dico questo perchè ho letto le critiche che inizialmente sono state mosse all'iniziativa ma che tuttavia non ho trovato rilevanti anche se per certi aspetti queste potevano sicuramente essere considerate vere.
Vere dal momento che in effetti nessuno può saviamente auto promuoversi a docente....
ma cosa ancora più sicura è che in questo contesto il dato non è assolutamente rilevante a mio avviso !!!
...oltre al fatto che in effetti il buon Sarge non mi è parso porsi autonomamente su un piedistallo ma piuttosto mi è sembrato disposto a condividere e scambiare conoscenze con il forum...e nel perfetto spirito del forum...

Chiunque alla primissime armi potra indubbiamente trarre vantaggi da un qualsivoglia spunto fornito con umiltà e spirito di condivisione da un qualsivoglia utente di buona volontà !
Senza entrare nel merito delle effettive conoscenze ed abilità del buon Sarge (cosa che io stesso non ho ne titolo ne modo per poter determinare) resta il fatto che questo contributo potrà essere senza dubbio il LA mancante e la piccola spinta che potrà aiutare molti a spiccare non dico il volo ma quanto meno il primo balzo...

Infatti, tornando per un momento alla mia premessa, vorrei avvallare quanto detto descrivendo meglio la mia esperienza:
Tenendo presente che la mia passione per il cinema non è databile ed ha origini indeterminate disseminate lungo la mia infanzia giunsi ad un certo punto alla consapevolezza di tale passione e di conseguenza arrivò anche la voglia di provare a fare qualche esperienza sul campo...
A questo punto la prima esigenza è stata quella di trovare un soggetto, scriverlo e poi filmarlo....
Questa prima fase si è trasformata da subito in un BLOCCO durato una decina di anni o più...
Solo ultimamente, grazie allo spunto del corso del citato Sig. BONIFACCI, sono riuscito a mettere effettivamente qualcosa sulla carta.
Senza giungere nel merito dei miei scritti e se questi possano essere considerati minimamente valevoli o totalmente :cacca: rimane innegabile il fatto che lo spunto del corso citato sia servito allo scopo !

Per questo motivo: Grande Sarge, continua così !
da spirit74
#889641
Dal momento che nel post precedente ho accennato al mio anedoto vorrei umilmente fornire un piccolo suggerimento determinato o meglio estrapolato dalla mia personale esperienza che spero potrà tornare utile a qualcuno che possa trovarsi in una situazione simile alla mia.

Premetto che quanto andro a scrivere non è farina del mio sacco ma si tratta di spunti che vorrei "girare" a chi legge dato che sono stati per me determinanti ed anche per ribadire ancora una volta il concetto che qualsiasi contributo può tornare utile, ovviamente non intendo attribuirmi capacità didattiche o abilità letterarie e tecniche di cui non dispongo, ma solo condividere nozioni utili in base alla mia modesta esperienza.

Come detto nel mio post precedente mi trovai con un blocco iniziale (dalla durata decennale) detrminato dalla condizione di non sapere come fare per spuntare ed iniziare a scrivere un soggetto..
In base alla mia esperienza personale posso dire di essermi trovato nella condizione di continuare all'infinito a pensare ad una idea valida e sperando di avere una illuminazione nel trovare una soggetto sufficentemente "decente" da poter essere implementato.
Tutte le idee sembravano sempre scopiazzature di cose già fatte e nessuna sembrava mai avere la forza per sostenersi da sola come storia.

E quà potrei riallacciarmi al concetto che ha esposto Sarge nel suo scritto fino a qua pubblicato relativo alla necessità di dover trovare una storia che abbia piglio sufficente ad interessare lo spettatore medio...

Mi è capitato poi di leggere una RIFLESSIONE di uno dei "docenti improvvisati" leggibili sulla rete che affermava quanto segue:

TUTTE LE STORIE SONO GIA' STATE RACCONTATE - ORMAI NON ESISTE PIù NULLA DI ORIGINALE DA POTER DESCRIVERE IN UN FILM COME ANCHE IN UN ROMANZO, RACCONTO O ALTRO.

Detta così questa affermazione taglierebbe la gambe a chiunque !
La cosa ovviamente va saputa interpretare trasformando quella che potrebbe sembrare a prima vista una affermazione scoraggiante in una viceversa incoraggiante !

La questione nasce dal fatto che ormai davvero tutti hanno scritto di tutto e che dunque non esista più un argomento "vergine" su cui poter lavorare, si è infatti parlato di Amori, Guerre, Fantasmi, UFO ed alini correlati ecc. ecc. ecc.

Come poter fare dunque ?
Saremo costretti a ripeterci ?

La questione è SI RIGUARDO GLI ARGOMENTI ed anche
NO RIGUARDO AL MODO DI ESPORRE LA STORIA...

Vale a dire che potremo raccontare di una storia di spionaggio gia descritta 1000 volte ma dovremo trovare un modo nuovo per renderla interessante e poterla rielaborare e riporoporre ancora una ennesima volta....

Es. tratto anche questo dallo scritto di quell'autore che non posso citare (dato che non ricordo chi fosse) ma di cui non voglio attribuirmi nessun merito ma solo riportare così per come me lo ricordo :

Prendiamo un soggetto noto come esempio:
James Bond.

Ecco il soggetto tipo:
Un agente segreto bello abile ma anche fortunato e piacente si trova a dover combattere contro una organizzazione criminale facoltosa che minaccia il mondo intero.
Grazie alla sua capacità professionale oltre che al suo fascino riuscirà a sgominare la banda aiutato in fine anche dalla bellissima di turno che ammagliata dal suo sopracitao fascino finirà con il favorirlo.
Lieto fine assicurato e festeggiamenti con champagne e donnina sciolta ai suoi piedi.

Questa in effetti e sempre la solita storia o "soggetto" valido per tutti gli innumerevoli film della serie rivisitati e variati nei particolari di volta in volta generando una serie infinita ed in fatti non ancora terminata di episodi !

Il trucco dunque sarà quello di lasciare corre la fantasia sul medesimo soggetto generando nuove ed interessanti situazioni !

ECCO MAGICAMENTE LA SCINTILLA CHE PUO SMUOVERE IL BLOCCO DELLO SCRITTORE IN ATTESA DELLA FOLGORAZIONE !!!

Risolto questo problema ne sorge un secondo :
Ok Vorrei scrivere una ennesiama versione di James Bond, ma non trovo l'idea innovativa e lo spunto iniziale !
E quà il buo Bonifacci mi è giunto in soccorso:
NON OCCORRE ATTENDERE CHE NELLE NOSTRA MENTE SI FORMI GIA' LA STORIA BELLA E PRONTA CON TANTO DI ILLUMINAZIONE CHE NON ARRIVERANNO MAI !
CONVIENE PIUTTOSTO INIZIARE A SCRIVERE !
Ebbene si ! Buttarsi quasi allo sbaraglio ed aspettare che riga per riga la storia prenda vita da sola !
SEMBRA IMPOSSIBILE MA vi assicuro perchè lho provato FUNZIONA !
Per di più, più volte proverete a laciar correre lo scritto, partendo anche sempre dallo stesso punto, tante nuove e diverse piege e versioni prenderà il vostro stesso soggetto...
Dopo averne scritte alcune versioni potrete scartare le peggiori maturando un risultato migliore.

Queste sono state le due indicazioni che sono servite a sbloccare la mia condizione di stallo !

Sperando di poter essere stato utilè il mio consiglio rimane quello di provare e fare pratica...

Mi scuso con Sarge se ho fatto involontariamente da spoiler ad eventuali sue future intenzioni e nozioni del suo corso.
da Sarge
#889673
Mi aspettavo che prima o poi qualche d'uno avrebbe descritto la sua esperienza personale e devo darne atto: qualunque esperienza non è utile, bensì fondamentale! E ora mi spiego:

Ormai si dice che il cinema è una forma d'arte, no? Ebbene, l'arte viene filtrata dalla nostra mente sulla base di infiniti parametri psicologici... nel caso del cinema, lo vediamo continuamente, ogni regista ha la sua poetica, la sua visione, il suo metodo.

Così vale anche per lo scrittore, ognuno ha il suo stile di comporre e descrivere o è più facilitato su un tema, MA... la sceneggiatura non segue delle vere e proprie regole, perché, come ogni forma di scrittura, si adatta al creatore, che è limitato solamente da due elementi: la coerenza, fondamentale in un racconto, e da alcuni canoni che saranno visti nelle prossime parti.

Questi aiutano in modo sensibile ad identificare una sceneggiatura come valida e professionale, insomma, a creare una buon vestito con cui presentarla... se poi c'è anche il contenuto il gioco è fatto.
Ma allora dove sta la difficoltà?

Per allacciarmi al discorso del buon spirit74 (che ringrazio infinitamente per l'appoggio e l'innesco dato a questo post): il problema non è trovare una storia, perché dal treno dei Lumierè ai Na'vi di Cameron ci sono quasi centi anni, all'incirca, durante i quali ognuno ha detto la sua ed ha contribuito anche a creare un immaginario collettivo... film storici, mitologici, fantascienza, commedia, polizieschi, noir... ce n'è per tutti i gusti e ogni genere può essere amalgamato con l'altro per creare una nuova ricetta.

Ora veniamo al sodo, rispondo alla domanda sulla difficoltà: il problema è trovare il proprio stile, la propria poetica, la propria visione personale ed esclusiva del mondo.
Una volta che abbiamo trovato questo elemento, anche se la storia può sapere di già visto, purtroppo inevitabile, avrà sempre il tocco personale ed irripetibile del suo stesso autore - ed è questo che gli darà la frza di diventare pellicola impressionata che imporessionerà gli spettatori e l'autore stesso (che come ogni altro della categoria si sottovaluta a tal punto da non credere di aver fatto una cosa tanto buona e giusta).

Se voessi supportare la mia tesi direi che questo è il motivo per cui i remake falliscono quasi sempre: perché sono registi diversi che "mettono becco" alla stessa storia: spesso l'originale è fatto in un modo, il suo remake spesso è da buttare (anche se poi c'è il lato economico della questione, che ha un peso non indifferente in questo nostro hobby), perché tradisce le aspettative degli spettatori, ma è da prendere come un'interpretazione di un altro regista.
Poi la frase latina: "Degustibus non disputandum est" rimane ferrea legge.
Ma non divaghiamo.

Ora qualcuno di voi potrebbe chiedersi: ma come posso trovare la mia poetica, il mio stile... eccetera-via-discorrendo?
Purtroppo questa è tra le poche cose in cui non posso aiutarvi ma... posso darvi l'indizio per iniziare la ricerca, e dovrò farlo fruttando la firma del nostro moderatore spirit74: vedete la sua firma? Quella frase è un punto di vista, un concetto, basta e avanza.
Se poi riuscisse a svilupparlo e ad applicarlo alle trame che può scrivere da qui in poi avrebbe creato il suo stile in modo del tutto inconsapevole.

Per quanto riguarda il mio... bè, vorrei prima sottoporvi qualche lavoro invece di parlarmi addosso, non sarebbe carino nei vostri confronti! Ciò detto, a voi la parola... confesso che sono curioro di vedere come si evolve la discussione...
da spirit74
#889679
Sarge, Grazie per la considerazione !
Sopra hai scritto:
...Per quanto riguarda il mio... bè, vorrei prima sottoporvi qualche lavoro invece di parlarmi addosso....
Ho letto in passato che ti sei documentato, hai studiato, hai preparato (in questo caso specifico sceneggiature ma mi è parso di vedere interesse da parte tua anche su altri aspetti tecnici della materia "cinema") cose...
Ora però non ho ben presente la tua situazione attuale, vorresti aggiornarmi/ci ?
Hai delle sceneggiature pronte, mi pare 3 al momento....
Ti stai attrezzando per autoprodurre il girato ?
O cerchi l'appoggio di qualche amico per poter dare le luce ai tuoi scritti ?
Per questo non mi aspetto e non voglio domandarti di lasciarci leggere un tuo testo, proprio perchè rovinerei la sorpresa nei confronti del relativo prodotto filmato...ma mi piacerebbe sapere quando e se potrai farci gustare qualche cosa !

Buon fine settimana !
Ciao
da Sarge
#889681
Caro mio, ti aggiorno volentieri (e pure io ti auguro un buon fine settimana)

ne ho due in sviluppo,
due pronte,
una che presto verrà "filmata"
un'altra che ho solo corretto per un amico conosciuto proprio qui su VM

Aggiungi poi... un raccoglitore pieno di bozze di potenziali romanzi e un soggetto che mi è saltato fuori giocando con il computer

L'avevo detto che sono pazzo
da spirit74
#889682
Bene ! Rimango in attesa e spero di vedere presto un tuo post nella sazione "cinema indipendente" !
da Sarge
#889708
Se ci sarà qualcosa da dire, iù che volentieri
da Sarge
#897206
Ottimo, fammi sapere, mi raccomando eh
da Sarge
#903154
Eccomi tornato con la terza parte

mannaggia, questa per me è stata davvero dura, ho dovuto fare i conti con alcune cose che nella parte precedente avrei dovuto dire, ma che solo spirit, con i suoi due kilometrici post, mi ha fatto notare (intanto lo ringrazio di cuore sia per questo che per il supporto).

Perciò... a voi, buona lettura
Allegati
(13.7 KiB) Scaricato 53 volte
da spirit74
#903184
Eccomi tornato con la terza parte

mannaggia, questa per me è stata davvero dura, ho dovuto fare i conti con alcune cose che nella parte precedente avrei dovuto dire, ma che solo spirit, con i suoi due kilometrici post, mi ha fatto notare (intanto lo ringrazio di cuore sia per questo che per il supporto).

Figurati !
Mi spiace piuttosto se ti ho buttato troppoa carne al fuoco....però mi sembravano considerazioni importanti !
Ciao
da Sarge
#903185
SONO considerazioni importanti

anche nella vita di tutti i giorni il punto di vista è fondamentale
da Sarge
#903312
Vorrei aggiungere una cosa: la coniugazione dei verbi è importante

avevo scritto "cosa succedesse" invece di cosa "succederebbe", una vista da niente che vi è valso un rimprovero con tanto di ultimatum

perciò... niente, scaricate l'alòlegato che segue invece dell'altro sopra, se volete il file corretto
Allegati
(13.69 KiB) Scaricato 42 volte

4 minuti in 100 megabyte LOSSLESS?? Anche calcolan[…]

Quale monitor di qualità consigliate per la[…]

secondo me sono la somma massima che puoi pretende[…]

jvc gy-hm180e

ciao Aurelio, puoi correggere il titolo come da re[…]