Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni relative a tutte le opere cinematografiche indipendenti e non su pellicola, dvd o etere/satellite.

Moderatore: Moderatori

#1119801
a parte le disquisizioni retoriche su medusa o tutto il resto. io dico: magari i film brutti fossero tutti così! dai ragazzi. un po' di oggettività. da sorrentino/bigazzi ci si poteva aspettare di più? ok. ma io di film brutti ne ho visti un mare e magari fossero stati così!
da iachidda
#1119806
a parte le disquisizioni retoriche su medusa o tutto il resto. io dico: magari i film brutti fossero tutti così! dai ragazzi. un po' di oggettività. da sorrentino/bigazzi ci si poteva aspettare di più? ok. ma io di film brutti ne ho visti un mare e magari fossero stati così!

concordo, da mesi però io rimango perplesso su quello che dicevano di questo film in giro anche parecchio prima delle nomination e dei primi riconiscimenti....
da Simenone
#1119820
Ho visto il film, finalmente.

Bigazzi per me è un grande. Servillo ha lavorato sul personaggio in modo molto raffinato. Anche il montaggio mi è piaciuto. Il tema mi sembra sia stato trattato molto bene. Ma è stato proprio il tema in sè che mi ha annoiato, e di conseguenza il film mi ha annoiato. Forse perchè quei personaggi di fatto conducono una vita lontana dalla mia, per me noiosa, con notturni sballi che son comunque sempre gli stessi, e che lasciano loro addosso un totale rincoglionimento e basta; sono personaggi monotematici (o "mona-tematici" ) ; vivono in un piccolo recinto sfarzoso facendo sempre le medesime cose, senza uscire e sforzarsi di apprezzare quelli che sono anche i molti altri aspetti della vita che potrebbero essere piacevoli e gratificanti. Gep è l'unico che guarda dall'alto quello stile di vita, ma tutto sommato ne rimane invischiato. In definitiva è il tema che mi ha annoiato. Se non fosse stato per la qualità visiva avrei abbandonato la visione. Ma il film lo ritengo di notevole spessore. Devo dire che anche "Le conseguenze dell'amore" mi ha lasciato la stessa impressione.

A proposito... Vedo che anche a certi livelli gli operatori steadicam fanno rollare lo sled. Questo per certi versi mi consola ;)


Ciao a tutti, che ne pensate di questa intervista a Bigazzi http://video.repubblica.it/le-inchieste ... f=HREC1-10
da braintec
#1119868
Senza polemizzare, come ho scritto il gusto è personale, ma questi sono i numeri del film:

Premio Oscar 2014
Miglior film straniero

Nastri d'Argento 2013
Miglior attore non protagonista a Carlo Verdone
Miglior attore non protagonista a Sabrina Ferilli
Miglior fotografia

Golden Globes 2014
Miglior film straniero

BAFTA - British Academy of Film and Television Art 2014
Miglior film straniero

European Film Awards 2013
Miglior film europeo
Miglior regista europeo a Paolo Sorrentino
Miglior attore europeo a Toni Servillo
Miglior montatore europeo

Ora, secondo voi, sono stati pagati dalla Indigo/Medusa/Berlusconi/Veltroni/De Benedetti oppure tutti i membri di queste giurie, di cinema, non capiscono una mazza?
Come tutte le cose, può non piacere, ma da qui a definirlo una cacata, mi sembra eccessivo.
Sarebbe più corretto dire: a me non è piaciuto.

Buona serata
da madcat
#1119878
Non è una cacata in senso assoluto; lo è in riferimento ai premi che ha vinto. Altrimenti non l'avrei neppure visto che non ho tempo da perdere e devo essere selettivo per rimanere aggiornato.

Verdone e la Ferilli migliori attori non protagonisti sono una barzelletta che può succedere solo a Taormina e/o limitando i candidati alla tragicomica produzione italiana. Sopratutto nel caso della Ferilli.

Poi, sai, anche negli Stati Uniti si fa una montagna di spazzatura, vedi i film per gli adolescenti tipo The Cabin in the Woods (2012) ma, quella si, è una questione personal taste, di gusto. Tecnicmente sono impeccabili. A parte un poco la recitazione degli attori di rincalzo.

Una domanda: Perché nella sequenza delle cicogne (o quel che sono ma è approssimativo chiamarli uccelli) non c'è la scena in cui prendono il volo? Solo ferme sulla terrazza e poi lontane nel cielo. Queste economie stridono con la pretesa statura del film.
da MarcoSb
#1119882
Secondo la mia modesta opinione una brutta copia felliniana,che in alcuni momenti annoia profondamente, la fotografia poteva essere curata meglio,la colorimetria voluta non si addice alle riprese, Servillo ok, anche per me il ballo è troppo lungo altrimenti annoia come dice willyfan,penso che per 10 minuti visti in tv ed il trailer prima della distribuzione possa bastare. :birra:
#1119888

Una domanda: Perché nella sequenza delle cicogne non c'è la scena in cui prendono il volo? Solo ferme sulla terrazza e poi lontane nel cielo.

allora non sono l'unico che se l'è chiesto.
sll'intervista, mah, che dire. non serviva bigazzi per sapere che il cinema si sta muovendo verso il digitale. certo la mia domanda è: chi sono i the pills? cosa hanno fatto per meritare (per me è un merito) di essere accostati a bigazzi? misteri del giornalismo
#1119889
Nove mesi trascorsi dalla prima e (a tutt'oggi) unica volta che sono andato a vedere il film.
Quando ho aperto il topic a tutto avrei pensato tranne alla candidatura per il miglior film straniero.
Oggi me lo ritrovo con l'Oscar in saccoccia e puntualmente messo in onda in tv con il 36% di share. :wacko:
Come in diversi reply che nel frattempo hanno resuscitato questo thread, non posso non rimanere anch'io estremamente perplesso di fronte ai tanti premi vinti, semplicemente perché dal mio punto di vista non li meritava.

Non serve aggiungere molto, tranne un consiglio che darei volentieri a Toni Servillo:
la prossima volta che vedrà una macchina da presa guidata da Sorrentino avvicinarsi lentamente a lui, si affretti a girare i tacchi e scappare.
Una dimostrazione tangibile dell'opporsi ad un cinema paradossalmente povero pur nello sfarzo e negli equilibrismi tecnici.
Basta con questi movimenti autocompiacenti manco fosse un commercial Campari o di qualche eau de toilette!
Il cinema è fatto di icone, ok, e di soluzioni visive che devono centrare i bersagli ma questi ultimi dovrebbero trasmettere qualcosa di pulsante mentre in questo film li trovo stanchi, forzati quando non gratuiti.

I fenicotteri e la giraffa realizzati in digitale sono atroci.
Si salva solo Giusi Merli, il resto è...

servillo.jpg
servillo.jpg (4.42 KiB) Visto 1854 volte

...Basta, pietà! :cran:
da CrazyDuke
#1119897
@per tutti: http://pseudonimato.wordpress.com/?s=Se ... bmit=Cerca
@anita: i 'The Pills' sono un gruppo di romani che fa web series... a Roma vanno abbastanza forte così come su internet... si stanno facendo un loro seguito...
da Omega3
#1119948
la giraffa realizzati in digitale sono atroci.


Su questo sono totalmente daccordo.
da CrazyDuke
#1119971
Che grande Agosti...
da CCD
#1119976
Beh, tanto per aggiungermi alla nutrita schiera, ho smesso di vederlo dopo circa 3/4 d'ora nei quali sono stato a sperare che sarebbe diventato man mano più interessante. Non è accaduto.
Di ciò che ho visto ho gradito l'uso dei movimenti di macchina ed alcune belle immagini. Mi è piaciuto parecchio il coro iniziale, ripreso anche in seguito solo nella colonna sonora. Tutto ciò però non è bastato (e non poteva farlo, con solo questi elementi) per farmi avvincere da questo film. Non so se la formula degli oscar preveda che un film straniero debba comunque essere premiato. Se fosse così mi chiedo di quale livello fossero gli altri concorrenti (che non mi sono noti).
Anche fosse che il premio non sia meritato, mi fa comunque piacere che la vittoria porti un vantaggio in termini di un maggior turismo verso il nostro povero paese.

bye
da madcat
#1119988
Beh, tanto per aggiungermi alla nutrita schiera, ho smesso di vederlo dopo circa 3/4 d'ora nei quali sono stato a sperare che sarebbe diventato man mano più interessante. Non è accaduto.
Di ciò che ho visto ho gradito l'uso dei movimenti di macchina ed alcune belle immagini. Mi è piaciuto parecchio il coro iniziale, ripreso anche in seguito solo nella colonna sonora. Tutto ciò però non è bastato (e non poteva farlo, con solo questi elementi) per farmi avvincere da questo film. Non so se la formula degli oscar preveda che un film straniero debba comunque essere premiato. Se fosse così mi chiedo di quale livello fossero gli altri concorrenti (che non mi sono noti).
Anche fosse che il premio non sia meritato, mi fa comunque piacere che la vittoria porti un vantaggio in termini di un maggior turismo verso il nostro povero paese.

bye
The Broken Circle Breakdown, candidato belga, è carino, carino. Solo qualche scopata di troppo per i miei gusti. La malattia incurabile di una bambina non come trama portante ma incipit del dramma che si riversa sui genitori fino alle estreme conseguenze; tutto con una regia leggera ed elegante che ricrea nelle Fiandre un angolo di America attraverso il padre che suona il banjo in una band Bluegrass e la madre che fa la solista. Più una incantevole colonna sonora, una spettacolare luce vermeer-riana e alcune lucidature nel montaggio che valgono da sole il biglietto, se non l'Oscar, come quando il revving, l'accelerata del motore del fuoristrada dei genitori si sovrappone al ruggito della bambina, truccata da gatto, nel letto dell'ospedale. E attenzione al messaggio finale, alla lezione morale.

Io avrei certamente votato questo film.
#1119998
Se fosse così mi chiedo di quale livello fossero gli altri concorrenti (che non mi sono noti).
Io degli altri candidati ho visto solo quello di Thomas Vinterberg, "Il Sospetto", non esattamente un film da popcorn & patatine.
Un lavoro notevole, permeato di un tatto e una cautela che comunque non risparmiano una persistente inquietudine allo spettatore dall'inizio alla fine, con il protagonista maschile da standing ovation.

Vinterberg 14 anni prima aveva stregato la giuria di Cannes con il suo "Festen", ora si è ripresentato con un tema analogo, svincolato dai dettami di Dogma 95 (niente Sony MiniDV, ma Arri Alexa Plus) beneficiando di una fotografia che avrei premiato senza se e senza ma.
Anche fosse che il premio non sia meritato, mi fa comunque piacere che la vittoria porti un vantaggio in termini di un maggior turismo verso il nostro povero paese.
Turismo forse, il problema è che il nostro cinema se ne muore lì, con un altro italiano che ha conquistato Hollywood mentre qui da noi non cambierà assolutamente nulla.
Come dopo "L'Ultimo Imperatore", come dopo "Nuovo Cinema Paradiso", come dopo "Mediterraneo", come dopo "La vita è bella".
Spero sempre di sbagliarmi.

Esporta sequenza DPX dal progetto..Esporta l'audi[…]

C’e Qualcuno in provincia di Brescia che mi […]

In quel modo non puoi farlo. Semplicemente FireWir[…]

[Hitfilm Express] Transizioni

Ciao! Utilizzo hitfilm express e sono al corrente […]