Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
La sezione ufficiale dedicata ad Apple DVD Studio Pro.

Moderatore: Moderatori

da Omega3
#984599
In questo caso il problema non sono io o il diretto cliente. Io posso passare oltre, a parte i software dedicati. Non si possono regalare supporti, chessò, a venti persone delle quali solo cinque possono vederne il contenuto! Ricordo ancora quando, molti anni fa, mi regalavano o trovavo coi giornali, cd per win che io non riuscivo a leggere con somma frustrazione...


Stefania sei nata in un'epoca di passaggio purtroppo :risata: .

Continua a fare i DVD, fidati... Qualche mese fa ho visto un DVD di un mio matrimonio fatto con la DVX100B (= standard definition) su un Sony neppure tanto recente. Io non ho idea se sia il televisore della Sony che riscala bene, ma mi sono mangiato le unghie per il fatto che la DVX100B non faccia il 16:9 nativo ma solo in 4:3 nativo. Si vedeva molto molto bene. Sono rimasto davvero stupito.
E' chiaro che col Bluray si avrà un'immagine migliore. Ma fidati che la maggior parte della popolazione non sente ancora la necessità dell'HD, oltre al fatto che l'1% della popolazione non sa cosa sia. Tieni conto che sono abituati a vedere il peggio del peggio sui loro televisori in HD, perchè gli arriva il segnale in SD; ma a loro non fa differenza, a meno di non avere un buon televisore LCD di alta fattura e vedere che la Carrà fa un po' meno schifo se vista in quel televisore rispetto ad un altro in HD che riscala il segnale in modo peggiore. Gli devi però schiaffare davanti i due televisori perchè se ne accorgano!


L'HDDVD era un bellissimo formato, molto migliore del bluray dal punto di vista della praticità e della programmazione. Adattissimo agli indipendenti. Noi abbiamo fatto una decina di film in HDDVD quando il formato era vivo, purtroppo è stato fatto fuori a colpi di tangenti dalla Sony (il colpo di grazia è stato dato dalla Warner che ha ritirato l'appoggio a HDDVD dietro "congruo" compenso da parte di Sony).


Willyam, dove stavano i punti di forza maggiori dell'HD DVD rispetto al BluRay tu che ci hai lavorato sopra?
da Stefix
#984606
2) DVD con all'interno file AVCHD o H.264 o MKV...
3) Chiavette, Hard disk, schede SD....
Insomma le soluzioni ci sono, ora tocca a chi ha voglia di spendere 100 euro e avere un sistema fatto come si deve. Ripeto oggi TV che leggono tutto questo ci sono, i lettori ci sono, gli hard disk multimediali ci sono... insomma non possiamo chiedere di più ai produttori non pensi? :wink:


Concordo! Ho già comunicato che farò questo per i clienti dei clienti dei clienti :wink: : DVD con all'interno file H.264. Da parte mia mi concentrerò, per l'HD, solo a grandi proiezioni, come ho fatto in realtà per questo lavoro, con proiettori professionali che non hanno questo genere di problema e il risultato è stato splendido!
Grazie grazie
Stefix
da Stefix
#984613
fidati che la maggior parte della popolazione non sente ancora la necessità dell'HD, oltre al fatto che l'1% della popolazione non sa cosa sia. Tieni conto che sono abituati a vedere il peggio del peggio sui loro televisori in HD, perchè gli arriva il segnale in SD; ma a loro non fa differenza, a meno di non avere un buon televisore LCD di alta fattura e vedere che la Carrà fa un po' meno schifo se vista in quel televisore rispetto ad un altro in HD che riscala il segnale in modo peggiore. Gli devi però schiaffare davanti i due televisori perchè se ne accorgano!


Credo proprio che sia come dici. Il problema a questo punto è mio perché, avendo prodotto fino ad ora per lo più dvd per spettacoli, concerti e così via, mi secca avere una abbastanza bella videocamera con la quale riprendere in HD, e consegnare loro un prodotto non all'altezza delle riprese... Pazienza. Mi riciclerò...
Baciba
Ste
da willyfan
#984622
Willyam, dove stavano i punti di forza maggiori dell'HD DVD rispetto al BluRay tu che ci hai lavorato sopra?

Attenzione che io la vedo in un ottica di distribuzione cinematografica, e non "amatoriale", comunque:
1) le presse per stampare costavano molto meno, anzi era possibile adattare con un piccolo upgrade quelle del DVD. Quelle del bluray invece sono state da acquistare ex-novo, con costi altissimi per le royalty alla Sony
2) I sistemi di lettura per HDDVD erano molto più economici da costruire, visto che derivavano direttamente dal DVD. Ergo, player più economici (nel lungo periodo)
3) L'HDDVD poteva essere programmato in due modi: come un normale DVD oppure in modalità advanced con dei javascript. Nella modalità advanced era possibile fare di tutto e in modo semplice. A parte i menù pop-up, si potevano inserire animazioni nei menù, barre di scorrimento, connessioni a internet ecc ecc.
Su bluray esiste pure una doppia programmazione: se è vero che nella programmazione semplice (BDMV) esistono i menù pop-up, tutte le funzioni avanzate richiedono uno sviluppo in Java. I costi sono per ogni titolo come scrivere un programma: accessibile alle major che vendono in tutto il mondo, inaccessibile ai distributori locali.
4) Obbligo delle protezioni: per fare un film in bluray, è obbligatorio avere una iscrizione all'ACSS e mettere su disco la protezione. HDDVD CONSENTIVA la protezione ma non la obbligava: se un piccolo produttore riteneva di uscire senza protezione alla copia (che comunque è stata craccata da subito) poteva farlo. Naturalmente, l'inserimento della protezione non è gratis, anche se obbligatoria...
5) Nel momento della partenza, HDDVD era decisamente più avanti sia come produzione di dischi che di player. Purtroppo poi sono stati stroncati, ma ai tempi i primi HDDVD uscivano già in VC1 o H264, mentre i bluray erano in mpeg2.

Appare evidente che la mossa del bluray è servita a favorire gli interessi delle Major a scapito di tutti i produttori di cinema indipendente. Oggi , lo scenario per un editore indipendente è squallido: se vuole uscire in bluray innanzitutto si deve accontentare di un prodotto più "povero" e meno accattivante per l'utente (un DVD upgradato o poco più) e comunque deve avere titoli importanti che coprano le spese fisse per le protezioni e per i costi superiori di glassmastering, licenze e stampa.
Con l'HDDVD avrebbe potuto fare edizioni di livello superiore anche per titoli meno importanti, e si sarebbe potuto anche fare in HDDVD qualsiasi titolo visto i costi bassi (sempre se il formato si fosse diffuso, ovviamente).

Questi sono i pro, quali i contro?
1) la capacità: 30 gb contro 50gb (ma ricordiamoci che il 90% dei bluray in commercio è a singolo strato, quindi 25 gb...)
2) Il bitrate massimo più limitato, che poteva mettere dei limiti all'audio da inserire insieme al video, limiti che comunque sono stati superati dall'uscita del DTS Master audio e formati simili.

e basta.

E' stata la classica vittoria dell'industria multinazionale contro i piccoli, diciamolo chiaro.
da Omega3
#984662
Willyam, dove stavano i punti di forza maggiori dell'HD DVD rispetto al BluRay tu che ci hai lavorato sopra?

Attenzione che io la vedo in un ottica di distribuzione cinematografica, e non "amatoriale", comunque:
1) le presse per stampare costavano molto meno, anzi era possibile adattare con un piccolo upgrade quelle del DVD. Quelle del bluray invece sono state da acquistare ex-novo, con costi altissimi per le royalty alla Sony
2) I sistemi di lettura per HDDVD erano molto più economici da costruire, visto che derivavano direttamente dal DVD. Ergo, player più economici (nel lungo periodo)
3) L'HDDVD poteva essere programmato in due modi: come un normale DVD oppure in modalità advanced con dei javascript. Nella modalità advanced era possibile fare di tutto e in modo semplice. A parte i menù pop-up, si potevano inserire animazioni nei menù, barre di scorrimento, connessioni a internet ecc ecc.
Su bluray esiste pure una doppia programmazione: se è vero che nella programmazione semplice (BDMV) esistono i menù pop-up, tutte le funzioni avanzate richiedono uno sviluppo in Java. I costi sono per ogni titolo come scrivere un programma: accessibile alle major che vendono in tutto il mondo, inaccessibile ai distributori locali.
4) Obbligo delle protezioni: per fare un film in bluray, è obbligatorio avere una iscrizione all'ACSS e mettere su disco la protezione. HDDVD CONSENTIVA la protezione ma non la obbligava: se un piccolo produttore riteneva di uscire senza protezione alla copia (che comunque è stata craccata da subito) poteva farlo. Naturalmente, l'inserimento della protezione non è gratis, anche se obbligatoria...
5) Nel momento della partenza, HDDVD era decisamente più avanti sia come produzione di dischi che di player. Purtroppo poi sono stati stroncati, ma ai tempi i primi HDDVD uscivano già in VC1 o H264, mentre i bluray erano in mpeg2.

Appare evidente che la mossa del bluray è servita a favorire gli interessi delle Major a scapito di tutti i produttori di cinema indipendente. Oggi , lo scenario per un editore indipendente è squallido: se vuole uscire in bluray innanzitutto si deve accontentare di un prodotto più "povero" e meno accattivante per l'utente (un DVD upgradato o poco più) e comunque deve avere titoli importanti che coprano le spese fisse per le protezioni e per i costi superiori di glassmastering, licenze e stampa.
Con l'HDDVD avrebbe potuto fare edizioni di livello superiore anche per titoli meno importanti, e si sarebbe potuto anche fare in HDDVD qualsiasi titolo visto i costi bassi (sempre se il formato si fosse diffuso, ovviamente).

Questi sono i pro, quali i contro?
1) la capacità: 30 gb contro 50gb (ma ricordiamoci che il 90% dei bluray in commercio è a singolo strato, quindi 25 gb...)
2) Il bitrate massimo più limitato, che poteva mettere dei limiti all'audio da inserire insieme al video, limiti che comunque sono stati superati dall'uscita del DTS Master audio e formati simili.

e basta.

E' stata la classica vittoria dell'industria multinazionale contro i piccoli, diciamolo chiaro.



Caspita... Grazie per le info dettagliate e per il tempo speso a scriverle Willyam!

Davvero interessante! Ma anche davvero deprimente scoprire tutte 'ste cose... Multinazionali del c... :evil: :evil: :evil:
da Omega3
#984670
Il problema a questo punto è mio perché, avendo prodotto fino ad ora per lo più dvd per spettacoli, concerti e così via, mi secca avere una abbastanza bella videocamera con la quale riprendere in HD, e consegnare loro un prodotto non all'altezza delle riprese... Pazienza. Mi riciclerò...
Baciba
Ste


Tanquilla Ste... Sono i clienti che si devono riciclare comprandosi un lettore BluRay o accontentandosi di una chiavetta o di un file da trasferire da hard disk ad hard disk. Per quanto sia macchinoso o costoso è l'unica soluzione per vedere un video in HD su un televisore in HD.

Se opti per la consegna su DVD di file HD (un DVD dati in pratica) occhio a scegliere in esportazione un formato che gli attuali lettori DVD riescano a spedire al televisore agevolmente.
Allo stesso modo per le chiavette devi scegliere un formato che la maggior parte dei televisori in HD possano leggere; spesso questi apparecchi leggono solo un paio di formati via USB, a meno che l'utente non disponga di un decoder (hard disk/scheda video) esterno dove ficcare la chiavetta.

Onestamente non so quanto riuscirai a ficcare in un DVD da 4,7 GB un video come quello di un concerto, che durerà all'incirca un'ora, un'ora e mezza, anche se compresso in H264... Però... Magari il compromesso c'è senza perdere troppa qualità... L'importante è che tu faccia una prova; idem per la consegna su chiavetta, non si sa mai... Magari alla fine consegnare un DVD Video (SD) più o meno è la stessa cosa o forse è addirittura meglio che consegnare un file HD molto compresso.

Fai una prova, vedi quanta roba in HD riesci a farci stare in un DVD e il compromesso in compressione/qualità; stessa cosa per una chiavetta.
da thecreator
#984706
Dimmi che modelli di Toshiba hanno il masterizzatore HDDVD, non annunciato ma acquistato da qualcuno, io davvero ne ho cercati in lungo e in largo ma mai trovati.

famiglie di notebook Toshiba Qosmio G40 e Qosmio F40, con i modelli Qosmio G40/97E e F40/88EBL.
Ti avviso che ormai è roba vecchia chi ce là ce là
http://eu.computers.toshiba-europe.com/ ... _ID=131020
Non solo ma anche Acer fece l' Aspire serie 9800 con HDDVD. Questi quelli che ricordo.
Ultima modifica di thecreator il mar, 25 set 2012 - 16:29, modificato 1 volta in totale.
da thecreator
#984708
@Willyfan
quoto in toto quello detto da William. E' pura verità. Io in quel periodo mi studiai bene la cosa e anche io ero "pro" HDDVD invece che Blu-Ray. Non c'era bisogno di cambiare in toto la tecnologia. Col BD ci son voluti, lettori nuovi, masterizzatori nuovi, ecc....
[Sony AX53] Nuova 4k 2016

Avere il filtro mi interessa senz'altro ( avevo co[…]

grazie del feedback, sono un attimo più tra[…]

La vedevo in cima, forse era in una sezione poco f[…]

Ringrazio anche "Graziaccio", ma dubito […]