Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Tutto quello che riguarda le apparecchiature e le tecniche fotografiche.

Moderatore: Moderatori

da gerod
#1277020
Ciao a tutti amici di videomakers.net

Premetto subito che non sono un fotografo seppur appassionato che ogni tanto si cimenta bensì un videomaker/videografo (dal momento che ormai si gira con fotocamera)
Vengo subito al punto, con tanto di esempi, speranzoso di ricevere risposte che possano rasserenarmi :arf:
Allora... Sappiamo benissimo, credo, che il colore è luce, non solo, si dice anche che sia percezione dunque a volte lo stesso rosso potrebbe essere percepito sensibilmente più o meno intenso o qualcosa del genere. Sappiamo inoltre che quando in determinati contesti si scatta una foto o si riprende una immagine in movimento, al di la della corretta regolazione del bianco, soggetto e ambiente possono risentire di una determinata dominante e per dominante non intendo quando sballa la taratura del bianco ovviamente ma, ad esempio, le tinte tipiche di un tramonto o l'influenza di una luce da discoteca in pista.
Ora sapendo che un oggetto fotografato all'aperto riceve luce diurna o notturna e in interni luce ambiente o artificiale,
per ottenere uno scatto il più neutro possibile e poter dire "questi sono i colori reali di questo oggetto" come si dovrebbe procedere?

Grazie infinitamente per qualunque illuminazione :)
da Rider
#1277025
Ciao gerod,
andrebbe precisato che in realtà gli oggetti non sono di nessun colore, ma riflettono determinate lunghezze d'onda della radiazione visibile. Oltretutto queste lunghezze d'onda sono percepite diversamente a seconda di chi le osserva (uomo, uccello, pesce ecc).
Anche tra gli stessi uomini non tutti le percepiscono ugualmente (acromatopsia, daltonismo).
Un bel pomodoro può quindi essere visto come rosso da un uomo sano, marrone da un daltonico, nero da un cane. Quindi che di colore reale sarebbe?
Hai anche giustamente detto che le modificazioni della percezione sono pure legate alla natura della luce che cade sul soggetto, molto variabile ad esempio se proviene da diverse fonti artificiali o anche naturali a diverse ore del giorno.
Aggiungo che la presenza di ampie superfici riflettenti presso il soggetto possono variare la luce principale, se queste sono "colorate".
Il nostro sistema occhio-cervello è anche parzialmente in grado di correggere queste influenze, riuscendo per esempio a capire che quel foglio azzurrino visto alla luce lunare in realtà è bianco. Altre volte invece si fa ingannare proprio da questi meccanisimi di compensazione automatica, subendo un illusione ottica.

Detto questo, i sensori elettronici dei nostri apparecchi non sanno cos'è un colore, anzi anch'essi non li vedono, ma vedono solo l'intensità della luce. Per simulare il nostro modo di vedere si avvalgono di un sistema di filtri (solitamente bayer) per discriminare i colori primari Rosso, Verde e Blu. Sempre per farli somigliare al nostro modo di vedere bisogna inoltre dirgli che il bianco assumerà certi valori di RGB (taratura del bianco).
Le tavole di corrispondenza colore (LUT) sono modalità dedicate ad ogni apparecchio per indicargli la più esatta corrispondenza tra i valori registrati in modalità RAW e la loro rappresentazione RGB, per sopperire alla specificità dei vari sensori e compensare le loro alterazioni.
Sistemi più sofisticati utilizzano una tavoletta di colori (colorchecker) ben precisamente identificati, inquadrata strategicamente nel punto di interesse. In post produzione il software di correzione del colore si incaricherà di far corrispondere ogni colore della ripresa con tavoletta, allo schema di valori noto per ciascuno di essi.
Questo modo ovviamente tiene conto della reale natura della luce che cade sulla tavoletta, sia che provenga da fonti artificiali, che riflesse da pareti o registrate al tramonto.

Resta da chiedersi se questa "neutralizzazione" sia poi quella più reale, perchè anche i nostri occhi vedono la scena più dorata quando il sole cala, senza compensarla del tutto.
I colori vanno quindi sempre interpretati. A volte anche creativamente e non solo rendendoli neutri.
da gerod
#1277031
Rider intanto ciao e... che dire... mi prostro alla tua precisione. Sono anni che non ripasso la teoria del colore da buon grafico prestato al video :arf:
Immagino dunque che nelle foto il RAW come nel video il V-Log (io lavoro con Panasonic) è il punto di partenza imprescindibile per giungere ai migliori risultati.
A questo punto ti chiedo, anche se mi trovo costretto ad andare un po' off topic ma aprirne un altro per una domanda non mi sembra il caso, come approcciarsi nel settare in senso generale (neutro o standard non so come poter dire) la propria fotocamera per foto o video che sia quando si lavora nel campo dei matrimoni? Specifico matrimoni perché paragonati a produzioni "più importanti" i budget sono più bassi.
In effetti a me interessa più il discorso video ecco perché scrivevo di off topic...
Pensare ad un V-Log per poi ottenere i migliori risultati in post clip dopo clip mi sembra molto antieconomico; DUNQUE quale profilo e con quali settaggi (contrasto, nitidezza e quant'altro)? Tu ad esempio con quali settaggi lavori?
Penso che anche tu faccia questo tipo di servizi!
Comprendo benissimo che alla fine c'è sempre un pizzico (forse di più) di gusto personale ma è giusto per farmi una idea di partenza in quanto è da poco che faccio video con foto camera e con la scusa di questo nuovo acquisto mi sto dedicando in maniera più frequente a qualche situazione fotografica ;)
da Rider
#1277039
Mi spiace ma non ti posso aiutare: non faccio servizi di matrimoni, cresime e battesimi.
Però se dovessi riprendere un funerale penso che non sottoesporrei di 3stop per far venire la scena più nera :P

Hai ragione nel dire che il V-Log sarebbe la base di partenza per un lavoro qualitivamente elevato. Che poi questo significa un workflow più pesante e lungo (o costoso) è anche vero.
Quindi la questione di quale workflow usare in un lavoro dove il margine è scarso (ma davvero è così? in altri topic pare sia l'unico redditizio) è puramente scelta di convenienza personale o di strategia commerciale.
Se ritieni di dover usare un workflow leggero allora credo tu debba utilizzare lo standard Rec709, già pronto all'uso per il Blueray e poi fare color correction senza farti seghe mentali.
La scelta di un profilo di ripresa invece è strettamente legata alla macchina che usi, quindi devi specificarla se vuoi che qualcuno ti dia suggerimenti sensati
da gerod
#1277047
Grazie Rider esaustivo, chiaro e ironico come sempre :P

Io adesso uso Panasonic GH4 ma rimando ad un altro Topic aperto dove necessario per non abusare della pazienza dei tanti bravi Moderatori ;)

Grazie ancora.
da CatoCato
#1277050
non vorrei sbagliare, ma mi sembra che questo topic sia ... il remake, la continuazione?, la variante ? cosa altro ? ... di quest'altro topic
viewtopic.php?f=95&t=133874
aperto sempre da gerod lo scorso 25 giugno con il titolo: [Panasonic GH4R] Consigli per settaggio.
Se è così, perchè questo "doppione" ?
da gerod
#1277096
Non proprio Cato....

Però è vero che ad un certo punto dell'altro Topic ho, non a caso, messo in evidenza che una domanda posta in un secondo tempo mi avrebbe fatto andare Off Topic. Questo perché in effetti ho approfittato dell'evolversi del Topic per fare un confronto seppur uno lato Video e l'altro lato Foto.

I due Topic però nascono con approcci nettamente differenti.
Uno chiede consigli specifici sul settaggio della fotocamera per video matrimoniali e possibilmente la procedura per poter avvicinare la resa cromatica ai cuori più freddi di Sony
L'altro chiede lumi su come attenere in fase di scatto il colore tecnicamente più corretto o neutro senza influenza di luci esterne in particolari situazioni (discoteca, lampadine da casa, etc.).
In quest'ultimo ad un certo punto si è presentata la situazione di fare un parallelismo in campo video così mentre da una parte ho avuto lumi da Rider dall'altra li ho avuti da te... Cato ;)

In fondo seppur professioni creativamente, e anche per certi aspetti "dinamici", diverse.... da un punto di vista puramente tecnico entrambe si basano sugli stessi principi. Oggi addirittura facendo video con Reflex o Mirrorless si è aggiunta anche la voce ISO.... ;)

Salve... ho il seguente problema .. ogni volta c[…]

nel 2017, non esisteva proprio la tua GPU, prova […]

Adesso non manca nulla, ma io ti ho scritto alle 1[…]

Visto che il quesito è rimasto appeso, pur […]