Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni sui Cinecorder e sulle macchine fotografiche Dslr, SLT & Mirroless in ambito video.

Moderatore: Moderatori

da heich777
#1280947
Ciao a tutti.
Ho recentemente preso una mirrorless , sony alpha6300, che gira in 4k con bitrate di 100mb/s e 50mb/s e in 1080p con bitrate max 50mb/s.
Leggevo in alcuni punti che mantenere un bitrate elevato semplifica il workflow su pc. Premetto che essendo studente fuorisede utilizzo un pc portatile i7-4510U/16gb-ddr3/geforce850-4bg-ddr3 che ha la possibilità di reggere questi formati fluidamente con il trick del proxy file.

Vorrei sapere nello specifico se posso scalare il bitrate del video in acquisizione per lavorare con il girato, magari downscalando il 4k in 22mb/s, piuttosto che il 1080p a 10mb/s e ottenere dei vantaggi sul monitoring oppure conviene lavorare su bitrate più ampi?
da CCD
#1280959
Ciao heich777, permettimi di dire che la tua domanda non mi è chiara. Forse per la terminologia usata. Comunque da quel che intuisco delle tue richieste:
-è bene registrare sempre al massimo della qualità, e questo significa genericamente che è meglio usare un bitrate più elevato
-il bitrate dei proxy deve essere il più alto possibile e hai spazio disco a sufficienza; questo per darti una migliore visione durante l'editing, ma solo se il tuo editing risulta ancora fluido.
Quale sia il valore giusto dipende dalle specifiche del tuo computere e dal tipo di proxy che hai selezionato, quindi puoi solo fare prove tu stesso per determinarlo.

bye
da frank10
#1280975
Per la fluidità in fase di editing non è tanto una questione di bitrate, ma di codec IPB o All-I.
Cioè normalmente se usi un codec che registra solo I-frames, come prores o DNXHD, ma anche lo stesso h.264 all-I, con conseguente maggior bitrate, allora il video editing sarà più fluido. Invece se usi un codec come h.264 con IPB frames, cioè solo un I-frame ogni tanto, il computer farà più fatica a decodificare la sequenza e quindi minor fluidità. In questo caso la situazione di fluidità non migliora con bitrate più alti perché ci sarà sempre il problema della decodifica.
EDIT:
ovviamente il bitrate che scegli deve essere anche quello compatibile con la potenza del pc e delle unità di lettura.
da heich777
#1281035
Grazie. Quindi il consiglio generale é di fare proxy con file con codec i-frames e capire quale é il bitrste più adatto al mio pc. Mica esistono tool che consentono di forzare la macchina per capire quali siano le impostazioni migliori sia in fase editing che rendering?
da Rider
#1281040
Ciao.
Non esiste un tool del genere, anche perchè dovrebbe tener contro di come fai il montaggio (un paio di tracce o multicamera) e di quali effetti inserisci. Un simile varietà impedisce qualsiasi tentativo di previsione automatica.
da Tamarindo
#1281082
Con cosa monti? Il nuovo premiere per i proxy fa tutto in modo estremamente semplice e veloce, magari fai un paio di prove e vedi quale cosa gira meglio.
L'export anche li dipende più che dal file di partenza da dove va il video...se lo devo mandare su youtube è un conto, se devo fare il dcp per il cinema un altro.

questa è una guida per il recupero dei file[…]

Una domanda. Cosa sarebbe Freeform? Il nuovo modo […]

Buon giorno a tutti, possiedo una Sony PXW-X70 ch[…]

https://www.rocketstock.com/blog/color-grade-sunse[…]