Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni sui Cinecorder e sulle macchine fotografiche Dslr, SLT & Mirroless in ambito video.

Moderatore: Moderatori

#1308372
Ho letto con molta attenzione tutto il topic, compreso il lungo pippone sulla velocità di scrittura :)
Sto vagliando diverse alternative da tempo, ma questa BMPCC4K resta l'unica a convincermi come cavallo su cui puntare, a netto delle piccole mancanze mi pare sia uno dei migliori investimenti nella sua fascia di prezzo, al momento.

La mancanza che mi sta preoccupando è la durata della batteria, mi chiedevo se, per vostra esperienza, una buona soluzione possa essere un dummy con slot per batterie Sony 970A, ho visto che se ne trovano di compatibili a poco, con portata fino a 8800mAh, quindi in proporzione alle Canon dovrebbero garantire più di un'ora di utilizzo ciascuna. Qualcuno ha provato, o mi consigliate altro?
Agli inizi un paio di ore di autonomia mi saranno più che sufficienti, ma tendenzialmente vorrei arrivare alla mezza giornata o oltre in previsione di lavori più impegnativi, se fossero Canon ce ne vorrebbe una sporta, volevo capire se con 5 o 6 Sony al massimo si possa coprire la giornata di lavoro, o se sia meglio puntare su un formato superiore.

Mi chiedevo anche se su un gymbal, una batteria esterna montata "a sbalzo" (e ancora non so dove) potesse comportare un problema. E' necessario bilanciarla sulla macchina oppure tramite il cavetto del dumb conviene portare la batteria esterna verso il manico del gymbal?
#1308376
alechetti ha scritto:Ciao a tutti, vorrei condividere con voi questo:

Uso da un po' la BMPCC4K e devo dire che altre 2 cosine a mio avviso potevano aggiungerle... anche perchè non credo siano una limitazione hardware.
1) la possibilità di impostare uno o due stop di sovra o sotto esposizione mentre si ha attiva la funzione "auto exposure", io ho cercato in tutti i modi ma non sono riuscito a trovare come fare (se si può...) e questa secondo me sarebbe una funzione utile, soprattutto in condizioni di forte contrasto.
2) nella modalità timelapse non è possibile scendere sotto 5 fps di esposizione, anche questo a mio avviso è un grosso limite se si intende fare riprese notturne o di passaggio tramonto/notte con ripresa delle stelle/via lattea... anche a 25000 iso e con un ottica f1.2 non viene nulla... poi il cielo notturno va fatto a non più di 1600 iso altrimenti il rumore non si elimina. in questo caso servirebbe un tempo per singolo frame di almeno 10 secondi, non di 1/5.
ed è un vero peccato perchè con questa macchina si avrebbe un singolo file "raw" (braw) intero già "assemblato", molto più comodo da gestire anzichè una sequenza di scatti con fotocamera, da acquisire con qdslr dashboard per gestire i metadati nella bulb ramps, più passaggio con LRtimelapse, esportazione in Ligth room, ri-importazione in LRtimelapse, e rendering... insomma una gran menata, qui invece i file vengono "sfornati" già bell'e pronti e lavorabili come un raw.

ho provato a spiegare il tutto (per bene) in una mail ai signori di Black Magic chiedendo se fosse possibile implementare con i prossimi firmware questi "limiti" e mi hanno risposto così:

Hi Alessandro,

Thanks for the email.

The Pocket Cinema Camera 4K is a Cinema Camera and from my understanding of the workflow you have described is better suited on a stills camera. You can find further information on how Shutter functions on the camera on page 39 of the product manual.
The time-lapse feature on the Pocket Cinema Camera 4K allows you to capture one still frame at a time at different intervals. If you wanted to capture for 10- 20 seconds, this would essentially be just capturing video footage for 10-20 seconds.

I hope this information helps.

Kind regards,

Duwayne Knight
Camera Support Specialist
Blackmagic Design EMEA


A questo punto, sinceramente non so se hanno fatto finta di non capire o se proprio non mi sono spiegato bene io... ma vi assicuro che sono stato "cristallino"!

Aspetto curioso i vostri commenti...
Secondo me hai semplicemente sbagliato macchina. O meglio, può essere la macchina giusta per te se capisci che una cinecamera la devi usare per fare bene certe cose e per altre più semplici come usare gli automatismi, o ti rivolgi altrove o li disattivi e vivi felice facendoti vera esperienza sul campo.


Inviato dal mio Nokia 8.1 utilizzando Tapatalk

#1308556
Pilloso ha scritto: sab, 05 ott 2019 - 19:30 Ho letto con molta attenzione tutto il topic, compreso il lungo pippone sulla velocità di scrittura :)
Sto vagliando diverse alternative da tempo, ma questa BMPCC4K resta l'unica a convincermi come cavallo su cui puntare, a netto delle piccole mancanze mi pare sia uno dei migliori investimenti nella sua fascia di prezzo, al momento.

La mancanza che mi sta preoccupando è la durata della batteria, mi chiedevo se, per vostra esperienza, una buona soluzione possa essere un dummy con slot per batterie Sony 970A, ho visto che se ne trovano di compatibili a poco, con portata fino a 8800mAh, quindi in proporzione alle Canon dovrebbero garantire più di un'ora di utilizzo ciascuna. Qualcuno ha provato, o mi consigliate altro?
Agli inizi un paio di ore di autonomia mi saranno più che sufficienti, ma tendenzialmente vorrei arrivare alla mezza giornata o oltre in previsione di lavori più impegnativi, se fossero Canon ce ne vorrebbe una sporta, volevo capire se con 5 o 6 Sony al massimo si possa coprire la giornata di lavoro, o se sia meglio puntare su un formato superiore.

Mi chiedevo anche se su un gymbal, una batteria esterna montata "a sbalzo" (e ancora non so dove) potesse comportare un problema. E' necessario bilanciarla sulla macchina oppure tramite il cavetto del dumb conviene portare la batteria esterna verso il manico del gymbal?
Riguardo alla batteria secondo me la soluzione migliore sono le v-mount con piastra esterna, ci sono anche quelle Nano della Patona. La Nano da 95Wh mi è durata una giornata, quella da 50Wh mezza. Costa 150 euro ma a parità di durata spendi di più a prendere 3-4 batterie Sony NP o una decina di Canon LP.
#1308564
Koroshiya ha scritto: dom, 13 ott 2019 - 13:39
Riguardo alla batteria secondo me la soluzione migliore sono le v-mount con piastra esterna, ci sono anche quelle Nano della Patona. La Nano da 95Wh mi è durata una giornata, quella da 50Wh mezza. Costa 150 euro ma a parità di durata spendi di più a prendere 3-4 batterie Sony NP o una decina di Canon LP.
Grazie per la testimonianza, certo anche i baseplate per V-mout sembrano costare come la batteria, e non capisco il motivo, quelli compatibili con le Sony si trovano a partire dai 35 euro già con cavetto per Blackmagic, e alcuni più semplici perfino la metà.
Un'altra curiosità: meglio con dummy o cavetto esterno? Uno dei due sistemi dà almeno informazioni sulla carica della batteria sul display della BM, o se si usa esterna bisogna sempre andare a naso?
#1308639
Harry_Lime ha scritto: dom, 06 ott 2019 - 02:00 Secondo me hai semplicemente sbagliato macchina.
Io non credo... evidentemente non sono in grado di spiegarmi bene, i concetti espressi non sono finalizzati ad avere degli "automatismi" in più... semplicemente cercavo di far notare dei limiti (almeno secondo il mio personale pensiero) su funzioni o automatismi che esistono già su questa macchina, vedi l'esposizione automatica a priorità di diaframma o otturatore e la funzione timelapse... che, sempre secondo il mio modesto parere, penalizzano abbastanza le potenzialità globali della camera e che NON necessitano, o meglio non dovrebbero aver bisogno di modifiche strutturali o importanti al software.
Ma nemmeno i signori di BlackMagic lo hanno capito... o hanno fatto finta di non capire.

Harry_Lime ha scritto: dom, 06 ott 2019 - 02:00 O meglio, può essere la macchina giusta per te se capisci che una cinecamera la devi usare per fare bene certe cose e per altre più semplici come usare gli automatismi, o ti rivolgi altrove o li disattivi e vivi felice facendoti vera esperienza sul campo.
Possiedo da tempo un altra camera con tutti gli automatismi, che spesso disattivo proprio per ottenere un certo tipo di qualità sulla ripresa che ho maturato negli anni, ma è una macchina ormai datata, che non può certo competere con la BM in qualità del sensore, del file ecc... per questo ho acquistato la BM. Quindi sono estremamente felice e sereno comunque :-D
#1308843
alechetti ha scritto:Interessante aggiornamento firmware...

https://www.blackmagicdesign.com/it/sup ... a28ba09d3b
Mah... Intruduce poche cose. Un anamorfico croppato inutile. Una estensione del frame rate a 75 fps ma in 2,39:1 (zcam con lo stesso sensore arriva a 160), e alcuni interventi cosmetici.
Io non la aggiorno, perché perdere il raw per queste cose non vale la pena.

William Fanelli

#1308868
…è tutto molto soggettivo… ieri sera ho fatto l’aggiornamento e ci ho giocato un po’, dal basso della mia umile esperienza invece posso dire che un centimetro o più, nel gioco commerciale di chi ce l’ha più lungo, l’ha acquisito ;) .
Se è vero che chi ha comprato questa macchina lo ha fatto anche per dare un look “cinematografico” alle riprese senza spendere un capitale (compreso il sottoscritto) penso apprezzerà la modalità 4096*1712 fino a 75 fps, che sono il 25% in più di prima, soprattutto se l’aspetto finale lo si voleva in 2.4:1 ritagliando il 4k dci.
Anche l’anamorfico a 80 fps ha un 30% in più di rispetto ai 60 iniziali, inoltre, con un piccolo investimento di un convertitore anamorfico (6-700 euro per un slr magic o schneider che per esempio si adatta a tutti i miei obiettivi) si postano a casa riprese “veramente” cinematografiche, con sfocati ovali e riflessi orizzontali impossibili da ottenere via software; mantenendo comunque 6.2 mpx che si possono o upscalare al 4k senza perdere tantissimo o guadagnando invece un enormità di informazioni su ciascun pixel se si usa il formato di uscita 1080, quindi dal mio punto di vista non è così inutile; si certo… la z-cam va al doppio della velocità (anche se i mega pixel sono sempre 6.2), ma costa più del doppio che diventa triplo perché si è costretti ad acquistare a parte monitor, microfono, ecc. a parte per farla funzionare… la BM mi permette di buttare tutto in uno zaino e attraversare la foresta per arrivare sulla cima del vulcano viaggiando il più leggero possibile portando a casa riprese che non sarei in grado di fare con una qualsiasi altra macchina di pari costo (che poi nello zaino ci deve stare anche il drone, il gimbal, la slitta per il time lapse ecc.).
Sempre sull’onda del downscaling al 1080 con maggiori informazioni per px non disdegno nemmeno anche l’ultima possibilità del 2.6k croppato a 3x a 120 fps, nemmeno paragonabile all'unica opzione di prima a 120fps con crop a 4x.
Questo unito al fatto di girare nel “finto” BMRAW, che perde praticamente nulla rispetto al RAW “vero” soprattutto nella mia modalità preferita Q0, non paragonabile certo al prores.

Si, è vero, le altre cose sono per lo più estetiche ma comunque io ho apprezzato:
l’USB PTP control, l’Horizon tool utilissimo sempre sulla cima del vulcano per azzerare correttamente il gimbal, lo zoom 8x anziché l’inutile 2x e, anche se sembra banale, il monitor tensione sul connettore 12 V, perché mi permette di vedere la tensione (e quindi la carica) della batteria da pochi euro al LiPo che uso al posto delle costosissime V-lock.

Quindi PER ME (soggettivo) se prima era interessante ora è del tipo… “come ho fatto senza fin’ora??”
Che la dice lunga sull’aspetto commerciale, ovvero l’hardware era in grado anche prima di eseguire queste feature… quindi perché aspettare un anno e mezzo? …ma tant’é…

poi se uno vuole il raw "vero" può sempre fare il downgrade alla versione 6.1, ci vogliono 4 minuti...

Spero di non irretire nessuno postando la mia opinione su quest’ultimo firmware di questa amata/odiata cinecamera… :-D

Alessandro
#1308872
alechetti ha scritto: ven, 25 ott 2019 - 11:47 Se è vero che chi ha comprato questa macchina lo ha fatto anche per dare un look “cinematografico” alle riprese senza spendere un capitale (compreso il sottoscritto) penso apprezzerà la modalità 4096*1712 fino a 75 fps, che sono il 25% in più di prima, soprattutto se l’aspetto finale lo si voleva in 2.4:1 ritagliando il 4k dci.
Anche l’anamorfico a 80 fps ha un 30% in più di rispetto ai 60 iniziali, inoltre, con un piccolo investimento di un convertitore anamorfico (6-700 euro per un slr magic o schneider che per esempio si adatta a tutti i miei obiettivi) si postano a casa riprese “veramente” cinematografiche, con sfocati ovali e riflessi orizzontali impossibili da ottenere via software;
Questi due aspetti sono proprio le cose che non mi hanno convinto, o perlomeno non mi hanno convinto a rinunciare al cdng. Ti spiego il perchè:
Premesso che possiedo una zcam (oggetto di un altro topic), su quella macchina rieco ad avere 160 fps in 4K DCI 2,39:1, che sono il doppio secco di quanto si riesce ad ottenere con la BMPCC4K. Ma diciamo che io non sono un fan del rallenty per cui non è un aspetto importante.
Invece, il discorso "anamorfico" mi fa un po' girare.
Questa macchina non ha la possibilità di andare in open matte, ovvero sfruttare una maggiore altezza del fotogramma in anamorfico, bensì croppa ad una risoluzione di circa 2,5 K o giù di lì. E il problema non è solo la risoluzione: mi sveno per acquistare o noleggiare lenti anamorfiche, per avere lo stesso angolo di visione di un DCI? L'anamorfico serve anche per avere un angolo ben più ampio di visione, che va ad usare la lente più vicino ai bordi, regalando l'aspetto e il look "anamorfico".
Sulla BMPCC4K io invece avrò all'incirca la stessa larghezza di fotogramma che avrei in 4K (o poco di più). certo ho i bokeh ovali dell'anamorfico, ma perdo in risoluzione, perdo in sfocato e perdo in look anamorfico.
Le macchine che fanno anamorfico in maniera seria usano un sensore a piena altezza, sfruttando quindi approssimativamente l'intera larghezza del sensore. L'anamorfico nasce su pellicola proprio per sfruttare al massimo l'intero fotogramma. E il problema è che macchine economiche come le Gh5, Gh5s, e zcam infatti lo fanno in questo modo.
Insomma, l'aggiunta dell'anamorfico è un anamorfico da poveri.
Le altre aggiunte come ho scritto le ritengo utili ma cosmetiche, non abbastanza utili da passare al braw.
Ultima modifica di willyfan il ven, 25 ott 2019 - 17:55, modificato 1 volta in totale.
#1308873
alechetti ha scritto: ven, 25 ott 2019 - 11:47 Questo unito al fatto di girare nel “finto” BMRAW, che perde praticamente nulla rispetto al RAW “vero” soprattutto nella mia modalità preferita Q0, non paragonabile certo al prores.
Se per te questo è "praticamente nulla" buon per te. io vedo un 10% abbondante di dettaglio in meno e un moirè infinitamente maggiore. Test fatti con la stessa macchina e la stessa ottica.
TEST_01_300.jpg
TEST_01_300.jpg (126.32 KiB) Visto 433 volte
TEST_02_300.jpg
TEST_02_300.jpg (99.91 KiB) Visto 433 volte
Questi sono i file ingranditi al 300% per vedere meglio le differenze...
#1308924
Ti chiedo scusa ma non riesco a seguirti… cioè forse mi sfugge qualcosa, ho letto tanti tuoi post e per me sei “un riferimento” ma qui non ti seguo.
Tu dici che non è open matte, ma la risoluzione anamorfica introdotta con il 6.6 è 2.8K 4/3 2880*2160 per 80 fps…
Cioè a me sembra che l’altezza del fotogramma sia piena, o no? Quindi se monto un adattatore anamorfico 2x per il formato 4/3 dovrei ottenere un rapporto d’aspetto “equivalente” a 5760*2160 punti quindi per me (sempre che non mi sbaglio perché io di sicuro non sono esperto) non solo l’altezza rimane invariata ma si guadagna pure in fattore crop sulla larghezza, ovvero si passa da 2x a 1.5x che poi sulla diagonale, che sarebbe più corretto misurare, è pure maggiore.
Poi è vero che l’anamorfico nasce sulla pellicola per usare tutto il fotogramma, infatti posso montare una lente anamorfica con compressione inferiore 1.33x per usare tutto il sensore con rapporto 16/9, senza perdere risoluzione rimanendo a 60 fps originali della prima relase.
Però io il confronto lo devo fare con quello che ho, tra il vecchio firmware ed il nuovo per dire se ci sono miglioramenti… per questo motivo anche il confronto con la z-cam, per me, è fuori luogo.
Cioè prima avevo un sensore che poteva fare il 4K dci a max 60fps, se aggiungo un lente anamorfica guadagno un 25% in crop e basta, ora ho ANCHE la possibilità di impostare il 2.8K, si è vero, perdo il 12% in risoluzione totale… ma guadagno lo stesso un 25% nel crop e il 30% in frame rate.
Sbaglio?
Poi ci sta che il rallenty non è tutto… ma per me, usato dove serve, “racconta” meglio un idea rispetto alla risoluzione pura… così come preferisco di gran lunga una lente che restituisce il miglior contrasto possibile rispetto alla risoluzione (visto che in ottica l’uno va a scapito dell’altro) perché le immagini sono molto più reali e naturali.

Per questo mi sento di non essere del tutto d’accordo con te quando dici “introduce poche cose… inutili”
Non prenderla come una critica… scrivo principalmente per capire, sarò il primo a dire mea culpa se mi rendo conto di aver detto cavolate, ma cerco sempre di essere oggettivo, di sicuro non voglio convincerti a fare l’aggiornamento… ;)

Toglimi solo un ultima curiosità:
nel sito di z-cam vedo però che 160 fps li fa a 3840x1620 non in DCI e solo in H265, in 4K dci arriva a 120 fps e sempre solo in H265 giusto?
Quindi se guardiamo dal punto di vista del data rate non è il doppio secco rispetto alla BM, anzi, quasi lo stesso…
Quindi chissà… magari il prossimo fw di BM vedremo ancora più fps?? Magari.. ;)
#1309031
Le ottiche anamorfiche VERE costano centinaia di euro al giorno di noleggio, per cui non vedo il senso di questa opzione su camere dal costo di 2000 euro massimo. Chi la userà le userà per gioco o per lavori molto low budget visto che le ottiche anamorfiche per modo di dire, quelle economiche, hanno una qualità ottica che ti fanno rimpiangere il 50mm Canon da 100 euro, quindi non giustificano la scelta dell'anamorfico.

Per quanto riguarda le piastre v-lock, costano di più perchè a differenza di quelle Sony NP sono dei veri e propri distributori. Ovvero hai vari ingressi con cui puoi alimentare non solo la camera ma anche un monitor esterno, un follow focus wireless, un trasmettitore video e in alcuni casi addirittura smartphone o tablet perchè hanno anche presa USB (che io ho trovato utilissima perchè ci alimentavo lo Speedbooster sugli attacchi passivi).

Sul fatto che la Pocket 4K sia una camera da situazioni difficili ho i miei dubbi. Ho effettuato una giornata di riprese con la Pocket 4K a 3500 metri di altezza sulla neve e dopo pochi minuti il gymbal l'ho buttato per terra dandogli pure un calcio perchè era totalmente inutile in quella situazione. Il giorno dopo sono andato con la GH5 utilizzandola a mano e ho ottenuto immagini decisamente migliori, non perchè il sensore o il codec siano migliori di quelli della Pocket 4K (penso esattamente il contrario) ma perchè la comodità dello strumento mi ha concesso di catturare immagini più velocemente e quindi dandomi maggiore tempo di pensiero. Il problema principale della Pocket 4K per me è il rolling shutter terribile che non ne fanno una macchina da utilizzare a mano ma solo su set studiato e controllato, oppure per robe fashion dove non ci si stacca mai dal gymbal. Inoltre il fatto che è quasi necessario montarci un rig, un monitor/evf esterno, SSD, batteria pesante ecc. contribuiscono a convincermi ancora più di questa mia idea. Quindi che senso ha fare una cinema camera a 1300 euro nel corpo di una mirrorless se poi devi spenderci il triplo per riggarla e ti diventa pesante e ingombrante come una spallare senza avere il bilanciamento di una spallare? Dirò una cosa provocatoria ma secondo me a conti fatti non si discosta molto dalla 2,5K MFT con Speedbooster come qualità, ed è decisamente inferiore alla Ursa Mini Pro, è solo una filosofia diversa (degli ISO me ne frega poco, sinceramente). Sinceramente sto attendendo con ansia la Sigma FP, se conferma le promesse sulla carta, per accantonare definitivamente la Pocket 4K per i lavori low budget e veloci. Con la Pocket 6K ci ho girato recentemente e mi è sembrata una cavolata, se uno non muore per la risoluzione maggiore è praticamente una Pocket 4K con lo Speedbooster incorporato (ma a un prezzo maggiore) e l'attacco EF non è così pratico ed universale come quello MFT. Secondo me è stata addirittura sviluppata insieme alla 4K ma lanciata dopo sul mercato per ovviare al problema dei tempi di attesa, ed utilizzare la 4K come tester, ma sono basilarmente la stessa cosa.
#1309044

alechetti ha scritto:Ti chiedo scusa ma non riesco a seguirti… cioè forse mi sfugge qualcosa, ho letto tanti tuoi post e per me sei “un riferimento” ma qui non ti seguo.
Tu dici che non è open matte, ma la risoluzione anamorfica introdotta con il 6.6 è 2.8K 4/3 2880*2160 per 80 fps…
Cioè a me sembra che l’altezza del fotogramma sia piena, o no? Quindi se monto un adattatore anamorfico 2x per il formato 4/3 dovrei ottenere un rapporto d’aspetto “equivalente” a 5760*2160 punti quindi per me (sempre che non mi sbaglio perché io di sicuro non sono esperto) non solo l’altezza rimane invariata ma si guadagna pure in fattore crop sulla larghezza, ovvero si passa da 2x a 1.5x che poi sulla diagonale, che sarebbe più corretto misurare, è pure maggiore.
Poi è vero che l’anamorfico nasce sulla pellicola per usare tutto il fotogramma, infatti posso montare una lente anamorfica con compressione inferiore 1.33x per usare tutto il sensore con rapporto 16/9, senza perdere risoluzione rimanendo a 60 fps originali della prima relase.
Però io il confronto lo devo fare con quello che ho, tra il vecchio firmware ed il nuovo per dire se ci sono miglioramenti… per questo motivo anche il confronto con la z-cam, per me, è fuori luogo.
Cioè prima avevo un sensore che poteva fare il 4K dci a max 60fps, se aggiungo un lente anamorfica guadagno un 25% in crop e basta, ora ho ANCHE la possibilità di impostare il 2.8K, si è vero, perdo il 12% in risoluzione totale… ma guadagno lo stesso un 25% nel crop e il 30% in frame rate.
Sbaglio?
Poi ci sta che il rallenty non è tutto… ma per me, usato dove serve, “racconta” meglio un idea rispetto alla risoluzione pura… così come preferisco di gran lunga una lente che restituisce il miglior contrasto possibile rispetto alla risoluzione (visto che in ottica l’uno va a scapito dell’altro) perché le immagini sono molto più reali e naturali.

Per questo mi sento di non essere del tutto d’accordo con te quando dici “introduce poche cose… inutili”
Non prenderla come una critica… scrivo principalmente per capire, sarò il primo a dire mea culpa se mi rendo conto di aver detto cavolate, ma cerco sempre di essere oggettivo, di sicuro non voglio convincerti a fare l’aggiornamento… ;)

Toglimi solo un ultima curiosità:
nel sito di z-cam vedo però che 160 fps li fa a 3840x1620 non in DCI e solo in H265, in 4K dci arriva a 120 fps e sempre solo in H265 giusto?
Quindi se guardiamo dal punto di vista del data rate non è il doppio secco rispetto alla BM, anzi, quasi lo stesso…
Quindi chissà… magari il prossimo fw di BM vedremo ancora più fps?? Magari.. ;)
Allora, partiamo dall'anamorfico.
Le macchine che fanno anamorfico seriamente usano la massima altezza del sensore che però non è 2160 pixel ma è intorno ai 2800 pixel.
In larghezza il sensore viene usato tutto o quasi. Prendiamo la zcam, la risoluzione in anamorfico è 3696 x 2772.
In pratica si ottiene una immagine equivalente ad una risoluzione 7382 x 2772, che rispetto ai 5760 x 2160 che tu citi ha una quantità di informazioni che è quasi il doppio.
Lo stesso vale per l'angolo di campo. Sulla pocket hai un angolo di campo aumentato di un 30%. Sulla zcam (ma è solo un esempio, vale anche per la Gh5, o red o Arri) hai un angolo di campo che sfrutta veramente la lente anamorfica, aumentato da 4096 a 7382. Praticamente un aumento dell'85%.
Non solo. Mentre su tutte le camere che fanno anamorfico seriamente il numero di pixel sfruttato è maggiore del canonico 4096 x 2188 che corrisponde ad una immagine da 8, 5 megapixel circa, portandolo almeno ad un megapixel in più con maggiore qualità, sulla pocket il dettaglio in anamorfico si riduce a circa 6 megapixel, addirittura 2 e mezzo in meno.
Addirittura, se giri con la pocket a 2,40:1 (4096*1728) hai più risoluzione che girando in anamorfico! La qual cosa è assurda, e a meno che dell'anamorfico interessino solo i bokeh ovali non ha alcun senso.

Seconda cosa: hai letto male le caratteristiche della zcam. C'è una modalità a 150 fps a 4k 2,40:1, paragonabile a quella della pocket che però si ferma esattamente alla metà ovvero 75 fps.
Il datarate che c'entra invece? La scelta di usare h265 è proprio dovuta ai limiti di datarate di hard disk e schede. I fotogrammi vengono registrati tutti 150. Anche la pocket non permette di usare i bitrate più alti ad alti fps. Con questo ragionamento, mi dici che la Red, che ha gli stessi datarate, da una immagine uguale alla pocket? Capisci che non ha molto senso questo ragionamento.

Ora, io ho anche specificato una cosa importantissima.
Io non faccio l'upgrade perché la mia Bmpcc4k ha ancora il vero raw in cdng.
Se lo avessero mantenuto farei l'upgrade. Anche se sono cose che non userò, ci sono alcune utilità cosmetiche che potrebbero essere utili.
Ma se il prezzo da pagare è l'uso di quella schifezza di braw, se lo possono tenere. Peraltro, oltre alla pocket ho 2 Gh5 e una zcam che possono coprire tutte le esigenza senza aggiornamento.

William Fanelli

#1309124
Scusami William ma continuo a non seguirti... "matematicamente" i conti non mi tornano, inoltre non capisco ancora il paragone con altre camere su questo topic, in particolare in risposta al mio post specifico sul nuovo firmware... ma non voglio fare della polemica quindi mi fermo qui sul tema nuovo fw.

In risposta invece a Koroshiya:
in allegato il mio setup "da campo", ho speso 1390 $ della BM (compreso DaVinci), 349 $ del gimbal compreso il followfocus (AK2000 Feiuy), 100 $ del samsung T5, 69 $ del half rig della Tilta e 25 $ per 3 batterie zippy lipo e 3 canon LP-E6 compatibili, pesa in totale 3100 g. Costo totale escluso le ottiche 1933 euro, praticamente poco più di 100 euro per il corpo macchina di una GH5 che ha preso un amico a marzo del 2018.
Considera che il rig l'ho preso unicamente per riuscire a montare la BM "dritta" sul gimbal e quindi avere un offset di 15mm rispetto alla mezzaria dell'attacco per evitare che sbatta contro il motore del tilt

con questo setup con 1+1 batteria come vedi in foto la macchina rimane accesa per più di 3 ore con almeno 1 ora di riprese in 4k braw, arrivo a 4 ore in modalità timelapse azzerando la luminosità del display, in 10 secondi cambio le 2 batterie senza smontare la camera dal gimbal e in pratica con le 3+3 batterie si fa una giornata di escursioni dall'alba al tramonto.

ho usato il tutto sul Teide a 3800 metri, non c'era la neve ma era parecchio freschino! il mio gimbal ha funzionato così coma la BM (mi sembra che il tuo fosse un problema gimbal e non della BM). l'ho usata anche sul versante nord-est dell'isola de La Palma, ho ripreso un raro fenomeno di pioggia orizzontale in assenza di vento, in mezzo alla foresta di pini, tra le felci, in controluce con solo un berretto/ombrello di protezione e ho portato a casa immagini degne di un documentario della BBC... immagini credo impossibili da fare con la gh5 a mano libera, soprattutto con la possibilità di gestire i dettagli delle alte luci e delle ombre che offre il "schifoso" braw.
Penso che la situazione fosse abbastanza difficile, anche dopo 3 ore di trekking con un o zaino da 18 Kg
A volte seguo una compagnia teatrale in cui ho diversi amici, fanno rievocazioni western con tanto di revolverate a salve, sono bravi e si sono costruiti un set con tanto di saloon, prigione, banca ecc, vanno in giro per l'italia alle fiere country e spesso mi chiamano a filmare i loro scketch in diretta, ci vado in cambio di una mangiata... che tra amici non ha prezzo per me, e le condizioni sono parecchio difficili da fare come one band man... ma una volta presa la mano io mi sono emozionato a vedere la resa del montaggio finito... loro sono rimasti folgorati! (il filmato è privato per questioni di diritti)

Per me che sono un amatore, che non me ne frega assolutamente di farlo diventare un lavoro e che quindi il budget deve essere basso non c'è nulla di meglio e non credo che lo stesso "setup" sfiguri o zoppichi in un set più professionale, magari è solo meno professionale da vedere.
non ho mai sentito l'esigenza di un secondo monitor o altre robe, e non credo che con una z-cam sarei riuscito a fare lo stesso setup "leggero" sia di peso che di prezzo, per una resa di quanto migliore? o forse peggiore?
Io sono un progettista meccanico, sono abituato a risolvere problemi con pochi soldi, ma sempre più spesso vedo persone che creano problemi anche se non ci sono...

Proverò a breve ad acquistare un adattatore anamorfico da 2-300 euro su ebay, ne ho visti alcuni che da youtube sono molto superiori al 50mm da 100 euro come qualità... ma anche in caso contrario ai ragazzi del western farà piacere di sicuro vedere gli ovali e i flares orizzontali :festa:

Alessandro
Allegati:
20191030_100644_HDR.jpg
20191030_100644_HDR.jpg (452.03 KiB) Visto 270 volte
#1309126
alechetti ha scritto: mar, 05 nov 2019 - 14:06 Scusami William ma continuo a non seguirti... "matematicamente" i conti non mi tornano, inoltre non capisco ancora il paragone con altre camere su questo topic, in particolare in risposta al mio post specifico sul nuovo firmware... ma non voglio fare della polemica quindi mi fermo qui sul tema nuovo fw.
Non so che farci. Io non devo convincere nessuno, e se per te l'anamorfico come è stato implementato va bene, va bene a tutti. Ho cercato di spiegare perchè secondo me è un upgrade inutile ed ho citato altre macchine che possiedo (come possiedo la blackmagic) solo per fare un paragone di come le cose dovrebbero essere fatte per avere un senso.
Il topic qui è un topic dedicato alla BMPCC4K, non è il topic dei fanboy per cui non si può dire nulla, ne il topic dedicato all'ultimo firmware ma alla macchina in generale.
Ho pubblicato anche delle immagini di confronto sopra, per le quali non hai espresso alcun giudizio, che invece per me fanno la differenza.
Riassumo: per me la macchina è eccezionale se usata al massimo delle possibilità (in cdng, per capirci). Perde molto appeal se per avere la bolla per tenere la camera diritta devo perdere il cdng.
L'anamorfico ho spiegato perchè non mi sembra interessante.
Detto questo, ognuno fa le sue scelte. Mi hai chiesto come mai esprimevo quel giudizio e te l'ho scritto più volte. Se la cosa non ti torna "matematicamente" me ne farò una ragione, ma non sarò certo io a cambiare idea, ma non è nemmeno obbligatorio che la cambi tu.
  • 1
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9
[Presentazione] Ciao a tutti

Ciao Alessandro , lo STAFF e i MOD tu[…]

[DaVinci Resolve] Potenza di calcolo

Scusa, dimentica quanto scritto sopra. Quello se[…]

quindi? hanno fatto cazzate?

Mi chiedo, che senso abbia Premiere ad oggi, essen[…]