Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni generali sull'authoring di DVD Video e Blu-Ray Disc.

Moderatore: Moderatori

#1282119
Buonasera a tutti. In questi giorni mi sto cimentando nella realizzazione di DVD che dovranno essere compatibili con tutti i supporti Europa e USA. Registro con una Sony Handycam HDR-XR160 del 2011, edito i file video con Adobe Premiere Pro CS6, regolo l'audio con Adobe Audition CS6 ed esporto con Adobe Encore CS6. Per la masterizzazione non mi sono ancora attrezzata poiché fino ad oggi ho sempre realizzato video per YouTube e non ho mai avuto l'esigenza di trasferire i miei file su un supporto fisico.

I file di origine sui quali lavoro sono .MTS 1920x1080 25fps con audio 5.1 a 48 kHz. Premettendo che non ho alcuna esperienza in campo di realizzazione DVD, dopo un primo approfondimento e ricerche sul forum ho optato per creare sequenze in DVD/NTSC 720x576 25fps, tralasciando quindi il formato PAL; ma prima di fare un gran lavorone per nulla avrei bisogno di un parere più esperto. Le mia domanda quindi è la seguente: posso continuare a lavorare tranquillamente su questo formato per ottenere il massimo della qualità video ed esportare DVD compatibili in tutto il mondo?

Sperando di non aver tralasciato dettagli e di aver chiesto nella sezione corretta, vi ringrazio fin da ora per i vostri pareri. Buona serata a tutti!
#1282123
Stai facendo alcuni errori.
Intanto, a rigore di standard non esiste un formato compatibile su DVD Europa e USA perché in Europa si usa il PAL e in USA L'NTSC.
Se essere standard non è un must, puoi fare come alcuni produttori di film porno e fare tutto in NTSC confidando che i lettori europei saranno in grado di leggere questo formato, se non sono troppo vecchi.
Detto questo, non è possibile fare una sequenza NTSC a 720 x 576 a 25 fps, per la semplice ragione che quella è... PAL!
NTSC sarebbe 720 x 480 a 30 fps, o meglio a 29,97.
Ora non so I file di origine da dove arrivino, ma se sono a 25 devono essere convertiti, operazione non indolore.
Non so se è materiale girato con una camera, se lo fosse, è se c'è la possibilità, io girerei tutto a 24, che è facile da portare in NTSC. Oppure, ma è da vedere che materiale sia, si può portare il 25 a 24 rallentando un pelo.
Alla fine o fai tutto in NTSC, o fai i DVD europei in PAL e quelli americani e giapponesi in ntsc. Oppure fai dei bluray a 24,quezti si compatibili in tutto il mondo.
Ho semplificato molto, la materia è complessa...
#1282140
La soluzione del rec a 24p sarebbe la migliore per la doppia compatibilita'. Detto questo, la tua cam, registra a 24p ( o 23,976p)?. Le luci dove girerete, producono sfarfallamenti registrando a 24p e in caso di si, puoi adottare un syncroscan nella telecamera, per evitarlo?
Sono domande tecniche, ma fanno la differenza, fidati...
#1282151
Intanto, a rigore di standard non esiste un formato compatibile su DVD Europa e USA perché in Europa si usa il PAL e in USA L'NTSC.
Se essere standard non è un must, puoi fare come alcuni produttori di film porno e fare tutto in NTSC confidando che i lettori europei saranno in grado di leggere questo formato, se non sono troppo vecchi.

In effetti la mia prima scelta era ricaduta sulla produzione di DVD in PAL e in NTSC da rilasciare a seconda dell'acquirente. Poi continuando ad informarmi (probabilmente nel posto sbagliato, ecco perché sono a chiedervi aiuto qui) ho optato per il PAL e ho cominciato, intanto, a lavorare in questo sistema.

Detto questo, non è possibile fare una sequenza NTSC a 720 x 576 a 25 fps, per la semplice ragione che quella è... PAL!
NTSC sarebbe 720 x 480 a 30 fps, o meglio a 29,97.

E hai perfettamente ragione perché mi sono confusa io! Sto tutt'ora lavorando il PAL, non in NTSC.

Ora non so I file di origine da dove arrivino, ma se sono a 25 devono essere convertiti, operazione non indolore.
Non so se è materiale girato con una camera, se lo fosse, è se c'è la possibilità, io girerei tutto a 24, che è facile da portare in NTSC. Oppure, ma è da vedere che materiale sia, si può portare il 25 a 24 rallentando un pelo.

I file di origine vengono registrati con una Sony Handycam HDR-XR160 del 2011 che mi rilascia file in .MTS 1920x1080 25fps con audio 5.1 a 48 kHz e francamente non credo sia possibile girare in 24fps. Ti riporto le impostazioni che mi permette di modificare:

Impostazione Qualità dei Filmati: Qualità Ottima FX, Alta Qualità FH, Standard HQ e Lunga Durata LP;
Frequenza di Quadro 50i o 50p;
Qualità dell'Immagine: Qualità HD o Qualità STD;

Io fino ad ora ho lavorato con Qualità Ottima FX, Frequenza di Quadro 50i e Qualità dell'Immagine Qualità HD. Queste le uniche impostazioni modificabili da camera. Sarò sincera, le conversioni mi spaventano.

Alla fine o fai tutto in NTSC, o fai i DVD europei in PAL e quelli americani e giapponesi in ntsc. Oppure fai dei bluray a 24,quezti si compatibili in tutto il mondo.
Ho semplificato molto, la materia è complessa...

So bene che la materia è complessa, per questo mi son fatta venire dei gran mal di testa nel tentativo di venirne a capo, e purtroppo il tempo per informarmi come vorrei non gioca a mio favore (ho dei tempi piuttosto stretti di produzione). Quando parli di BlueRay però intendi il proprio il supporto fisico BlueRay vero? Quindi quello masterizzabile e leggibile solo da chi è attrezzato?
#1282153
Non è che tu abbia molte possibilità. La camera registra solo in PAL per cui la produzione in PAL è probabilmente la scelta più assennata. A questo punto girerei a 50p, se non altro la eventuale conversione verrà meglio.
Appurato che per i dvd ti consiglio vivamente di fare due versioni, per capire come muoversi occorrono altre info, come che tipo di filmati stai facendo e anche come saranno replicati i dischi, via masterizzazione o stampa?
Riguardo al bluray si, per riprodurlo occorre essere "attrezzati" ma oggi un lettore bluray costa 50 euro, e legge pure i dvd... Ma dipende chi è tuo acquirente. Comunque non potendo girare a 24, il bluray lo escluderei.
#1282154
La soluzione del rec a 24p sarebbe la migliore per la doppia compatibilita'. Detto questo, la tua cam, registra a 24p ( o 23,976p)?.

Vedi risposta sopra.

Le luci dove girerete, producono sfarfallamenti registrando a 24p e in caso di si, puoi adottare un syncroscan nella telecamera, per evitarlo?
Sono domande tecniche, ma fanno la differenza, fidati...

E qui viene il bello...! La vita di chi fa questo mestiere nell'ambiente delle Arti Marziali è resa impossibile da moltissimi fattori.

Faccio una premessa. Dal 2011 mi occupo di fare riprese video di giornate di incontro di un'Arte Marziale specifica, l'Aikido; questi eventi si svolgono praticamente ogni volta in un posto diverso e la maggior parte delle volte in ambienti a me totalmente sconosciuti e ai quali mi approccio per la prima volta mezz'ora o un'ora prima dell'inizio dell'evento stesso. Generalmente si parla comunque di spazi chiusi, che possono essere enormi capannoni con condizioni di luce artificiale pessima ed acustiche raccapriccianti, palestre buie o con enormi finestroni, stanze dalle forme più disparate ecc.

Si aggiungono problemi non indifferenti causati dai colori principali presenti a questi eventi: abbigliamento bianco e nero, tappeti per la pratica di colore rosso acceso, blu elettrico o verde brillante. Senza contare che le riprese devono essere effettuate nelle peggiori delle condizioni, facendo a gomitate tra i partecipanti pur di ottenere una buona posizione di ripresa e riprendendo soggetti che spesso e volentieri sono controluce. Concludo precisando che gli eventi si svolgono in questo modo: dalle 9 alle 11 ore di evento nell'arco di un weekend, dove il Maestro spiega la tecnica per qualche minuto (che è la parte che devo riprendere) e poi lascia spazio alla pratica. Tradotto, un vero inferno.

Attenzione, non sono in tanti a fare questo mestiere, perché:
1. Chi partecipa a questi eventi va per praticare e non per fare video a scopo di diffusione, al massimo lascia la videocamera fissa in un punto e lascia tutto al destino; in sei anni che abbiamo girato l'Europa non abbiamo mai visto nessuno fare riprese "serie" come le facciamo noi.
2. Francamente non è un settore che paga perché ha poco giro, ma la nostra Associazione è ormai riconosciuta come quella che "fa i video belli" e la produzioni di DVD è un progetto a cui stiamo lavorando da diversi anni e che nonostante i bassi guadagni ci teniamo a portare avanti, per altri motivi che non vi sto a spiegare.
3. Come si può intuire è un lavoraccio pesante, stressante e in condizioni disumane che non tutti sono disposti a fare.

Per queste ragioni gran parte di questi eventi non vengono mai ripresi professionalmente; tuttavia ho visto su YouTube riprese di eventi simili a questi che sono da mettersi le mani nei capelli. Generalmente le produzioni che si trovano in giro sono di bassa qualità, basta farsi un giro su YouTube per capire i livelli di cui stiamo parlando. Di professionisti nell'ambiente ce ne sono ben pochi e comunque nel giro in cui lavoriamo noi (che è comunque europeo con partecipazione da parte di statunitensi) sono l'unica che "lavora" per questa grossa Associazione. Uso le virgolette perché non sono una professionista ma poco più che una volontaria che mette a disposizione tempo e passione.

Ergo (scusate il papiro) ogni condizione di ripresa per me è un enorme mistero e devo adattarmi velocemente e nel migliore dei modi. Ovvio, non potremo mai mirare a produzioni di altissima qualità ma vi assicuro che, per quanto sia mediocre il materiale che produciamo e diffondiamo, rimane comunque qualitativamente superiore a quello che si trova in giro; quindi per il momento ci sta bene così, considerati i mezzi di cui disponiamo. Il punto adesso è ottenere il meglio con quello che abbiamo e francamente mi sono stufata di ammazzarmi in post produzione! :risata: Pertanto se avete qualche consiglio lo accetto di buon grado! :scusa:

Per quanto riguarda il SyncroScan... Non sono molto informata a riguardo. Puoi illuminarmi?
#1282155
Riguardo al bluray si, per riprodurlo occorre essere "attrezzati" ma oggi un lettore bluray costa 50 euro, e legge pure i dvd... Ma dipende chi è tuo acquirente. Comunque non potendo girare a 24, il bluray lo escluderei.

Ti dirò, gli acquirenti sono mediamente tra i 25 e i 60 anni e francamente dubito che gran parte di loro siano "attrezzati". Manco io c'ho il lettore BlueRay da TV, figuararsi altri elementi che a stento usano il computer! Da qui la causa delle mie paure: preferisco avere un classico buon vecchio DVD che anche i meno attrezzati possono visualizzare a casa propria ed evitare di fornire un servizio non all'altezza.

Non è che tu abbia molte possibilità. La camera registra solo in PAL per cui la produzione in PAL è probabilmente la scelta più assennata. A questo punto girerei a 50p, se non altro la eventuale conversione verrà meglio.

Ok, quindi continuo le riprese in Qualità Ottima FX e Qualità dell'Immagine Qualità HD ma cambio la Frequenza di Quadro 50p.

Appurato che per i dvd ti consiglio vivamente di fare due versioni, per capire come muoversi occorrono altre info, come che tipo di filmati stai facendo e anche come saranno replicati i dischi, via masterizzazione o stampa?

Ok, quindi lavorerò sia in sistema PAL che in sistema NTSC e potrò stare sicura che venderò un prodotto totalmente adatto alle esigenze dei miei acquirenti.

Cosa intendi con che tipo di filmati sto facendo? Per ora ti posso dire che sono riprese nonstop di brevi spiegazioni (dai 30 secondi ai 5 minuti, in base al Maestro) che vengono montate una dietro l'altra e unite con la fedelissima dissolvenza fino ad ottenere "lezioni" della durata di circa 15-20 minuti l'una. Ogni lezione è un capitolo da moltiplicare per il numero di Maestri che hanno insegnato all'evento, generalmente tra i 9 e gli 11 per un totale di circa 120 minuti di DVD. Una cosa molto blanda: ritaglio delle clip, aggiustamento del suono, aggiustamento dei colori, inserimento della filigrana e il prodotto è pronto.

I DVD verranno masterizzati in casa perché non abbiamo né i numeri, né i tempi né il budget per stamparli in altro modo.
#1282159
valuta se per gli acquirenti del formato NTSC, se puoi consegnare un pen drive con il video in 1920*1080 25p o 50p, i files letti da pc , o da lettori multimediali, danno molti meno problemi con formati PAL o NTSC , in qualunque parte del mondo, se si confrontano con i lettori da tavolo DVD, che potrebbero non accettarti i DVD PAL. in questo caso consegneresti anche delle belle riprese e montaggio full HD .
questo è la prima strada che percorrerei

alternativa, fai un montaggio PAL, esporti pal e realizzi un DVD PAL, poi trasferisci il progetto PAl , su una timeline NTSC e fai gli aggiustamenti che ti si renderanno necessari (cambierà qualcosa e se le scritte e grafiche , avevano del movimento pensato per il PAL, dovrai rivederle, se sono grafiche e testi immobili, puoi anche lasciarle così. una volta ricontrollato tutto, esporti come NTSC e realizzi i DVD NTSC. ci saranno dei microscatti nel video, se tu realizzi riprese a 50p e realizzi un DVD a 60i , ci saranno delle incongruenze di base , ma se il livello è quello che dici , e non fate pagare uno spoposito i DVD , non penso si lamenterà nessuno (io propenderei per la soluzione full HD PAL , da consegnare su pen drive) . se invece inizierete a fare un guadagno disceto, in futuro potete pensare di acquistare una telecamera che possa registrare in 24p e con syncroscan, per evitare-limitare , proiblemi con le luci dei vari luoghi di registrazione le vecchie telecamere prosumer tipo sony Z1 - Z5 , con recorder su scheda CF, sono ottime per questo tipo di impiego.

(la stragrande maggioranza delel reflex riesce a riprendere a 24p , pensate se esiste un ragazzo dei vostri appassionato di fotografia) non hanno il syncro scan , ma devi valutare sul posto se serva o meno, a volte basta l'otturatore a 1/50 sec.
#1282203
In effetti avevo valutato l'idea di mettere a disposizione un link per il download (la pen drive è troppo dispendiosa e gli acquirenti fuori Europa potrebbero essere tanti) da consegnare a chi acquista il DVD in NTSC, così da renderli comunque soddisfatti.

Continuerò a lavorare in PAL e vedrò se il risultato in NTSC può soddisfarmi, altrimenti opto per il file PAL in HD e pace! Grazie infinite per il supporto e per i consigli! :scusa:
#1282288
NUOVA IDEA! Sperimentando sono giunta a questa conclusione. Per gli utenti Europa creerò un DVD in PAL leggibile dai comuni lettori DVD, mentre per gli utenti USA creerò un DVD in HD leggibile solo da PC (spiegando che per motivi di incompatibilità con il sistema europeo consigliamo la versione PC).

Ora, i miei primi tentativi mi hanno portata ad optare per l'esportazione da Adobe Premiere di file per il montaggio DVD con le seguenti caratteristiche:

Formato MPEG-2/DVD
Qualità 5
Sistema PAL
FPS 25
Ordine campo: Nessuno (Progressivo)
Proporzioni pixel: Widescreen 16:9
Rendering a profondità massima spuntato
Usa massima qualità di rendering spuntato

Con queste impostazioni ottengo un bel DVD leggibile egregiamente sia da lettore DVD che con riproduzione da PC, e ne sono soddisfatta.

La domanda è la seguente: che impostazioni di esportazione è meglio utilizzare per i DVD leggibili solo da PC? In generale come vi sembra come idea?
#1282298
C'è anche un'altra eventualità che potrebbe funzionare, volendo mantenere la struttura dei menu, i punti capitolo, ecc, da Encore è possibile esportare un modalità Flash, in pratica lo stesso progetto DVD o Bluray si visualizza con un browser su computer
#1282300
l'esportazione come flash è praticabile, ma secondo me limita i dispositivi che possono riprodurlo. il fare un DVD con dentro i files full hd pal , permette dileggere da pc e da certi dispositivi, non direttamente da certi lettori multimediali. per entrare in questi lettori, devono fare un copia incolla , da supporto DVD a pennetta.
#1282304
Con queste impostazioni ottengo un bel DVD leggibile egregiamente sia da lettore DVD che con riproduzione da PC, e ne sono soddisfatta.

La domanda è la seguente: che impostazioni di esportazione è meglio utilizzare per i DVD leggibili solo da PC? In generale come vi sembra come idea?

Ciao.
La tua idea è valida e facile da realizzare.
Per il file da vedere al computer puoi usare le impostazioni H264 1920x1080 25fps con audio 5.1 a 48 kHz in file.mp4
Il bitrate tipo VBR 1 pass con max 17Mbps, target 12Mbps, per non rischiare di superare i limiti del supporto DVD che ora non ricordo quali siano (se nessuno ci aiuta, puoi sempre fare dei dischi di prova a valori diversi.)
Al limite , l'avvertenza sarà che se si riscontra una riproduzione a salti, allora il file va prima copiato su un disco interno del computer.
#1282308
Se ripieghi sul file scaricabile e hai bisogno dei menù, puoi fare una struttura bluray e consigliare alla gente di leggerla con KODI, sistema disponibile su tutte le piattaforme, anche android.
#1282310
Per il file da vedere al computer puoi usare le impostazioni H264 1920x1080 25fps con audio 5.1 a 48 kHz in file.mp4
Il bitrate tipo VBR 1 pass con max 17Mbps, target 12Mbps, per non rischiare di superare i limiti del supporto DVD che ora non ricordo quali siano (se nessuno ci aiuta, puoi sempre fare dei dischi di prova a valori diversi.)

Ti ringrazio molto! Con queste impostazioni ottengo un file di 11GB, non è un problema? :lol: Il video è lungo 129 minuti.

Benvenuti in questo nostro forum :festa:

[Panasonic GH5]

Mi pareva infatti, se sali con il prezzo c'è[…]

[Cortometraggio Horror] Il Debito

Finalmente qualcuno che prova un genere original[…]

Presentazione

Buongiorno a tutti. Ho letto qua e la le presenta[…]