Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su come: unire, tagliare, aggiungere effetti, sottotitoli, etc.

Moderatore: Moderatori

#1304946
Buongiorno,

acquisito il concetto di base che la scelta migliore da impostare in fase di esportazione si basa sempre sulla destinazione d'uso. Premesso ciò, non avendo conoscenze avanzate nel merito, vorrei capire nel modo più chiaro e semplice possibile, cosa significano diverse sigle/settaggi per comprendere quando è meglio usare un codec/formato e relative opzioni d'export.

L'esempio concreto è un video che ho finito di montare con Davinci Resolve su Windows. Girato in UHD, lavorato in timeline in FHD e l'esportazione in FHD.

Questo video seguirà due destinazioni. La prima è youtube. Quindi utilizzo il formato MP4 con codec H.264 e scelgo manualmente un bitrate compreso tra 20000-30000 Kb/s ed un profilo Encoding impostato su HIGH.

Qui Una considerazione al volo potrebbe riguardare il fatto che nelle linee guida ufficiali di youtube, non richiedono bitrate cosi elevati, ma parlando ad esempio del 1080p a seconda che sia standard o a 60fps indica un range tra 3000 e 9000 kbps.

La domanda quindi è se per caso sia controproducente caricare bitrate maggiori? cioè se non gli dai in pasto esattamente quello che dice youtube, poi in fase di elaborazione si creano artefatti e degradazioni del video?
il criterio penso che dovrebbe essere che più qualità in termini di risoluzione e bitrate carichi, meglio dovrebbe essere per resistere alla rielaborazione che fa youtube, o sbaglio? ... l'ulteriore domanda è poi quale sarebbe l'alternativa/e oggettivamente migliore dell'mp4/h.264/bitrate da caricare su youtube per ottenere una minore degradazione del video e quindi una migliore qualità nella riproduzione del video?


La seconda destinazione del video, è quella di continuare il lavoro in un altro sistema. Su Mac con Final cut Pro X. Sulla tab deliver, c'è il preset dedicato e posso scegliere solo tre formati: Quicktime, MP4, MXF OP-Atom. Tranne l'MP4 che lavora solo con H.264, gli altri formati hanno diversi codec con relative differenti opzioni selezionabili.

Quale dovrei scegliere? partendo dalla massima qualità d'esportazione, a prescindere dal peso che inevitabilmente sarà notevole, passando da vie intermedie, materialmente non conosco le differenze e cosa che complica ulteriormente la comprensione generando confusione, sono queste opzioni ulteriori relative al codec/formato scelto.

Un esempio è se per caso volessi esportare in formato AVI con codec Uncompressed ho la possibilità di scegliere tre opzioni:
YUV 422 10-bit
YUV 422 8-bit
RGB 10 bit

essendo un girato in 8 bit immagino che la scelta vada su YUV 422 8-bit pur non consocendo tecnicamente cosa significhi.

Ma posso notare che anche con il formato Quicktime fra i vari codec, trovo pure Uncompressed ma stavolta le opzioni sono di più. Avi uncompressed e quicktime uncompressed quali differenze hanno? perchè preferire uno o l'altro?

YUV 422 10-bit
YUV 422 8-bit
RGB 10 bit
RGB 8 bit
ARGB 8 bit
BGRA 8 bit

sempre con il quicktime segliendo però un altro codec come ad esempio DNxHD si presentano altre diverse opzioni, non le elenco tutte ma riporto quelle che mi possono interessare in base alla risoluzione

1080p 220/185/175 8 bit
1080p 145/120/115 8 bit
1080p 145/85/80 8 bit


Non so se è chiara la mia confusione??


ringrazio in anticipo chi possa aiutarmi a discutere e soprattuto aiutare nella comprensione. Non sarà semplice immagino, e perciò ringrazio davvero di cuore chi vorrà intervenire. grazie
#1304971
Ciao Oscar,
tu stai aprendo un mondo troppo vasto da riportare in pochi post su di un forum. Per studiare sigle e significati dei codec penso sia più indicato consultare specificatamente la rete (anche wiki). :book:
Se hai afferrato il concetto che la destinazione guida la scelta, allora ti è anche evidente che i mezzi di riproduzione scelti come destinazione definiscono, tramite le specifiche riportate nei loro manuali, quali siano i codec e i contenitori con loro compatibili.
Youtube ti dice appunto le specifiche dei file da inviargli
FCPX ti dirà quali tipi di audiovideo è in grado di leggere.

All'interno delle loro liste di compatibilità poi è vero che ci si deve orientare sapendo cosa e come. A questo può servire il mio seguente contributo.

Intanto esistono i codec e i contenitori. I primi determinano il modo in cui si comprimono\decomprimono i dati veri e propri dell'immagine e\o del suono. I contenitori contengono alcune informazioni su come i dati audiovisivi o i loro metadati sono organizzati e vadano letti o scritti nel file.
Quicktime è un contenitore e al suo interno organizza i dati relativi ad un codec video e\o audio. Esso può contenerne uno a scelta tra parecchi tipi di codec.
Anche MP4 è un contenitore, ma è specifico per il solo codec H264 nelle sue varie forme.
AVI è un altro contenitore multicodec
MPG è un contenitore per i codec della gamiglia MPEG.

Le famiglie di codec si distinguono in "senza perdita" e "con perdita" in riferimento alla loro capacità o meno di conservare la qualità iniziale dopo che è avvenuta la compressione dei dati.
Questo è un fatto importantissimo quando si va a scegliere il codec.

Se si potesse scegliere a volontà, tutti sceglieremmo quelli senza perdità, no? Purtroppo poi vanno fatti conti con la potenza degli hardware e dei software che molto spesso limitano le nostre asprirazioni. Da qui nasce la compatibilità hardware. La compatibilità software invece dipende più dalle royalties che i produttori pagano per i loro prodotti.

Un codec NON COMPRESSO esige bassa potenza di elaborazione ai microprocessori ma gigantesche quantità e velocità dei dati immagazzinati\letti: i dischi rigidi lenti e piccoli entrano in crisi
Sul versante opposto, un codec molto compresso creerà file piccoli e gestibili dai dischi, ma mettono in crisi le CPU con scarsa capacità di calcolo.
Nel mezzo ci sono tutte le sfumature di mixing tra i due versanti.

Per tornare ai tuoi esempi, le specifiche di YT sono un compromesso tra qualità e tempi di uploading. Per facilitare la compressione che loro attuano si dovrebbe scegliere un video poco compresso, ma poi ci si deve sorbire 2gg di upload. Chi vuole un poco più di qualità preferisce aspettare di più in upload ma dà a YT un video più grande da comprimere. Di solito ci si affida a codec molto compressi a causa dei limiti di banda e dei limiti di ingombro dei server.

Stesso discorso si applica ai video che debbono essere successivamente rielaborati (su Mac, After effect, o qualsiasi altro software) ma per fortuna di solito i video vengono trasferiti all'altro software residente nello stesso computer o a limite tramite un hard disk portatile, più capiente e più veloce delle limitazioni di internet. In questo caso si usano codec che comprimono niente o poco per conservare tutta la qualità possibile o voluta.

Ecco, anche a volerla fare breve ho scritto un pagina :(
#1304973
Considera che la stragrande maggioranza delle videocamere consumer registrano dati nel formato 420 @8bit cioè parecchio compressi, quindi usare codec (444 o 422) che potenzialmente conservano informazioni che sono già andate perse nella videocamera è un esercizio pressochè inutile, e dannoso per i nostri dischi.

YUV o le varie forme di RGB sono relativi a metodi di registrazione dei dati di intensità e colore dei pixel. Le RGB sono la forma meno compressa.
DNxHD offre ancora una compressione molto bassa ma con ingombri più ragionevoli, definiti in forma di velocità dai numeri che vedi (più alti sono più spazio occupano, maggiore sarà la qualità).
E' un ottima scelta per trasferire file tra software, anche nella sua versione 1080p 145/85/80 8 bit. La perdita di qualità c'è ma è invisibile ad occhio nudo e resiste bene anche a successiva compressione.
#1304979
Ciao Rider,

ti ringrazio moltissimo per la disponibilità... davvero! :-) In questo mio nuovo percorso (nonostante il mio lontanissimo passato) c'è un mondo vastissimo da esplorare che ogni giorno mi apre nuove porte. Credimi che nonostante sia passato solo un mese, sono immerso a 360 gradi in 1000 discussioni & prove tecniche su ogni fronte. Difatti hai ragione nel dire che appunto si apre un mondo vasto e senza dubbio Google, videotutorial articoli e letture specifiche aiutano a colmare dubbi e soprattutto nel caso si ha la necessità di sapere moltissime "cose" tecniche, come nel mio caso, senza dubbio diventa una necessità fisiologica. Questo forum può appunto essere importante, e rappresenta un piccolo grande aiuto nell'insieme delle informazioni e della formazione che man mano acquisisco.

Rider quello che hai scritto è chiaro, ed è per me utilissimo, mi hai dato delle info di base che mi permetteranno di approfondire alcuni argomenti. Mi hai anche dato conferma di alcuni aspetti che avevo compreso ma che è utile "ascoltare". Certamente ci sarebbe moltissimo altro da dire, ma per il momento, ti ringrazio nuovamente per il supporto.

Un caro saluto, a presto
#1304987
Clicknclips ha scritto: ven, 19 apr 2019 - 16:39 Aggiungo solo che, se Davinci lo consente, una buona scelta "preferenziale" per il passaggio a FCPX è rappresentata dal Prores 422.
Ciao Clicknclips,

mi sembra di capire che Il codec proress 422 non lo trovo fra le innumerevoli scelte poichè lavoro con Davinci su Windows. Immagino dunque che inversamente su Mac con FCPX si possa esportare con tale codec.

Alla fine, per il passaggio, ho esportato un file XML ed abbiamo continuato il progetto su FCPX. Nessun problema. A dire il vero, Solamente un piccolo inconveniente.

In paratica ho fatto un pre-montaggio composto da alcune clip girate col drone ad un framerate diverso da quello del progetto. La cosa curiosa è stata che c'erano anche altre clip con un altro framerate e con queste non c'è stato nessun problema nel continuare il progetto su FCPX. Nel caso te lo stessi chiedendo, non avevo rinominato le clip.

ovviamente abbiamo rimontato le clip, ed ovviamente trattandosi di un pre-montaggio non è stato un grave problema, ma se era un progetto importante poteva essere un guaio. Ad ogni modo, abbiamo fatto vari tentativi per relinkare i files ma nulla, il problema rimane ignoto.
#1304990
Ma solitamente, l'export finale , da dove.lo lanciate?
#1304995
oscar ha scritto: ven, 19 apr 2019 - 21:39Solamente un piccolo inconveniente.

In paratica ho fatto un pre-montaggio composto da alcune clip girate col drone ad un framerate diverso da quello del progetto. La cosa curiosa è stata che c'erano anche altre clip con un altro framerate e con queste non c'è stato nessun problema nel continuare il progetto su FCPX. Nel caso te lo stessi chiedendo, non avevo rinominato le clip.

ovviamente abbiamo rimontato le clip, ed ovviamente trattandosi di un pre-montaggio non è stato un grave problema, ma se era un progetto importante poteva essere un guaio. Ad ogni modo, abbiamo fatto vari tentativi per relinkare i files ma nulla, il problema rimane ignoto.
Credo che non ci sia alcuna attinenza con la questione del frame rate diverso. Il "missing file" di FCPX dipende esclusivamente dalla disponibilità delle clip che per qualche motivo viene meno: un rename (che hai escluso), un cambiamento di percorso o il fatto che quella clip risiede su un disco temporaneamente off-line.
#1305000
@iachidda

non sono sicuro di aver compreso bene la tua domanda. E' la prima volta che ho fatto una cosa di questo genere. Se intendi il percorso utilizzato, in questo caso, l'export l'ho fatto dal menù File --> export XML e lo salva di default come FCPXML 1.5, ma nel menù è possibile scegliere da FCPXML 1.3 fino a 1.8,. Cosa significa esattamente? quale avrei dovuto scegliere? ... ci sono anche altri salva come .AAF o JSON

@ Clicknclips

per i missing file, chiarito il rename, posso assicurarti che nessuna delle altre condizioni che hai elencato si sia verificata. Di fatto, il progetto è stato riaperto senza problemi per tutte le clip & audio. Il fatto del frame rate l'ho pensato perchè questi unici file mancanti, erano solo quelle clip girate col drone che appunto avevano un frame rate diverso. Perciò trovandomi per la prima volta a gestire una problematica di questo genere, avevo pensato che potesse iessere in qualche modo il motivo dei missing file. Del resto non avendo cambiato percorsi/rinominato eccetera... il frame rate diverso era l'unica evidenza per giustificare ciò.

in questo progetto impostato sulla TL a 50fps con il 90% delle clip native a 50fps, c'erano anche queste riprese col drone a 29,970fps ed altre a 25fps.
#1305003
Solitamente si edita le clip fuori da Davinci e poi si importa il montaggio in Davinci, e li colori , stabilizzi ed esporti il file definitivo. Volevo.sapere che cosa intendevi fare tu. A quanto sembra , hai montato in Davinci e .esporterai invece da final.cut...
#1305006
Riguardo le clip sparite, mi viene da pensare, perché è capitato anche a me con altri sw, che tu abbia importato le clip, per errore, direttamente dalla scheda sd, pur avendole copiate sul disco.
In questo caso nel rimuovere la scheda non le trova più, anche se nella cartella ci sono... È una ipotesi, ma ripeto, capita.

William Fanelli


#1305007
@ iachidda

dalla mia recente esperienza in continua crescita, posso dirti che Davinci nella sua versione 15 studio (che uso attualmente) è un programma davvero completo con il quale puoi anche editare direttamente, senza utilizzare altri software. Per intenderci, ho montato con Davinci su Windows, ed ho esportato in XML il progetto per terminarlo su FCPX. Spero sia chiaro adesso. A proposito, chiedevo le differenza che menzionavo nel messaggio precedente in merito al salva come 1.3/1.8 ecc... sai dirmi qualcosa a riguardo? grazie

@ willyfan

Ero presente nel momento in cui abbiamo aperto e continuato il progetto su FCPX, ma non ho fatto caso all'SD. Potrebbe essere pensandoci! Mi trovavo in studio nella postazione di un'altra persona che lavora con il suo iMac e materialmente e lui che ha fatto tutto. Il girato si trovava nell'sd effettivamente ma che l'abbia importato direttamente dalla scheda sd o prima abbia trasferito da sd a mac e poi importato su fcpx rest a il fatto che solo quelle clip sono sparite, non c'è stato nessun altro missing. Comunque riferirò questa pulce che giustamente mi hai messo in testa, e vi farò sapere...
#1305011

oscar ha scritto: Il girato si trovava nell'sd effettivamente ma che l'abbia importato direttamente dalla scheda sd o prima abbia trasferito da sd a mac e poi importato su fcpx rest a il fatto che solo quelle clip sono sparite, non c'è stato nessun altro missing.
Proprio il fatto che solo quelle sono sparite mi fa pensare a questo problema.


William Fanelli

#1305012
oscar ha scritto: dom, 21 apr 2019 - 00:37 @ iachidda
.............................
Per intenderci, ho montato con Davinci su Windows, ed ho esportato in XML il progetto per terminarlo su FCPX. Spero sia chiaro adesso. A proposito, chiedevo le differenza che menzionavo nel messaggio precedente in merito al salva come 1.3/1.8 ecc... sai dirmi qualcosa a riguardo?
Daniele (iachidda) era perplesso perché il workflow che lui immagina come ideale di solito è al contrario: si edita con un NLE (Premiere Pro, FCPX, ecc.) e poi si passa a DaVinci per la color correction ed il grading finale.
Xml 1.3 - 1.8 rappresentano il versioning (v. https://developer.apple.com/library/arc ... ction.html).

Buona Pasqua a tutti.
#1305020
Immagino che "idealmente" Davinci venga usato successivamente come finalizzatore per la sua eccellenza lato color. Ho appreso difatti che Davinci nasce proprio con questo scopo, e poi nel tempo si è evoluto sino alla sua recentissima versione 16 beta. Io l'ho conosciuto già maturo, nella sua versione 15 studio che utilizzo attualmente. Già un mese fa, riaprendo dopo 15 anni un software di montaggio, mi sono reso subito conto delle grandi potenzialità di questo programma. Personalmente Lo trovo un programma completo ed in continua evoluzione. Per adesso questo è il mio programma principale. L'unica pecca è che senz'altro non è dotato di moltissimi plug-ins, transizioni, eccetera... cose che altri programmi concorrenti e pure quelli di editing semplificato hanno. Per non parlare poi della poca diffusione di risorse gratuite e materiale da cui attingere, differentemente dagli altri programmi dove si trova di tutto, dai plug ins, ai tutorial/guide/articoli, il tutto anche in lingua italiana.

Quindi per il il versioning bisogna salvare con la versione più recente suppongo, la 1.8? da cosa dipende quale versione scegliere? lo chiedo perchè di ambiente mac so poco e nulla e fra l'altro non conosco fcpx.

Buona pasqua

Bè ci hanno fatto dei video appositamente p[…]

Riguardo amd, a quel punto una scheda ottima ch[…]

Purtroppo i software validi per questo scopo costa[…]

Che dimensione hanno queste immagini? Prova a pr[…]