Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Segnalazioni di nuovi tutorials ed articoli pubblicati sul nostro portale e più in generale su tutte le notizie relative al mondo dell'editing video.

Moderatore: Moderatori

da Yarin VooDoo
#1311830
Immagine


L’Italia intera sta attraversando un momento drammatico e storico, un’emergenza che richiede lo sforzo e l’impegno di tutti per salvaguardare la nostra salute, quella dei nostri cari, soprattutto i più anziani, e dell’intera comunità.

Rispondendo all’appello del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e all’invito di tutti i medici e scienziati, in prima linea contro il COVID-19, anche VideoMakers.net si unisce all’invito #IoStoACasa.

Ci viene richiesto un grande sacrificio, un’importante limitazione delle nostre libertà individuali, con l’impossibilità di spostarci sia per svago che, soprattutto, per lavoro, ma è una limitazione necessaria e doverosa per combattere un nemico ancora sconosciuto e sfuggente, contro cui l’unica arma efficace è la responsabilità di ciascuno nel rimanere a casa cercando di contenere quanto più possibile la diffusione del contagio.

Tanti videomaker sono sicuramente in difficoltà per l’impossibilità o l’elevata difficoltà nello svolgere il proprio lavoro, senza contare gli operatori delle troupe ENG che continua a svolgere il loro importante ruolo di informazione.
Approfittiamo di questo momento per trascorrere il tempo con i nostri cari, per completare quel montaggio video fermo sul nostro hard-drive da troppo tempo, per sistemare le foto delle vacanze o i preziosi scatti degli ultimi matrimoni, l’ultimo spot o il finale del nostro cortometraggio.

L’augurio è che questo enorme sforzo nazionale ci consenta di uscire presto dall’emergenza, così da tornare alle nostre vite, ai nostri lavori e alle nostre passioni, diventando, al contempo, un importante esempio per le altre nazioni che stanno fronteggiando lo stesso pericolo.

VideoMakers.net continuerà a fare informazione e ad essere un luogo di aggregazione virtuale, perché adesso l’importante è stare vicini, condividere i propri momenti quotidiani, per evitare l’isolamento sociale, pur non potendo condividere gli stessi spazi.

#IOSTOACASA
#INSIEMECELAFAREMO
#DISTANTIMAUNITI
da iachidda
#1311840
IoStoACasa!!
da Fearless
#1311844
Speriamo che vada tutto bene. Io non sono in Italia, ma sono vicino a voi, anche perché non so fino a quando si possa stare tranquilli qui!
da Clicknclips
#1311850
Purtoppo in nessun "qui" si può stare tranquilli.
#IOSTOACASA
#INSIEMECELAFAREMO
#DISTANTIMAUNITI
da Fearless
#1311884
Dobbiamo farcela. Qui in Germania sembra che nessuno sa niente, tutti escono. Intanto hanno detto che in quest'anno dobbiamo imparare a convivere con questo virus. Non so che dire, sono molto preoccupato. Dovevo scendere in ferie 15 giorni pochi giorni fa ma mi hanno bloccato all'aeroporto ! :(
da thefirst1nvad3r
#1311891
Per fortuna io ho parecchi video da montare, quindi il rimanere a casa è un doppio obbligo :D
Comunque da un lato questo periodo ci permette anche di fare determinate cose per cui normalmente non troviamo tempo o voglia di fare (tipo ordinare casa, godersi la tranqullità, ecc...)
da Sandro4999
#1311893
Sono a casa, per scelta mia.
Più vicino agli 80 che ai 70, mi rendo conto di quanto faccia bene ritrovare tranquillità, più tempo per qualche riflessione e, perché no, anche per le cosette quotidiane.
Questo indesiderato freno alle attività convulse cui eravamo abituati è una faccia positiva del dramma che stiamo vivendo.
Apprezziamolo, facciamone tesoro per il futuro.

Un caro saluto a tutti gli amici WM
Sandro
da iachidda
#1311944
Ciao Sandro! Io sono a casa ed approfitto per potare le piante da frutto e le piante del giardino. Sono anni che aspettavano.!
da clabart
#1311974
Io purtroppo a casa non ci sto: sono a lavoro che è tra quelli che devono essere garantiti per Decreto.
Adesso in Smart Work, poi dovrò rientrare.
In compenso ho fatto foto del centro di Roma dove lavoro: è impressionante, vuota che nemmeno a Ferragosto vedi!
da iachidda
#1312012
Fra gli operatori che ci hanno appena lasciato per via del Corona virus, purtroppo devo segnalarvi un utente del forum, operatore Mediaset di Genova @Zena ( Paolo Micai). Ragazzi, quando è possibile, facciamo la nostra parte evitando di uscire e quando usciamo, utilizziamo tutte le misure possibili...
da Yarin VooDoo
#1312013
Sentite condoglianze alla famiglia. :(
da Clicknclips
#1312018
Me lo ricordo benissimo, ottima persona, ho commentato anche i sui bellissimi lavori pubblicati qui sul forum. Più giovane di me porcaccia la miseriaccia! Che sfiga maledetta! Sono veramente dispiaciuto.
da CatoCato
#1312026
Capisco che pensare che quanto prima "tutto finira" e che "torneremo tutti come prima" possa essere di conforto, ma temo non sarà così.
Verosimilmente il Virus - per varie ragioni - diminuirà la sua virulenza, ma certo non "sparirà".
Resterà tra noi tutti - 7 miliardi di umani - così come sono rimasti tra noi altri numerosi virus: i vari coronavirus (Sars- Mers - quelli delle infleunze stagionali), il virus del morbillo, quello dell'ebola, e molti altri che periodicamente ci ricordano la loro esistenza.
Se così sarà, quello che a mio parere si deve fare (oltre a quello che stiamo facendo in questa emergenza) è continuare a lavorare senza sosta per trovare il vaccino contro il Covid-19 (così come si sono trovati i vaccini contro altri virus della famiglia dei coronavirus) in modo da limitare i danni quando il Covid-19 diverrà nuovamente virulento, cosa che prima o poi, da qualche parte, succederà.
Ma verosimilmente questo non avverrà.
"Passata la tempesta" la maggior parte della "gente" (il "popolo") vorrà subito tornare a vivere "come prima" e la maggior parte dei governi, sia quelli guidati da persone di buonsenso, sia quelli guidati dagli "anziani bambini" di turno destineranno la maggior parte delle scarse risorse disponibili a perseguire questo discutibile obiettivo, sottraendo risorse alla ricerca che impiegherà molto più tempo per la scoperta e la produzione dei vaccini che alla prossima epidemia potrebbero non essere ancora disponibili.
Io ho 74 anni e quindi sono un soggetto a rischio.
Da 10 anni mi vaccino contro il virus dell'influenza che fino ad oggi ha funzionato
Ad oggi non ho i sintomi del Covid-19, ma potrei essere un positivo senza sintomi.
Ho da tempo redatto il mio testamento biologico che contiene, tra l'altro, la mia volontà di non essere sottoposto in ogni caso ad accanimento terapeutico.
Se dovessi sviluppare la polmonite virale da Covid-19 nella forma grave che richieda la ventilazione meccanica, farei valere - tramite le persone a ciò delegate nel testamento biologico - la mia volontà di non essere sottoposto ad accanimento terapeutico.
da Clicknclips
#1312028
Ognuno propone scenari più o meno apocalittici esprimendo opinioni che, in quanto tali, sono opinabili per loro natura non basandosi su dati scientifici. Con qualcuno mi trovo d'accordo, con altri meno o per niente, ma siamo sempre nel campo delle opinioni liberamente esprimibili-
Ma classificare la ventilazione forzata applicata ai degenti in terapia intensiva come "accanimento terapeutico" francamente non mi pare proprio corretto. I ricoverati in terapia intensiva vengono aiutati ad ossigenare il sangue mentre vengono curati per strapparli al virus, non sono morti tenuti in vita artificialmente. Dalla terapia intensiva si può uscire come dimostrano i casi noti dai due cinesi inizialmente ricoverati allo Spallanzani di Roma fino al "paziente 1" di Codogno.
Chissà come la pensano le centinaia che muoiono a casa senza riuscire ad arrivare in ospedale augurandosi che qualcuno si accanisca su di loro per tentare di guarirli.
da Yarin VooDoo
#1312029
Capisco benissimo la tua preoccupazione, ma sono anche convinto che questa emergenza stia insegnando parecchie cose a molta gente.
"Passata la tempesta" la maggior parte della "gente" (il "popolo") vorrà subito tornare a vivere "come prima" e la maggior parte dei governi, sia quelli guidati da persone di buonsenso, sia quelli guidati dagli "anziani bambini" di turno destineranno la maggior parte delle scarse risorse disponibili a perseguire questo discutibile obiettivo,
Temo invece che il problema più grande sarà riuscire a tornare "a vivere", perchè è evidente che l'economia mondiale sta collassando (ma i segnali c'erano già prima dell'arrivo del virus) come è evidente che è definitivamente tramontato il (presunto) "sogno" della globalizzazione.
Si stanno anche modificando gli equilibri mondiali con Russia e Cina che stanno guadagnando terreno e gli USA che ancora non sanno bene da che parte andare.

Il nostro problema principale, passata la tempesta, sarà cercare soprattutto di non far collassare definitivamente il paese, quindi tornare a viver come prima è utopistico, bisognerà rimboccarsi le maniche e cercare di salvare il salvabile.

Per quanto riguarda la ricerca, direi che è interesse di tutti (ma soprattutto delle corporate farmaceutiche) trovare il vaccino prima possibile, perchè chi lo immetterà sul mercato per primo sarà sommerso di soldi, proprio perchè di fronte ad un default dell'economia mondiale, tutti coloro che potranno (permetterselo) cercheranno di accaparrarsi un vantaggio temporale sugli altri, per cercare di ripartire quanto prima (che è poi quello che sta facendo proprio la Cina che, conscia di non avere subito una cura, a messo in atto più di due mesi di misure draconiane).

Comunque ora la priorità è sicuramente contenere la diffusione e cercare di fare il massimo sforzo sanitario (e da questo punto di vista l'Italia è un esempio per il mondo).

Ciao
[Presentazione] ciao a tutti!

Ciao a tutti, sono un aspirante videomaker di 24 a[…]

Grazie a tutti gli intervenuti. Con le informazion[…]

Potresti spiegare meglio come fai a monitorare[…]