Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Consigli e suggerimenti per l'acquisto di una nuova Telecamera, un Cinecorder e relativi accessori.
(N.B. La sezione è sottoposta a cancellazione automatica ogni 180gg dei topic non più attivi)

Moderatore: Moderatori

#1321554
se devi fare streaming di due o più camere in una risoluzione 2160, e non hai delle z cam, devi o avere una regia Hw UHD , o tante periferiche di acquisizione , quante sono le camere o andare a cercare delle schede di acquisizione PCI ex , che permettano una entrata simultanea, di più flussi video 2160. mentre a 1080, si trovano facimente, alla risoluzione di 2160, specialmente a 50p o a 60p, sono apparecchiature sicuramente costose. diciamo che mettere in preventivo una diretta a 2160, con più camere, (senza camere con connettività lan) eseguita spendendo poche centiania di euro, non è fattibile.
#1321556
OK dany, questo mi è assolutamente chiaro!
#1321557
iachidda ha scritto: gio, 21 gen 2021 - 13:50 ........
comunque lo streaming in UHD , se non hai una sola cam, ti rende necessario anche un mixer video a 4k, è li le somme salgono.
se fosse solo per questo i mixer video a 4K ci sono anche: addirittura 2: 1 Atem Mini della Blackmagic e 1 Livepro L1 della Feelword oltre a 1 Blackmagic Design ATEM Television Studio HD commutatore video HDMI, con annessi e connessi ...
#1321558
esistono si, ho utilizzato una regia 4k della BM preso a noleggio nel 2018, solo non sono economici affatto. io archivierei per ora il discorso della risoluzione 2160. morale, se non ve lo chiedono, meglio fermarsi al 1080 50p o 60p
#1321560
Non vorrei essere off topic ma streaming 4K mi sembra una pessima idea, a meno che non sia obbligata dal cliente. Difatti non lo fa quasi nessuno e molto difficilmente un cliente chiederebbe lo streaming a 4K, perchè vuol dire alzare i costi del servizio ed occupare un sacco di banda solo per una piccolissima percentuale di spettatori che riuscirebbero a seguire in 4K (già con la fibra normale qualcuno potrebbe far fatica, figurarsi chi segue da 4G o adsl). Senza contare che in molte case un monitor 4K non c'è, e la maggior parte delle persone seguono streaming da tablet, smartphone o portatili, piuttosto che da una smart tv.
#1321568
Considerazioni assolutamente condivisibili a mio parere, tuttavia mi chiedo a che punto sarebbe l'evoluzione tecnologica (e più in generale il progresso scientifico) se fossero dipesi dalle "richieste" dei "clienti".
Piccolo esempio: lo scorso anno (in era pre-Covid) ho ripreso un saggio di fine anno scolastico di una scuola (di alto livello) della mia città.
4 camere, montaggio in multicamera, authoring ... insomma un bel lavoro.
Le richieste dei "clienti" (i genitori dei ragazzi) sono state: 195 DVD standard - 5 DVD-BD - 10 pennette con file mp4 in HD - 0 (zero) pennette con file in UHD. La quasi totalità di questi genitori posseggono uno smart TV UHD. Molti hanno una playstation.
#1321570
CatoCato ha scritto: ven, 22 gen 2021 - 06:24 ...mi chiedo a che punto sarebbe l'evoluzione tecnologica (e più in generale il progresso scientifico) se fossero dipesi dalle "richieste" dei "clienti"..
Tutto vero ma nel caso dello streaming non si tratta di "progresso tecnologico".
Uno streaming sarà sempre una cosa a basso bitrate, inoltre per sua natura è una di quelle cose che la gente guarda con il telefonino.
Capisco se devi fare una piattaforma per i film come netflix, uno sceglie e guarda a 4k, ma per dirette "normali" non so proprio se il gioco valga la candela. Costi alti, banda impossibile per accontentare forse nessuno in assoluto.
Ovviamente dipende dal tipo di evento, ma in genere un evento che merita i 4k (ad esempio, un concerto) ha il budget per farlo.
Fare queste cose per "esperimento" può essere rischioso perchè magari poi si da un prodotto peggiore a molti per darlo migliore ad alcuni.
#1321586
Esatto, è quello il punto. Nel 90% dei casi delle dirette streaming sono dei "talk". Sinceramente credo che la qualità fotografica, pur rispettando certi limiti di decenza, in questo genere di applicazioni passi parecchio in secondo piano rispetto alla stabilità di connessione e alla qualità dell'audio. Faccio fatica ad immaginare qualcuno che si metta a discernere tra 4K e 1080p, durante una classica diretta streaming. Anzi probabilmente quasi chiunque abbasserebbe la risoluzione, al primo accenno di rallentamento.

Anche io ne vedo il senso solo per concerti importanti, da palco, o per grandi eventi sportivi. Secondo me il fatto di avere a disposizione una tecnologia non vuol dire che bisogna sempre usarla al massimo aprioristicamente, ma più saggiamente quando conviene utilizzarla al massimo e quando no, perchè non sempre "di più" porta a risultati migliori, dipende dal contesto.

Non sempre i clienti o le aziende ragionano per sottrazione perchè sono ignoranti, ma perchè sono dei business e devono attuare logiche non da appassionati. Spesso non si vuole offrire un servizio superiore a quello per cui si viene pagati, e sinceramente non li biasimo. Nel caso del tuo esempio, non mi viene difficile immaginare che chi ha richiesto il blu ray, abbia pagato una cifra superiore. Mentre chi ha chiesto il DVD magari non voleva spendere neanche 5 euro in più per vedere il saggio di danza del figlio in UHD.
VideoCapture BR117 - VHS

Ciao. Sto riportando dei vhs su pc con l'aiuto di […]

Non l'ho visto e non lo vedrò. Perchè[…]

Pre-covid potevi trovar qualcosa nel fine settiman[…]

Si, ti confermo che superfine è disponibile[…]