Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Sezione in cui parlare di come nasce e si sviluppa una sceneggiatura.

Moderatore: Moderatori

#1277648
Oppure, per "addolcire" l'elenco delle voci narrante, ci sarebbe anche quella di "Totò, Fabrizi e i giovani d'oggi", dove la voce è quella di Nino Manfredi che parla in "ciociarese" (un ciociaro appositamente marcato per dare una vena più comica)

P.S.
Cannibal, pubblica, che poi lo acquistiamo
#1277650
Ho pensato più volte di scrivere "Tutti gli errori (spesso madornali) contenuti nella manualistica della scuola americana" per proporlo poi alla Dino Audino. Ma tanto non me lo pubblicherebbero, quindi lascio perdere.


Puoi sempre "autopubblicarti" da te in versione Ebook e metterlo in vendita su Amazon.
#1278106
Mi vengono in mente a spizzichi e mozzichi (come dicono a Belluno): "Apocalypse Now".

Nel manuale di Truby questo film non è mai nominato, mentre cita spesso il romanzo Cuore di tenebra, che confesso di non aver letto. Così ho scoperto che quel film è tratto da quel libro!

[Mod Cut]: OT.
Anche io non ho mai letto cuore di tenebra, ma vedendo il film ho avuto la forte sensazione che si ispiri più all'inferno di Dante, riprendendo credo, situazioni e personaggi del romanzo di Conrad: la lunga discesa lungo il fiume, le varie fermate o stazioni (gironi) fino ad incontrare Kurz, il male consapevole, per scelta (lucifero), laddove l'intero esercito americano in Vietnam sono dei giovinastri impreparati mandati al macello da generali incompetenti, a detta dello stesso Kurz che se ne lamenta.
#1279921
Gattaca... che film meraviglioso... non mi stanco mai di vederlo. E' lo stesso sceneggiatore di The Truman Show, e mi piacerebbe proprio sapere che metodo usa (oltre al talento s'intende), per tenere incollato lo spettatore allo schermo.
#1321418
Avete dimenticato “Il grande Lebowski”. É del '98, quindi nel 2017 era già uscito da 19 anni.


ScriptMode ha scritto: gio, 29 giu 2017 - 13:33 Non so da dove tu lo abbia letto o dedotto, ma non è affatto un "espediente da sceneggiatura da serie z", anzi.
Sono assolutamente d'accordo. Alcuni – McKeenon – la sopportano. Io, quando è a regola d'arte, l'adoro.
#1321647
C'è un film straodinario, due ore e sette minuti di materiale d'archivio, quasi tutto amatoriale (muto), accompagnate da un incessante voce fuori campo in portoghese. Non so se sia stato doppiato, l'ho visto con i sottotitoli in inglese, ma è imperdibile per chiunque rifiuti di regredire allo stadio – terminale – delle serie TV. Frenate, gente; con le mani e con i piedi.

No Intenso Agora, 2017. Di João Moreira Salles.
https://www.berlinale.de/en/archive/jah ... filmStills

Ciao, che ne dici di un i9-10850K ? Beh &egra[…]

Ciao ragazzi, è un suggerimento utile il v[…]

ma solo per curiosità, quei droni che h[…]

So che potrebbe azzeccarci poco trattandosi di fot[…]