Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
La sezione ufficiale dedicata a DaVinci Resolve.

Moderatore: Moderatori

#1328176
Ho indagato un po' di più sulla questione bit del tv/monitor ed ho "scoperto" che in windows 11, se attivo l'hdr (e nel mio caso era disattivato di default), la profondità in bit diventa "8 + dithering", lasciando la frequenza a 60 hz, se invece dimezzo la frequenza e la porto a 30, la profondità in bit diventa 12.
Non essendo un esperto, non ho chiaro il motivo per cui dimezzando la frequenza aumentano i bit della profondità colore...
In ogni caso è un oled sony da 48" acquistato durante le tante offerte che ogni tanto fanno...adesso le chiamano black qualchecosa più qualchecosa che qualchecosa non si può!
Rispetto all'lcd che avevo prima, non c'è paragone: mille volte l'oled!
I preset proposti dal tv sono, oltre ai classici: cinema, grafica, foto, ecc.
Tra "cinema" e "grafica" la differenza che noto ad occhio è che con "grafica" il colore bianco è più bianco del profilo "cinema", che lo fa tendere ad un giallino molto velato.
Quale sia da preferire con davinci, non lo so.
E qui sorge spontanea la domanda: in dvrs, con il "qualifaier" attivo, avendo il bianco dei due profili leggermente diversi ad occhio nudo, avremo sempre il valore rgb a 255, 255, 255 o col profilo "cinema" sarà leggermente diverso?
E anche qui altro dilemma...
Ed a proposito di profili, nel portatile leggo invece che il monitor oled è Pantone Validated ed è 100% DCI-P3.
Anche su questo pc, su cui è installato win 11, l'hdr era disattivato e quindi il valore in bit era di 8, mentre abitilitandolo, con la frequenza a 59,94 hz, il valore è aumentato a 10.
L'unica cosa di diverso rispetto alla situazione del tv, è che posso scegliere solo due frequenze: 59,94 e 60, ed il valore in bit resta invariato.
#1328177
Il profilo del monitor ovviamente non influenza i valori dei file che vai a lavorare.
Tu devi usare un solo profilo che sia il più vicino possibile ad un monitor grado uno calibrato. Quale sia non so, ma nel dubbio non mi muoverei da *cinema".
Riguardo i bit, un problema è dovuto alla banda della HDMI. Il TV lo colleghi in HDMI?
Sul portatile, parli del suo monitor immagino, e quello non è connesso in HDMI quindi ovviamente è meglio sfruttato.
Occhio però che un conto è Windows che attiva o no o 10 bit in HDR, un conto è davinci, che setta i 10 bit in output sulla scheda Nvidia se usi il full screen, o sulla decklink mini monitor, indipendentemente dai settaggi di Windows.

WF

#1328179
Grazie Willy per la risposta.
Il tv è collegato al pc fisso con il cavo hdmi, coerente con la versione 2.0b della scheda grafica (rtx 2080s). Il tv ha 3 hdmi 2.0, ed una hdmi 2.1 limitata ad alcune funzioni (earc e dolby vision).
Ma come faccio a sapere se è di grado uno la calibrazione, se non ho uno strumento per poterlo testare?
C'è un software portable che può verificare lo stato?
Ho trovato diverse recensioni del tv, proverò a vedere se trovo qualcosa nei loro test.
Del portatile mi riferivo al suo monitor.
Ho fatto delle comparazioni delle immagini e le immagini che vedo sul portatile mi sembrano più realistiche del tv, sempre ad occhio, ovviamente.
#1328180
Qui la recensione del monitor:

https://www.dday.it/redazione/36928/ole ... recensione

in sintesi dice che andrebbe calibrato e per farlo sony propone un sw.
Cercherò di capire dalle spiegazioni se sarò in grado di farlo o meno.
#1328182

arcanico ha scritto:Qui la recensione del monitor:

https://www.dday.it/redazione/36928/ole ... recensione

in sintesi dice che andrebbe calibrato e per farlo sony propone un sw.
Cercherò di capire dalle spiegazioni se sarò in grado di farlo o meno.
La rivista di Giardina è un riferimento su queste cose.
Le cose che hai letto sono grosso modo le stesse che dicono in tutte le recensioni degli oled. Buoni out of the box, ma per una precisione vanno calibrati. Cmq, si usa sempre calman.
Attualmente con un delta di 3 sei al limite, diciamo che un grado 1 ha un delta massimo di uno.
Il mio panasonic era intorno a 1,5 prima della calibrazione, è a circa 0,3 dopo, ma se hai pazienza arrivi a 0,2 e anche sotto.

William Fanelli - 9 dots film

#1328184
arcanico ha scritto: ven, 27 gen 2023 - 23:23 se invece dimezzo la frequenza e la porto a 30, la profondità in bit diventa 12.
Non essendo un esperto, non ho chiaro il motivo per cui dimezzando la frequenza aumentano i bit della profondità colore...
Penso sia a causa della non illimitata potenza del processore grafico. Immagino anche che abbassando la risoluzione tu riesca ad aumentare la frequenza o i bit di profondità (tanto per avvalorare la mia ipotesi).
Poi come dice Willy, anche la banda passante della connessione al monitor può essere una ulteriore causa di limitazione
#1328186

Rider ha scritto:Ma perchè chiedono un colorimetro oltre al Calman per calibrarlo? :wacko: mi pare una [CUT].. :censured:
Il colorimetro è una cosa, poi serve un software di calibrazione. Calman è ottimo e fa tutto in automatico, ci sono versioni specifiche per molti monitor e TV.
Esistono anche sw gratuiti, ma occorre lavorare a mano sui vari parametri del tv.

William Fanelli - 9 dots film

#1328465
Ho fatto questa prova: non avendo cartoncini specifici (che sarebbe meglio utilizzare per lo scopo), ho ripreso un borsetto nero ed un foglio A4 vuoto.
Nè il borsetto nero nè il foglio A4 rappresentano il nero ed il bianco assoluti, ma mi è servito per capire, registrando in prores raw vgamut/vlog, come si posizionavano i due colori nel grafico (la clip è stata registrata a 5500 gradi kelvin, iso 2000 e gamma dinamica su ON).
Ho convertito il file raw in apr 4444 e l'ho importato in dvrs.
Ho creato la time line con la sola clip e sono andato nella sezione color per verificare il valore di rgb (10bit) sia con il preset di color proposto da dvrs, sia con il settaggio di colore appropriato (almeno spero di aver agito correttamente) impostato nella color management.
Le foto allegate vi mostrano cosa succede nel programma.
E mi sono fermato qui.
Rimane da eliminare il rumore dovuto agli iso alti ed interpretare il bianco, che nella realtà è molto più bianco, anche se tendente ad un bianco freddo.
La lettura delle immagini vanno viste in questo ordine:

nero_apr_4444_...dvrs_yrgb...
bianco_apr_4444_...dvrs_yrgb...
color_management...
nero_apr_4444_...color_management...
bianco_apr_4444_...color_management...

e concludo: eppoi?
Allegati:
color_management_parametri_apr_4444_vlog_vgamut.jpg
color_management_parametri_apr_4444_vlog_vgamut.jpg (680.98 KiB) Visto 185 volte
nero_apr_4444_vlog_vgamut_color_management.jpg
nero_apr_4444_vlog_vgamut_color_management.jpg (703.9 KiB) Visto 185 volte
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management.jpg
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management.jpg (705.8 KiB) Visto 185 volte
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_dvrs_yrgb.jpg
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_dvrs_yrgb.jpg (712.55 KiB) Visto 185 volte
nero_apr_4444_vlog_vgamut_dvrs_yrgb.jpg
nero_apr_4444_vlog_vgamut_dvrs_yrgb.jpg (711.4 KiB) Visto 185 volte
#1328486
...eppoi ho fatto un po' di color ed ho ottenuto questo:
Allegati:
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc.jpg
bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc.jpg (696.01 KiB) Visto 127 volte
nero_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc.jpg
nero_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc.jpg (704.83 KiB) Visto 127 volte
nero_bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc_e_gestione_rumore.jpg
nero_bianco_apr_4444_vlog_vgamut_color_management_con_cc_e_gestione_rumore.jpg (666.35 KiB) Visto 127 volte
#1328489
Ho letto troppo velocemente il post per entrare nello specifico, il foglio bianco però non è buono come riferimento del wb , per fare la carta più "candido" , la colorano leggermente sull'azzurro. Il meglio è il grigio al 18% o alla peggio una maglietta bianca .
#1328490
Sto cercando di capire come usare al meglio il sw dvrs, dopo aver letto (e non so se interpretato correttamente, data la mia ignoranza in materia) il manuale ed aver visto una serie di video su youtube.
E' una disciplina talmente complessa e di non facile comprensione, soprattutto perchè mancano all'appello diversi strumenti che sono studiati per gestire al meglio l'interpretazione finale.
Secondo questo webinar ( ), si dovrebbe avere a disposizione, a seconda della propria esigenza, gli strumenti adatti per "leggere" il colore reale, sia che si tratti di monitor (che emettono luce), sia che si tratti di oggetti (che subiscono la luce).
Ora, la mia prova è veramente "spartana", per cui pensare di avere la "quadra" è veramente pretenzioso, però resta il fatto che, mancando ciò che serve, l'interpretazione e la gestione del colore rimane abbastanza arbitraria da parte dell'utente finale, quale posso essere io, non addetto ai lavori.
Si, hai completamente ragione, i colori da me interpretati non sono assolutamente reali, ma mi piacciono di più rispetto al risultato ottenuto, rispettando i parametri.
Probabilmente, dvrs ha ragione, poichè se avessi un monitor di riferimento adeguato ed avessi letto la reale luce sugli oggetti in modo corretto, avrei sicuramente un'immagine vicino a quello che ho visto sul monitor.
Stando alle regole di interpretazione del grafico, che vuole il bianco nella parte alta, ed il nero nella parte bassa, avrei dovuto alzare un po'di più i neri, poichè l'astuccio non è nero puro ed abbassato un po' i bianchi perchè il foglio A4, come dici tu, non è un bianco puro, come ho premesso nel primo post.
Altra cosa, nel manuale di dvrs, alla sezione "color management" c'è la spiegazione di tutte quelle sigle proposte nei vari menu a tendina e, quindi, di conseguenza, dovrei verificare sulla GH6, quanto di quello proposto è presente nei vari profili e sceglierli in coerenza.
Quindi, per padroneggiare meglio tutti gli strumenti, occorre fare molte prove, prima di arrivare ad ottenere il massimo da tutti i sistemi.
#1328494
Io direi che prima di fare ogni prova di questo tipo occorrerebbe uno strumento tipo questo: https://amzn.eu/d/7SSJ8qO.

Dopodiché non comprendo tutta questa complicazione, e soprattutto non la comprendo partendo da file raw .
Qual'é l'obiettivo? Cosa si sta cercando? Facciamoci delle domande, prima di cercare delle risposte.

WF

#1328496
...ne avevo trovato uno a 8900 euro + iva!
Infatti è uno strumento che dovrò prendere, tra i tanti che serviranno per gestire tutte le fasi.
L'obiettivo principale è avere un approccio corretto con la gestione del colore e la sua reale interpretazione, senza artefici legati all'incapacità di saper leggere/applicare tutti i processi nel modo corretto.
File raw e gamma dinamica attiva rappresentano il massimo della qualità che si può ottenere da una GH6.
Massima qualità impone saper gestire tutto il processo di corretta interpretazione "matematica" per arrivare ad ottenere l'immagine reale, senza intervenire "manualmente", decodificando arbitrariamente il colore secondo i gusti, che appartiene alla parte creativa.
Io desidero ottenere l'immagine finale corretta, cercando di applicare tutti i processi in maniera corretta: dalla ripresa alla visione finale sul monitor, nel mio caso, un tv oled.

Qui vi propongo lo stesso fotogramma trattato in d[…]

Intendo la stessa cosa che tu hai inteso qui, solo[…]

Ciao, dal momento che esistono anche drive LTO con[…]

hai ragione per gli slow...limite della piccola BM