Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Tutto quello che riguarda le apparecchiature e le tecniche fotografiche.

Moderatore: Moderatori

da Tamarindo
#1133592
Vorrei iniziare a entrare a fondo nel discorso illuminazione cinematografica, vorrei sapere se avete delle risorse da consigliare, libri, video, worshop, insomma qualunque cosa.
Ho già esperienza sia pratica che teorica nel campo della fotografia, però poi nel campo dell'illuminazione per quanto possa provare sento che mi mancano conoscenze e il "workflow" fatto in modo serio.

Girovagando per il web ho trovato questo corso di 6 ore che sembra interessante ed ha un buon prezzo...che dite?
http://www.dvxuser.com/articles/dvxshop/LightDVD/
#1138130
Vorrei iniziare a entrare a fondo nel discorso illuminazione cinematografica, vorrei sapere se avete delle risorse da consigliare, libri, video, worshop, insomma qualunque cosa.
Ho già esperienza sia pratica che teorica nel campo della fotografia, però poi nel campo dell'illuminazione per quanto possa provare sento che mi mancano conoscenze e il "workflow" fatto in modo serio.

Girovagando per il web ho trovato questo corso di 6 ore che sembra interessante ed ha un buon prezzo...che dite?
http://www.dvxuser.com/articles/dvxshop/LightDVD/

Tanto di cappello, ma sei in grado di capirlo poi?
#1138809
riguardo ai corsi e workshop (su dvd, youtube o dal vivo) si dovrebbe fare un discorso un po' più ampio.
Solitamente partono dalle basi e non vanno oltre un certo livello. Ufficialmente per dare a tutti la possibilità di capire, ufficiosamente perché chi li fa non vuole creare possibili concorrenti ma solo aspiranti tali che comprino o noleggino attrezzature.
Quindi chi ha le basi e fa corsi si sente quasi preso in giro da insegnanti che spiegano concetti come temperatura colore, diaframma, shutter ecc...
La cosa migliore è sempre stare su di un vero set e rubare con gli occhi da chi ne sa di più, oppure sperimentare facendo corti e riguardandoli poi con occhio critico.
#1140562
Tanto di cappello, ma sei in grado di capirlo poi?

Ma si dai, dalla presentazione mi sembra comprensibile...d'altronde mi sono rassegnato a non trovare niente oltre un certo livello in italiano, ormai se devo comprare un qualche manuale vado di focal press e tengo allenato l'inglese! :-D

riguardo ai corsi e workshop (su dvd, youtube o dal vivo) si dovrebbe fare un discorso un po' più ampio.
Solitamente partono dalle basi e non vanno oltre un certo livello. Ufficialmente per dare a tutti la possibilità di capire, ufficiosamente perché chi li fa non vuole creare possibili concorrenti ma solo aspiranti tali che comprino o noleggino attrezzature.
Quindi chi ha le basi e fa corsi si sente quasi preso in giro da insegnanti che spiegano concetti come temperatura colore, diaframma, shutter ecc...
La cosa migliore è sempre stare su di un vero set e rubare con gli occhi da chi ne sa di più, oppure sperimentare facendo corti e riguardandoli poi con occhio critico.


E' vero, infatti ho chiesto proprio perchè quel poco di workshop che ho trovato praticamente sembrano delle pubblicità alle attrezzature per novizi o poco più...mi ha dato quasi l'impressione di quelli che vengono a casa a farti vedere quanto funziona bene la loro aspirapolvere! :lol:
Si decisamente se c'è la possibilità il set è la migliore scuola, anche perchè l'interessante è cercare di capire a come e perchè si arriva ad una certa soluzione
#1143310
Fosse per me inizierei anche ora a fare l'elettricista su un set, purtroppo per ora devo accontentarmi di studiare sui libri e fare pratica per conto mio. Ma se puoi consigliarmi come arrivare su un set ben venga!
#1143349
Autobus, scooter, bici.. :lingua:
#1145710
Vai dai noleggi di materiale elettricisti e macchinisti per il cinema chiedendo se ti prendono come manovalanza volontaria. Impari un sacco di cose e se capitano a caricare degli elettricisti che hanno bisogno di due braccia in piu' e non e' un lavoro troppo grosso, ci scappa che ti portino sul set. In Italia si comincia cosi', se non hai parenti.
#1266443
Buongiorno a tutti, premetto che non so se in questo forum la mia domanda è lecita, ma avendo sentito parlare di Balilla macchinisti e Balilla elettricisti, volevo sapere a cosa si riferisse la Balilla. spero che qualcuno mi sappia rispondere.. saluti!
#1266664
La balilla è un termine gergale da set per indicare il pacchetto di attrezzature e materiale di proprietà personale del macchinista, elettricista o assistente, che viene noleggiato alla produzione in aggiunta alla retribuzione delle proprie prestazioni. Ad esempio per il macchinista possono essere dei magic arm, pinze e attrezzeria varia per mettere in bolla i carrelli o addirittura un mezzo di trasporto (furgoni ecc.), l'elettricista potrebbe avere un piccolo parco luci personale che va a integrare quello noleggiato, o per l'assistente la sua borsa con il materiale di consumo, talvolta monitor personale e magari un magliner, o l'hardware informatico per il data manager o il DIT. Sono solo esempi, ognuno potrebbe avere una balilla differente, ma è per rendere l'idea. Da cui una domanda che potresti sentire spesso: "quanto chiedi per la tua balilla?" ;) Leggende dicono che il termine nasce nel cinema italiano degli anni '30 quando un'automobile molto diffusa era la Fiat Balilla, e quindi gergalmente si intendeva "tutto quello che riesco a far entrare nella Balilla" :-D
#1266688
Stamattina, andando in una banca, sono passato in mezzo a un set cinematografico (anzi sotto a una gru con luci puntate verso una finestra al 1° piano di un palazzo storico) pieno di "Balilla".
A parte la battuta, invece mi ha incuriosito osservare, tra tutte quelle attrezzature dispiegate sul marciapiedi, sulla strada e sui camion un cesto di legno (forse è eufemistico chiamarlo così) contenente una moltitudine di rotoli Lee di gelatine: rosa, rossi, gialli, neri, blu... e io credevo al massimo esistessero di 3 colori (rosa, rosso e blu, cioè colori capaci di raffreddare o scaldare le luci).
#1266692
Ce ne sono a centinaia, sia per fare effetti (albe, tramonti, fuoco ecc.) che per lavorare la luce (diffusioni, sete, riflessi, griglie, ND eccetera), che per modificare la temperatura colore anche a gradi di poche centinaia di kelvin o per dare vere e proprie colorazioni particolari, sia della Lee che della Rosco. Infatti sono leggendari i campioncini che ti danno nei negozi tipo Rec che contengono tutti i filtri disponibili. Se vuoi dare un'occhiata esistono anche delle app per Android e iOS che catalogano tutte le gelatine indicando la trasmissione di luce, l'effetto o i kelvin. Quella della Lee si chiama Lee Swatch e dovrebbe essere gratuita o costare massimo un euro, non ricordo.

Spero che qualcuno mi dica come fare con i filma[…]

vedremo se si ricollegherà sul forum e su[…]

Problema risolto, adesso non dovrebbero esserci pi[…]

modifica la privacy dell'ultimo video, risulta &qu[…]