Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni sui Cinecorder e sulle macchine fotografiche Dslr, SLT & Mirroless in ambito video.

Moderatore: Moderatori

#1304555
Mie opinioni sparse.
Intanto, è abbastanza ovvio che alle conferenze di blackmagic che spiegano un codec blackmagic il codec in questione sia fantastico. Come il famoso oste con il famoso vino.
Riguardo al raw 3:1 piuttosto che 1:1 devo dire che è una questione da fanatici. Le stesse persone incensano il prores credendolo non lossy, ma anche il prores è da 3 a 5 volte compresso. Una compressione 3:1 è davvero irrilevante, tanto più che esiste una modalità Q0 (a qualità costante) che è persino meno compressa.
La vera questione, che può fare la differenza tra un file dng e uno bmraw, è come si comporta quest'ultimo sui bordi di taglio di un chroma key, specialmente sul blu.
Non sono stato alle conferenze, ma scommetto che nelle demo questo test non c'era.

William Fanelli

#1304675
Per chi fosse interessato hanno appena annunciato il battery grip per la BMPCC4K

https://www.4kshooters.net/2019/04/08/n ... announced/
#1304870
willyfan ha scritto: gio, 04 apr 2019 - 01:13 Mie opinioni sparse.
Intanto, è abbastanza ovvio che alle conferenze di blackmagic che spiegano un codec blackmagic il codec in questione sia fantastico. Come il famoso oste con il famoso vino.
Certo, ma questo è ovvio per qualsiasi "oste", io sono andato per capire il più possibile di questa "magia".
Comunque, nel frattempo, ho fatto qualche prova in più, facendo piccole clip e a fianco scattando la stessa scena con la Canon 6D full frame che ho, sostanzialmente scene in controluce (oggetti in interno di fronte alla finestra e la luna al primo quarto seminascosta dalle nuvole) per testare principalmente le correzioni del wb, esposizione e colore.
Non riesco a fare un confronto diretto con un cdng perché non ho nulla per catturarlo, con il firmware Maglic lantern sulla 6D qualcosa si fa, ma a risoluzione molto ridotta e a 10 bit poiché subentra il limite dei 45 mb/s della scrittura della macchina sulla scheda...
Devo ancora capire bene tutti i comandi di Resolve 15 ma direi che si ottengono più o meno gli stessi risultati che si ottengono su di un immagine con light room, dettagli sia sulle alte luci, sulle basse (considerando che i sensori sono diversi), si varia bene l'esposizione e il wb, per quello che sono in grado di fare io con la limitata esperienza non vedo differenze, anche sulla correzione del colore si ottengono risultati praticamente identici.
Le prove con il chroma key le lascio fare a chi è più esperto di me, io mi limito a questo piccolo contributo.

la cosa bella è che sto utilizzando un portatile, che ha già diversi anni, (ovviamente con secondo monitor calibrato) che ha un I7 da 2.5 GHz, ssd, appena 8gb di ram DDR3 e una geforce 710M come scheda grafica (ben lontana dalla 1070 o 1080 discussa più volte in questo forum), certo l'anteprima di un 4k braw non è fluida... ma nemmeno troppo piantata!
Quindi, per me che sono un semplice amatore, permette risultati impensabili con un prores e senza aver bisogno di chissà quale macchina per la post e l'editing.

Ho apprezzato molto la funzione falsi colori che in effetti permette di "centrare" bene l'esposizione e di capire al volo quanti dettagli si riescono a recuperare agli estremi, non so se altre macchine della stessa fascia di prezzo possiedono questa funzione.

Per ora sono molto contento di questa macchina (con tutti i suoi limiti), gli unici "veri" problemi secondo me sono la messa a fuoco solo manuale che nei soggetti in movimento da parecchio da fare (per me fino ad un certo punto perché filmo la natura e animali selvatici) e la batteria... che in effetti dura pochissimo.
Io mi sono arrangiato con una soluzione molto economica: falsa batteria con cavo (pochi euro su ebay) e una batteria LiPo 2 celle da 5000 mAh da modellismo presa su HobbyKing... costo 15+5 euro spedita (5 euro di caricabatteria dedicato con bilanciatore delle celle) .
con questa soluzione si tiene accesa la macchina per quasi 4 ore, con un totale di 30 min di girato (prova fatta di sera/notte con temperature di 10/12°)
#1304887
Riguardo le batterie, tecnicamente le lipo da modellismo sono eccellenti, io ne uso a bizzeffe per cablecam e Gimbal. Sono anche veloci da caricare se hai un buon charger.
Ma sono abbastanza delicate, e poco pratiche a meno di non costruire accessori con la stampante 3d. Alla fine, pur avendo pensato a questa soluzione, ho trovato più professionale una vlock.
Riguardo al braw, sono d'accordo che nel 90% dei casi vada benissimo. Non è certo nel bilanciamento del bianco o nel recupero delle alteluci che difetta. Dove il cdng probabilmente andrebbe meglio è su blu e Green screen.
Peraltro, oggi sono rimasto sorpreso che su una normale sd v90 adata, presa per i 400 mb della Gh5, si registra serenamente in braw 3:1 e persino in Q0. Credevo fosse indispensabile la cfast o l'hd ssd esterno.

William Fanelli

#1304900
willyfan ha scritto: lun, 15 apr 2019 - 20:39 Peraltro, oggi sono rimasto sorpreso che su una normale sd v90 adata, presa per i 400 mb della Gh5, si registra serenamente in braw 3:1 e persino in Q0. Credevo fosse indispensabile la cfast o l'hd ssd esterno.
Riferendosi a UHD 25p:
Mah, il Q0 è possibile se la scena non ha molti movimenti e particolari ad alta frequenza, dato che il bitrate va dai 63MB/s ai 159MB/s. Quindi 63 ci sta, ma si è a rischio appena la scena si complica.
Invece il BRAW 3:1 non dovrebbe proprio... 105,8MB/s costanti... vorrà dire che è variabile pure quello??

Si dovrebbe poter fare fino a un CDNG 5:1 o BRAW 5:1
come avevo scritto qui:
viewtopic.php?p=1298139#p1298139
#1304901
A dire il vero, la cosa strana è che rivedendo i file in macchina erano ok, li ho copiati sul pc e sono pieni di drop. Non so perchè, ora indago meglio
#1304903
willyfan ha scritto: mar, 16 apr 2019 - 11:51 A dire il vero, la cosa strana è che rivedendo i file in macchina erano ok, li ho copiati sul pc e sono pieni di drop. Non so perchè, ora indago meglio
che strano... io ho attivato l'opzione di stoppare la ripresa in presenza di frame saltati e devo dire che funziona, se si sfora il datarate si stoppa, gli eventuali secondi registrati sono comunque utilizzabili
#1304904
willyfan ha scritto: lun, 15 apr 2019 - 20:39 Riguardo le batterie, tecnicamente le lipo da modellismo sono eccellenti, io ne uso a bizzeffe per cablecam e Gimbal. Sono anche veloci da caricare se hai un buon charger.
Ma sono abbastanza delicate, e poco pratiche a meno di non costruire accessori con la stampante 3d. Alla fine, pur avendo pensato a questa soluzione, ho trovato più professionale una vlock.
si, io volo con aeromodelli da 25 anni... le lipo le ho viste "crescere" di prestazioni e calare di prezzo... le conosco molto bene.
pur avendo la stampante 3D, non solo anche una fresa cnc per metalli in garage, ho utilizzato del semplice velcro per fissare la batteria :wink: inoltre con qualche euro in più si può prendere una "hard case" in pratica una normale lipo incapsulata in un involucro di plastica rigido che la protegge molto meglio da urti e cadute. è chiaro che tutt'altro che una soluzione professionale ma moooolto più economica.

rimanendo in tema alimentazione aggiungo un paio di info ulteriori giusto per chi magari di batterie non se ne intende tanto:
la pocket 4k "mangia" le batterie perché l'assorbimento supera la soglia del calore della batteria standard canon...
ovvero tutte le batterie hanno una "resistenza interna" che assorbe corrente trasformandola in calore, oltre una certa soglia la curva è esponenziale e si finisce per "perdere in calore" anche il 30% della capacità. alimentando la camera anche solo con il battery grip che ha "solo" 2 batterie anziché 1 l'autonomia sarà molto più che doppia perché la corrente viene divisa per 2, la soglia del calore non viene raggiunta e quindi il rendimento totale arriva anche al 95%.

le lipo hanno una resistenza interna bassissima rispetto alle lion quindi permetto correnti di scarica e anche ricarica molto elevate senza il minimo accenno al surriscaldamento, infatti se si sceglie una lipo che ha 5C di carica o addirittura 10C per le ultime generazioni (per es. al graphene) significa che si può caricare la batteria con una corrente 10 volte la capacità della stessa (ovvio che il caricatore deve poter erogarla) ergo una batteria da 5000 mAh caricata con 50A arriva al 100% della carica in appena 15 minuti!

per contro, come detto da Wiliam, le lipo hanno anche dei difetti: sono molto più delicate, con capacità di scarica così elevate se si fa un corto accidentale esplodono letteralmente... :evil: vanno sempre caricate con un caricatore che bilancia le celle (doppio spinotto) e mai lasciate cariche al 100% per più di 10 gg senza utilizzarle altrimenti si gonfiano e si possono buttare (di fatto quasi tutti i charger hanno la funzione "storage" che porta al 65% la carica in automatico).
insomma, sono economiche ed efficienti ma si deve sapere bene quello che si fa...
#1305105
Sono di nuovo qua, ho notato un problema: se si utilizza un obiettivo nativo 4/3 stabilizzato (ho il Panasonic leica 12-60) la stabilizzazione dopo un certo periodo si disattiva, per riattivarla occorre fare una messa a fuoco con il tasto dedicato, questo succede anche durante la registrazione.
Succede anche con altri obiettivi con l'adattatore, ho un commlite economico EF-MFT ma considerato che succede anche con ottica nativa escludo la responsabilità al commlite.
Ho controllato ovviamente che nel menù sia attivata la funzione.

Qualcuno di voi ha notato la stessa cosa?
#1305116
alechetti ha scritto:Sono di nuovo qua, ho notato un problema: se si utilizza un obiettivo nativo 4/3 stabilizzato (ho il Panasonic leica 12-60) la stabilizzazione dopo un certo periodo si disattiva, per riattivarla occorre fare una messa a fuoco con il tasto dedicato, questo succede anche durante la registrazione.
Succede anche con altri obiettivi con l'adattatore, ho un commlite economico EF-MFT ma considerato che succede anche con ottica nativa escludo la responsabilità al commlite.
Ho controllato ovviamente che nel menù sia attivata la funzione.

Qualcuno di voi ha notato la stessa cosa?
Segnala a blackmagic. Sono molto attenti a queste osservazioni.

Inviato dal mio Nokia 8.1 utilizzando Tapatalk

#1308059
Ciao a tutti, vorrei condividere con voi questo:

Uso da un po' la BMPCC4K e devo dire che altre 2 cosine a mio avviso potevano aggiungerle... anche perchè non credo siano una limitazione hardware.
1) la possibilità di impostare uno o due stop di sovra o sotto esposizione mentre si ha attiva la funzione "auto exposure", io ho cercato in tutti i modi ma non sono riuscito a trovare come fare (se si può...) e questa secondo me sarebbe una funzione utile, soprattutto in condizioni di forte contrasto.
2) nella modalità timelapse non è possibile scendere sotto 5 fps di esposizione, anche questo a mio avviso è un grosso limite se si intende fare riprese notturne o di passaggio tramonto/notte con ripresa delle stelle/via lattea... anche a 25000 iso e con un ottica f1.2 non viene nulla... poi il cielo notturno va fatto a non più di 1600 iso altrimenti il rumore non si elimina. in questo caso servirebbe un tempo per singolo frame di almeno 10 secondi, non di 1/5.
ed è un vero peccato perchè con questa macchina si avrebbe un singolo file "raw" (braw) intero già "assemblato", molto più comodo da gestire anzichè una sequenza di scatti con fotocamera, da acquisire con qdslr dashboard per gestire i metadati nella bulb ramps, più passaggio con LRtimelapse, esportazione in Ligth room, ri-importazione in LRtimelapse, e rendering... insomma una gran menata, qui invece i file vengono "sfornati" già bell'e pronti e lavorabili come un raw.

ho provato a spiegare il tutto (per bene) in una mail ai signori di Black Magic chiedendo se fosse possibile implementare con i prossimi firmware questi "limiti" e mi hanno risposto così:

Hi Alessandro,

Thanks for the email.

The Pocket Cinema Camera 4K is a Cinema Camera and from my understanding of the workflow you have described is better suited on a stills camera. You can find further information on how Shutter functions on the camera on page 39 of the product manual.
The time-lapse feature on the Pocket Cinema Camera 4K allows you to capture one still frame at a time at different intervals. If you wanted to capture for 10- 20 seconds, this would essentially be just capturing video footage for 10-20 seconds.

I hope this information helps.

Kind regards,

Duwayne Knight
Camera Support Specialist
Blackmagic Design EMEA


A questo punto, sinceramente non so se hanno fatto finta di non capire o se proprio non mi sono spiegato bene io... ma vi assicuro che sono stato "cristallino"!

Aspetto curioso i vostri commenti...
#1308359
Perdonami ma sono d'accordo con loro. Da che mondo è mondo i timelapse si fanno con le reflex e intervallometro (o magic lantern dove possibile), non con le videocamere/cinecamere. Con una reflex non avresti di quei problemi.
  • 1
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
[Cortometraggio Horror] Il Debito

Grazie William. Il Debito è il quarto corto[…]

[Z-CAM] Un nuovo brand sul mercato

Io non l'ho ancora montato ... ma se vedo che iniz[…]

grazie. aggiungo scheda grafica gtx 850m la timeli[…]

Quello che non sembri aver afferrato è che […]