Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni sui Cinecorder e sulle macchine fotografiche Dslr, SLT & Mirroless in ambito video.

Moderatore: Moderatori

#1306796
Buongiorno a tutti,

intanto scusate se dirò cose ovvie o stupidità ma sono abbastanza neofita.
Sto imparando ad utilizzare la mia fotocamera in manuale (solo per riprese video) e sto riscontrando alcune difficoltà nel raggiungere l'esposizione corretta.
Precisamente per una scena di prova imposto velocità otturatore, apertura del diaframma e ISO 200 la fotocamera mi restituisce lampeggiante l'icona MM (misurato manualmente) a -2.
Sapete dirmi come è possibile intervenire per modificare quel parametro? Nel libretto di istruzione è riportato di agire su di esso per compensare esposizione ma io, nono riesco a capire da quale menu si richiami!
Inoltre, se può esser di aiuto, questo parametro MM diventa così lavorando con ISO manuali. Mentre invece con ISO AUTO quel parametro sarebbe l'iconcina +/- di compensazione esposizione che, riesco a riparametrare. Ma quando diventa MM non c'è verso. Forse non è possibile modificarlo? Ma nelle istrozioni c'è scrito di agire su di esso, qui il link alla pagina del manuale:

https://helpguide.sony.net/dsc/1210/v1/ ... 07/07.html

Molte grazie ragazzi!
Ultima modifica di Clicknclips il gio, 18 lug 2019 - 12:50, modificato 1 volta in totale. Motivazione: Conformato titolo al regolamento
#1306797
Ciao, innnanzitutto ricordati la regola per la titolazione dei topic con l'argomento messo tra parentesi quadre. L'ho modificato io per te, ma il bonus newbie è esaurito, adesso devi rispettare le regole autonomamente.

Da quel che vedo sul manuale non è possibile modificare il valore MM ma devi agire su tempo di esposizione e diaframma.
Dice il manuale "La differenza tra il valore impostato e l’esposizione corretta giudicata dalla fotocamera appare come un valore misurato manualmente (MM) sullo schermo."
Il fatto che MM ti indica -2 significa che la camera giudica la tua impostazione un pochino sottoesposta. Considera comunque che è una misurazione automatica che ti può servire come riferimento, ma non è "vangelo".
#1306799
Ciao Clicknbeat, dal prossimo thread farò attenzione ad inserire il titolo correttamente! :dimen:

Molte grazie per la risposta al mio quesito. Però da come è scritto nel manuale parrebbe invece che sia possibile adoperare tale parametro:

"Misurato manualmente (MM):
Se si imposta il valore di esposizione verso +, le immagini diventano più luminose; verso –, le immagini diventano più scure. “0” indica l’esposizione appropriata come è analizzata dalla fotocamera."

Con quel "SE SI IMPOSTA.." sembra si possa.

Comunque, a livello generale un'esposizione -2 o +2 può essere considerata accettabile? Quindi possibile da correggere in post?
#1306801
All'inizio della pagina di manuale che hai linkato sembra che l'uso della rotella per la modifica dei parametri possa influenzare solo la velocità dell'otturatore e l'apertura del diaframma; il valore MM è solo una risultante che la macchina da rispetto ad una eventuale sovra o sotto esposizione rilevata in automatico.
D'altra parte, anche ammettendo che si possa modificare quel valore MM (ma non so come), credo che la variazione sia ottenibile attraverso il c.d "guadagno" (gain) elettronico che non è esattamente la maniera migliore per impostare una esposizione corretta.
Se -2 o +2 può considerarsi un'esposizione accettabili dipende dalla composizione dell'immagine e dal metodo di misurazione della macchina che di solito è ottenuto attraverso una media tra le zone chiare e le zone scure.

Se ad esempio il soggetto inquadrato è in controluce (cioè è una zona più scura rispetto allo sfondo) è preferibile andare verso valori positivi se si vogliono cogliere i dettagli della persona; per contro lo sfondo risulterà via via sempre più sovraesposto. Al contrario, se si vuole solo la silouette del soggetto ma corretttamente esposto lo sfondo allora sarà meglio andare verso lo zero o valori negativi: in questo modo il soggetto resterà scuro ma lo sfondo si vedrà in tutti i suoi dettagli.

Va detto che nel video l'impostazione dei parametri di ripresa ha delle regole da rispettare (ad infrangerle si fa in tempo dopo), che dipendono essenzialmente dalla cadenza della ripresa.
La regola dei 180° dell'otturatore "impone" che la velocità sia uguale al reciproco del doppio della cadenza: Se si riprende a 25 fps la velocità dell'otturatore dovrebbe essere fissata a 1/50", mentre se si riprende a 50 fps dovrebbe essere 1/100".
Il resto dell'esposizione andrebbe regolata con i paramentri di Iso e diaframma e, se non basta, con l'uso di filtri ND (in caso di sovraesposizione o se si vogliono usare diaframmi molto aperti per diminuire la profondità di campo) o di luci artificiali aggiunte (in caso di sottoeposizione).
Ma questo è un altro tema e saremmo OT rispetto alla tua domanda.

Spero che qualche utilizzatore della tua macchina possa risolvere il tuo problema.

p.s. il mio nickname sarebbe Clicknclips non Clicknbeat. :birra:
#1306813
"p.s. il mio nickname sarebbe Clicknclips non Clicknbeat. :birra: "

Chiedo scusa! Ma hai un diciamo quasi omologo su un forum di editing audio :lol:

Comunque tornando sul mio argomento, come avevo premesso nel mio primo post, qualche stupidata l'avrei detta..infatti il discorso che ho fatto , mi sono accorto, riguardava la macchina settata su M ma per la modalità fotografia! Ieri sera invece in modalità filmato le "problematiche" che avevo esposto non le ho riscontrate: il misurato manualmente appare sempre ma riesco tranquillamente a portarlo a zero correggendo, ovviamente, otturatore, diaframma e ISO.

Mentre invece Clicknclips 8) , tu dici:
"La regola dei 180° dell'otturatore "impone" che la velocità sia uguale al reciproco del doppio della cadenza: Se si riprende a 25 fps la velocità dell'otturatore dovrebbe essere fissata a 1/50", mentre se si riprende a 50 fps dovrebbe essere 1/100"."

Se possibile, gradirei continuare questo discorso, anche se qui è OT ma eviterei di aprire un altro thread.
Alcune delucidazioni gentilmente:

- Questa regola (che già conosco) relativa alla velocità dell'otturatore pari al doppio dei fps è proprio regola aurea? Mi sono già accorto che variandolo si ottengono delle riprese meno fluide e a scatto..

- Inoltre, diciamo che riprendo a 25fps (quindi l'otturatore a 1/50 non lo posso più toccare) mi pare che (ho fatto delle veloci prove) riprendendo un'inquadratura larga come la città dal mio balcone, variando il diaframma da F/1.8 a F/5 o maggiore e agendo sugli ISO per avere una corretta esposizione, in termini di ripresa della scena non cambi nulla. Importando su pc infatti, guardando le clip non noto differenze..
Ma mica a F/1.8 dovrebbero esserci degli elementi in primo piano a fuoco e il resto no? Utilizzo il focus continuo.

- ISO: quale soglia non bisognerebbe mai superare per non avere problemi di rumore?

Molte grazie, chiedo scusa per la lungaggine ma mi appassionano davvero molto queste cose e sono avido di nozioni!
#1306816
Ciao, son possessore di una sony rx100 m5 e generalmente, in situazioni dinamiche e non controllate, mi pongo a priorità di tempi, giro a 50p così lo shutter speed lo seleziono a 1/100. Mi regolo così perché, quando mi trovo in piena luce, sapendo che a diaframma tutto chiuso sto a f 11, con il filtro nd inserito mi muovo nell'intorno di f 5,6.
#1306818
bohemien ha scritto:il discorso che ho fatto , mi sono accorto, riguardava la macchina settata su M ma per la modalità fotografia! Ieri sera invece in modalità filmato le "problematiche" che avevo esposto non le ho riscontrate: il misurato manualmente appare sempre ma riesco tranquillamente a portarlo a zero correggendo, ovviamente, otturatore, diaframma e ISO.
Avevo anch'io questo sopetto ma valeva la pena che trovassi la soluzione tu stesso.
bohemien ha scritto:Questa regola (che già conosco) relativa alla velocità dell'otturatore pari al doppio dei fps è proprio regola aurea? Mi sono già accorto che variandolo si ottengono delle riprese meno fluide e a scatto..
La regola influenza proprio la percezione del movimento da parte dell'occhio umano e, come ti ho scritto prima, è una regola che si può infrangere per scopi particolari avendo però bene a mente cosa accade. La regola dei 180° restituisce un movimento "naturale". l'infrazione della regola può restituire scie di movimento (motion blur) più accentuate o, al contrario, un effetto strobing dove le immagini appaiono andare più a scatti. Non solo: devi ricordare che riprendere sotto luci artificiali o inquadrando una insegna luminosa, nel nostro paese (e in tutti quelli in cui la corrente elettrica viaggia a 50 Hz) impone un tempo di posa che sia multiplo (o sottomultiplo) di 50 (1/25", 1/50", 1/100", ecc.) Ti rimando a questa lettura https://www.nikonschool.it/experience/t ... php#motion di Nikon School dove questi aspetti vengono descritti assai bene.
bohemien ha scritto:mi pare che (ho fatto delle veloci prove) riprendendo un'inquadratura larga come la città dal mio balcone, variando il diaframma da F/1.8 a F/5 o maggiore e agendo sugli ISO per avere una corretta esposizione, in termini di ripresa della scena non cambi nulla. Importando su pc infatti, guardando le clip non noto differenze..
Ma mica a F/1.8 dovrebbero esserci degli elementi in primo piano a fuoco e il resto no? Utilizzo il focus continuo.
Hai notato giusto e le considerazioni che fai sono giuste, ma...
Se le riprese le effettui con una focale corta (grandangolo) l'apertura del diaframma influenza meno la profondità di campo di quanto non accadrebbe con una focale via via sempre più lunga (tele). Inoltre devi anche considerare che la tua macchina ha un sensore da 1" e questo contribuisce ancora di più ad avere una grande profondità di campo, in ogni caso assai maggiore di quella che avresti con un sensore 4/3 o APS-C o Full Frame a parità di focale.
Usa questo strumento interattivo https://dofsimulator.net/en/ per simulare le profondità di campo ottenibili con la tua macchina o con altre macchine/sensori per avere dei termini di paragone.
bohemien ha scritto:ISO: quale soglia non bisognerebbe mai superare per non avere problemi di rumore?
La soglia da non superare sarebbe quella dell'Iso "nativo" della macchina (che non conosco). Dopo di che il set di ripresa può costringerti ad altri valori. So che quella macchina regge abbastanza bene fino a 1600/3200 Iso senza introdurre troppo rumore.
#1306823
Clicknclips..sei un grande, grazie! Mi stai chiarendo davvero molto le idee! Leggerò ovviamente i link da te proposti. Inoltre la tua conferma sulla correttezza di delle mie considerazioni/deduzioni mi animano ad approfondire sempre più perchè consapevole che sono sulla strada giusta. Ora mi prendo qualche giorno per approfondire sul campo quanto spiegatomi e poi ritorno per affrontare nuovi temi! Per esempio il bilanciamento del bianco! :secchione: Che mi pare di aver capito è importante quanto il trovare l'esposizione giusta..

Ciao Hlosis, molte grazie anche a te per il tuo intervento.
Non credo però di aver inteso totalmente il tuo discorso: giri a 50p con shutter a 1/100 e su questo non ci piove perchè come si è detto, è la regola. Inoltre ponendoti a priorità dei tempi, contraddicimi se sto sbagliando, non fai nient'altro che usare la modalità manuale parzialmente nel senso che, visto che diaframma ed ISO si autoregolano, hai il lavoro, per cosi dire, facilitato. E' così? Sia chiaro che non sto facendo polemica, è solo per capire cosa fanno gli altri :)
#1306825
Infatti ho fatto la premessa "in condizioni dinamiche". Per condizioni dinamiche intendo riprese fatte al volo, report di viaggio ove si hanno cambi di luce repentini. La modalità suggerita ti aiuta nelle situazioni dove non si programmano per bene le riprese con luce controllata
#1306831
Molte grazie Halosis per l'approfondimento! Preciso che ogni mia risposta o annotazione che porto, lo faccio con molta umiltà perchè, almeno per il momento, mi ritengo ignorante in materia. Quindi non infastiditevi che non è mia intenzione :)

Anche io Halosis faccio per lo più riprese di viaggio e quindi proverò a riprendere come da te suggerito. A tal proposito chiedo:

- scegliere di adoperare la macchina totalmente in manuale oppure in priorità di tempi ecc. cambia qualcosa nella resa delle riprese quando poi si deve fare post produzione? In particolare, per poter lavorare di color correction le clip, è opportuno riprendere in M oppure, a prescindere da ciò, basta si abbia ripreso con una buona esposizione? in pratica, quali sono le condizioni da soddisfare per avere delle clip perfette per la color?
#1306836
Riprendere in manuale, in semi automatico o completamente in automatico non ha influenza sulla post produzione.
Ciò che in fluisce sulla postproduzione, con particolare riguardo alla color correction, sono altri fattori: la gamma dinamica del sensore, la quantità di dati al secondo (bit rate: più è alto più informazioni ci sono), il campionamento della crominanza e l'uso eventuale di profili flat o logaritmici.
Al momento preoccupati di curare l'esposizione e il bilanciamento del bianco e vedrai che sarai già un pezzo avanti. Il resto lo vedrai man mano.
#1306842
"Al momento preoccupati di curare l'esposizione e il bilanciamento del bianco e vedrai che sarai già un pezzo avanti. Il resto lo vedrai man mano."

Ma certamente! Ma comunque "il capitolo"esposizione credo averlo acquisito. Ho provato diverse volte, in casa con luci accesse, spente, sul balcone, al parco ecc.. e sono sempre riuscito ad avere la corretta impostazione a zero o prossima ad esso.

Ora per quanto invece riguarda il WB, per semplificarmi la vita, potrei portarmi dietro un cartellino bianco e riprenderlo all'inizio di ogni mia clip e semmai correggere la wb in post partendo dal bianco del cartellino?
#1306843
Per quanto riguarda il "bianco", già che ti porti un cartellino apposito, secondo me è meglio metterlo a posto prima di riprendere. Puoi farlo anche dopo in post produzione ma, non avendo disponibili clip in formato raw o con profili logaritmici ad alta profondità di bit (hai video a 8bit di profondità e con una campionatura colore 4:2:0) la correzione in post è meno precisa e più distruttiva.

Ricorda comunque che quella del bilanciamento del bianco è un'altra regola che può essere infranta ad esempio per dare un mood personale alle riprese, oppure per simulare ore del giorno diverse da quelle in cui sono state fatte.
#1306876
"Ricorda comunque che quella del bilanciamento del bianco è un'altra regola che può essere infranta"

Si Clicknclips me ne sono già accorto effettivamente..e così di impatto mi sembra una regolazione molto meno complicata da assimilare, nel senso che, se per l'esposizione ero molto spaesato inizialmente, con questo altro parametro non mi pare così grigia la questione: in parole povere ciò che è da fare è trovare la giusta temperatura in K in relazione al momento della giornata o della ripresa. Avendo fatto piu di qualche prova all'aperto, al chiuso ecc.. devo dire che l'automatico ci azzecca 9 volte su 10. Determinate finezze le vedrò col tempo, con la pratica e l'esperienza.
#1306888
bohemien ha scritto: lun, 22 lug 2019 - 13:58 Avendo fatto piu di qualche prova all'aperto, al chiuso ecc.. devo dire che l'automatico ci azzecca 9 volte su 10.
Ti assicuro che su questo passaggio ho sentito rumore di vesti strappate! Io invece sono d'accordo. :wink:

Salve... ho il seguente problema .. ogni volta c[…]

nel 2017, non esisteva proprio la tua GPU, prova […]

Adesso non manca nulla, ma io ti ho scritto alle 1[…]

Visto che il quesito è rimasto appeso, pur […]