Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su tutti quegli argomenti di situazioni tipiche, problematiche e consigli generici per chi vive da VideoMaker (problemi di licenze, questioni fiscali, situazioni tipiche, etc.).
Non sono ammesse discussioni che esulino da quando su indicato (Es. politica, sesso, pirateria, spam, etc.)

Moderatore: Moderatori

da BuonUomo
#1307738
Ciao, sono OT qui ma non so dove postare e poichè è urgente e faccio editing video con Edius 9, provo a fare una domanda qui. Ho un video che vorrei dimostrare che io stesso sono l'Autore. Dovrei iscriverlo da qualche parte? Ripeto, solo per dimostrare la paternità (magari anche se qualcuno me lo dovesse chiedere online), una volta che qualcuno me lo chieda, non ci devo far nulla con il video.
Grazie per qualche info.
#1307744
Ciao,

dovresti chiarire meglio i fini per i quali vuoi identificare la paternità del video.
Di solito tutte le info si mettono nei crediti a fine video/titoli di coda o nei titoli di testa, se invece vuoi che un riferimento a te o ad un tuo sito sia visibile per tutta la durata del video, puoi mettere un sottopancia, magari non troppo invasivo con un nome, un url o un logo.
Alcuni formati supportano i metadati, quindi alcune info potresti metterle lì, ma poi dipende da come viene fruito il video, soprattutto online non è detto che tali metadati vengano gestiti.

Ciao
da CatoCato
#1307745
Cosa intendi quando dici:" sono l'Autore"?
Che hai avuto l'idea del soggetto, che hai scritto la sceneggiatura, che hai scelto la location, che hai scelto il Cast, che hai curato l'audio, che hai curato la fotografia, che hai curato la regia, che hai fatto le riprese, che le hai montate, che hai fatto la CC e il CG, che hai fatto la colonna sonora, che hai realizzato l'output, che ..., che...., che, ....
Se hai fatto tutte queste cose e molte altre, metti il tuo nome nei titoli di coda del video accanto a tutti i ruoli che sono intervenuti nella sua realizzazione.
#1307749
Premesso che "Domanda urgente" non spiega il motivo del topic ho provveduto a modificare il titolo e ho spostato il topic stesso in sezione Vita Da VideoMakers.

A me pare che il tema sia la dimostrazione di paternità di un'opera audiovisiva. A questo risponde la Siae o altri enti della stessa natura, registrandosi come associato o semplice mandante, e poi depositando l'opera con i mezzi previsti. L'operazione ha dei costi.
In alternativa si può depositare l'opera presso un notaio/avvocato di fiducia.
da BuonUomo
#1307753
Non so come ringraziarvi per le gradite risposte. Vi spiego meglio.
Ho messo uno spezzone di alcuni minuti di un mio video su youtube e me lo hanno copiato varie persone e tutte con lo stesso mio titolo. Ho scritto a youtube per farglielo cancellare e mi ha chiesto di chi sia la paternità di quel video, se non dimostro che il video è mio youtube non li cancellerà, altrimenti lo farà.
In altre parole è un documentario raro che io ho fatto in Africa ed ho fatto l'editing video. E' tutto mio e non ci ha messo le mani nessun altro, ma non so come dimostrarlo.
Grazie di nuovo.

PS. Una curiosità: se mi capitasse di mettere un altro spezzone di un altro video, devo inserire il mionome e cognome? E' sufficiente? Io non credo perchè chi lo copia puo' sempre iinserire lo stesso mio nome.
#1307754
Se tu lo hai pubblicato prima degli altri evidentemente non puoi averlo copiato da loro. Non dimostra la paternità ma per lo meno che sei stato il primo a pubblicarlo. Quindi dovresti dire a Youtube di chiedere agli altri di dimostrare la paternità del video e di cancellarlo se non possono farlo.
L'ultima domanda non l'ho proprio capita e quindi non saprei come rispondere.

Per pura curiosità potresti linkare il tuo video e quello degli altri che lo hanno copiato?
da BuonUomo
#1307756
ehehehe, hai toccato il dito sulla piaga. Io avevo cancellato quel video ed ora non ce l'ho più pubblicato su youtube. Ci sono solo quelli degli altri. Ma sembra, dalle vostre risposte , che non esista la possibiltà di dimostrare che un video sia tuo, come ad esempio per la musica come la SIAE. Quindi devo digerire il rospo e far lasciare il mio video copiato dagli altri su youtube?

Mi si era consigliato di metyetre il nome e cognome sul video, ma non è una garanzia perchp tutti possono inserire in sovrapposizione il mio nome e pubblicarlo su youtube.
da BuonUomo
#1307757
Clicknclips ha scritto: mer, 11 set 2019 - 18:00
A me pare che il tema sia la dimostrazione di paternità di un'opera audiovisiva. A questo risponde la Siae o altri enti della stessa natura,
Io ho un amico che lavora in SIAE e mi ha detto che mai si è occupata la SIAE dei video ma solo della musica. Per questo ho fatto un post qui per avere risposte precise ma sembra che non ce ne siano.
#1307758
Allora puoi dire a YT che sei in possesso dei video originali da cui sono stati prodotti quelli pubblicati che a loro volta sono stati copiati da un tuo video che poi hai cancellato.
Se poi non hai nemmeno più gli originali del "documentario raro" allora non vedo via d'uscita.

Il tuo amico o non lavora alla Siae, o è un bugiardo, o è un burlone o non è tuo amico.
La sezione Cinema della Siae assicura "una concreta modalità di protezione e di controllo diretto sull’utilizzazione delle proprie opere a livello nazionale e mondiale, considerate anche le nuove modalità di sfruttamento economico sulle reti di comunicazioni digitali.", oltre che, come ho scritto anche prima "nella forma dell’associazione o del conferimento di mandato, costituisce per gli autori il presupposto indispensabile per fruire nell’immediato della tutela del loro diritto all’equo compenso, e quindi per percepire i proventi riscossi per le varie utilizzazioni dell’opera." dove per -opera- si intende "la categoria delle opere assimilate a quelle cinematografiche che si possono sintetizzare nel concetto di "narrazione per immagini": opere di fiction prodotte per la televisione, telefilm, soap-operas, situation-comedies, documentari e cartoni animati." (fonte: https://www.siae.it/it/autori-ed-editor ... iscriversi)
da BuonUomo
#1307765
Quello che mi dici mi sembra incredibile. Ho consultato anche, oltre che un dirigente SIAE, anche un notaio. Forse non erano informati? A me non serve altro che iscrivermi solo per dimostrare che l'opera è mia e nulla altro. Da quei link che mi hai mandato sembra che io debba pagare 150 euro annuali. Non so se ho capito bene, ma mi sembra è cifra incredibilmente alta per quello che serve a me.
Comunque ti ringrazio moltissimo.
#1307770
BuonUomo ha scritto: mer, 11 set 2019 - 22:48 A me non serve altro che iscrivermi solo per dimostrare che l'opera è mia e nulla altro. Da quei link che mi hai mandato sembra che io debba pagare 150 euro annuali. Non so se ho capito bene, ma mi sembra è cifra incredibilmente alta per quello che serve a me.
150€ annuali vengono richiesti agli "associati", se ti iscrivi come semplice "mandate" paghi una sola volta un'imposta di bollo di 32€ e niente altro per tutta la vita. Non paghi proprio nulla invece se hai meno di 30 o più di 80 anni.
La differenza tra "associato" e " "mandante" è la seguente:
"La Siae garantisce la stessa tutela economica dell’opera e gli stessi benefici ad entrambe le figure, ciò che cambia è che l’associato partecipa all’Assemblea della Società, ha diritto di voto per l’elezione dei propri rappresentanti negli Organi Sociali; il mandante no. Inoltre, l’associato può accedere alle prestazioni del Fondo di Solidarietà in favore di autori in stato di bisogno per età, condizioni di salute economiche, sociali e familiari, il mandante no. A fronte di queste differenze il mandante è tenuto al versamento di un corrispettivo annuo inferiore rispetto alla quota associativa annuale." (fonte: https://www.siae.it/it/autori-ed-editor ... ne-mandato).

Tutte queste informazioni sono di dominio pubblico e, come vedi, facilmente reperibili. Basta un po' di curiosità, voglia di approfondire e buona volontà.
da BuonUomo
#1307772
Sei stato gentilissimo per avermi chiarito le idee ma poichè io sono solo operativo sul campo e per quanto riguarda la fiscalità non ci capisco nulla, non capisco neppure quando scrivi " se ti iscrivi come semplice "mandate" paghi una sola volta un'imposta di bollo di 32€ e niente altro per tutta la vita" e poi più sotto leggo "A fronte di queste differenze il mandante è tenuto al versamento di un corrispettivo annuo inferiore rispetto alla quota associativa annuale." Quindi pago solo una volta e basta? U'ultima domanda forse stupida, per favore: se io avevvi 10 video potrei fare una protezione cumulativa e spendere meno? Grazie ancora per la tua disponibilità.
#1307776
BuonUomo ha scritto:ma poichè io sono solo operativo sul campo e per quanto riguarda la fiscalità non ci capisco nulla,
Ma perché, ti hi dato l'impressione di essere un fiscalista?
il mandante è tenuto al versamento di un corrispettivo annuo inferiore rispetto alla quota associativa annuale è una dizione generica per marcare la differenza rispetto ad un associato. Dopo di che, per la sezione cinema in particolare, ti confermo che per l'iscrizione a Siae un "mandante" paga 32€ una tantum e mai più nulla.
Per quanto riguarda le modalità di deposito ed i costi relativi ad ognuno, fatti un giro sul sito Siae (come sto facendo io) o chiamali al telefono e fatti dare tutte le spiegazioni. Oppure chiedi al tuo amico che ci lavora dentro, così fai un favore anche a lui che così si aggiorna.

Ho provato a spostare il progetto sul PC di un ami[…]

Il limite dei 5 minuti, per registrazioni in 4k, &[…]

Ridurre l'effetto Ghosting

Ciao, se renderizzi in Vegas (versione?) perch&egr[…]

Perfetto, visto il problema, prenditi un hd e fai […]