Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Discussioni su tutti quegli argomenti di situazioni tipiche, problematiche e consigli generici per chi vive da VideoMaker (problemi di licenze, questioni fiscali, situazioni tipiche, etc.).
Non sono ammesse discussioni che esulino da quando su indicato (Es. politica, sesso, pirateria, spam, etc.)

Moderatore: Moderatori

#1308389
Premetto subito che non so se ho scelto il posto adatto per pubblicare questa nota. Se è sbagliato mi scuso e seguirò le indicazioni che mi verranno date.
Sto organizzando per il 2021 un viaggio in occasione di un simposio sugli storioni che organizziamo in Cina. Si partirà da Venezia per raggiungere Hangzhou (a sud di Shanghai) con una carovana di auto che si fermeranno in vari paesi dove gli storioni erano o sono importanti per tradizione, stato critico, allevamento etc. I paesi sono lungo una via della seta: Austria, Ungheria, Romania, Ucraina, Russia, Azerbaijan, Iran, Turkmenistan, Uzbekistan, Ka zakistan, Cina. Non è un viaggio turistico, ma scientifico e di comunicazione, con workshops in ogni paese con i portatori di interesse locali (autorità, pescatori, allevatori). Si andrà anche in zone particolari come il lago Aral e fiumi dove gli storioni stanno scomparendo. Durerà un po' più di due mesi ma è possibile partecipare anche solo ad alcune tappe. Qualcuno è interessato a partecipare per effettuare le riprese (oltre a me che però sono un dilettante)? Qualcuno ha contatti utili per vedere se c'è interesse a trasmettere i documentari girati in qualche programma televisivo?
Ringrazio anticipatamente chiunque mi vorrà dare consigli.
Ultima modifica di Clicknclips il lun, 07 ott 2019 - 10:18, modificato 1 volta in totale. Motivazione: Conformato titolo al regolamento. Attenzione per favore.
#1308454
Ho visto che alcuni di voi (un'ottantina di volte secondo il contatore) hanno letto il messaggio, ma nessuno ha fatto commenti. Non c'è alcun interesse o la ritenete una pazzia da non prendere in considerazione? Visto che però non mi sono ancora arreso, mi farebbe veramente piacere avere da voi qualche parere o suggerimento. Anche negativi. Grazie.
#1308455
Ti renderai sicuramente conto che si tratta di un argomento di nicchia che per altro può essere di interesse a livello locale e/o nazionale per enti e organizzazioni di vario tipo, pubblici e privati, dal ministero delle politiche agricole alimentari e forestali alle regioni/province/comuni, enti di bacino, federazione pesca sportiva fino al mondo della lavorazione/distribuzione alimentare, alla ristorazione o chissà che altro e che ignoro. Ma anche enti sovranazionali (e più ricchi) potrebbero mostrare interesse come la comunità europea. Del resto nemmeno tu hai dato molte indicazioni sulle finalità di quello che stai organizzando ed è difficile indirizzarti.
Non è certamente una cosa piccola visto il tempo che ti sei preso per organizzarla, la quantità dei territori toccati e la durata. Hai qualcuno alle spalle che patrocina e/o sponsorizza l'evento?
Forse con qualche indicazione in più può essere più facile individuare il mercato potenziale.
#1308525
Clinknclips ti ringrazio per il messaggio. Mi scuso per le informazioni ancora limitate. Il viaggio come detto è in occasione di un convegno che organizziamo ogni quattro anni in un paese diverso. Nel 2021 sarà in Cina (per la seconda volta). Ha carattere scientifico e informativo e non turistico, anche se le regioni attraversate possono avere un notevole interesse turistico e naturalistico. Non si tratta di trovare risorse economiche, in quanto sono già in contatto con sponsorizzatori di varia natura e nazionalità interessati, senza i quali non si farebbe nulla. Sto postando qui questa nota non tanto per avere suggerimenti su quali enti possono essere coinvolti (ringrazio per i suggerimenti, ma sono già in contatto con MINAMB, MIPAAFFT, FAO etc. che per altro patrocinano solo) ma peri avere da tutti voi qualche idea o contatto con chi (televisioni varie) possa essere interessato alle riprese che si potrebbero fare, e/o a partecipare in prima persona. Se qualcuno è interesato ad avere maggiori dettagli posso mandare privatamente quanto ho al momento e a tenerlo informato sugli sviluppi.
Le riprese potrebbero essere quelle del viaggio in sè (un po' alla Overland) con paesi e paesaggi, persone, usi e costumi, il tutto con il filo rosso degli storioni: habitat naturali, specie locali, azioni di protezione e ripristino, allevamento per ripopolamento e per carne e caviale, tradizioni culinarie, tradizioni culturali e storiche, pesca, etc.
#1308530
Credo che la via più breve e diretta sia quella di prendere contatti con le redazioni dei programmi di divulgazione scientifica e culturale delle maggiori emittenti (Rai, Mediaset, La7, Sky, Fox, ...) come i vari Quark/SuperQuark, Ulisse, Geo&Geo, Gaia, Passaggio a nord ovest, Atlantide, oppure con altri enti che producono podcast tipo il CNR (anche se forse si tratta di solo audio), e illustrare il progetto. Dubito che possano essere interessati ad una compartecipazione, ma forse alla messa in onda si.
#1308533
Posso darti qualche indicazione a riguardo, dato che ci è capitato di vendere dei prodotti finiti a emittenti nazionali. ti indico due possibili strade, io percorrerei la prima, anche se ha molti sbattimenti, ti aumenta però la percentuale di successo.
1) Proporrei il prodotto finito a tantissime emittenti locali mediopiccole, dove il numero di lavoratori dentro è basso 10-30 persone, dove quindi non fanno tante storie per acreditarti come fornitore e dove il controllo qualità è rapido e "sono di bocca buona". In queste emittenti, fanno sempre fatica a mettere su un palinsesto decente, se tu gli proponi un bel prodotto gratis o a poco, per loro può essere un prodotto interessante. chiaramente non tutte le piccole emittenti sono interessate ad un prodotto così scientifico, quindi ti consiglierei di utilizzare i vostri contatti con Associzioni-enti come FAO ecc, per avere dei nominativi di televisioni locali e piccole, che abbiano delle rubriche che si occupano di scienza o di cose naturalistiche o di percorsi di viaggi esplorazioni. se avrete un buon numero di emittenti di ogni singola nazione, metti una persona che poi si mette a chiamare e a contattare vie email ecc. le varie emittenti, mostra in progetto o meglio ancora un primo video montato (visto che ancora non si è svolto anche un video esemplificativo di un iniziativa simile). in questo caso dovete però accollarvi anche i vari doppiaggi in varie lingue e pretisporre titoli , sottotitoli ecc, finalizzate alle varie nazioni. Capisci subito che questo genere di lavoro è un impegno grande, ma secondo me , ti permette di avere la possibilità di avere il vostro prodotto tramesso veramente in più televisioni.
2) Proporlo alle grosse emittenti televisive. Sembra bella coem cosa, ma non è esente da molte complicazioi. ti faccio l'esempio di RAI (per messa in onda in canali rai tematici) . Oltre al fatto di vedere se sono interessati al vostro prodotto, che è un requisito fondamentale, bisogna alaccira veri e propri accordi con l'emittente. Per fare questi, occorrono contatti con le sedi della televisione, diverse visite per arrivare poi a presentare la documentazione per accreditarsi come fornitori , ci sono dei controlli anche sui conti correnti, sul tipo di vostra attività. sono cose che sono lunghe mesi. una volta accreditati, solitamente le televisioni grandi, pianificano il palinsesto con mesi di anticipo e quindi come fornitori prediligono quelli che riescono a fornire molti titoli da poter mettere in onda, 8-10 almeno, in modo che gli risulta poi più agevole inserire i vari titoli all'interno del loro palinsesto. Nelle grandi emittenti, devi inviare video, con delle stringenti specifiche riguardo il formato audio e il formato video, passa tutto da una scansione per possibili virus ad un reparlo apposito, poi c'è una controllo sulla qualità e specifiche del video e dell'audio (qui spessevolte capita di dover apportare modifiche e reinviare il materiale, perchè l'inesperienza, porta a dare prodotti che non superano il loro controllo di qualità e tecnico). Ua volta che siete accreditati, che l'emittente vuole il votro prodotto, che il vostro prodotto è stato controllato e dichiarato ok per i loro standard, allora lo possono mettere protocollare, e mettere in programmazione. La televisione può prevedere vari tipi di accordi, sulla sua possibilità di avere o meno l'escusiva, sulle volte che può mettere in onda un prodotto, sulla proprietà del prodotto ecc. ma direi che questo è l'ultimo dei problemi.
se vuoi seguire questa seconda strada, ma non hai molti titoli, ti consiglierei di contattare qualcuno che sia già fornitore della televisione , e già fornisce una lista di prodotti alla televisione. le televisioni hanno delle fiere internazionali dove incontrano i vari fornitori di prodotti audiovisivi, il grosso degli acquisti di video che poi inseriscono nei palinsesti, avvengono proprio li. In quel caso però da questi fornitori, prendono blocchi di titoli, più che un singolo titolo.
#1308535
Clicknclips e Iachidda, grazie per i suggerimenti. Proverò a seguire tutte e due le strade, anche se penso, come dite, che se non sei introdotto e/o non conosci nessuno che sia già fornitore sia davvero difficile e complicato arrivare alle reti grandi. Dovrei però capire quale sono gli standard che servono e le modalità di editing, se vogliono solo il girato o un montato finale con commento etc.; se un tutt'uno con cultura, viaggio e storioni o filmati separati e più specifici. Dato anche l'onere organizzativo e le finalità del viaggio, che comporta molto lavoro anche nelle tappe in ogni paese, se non si aggregano degli operatori dovremo basarci sulle nostre attrezzature che non sono prorio professionali (GH5 e Z Cam E2 e simili). Giustamente suggerisci di contattare qualcuno che sia già fornitore di una televisione, ma dove lo trovo? Sapete di qualche fiera in programma?
#1308537
di certo vogliono il montato finito, non da montare, cosa diversa sono il discorso titoli e voci fuori campo tradotte. Sgli standard richiesti non li conosco, sono certo che chi si occupava di questa cosa ha spedito più HD in giro per l'europa con più prove. Molto dovuto all'inesperienza. più le emittenti sono grandi, più anche i tempi in cui poi ti rispondono e dicono cosa non è ok, si dilatano a dismisura (vuoi per anche il controllo preventivo da eventuali virus e quello tecnico che realizzano solo con i macchiari). Non ti saprei dire chi sono dei fornitori (quelli che abbiamo contattato noi, sono relativi alla musica lirica e sono specifici di settore), perchè noi siamo entrai come fornitori direttamente, ma evevamo una decina di titoli, non solo uno o pochi. sapevo che ci sono degli "agenti" ce si occupano delal commercializzazione dei titoli, ma non saprei farti dei nomi e che retribuzione vogliano. il nostro aveva lavorato male e quindi no merita di essere contattato. Sulle fiere non saprei dove re quando sono, sono penso di livello europeo o mondiale. Se il vostro proposito è quello di vederlo in onda il più possibile e vi interessa meno il lato del ritono economico, vi consiglierei di andare con il consiglio n 1, e puntare sulle piccole televisioni., che hanno già degli spazi nel palinsesto, dedicati alla scienza. capisco che sia meno appagante rispetto a vederlo in un canale della rai o di sky, ma è più probabile in successo, a valle di tanti sbattimenti
#1308539
Al mio paese si dice che dove il guadagno non c'è la remissione è certa. Realizzare un documentario per non ricavarci praticamente nulla lo trovo poco utile.
Allora meglio contattare agenzie di produzione/distribuzione e proporre il progetto.
http://www.imagoorbis.it/, http://www.bbfilm.tv/it/pagina/chi-siamo, http://venicefilm.it/
aerespe1 ha scritto:dovremo basarci sulle nostre attrezzature che non sono prorio professionali (GH5 e Z Cam E2 e simili)
Ma pensi che si usino mezzi migliori di questi? Ad avercene!
#1308568
Non è mia intenzione fare delle cose senza averne un ritorno, ma essendo una associazione no-profit, che nell'immaginario collettivo vuol dire che fa le cose gratis (e per altro è proprio così, nel senso che non ci guadagnamo niente, anzi), ed avendo come obiettivo la conservazione degli storioni (chi fosse interessato può visitare il sito wscs.info, anche se è attualmente superato e in aggiornamento stilistico e di contenuti), per noi sarebbe già un buon ritorno avere una diffusione dei filmati per creare una maggior conoscenza dello stato di queste specie in natura, mentre di solito nei documentari italiani vengono visti solo come specie di allevamento per la produzione di caviale.
Benissimo che le attrezzature siano adeguate. Speriamo che lo siano anche gli operatori......
#1308586
Le camere potrebbero andare anche bene, abbiamo venduto dei prodotti video dove c'erano fs 7ii ed anche una gh 5, senza grandi problemi. Se la priorità è dare diffusione al.video anche se la resa economica sia poco, penso.che ci riuscirete. Vi consiglio di avere un demo di quello che avete in.mente, casomai montato con immagini di altri incontri. Dedicate una persona a questo lavoro di contattare emittenti. Bella l'idea anche di contattare agenzie di distribuzione, facendosi dare anche dei consigli pratici, su formati da utilizzare in fase dinrec e di postproduzione ed esportazione
[Cortometraggio Horror] Il Debito

Grazie William. Il Debito è il quarto corto[…]

[Z-CAM] Un nuovo brand sul mercato

Io non l'ho ancora montato ... ma se vedo che iniz[…]

grazie. aggiungo scheda grafica gtx 850m la timeli[…]

Quello che non sembri aver afferrato è che […]