Benvenuto su VideoMakers.net
Iscriviti per condividere la tua passione sul principale sito web italiano dedicato al VideoMaking!

Gli eventuali inserti pubblicitari all'interno delle discussioni sono visibili solo se non hai eseguito l'accesso al forum; ricordati di eseguire l'accesso o, se non sei ancora registrato, fallo QUI

Clicca qui per leggere le regole del forum
Consigli e suggerimenti per l'acquisto di una nuova Telecamera, un Cinecorder e relativi accessori.
(N.B. La sezione è sottoposta a cancellazione automatica ogni 180gg dei topic non più attivi)

Moderatore: Moderatori

#1321193
Conosco anche le Canon, che poi sono quelle dell'esempio sopra (che non avevo citato la marca). Le ho usate un paio di volte, certamente hanno una personalità ma anche loro non esenti da difetti.
Io delle dzo però ho sentito parlare bene, ma essendo appena uscite ho pochi riscontri.
Sto leggendo review ovunque, ma è dura farsi una idea.
Le xeen hai provato le cf?

nine dots film

#1321209
willyfan ha scritto: mer, 30 dic 2020 - 16:38 Sebbene abbia due camere, si ripete continuamente per almeno una ventina di volte con piccole variazioni. Inoltre, abbiamo girato a 4k per fare dei reframe, quindi talvolta è ingrandito, altre meno. Comunque si vede molto.
Non preoccuparti è di moda.
Immagine
Immagine
Soul, 2020. Pixar-Disney.
#1321213

madcat ha scritto: Non preoccuparti è di moda.
è fantastico come una serie di palesi difetti delle ottiche, passino per pregi di moda.
Le lenti che spatasciano l'immagine, sono "morbide".
Lenti da 25k dollari che vignettano come non mai, o che sfocano brutalmente ai bordi, "hanno carattere".
Sulle aberrazioni cromatiche abbiamo già detto tutto.
Come se tutte queste cose non si potessero simulare in post, mentre invece la perfezione quella non si simula, o c'è o non c'è...


nine dots film


#1321285
willyfan ha scritto: gio, 31 dic 2020 - 20:10 Conosco anche le Canon, che poi sono quelle dell'esempio sopra (che non avevo citato la marca). Le ho usate un paio di volte, certamente hanno una personalità ma anche loro non esenti da difetti.
Io delle dzo però ho sentito parlare bene, ma essendo appena uscite ho pochi riscontri.
Sto leggendo review ovunque, ma è dura farsi una idea.
Le xeen hai provato le cf?

nine dots film
No ho usato le prime Xeen, secondo me non valgono nemmeno quel che costano, su quelle cifre preferisco SLR Magic. Se sei molto attento alle aberrazioni cromatiche stacci lontano perchè mi sono parse le peggiori tra tutte quelle citate, e inoltre sono tutte diverse, cambia il microcontrasto da focale a focale, cosa che spesso ti costringe a lavoro aggiuntivo in color. Sulle Xeen CF non mi esprimo perchè non le ho mai viste, ma suppongo che se abbiano fatto una nuova serie si siano resi conto della qualità delle prime Xeen, e spero abbiano voluto migliorarle.
#1321632
volevo chiedere a William se era arrivato a qualche conclusione.
#1321633
Dalle opinioni di colleghi in giro per il mondo, al momento le dzofilm mi sembrano il meglio a queste cifre. Le voglio noleggiare per un test.

Inviato dal mio WAS-LX1A utilizzando Tapatalk
#1321635
CatoCato ha scritto: lun, 25 gen 2021 - 13:11 grazie. Mi tieni informato ?
Certo.
Preciso anche un aspetto: in questi mesi ho parlato con molti direttori della fotografia, sia italiani che (tramite forum vari) stranieri.
E' emerso un mondo molto strano.
In pratica, molti DOP (non tutti) non cercano nelle lenti la perfezione. Anzi.
Le lenti più costose sono tutt'altro che perfette come ottica. Hanno vari "difetti" che sono vignettature, sfocature ai bordi, dettaglio non impeccabile che viene spesso definito "morbidezza", forma dei bokeh, contrasti e colori ecc ecc.
Questi "difetti" danno alle lenti un "carattere" che a molti piace.
Anzi, lenti precise e analitiche a volte non sono apprezzate proprio per queste caratteristiche.
Altri difetti invece sono abbastanza universalmente riconosciuti come tali, come il "respiro" sui cambi fuoco, o la mancanza di parafocale nel caso degli zoom (ma che a me non interessano). Oltre ai difetti "meccanici" come fuoco poco morbido e/o troppo corto, robustezza generale.
In effetti, questi ultimi difetti fanno la differenza tra una lente "cine" e quelle fotografiche. Il respiro sul cambio fuoco e il parafocale sono ad esempio problemi che se sono importanti in video, lo sono molto meno in fotografia, e quindi le lenti derivate da quelle fotografiche spesso ne soffrono di più, anche se sono dei "rehousing" in lenti cine.
L'aberrazione cromatica, abbreviata in CA un po' ovunque, è uno dei difetti "universali" ma che non è accettabile ne sulle lenti cine ne su quelle fotografiche.
Per quanto mi riguarda, forzatamente se un DOP vuole lenti con un certo carattere le noleggio. Non posso avere in casa lenti per ogni esigenza.
Chiaramente, questo atteggiamento discelta è maggiore per chi ha lavorato o lavora spesso in pellicola, con la quale era complicato ritoccare questa "personalità" a posteriori.
Io che lavoro esclusivamente in digitale, quello che io cerco sono lenti il più possibile neutre, senza "personalità" Se sarà necessario, cercherò di trattare le immagini per "simulare" questi difetti. Per molti, tipo la vignettatura, è semplice. La sfocatura ai bordi si può fare ma l'effetto non sarà mai identico, ma me ne farò una ragione. La "morbidezza" pure.

Fatta questa lunga premessa, sentendo in giro ho letto varie opinioni e le dzofilm sembrano le lenti, in questa fascia di prezzo, più adatte. Anzi, qualcuno (non in Italia dove si sta attenti alla marca) mi ha pure detto che da quando usa le DZOfilm non usa più Cp2 o Cp3, ma in caso noleggia le Zeiss master prime, o le cooke che sono tra le migliori lenti ma pure con una spiccata "personalità" che io non cerco.

Le Xeen e le meike sono nella stessa fascia di prezzo, ma da quello che leggo le Xeen non sono lontanamente paragonabili, specialmente per un crollo di risoluzione a tutta apertura (che tuttavia essendo t1.5 potrebbero essere competitive), le meike otticamente sono ottime ma la costruzione è meno qualitativa.
Ho anche cercato cp2 e canon usate, ma non solo non le trovo al mio budget, ma soprattutto le Canon non mi piacciono per nulla.
Last but not least, le DZOfilm sono le uniche che coprono anche i sensori Red Dragon che sono più grandi del full frame tradizionale, cosa che non fanno ne Xeen, ne Canon, ne Meike. Io non ho una red ma mi voglio lasciare aperta la porta al noleggio.
#1321637
Ciao Willyfan, in realtà a me non sembra strano, proprio per i motivi che elenchi tu. Le lenti che tu chiami perfette io le chiamo asettiche, diciamo la stessa cosa ma in modo diverso. La lente asettica va bene appunto per la fotografia industriale o di prodotto, o scientifica, che però come tutti sappiamo è molto lontana esteticamente dal cinema, sono due cose molto diverse.
Quello che tu dici sulla post-produzione, sai meglio di me che è valido per i prodotti che hanno una durata breve, di massimo qualche minuto. Ma per un film di 90 minuti o una serie che può durare anche decine di ore, è impensabile di creare il look "solo in post". Costerebbe molto più che noleggiare una serie di Cooke Panchro per 8 settimane, e richiederebbe tempi biblici incompatibili con quelli di una produzione moderna. Se escludiamo i blockbuster al giorno d'oggi la color di un corto, una pubblicità o un documentario si fa in uno-due giorni, quella di un film in una settimana. Non c'è tempo per stilizzare addirittura le lenti. I laboratori al giorno costano cifre a tre zeri in Italia, a quattro zeri nei paesi anglofoni. Per questo io trovo molto ragionevole il punto di vista dei direttori della fotografia che si occupano di fiction.
#1321639
Koroshiya ha scritto: lun, 25 gen 2021 - 19:18 Ciao Willyfan, in realtà a me non sembra strano, proprio per i motivi che elenchi tu. Le lenti che tu chiami perfette io le chiamo asettiche.
Quoto al 100%
Koroshiya ha scritto: lun, 25 gen 2021 - 19:18 La lente asettica va bene appunto per la fotografia industriale o di prodotto, o scientifica, che però come tutti sappiamo è molto lontana esteticamente dal cinema, sono due cose molto diverse.
Al 75%. Non si può dire che un vetro perfetto sia inadatto al Cinema, ma la personalità di un obiettivo può essere usata a fini creativi. Alcuni difetti ottici possono tornare utili ai fini della narrazione.
#1321640

Koroshiya ha scritto:Se escludiamo i blockbuster al giorno d'oggi la color di un corto, una pubblicità o un documentario si fa in uno-due giorni, quella di un film in una settimana.
Faccio fatica a crederlo, vefo filor estremamente curate anche su film non blockbuster. Ovviamente non parlo di produzioni italiane.
Dato che ora si gira almeno in log tutto, una passata per dare color primaria e secondaria si fa serenamente.
Noi stessi stiamo producendo documentari e ci passiamo svariate giornate se color anche molto semplici.

Detto questo, fosse anche così lenti troppo caratterizzate, come ho scritto, si noleggiano di volta in volta, quello di cui ho bisogno è altro.

A parte questo vedo blockbuster girati con lenti molto dettagliate. Non sono tutte sfilate di moda.




nine dots film

#1321641
madcat ha scritto:
Koroshiya ha scritto: lun, 25 gen 2021 - 19:18 Ciao Willyfan, in realtà a me non sembra strano, proprio per i motivi che elenchi tu. Le lenti che tu chiami perfette io le chiamo asettiche.
Quoto al 100%
Koroshiya ha scritto: lun, 25 gen 2021 - 19:18 La lente asettica va bene appunto per la fotografia industriale o di prodotto, o scientifica, che però come tutti sappiamo è molto lontana esteticamente dal cinema, sono due cose molto diverse.
Al 75%. Non si può dire che un vetro perfetto sia inadatto al Cinema, ma la personalità di un obiettivo può essere usata a fini creativi. Alcuni difetti ottici possono tornare utili ai fini della narrazione.
Questo mi da certezza che sono sulla strada giusta.

nine dots film

#1321643

Koroshiya ha scritto:Ciao Willyfan, in realtà a me non sembra strano, proprio per i motivi che elenchi tu. Le lenti che tu chiami perfette io le chiamo asettiche, diciamo la stessa cosa ma in modo diverso.
seguendo il tuo ragionamento, lenti come le master prime, che ho pure citato, non le dovrebbe usare nessuno, visto che sono quelle con meno difetti ottici.
Invece ci si fanno film di grande spessore e sono la prima scelta anche di DOP premi oscar.
Ovviamente non voglio paragonarlo a lenti da 1300 euro, sia chiaro, ma io ho bisogno di lenti cine per tutte le stagioni, non lenti che vanno bene solo per girare un certo stile.
Sotto questo aspetto, ad esempio, non amo nemmeno le anamorfiche, per le quali molti si strappano i capelli per i flares orizzontali e i bokeh ovali.

Ultima cosa, le lenti "asettiche" sono molto più semplici da matchare con i vfx. Oddio, cosa ho detto...



nine dots film

#1321671
Ma io sono d'accordo, solo che facendo solo il ragionamento opposto si dovrebbero usare solo le Master Prime, o ancora meglio le Ultra Prime che sono le Master Prime ancora più nitide. Invece non è così. Secondo me la cosa più importante in fotografia è capire che non è solo una scienza, ma prima di tutto un'arte. Se così non fosse faremmo tutti la fotografia identica, ci distingueremmo solo tra chi la sa fare e chi no. Invece non è così, esistono infiniti stili diversi e sensibilità diverse, che portano non ad un'unica verità ma infinite possibilità di scelta. Due filosofie seppure opposte possono portare a risultati fotografici parimenti interessanti e affascinanti. Viceversa le ricette non funzionano quasi mai, motivo per cui certe cose vanno imparate sul campo e coi propri occhi, non si possono limitare alla pura teoria. E meno male che è ancora così, anche se lo spirito del tempo ci prova sempre ad omologare tutto e tutti.

Poi probabilmente avevi già scelto per le DZO e volevi semplicemente una conferma, ma se chiedi a me non riesco proprio ad appassionarmi a quelle lenti. Dopo aver visto decine di sample, test e pure averle provate di persona, le trovo bruttine, non credo ci girerò mai. E non è preconcetto per i marchi meno blasonati, ultimamente ho scoperto gli zoom cine della Tokina, certo altro prezzo ma devo dire che li ho trovati veramente molto belli per quello che costano, e probabilmente la scelta con miglior rapporto qualità/prezzo come zoom cine entry level, non lo avrei mai detto.

Lavoro sia su film italiani da major che con produzioni indipendenti, e ti posso garantire che nessuna di quelle produzioni sulla post-produzione mette l'attenzione che mettete voi sui vostri documentari, o che ci può mettere una buona produzione indipendente. Ci sono logiche commerciali diverse. Tra l'altro quasi nessuno colora dal log, solitamente al laboratorio dai travel arrivano i file log ma già con una CDL impostata dal DIT, che di solito è la LUT utilizzata sui monitor di set, più eventuali correzioni dal grading on set.

1917 è stato girato con le Signature Primes, fatte morbidissime apposta. Se ti sembra una sfilata di moda, alzo le mani :D
#1321675
Ma guarda che io posso pure concordare, il problema è che io non posso permettermi di prendere 5 set di lenti diverse da adattare ad uno stile di volta in volta. E probabilmente, se vivessi e lavorassi in una città come Roma o Milano nemmeno mi porrei il problema è andrei sempre di noleggio.
Invece sto a Brescia, dove se voglio lenti cine devo andare a Milano. E credimi, spesso i costi per andare e tornare, considerato che mi devo muovere di persona, non sono accettabili, più che il costo del noleggio in se. Spesso ho dovuto rinunciare solo perché non avevo il tempo di andare il giorno prima a Milano e ritornare a restituire le lenti il giorno dopo le riprese.
Per le luci abbiamo un rental a Brescia, male che vada a Bergamo che è più vicino, quest'ultimo ha pure lenti ma solo Canon e non c'è scelta, e talvolta le abbiamo pure prese ma non perché volevamo le Canon ma perché quelle c'erano.
E sentiamo la necessità di usare lenti cine anche per le tempistiche sul set e la praticità.
Quindi quello che mi serve è una scelta per lenti che vadano mediamente bene per i progetti che noi seguiamo, che sono documentari, video tipo masterclass, corporate, spot di vario genere.
Io non avevo deciso per le dzofilm, ma se leggi il titolo avevo già ristretto la scelta ad alcune lenti ben precise, anche per i costi.
Anzi, fino a poco tempo fa stavo per prendere le xeen, e addirittura le Schneider xenon che sono state in promozione per alcuni mesi, ma queste ultime mi sono state sconsigliate sempre per il problema delle aberrazioni cromatiche, di cui mi dicono che soffrono particolarmente.

Le dzo che tu hai provato peraltro sono gli zoom, e sono ottiche diverse. Al momento le vespid in italia non le ha nessuno, e anzi se qualcuno le ha proverei a noleggiarle una volta per provarle di persona.

Infine, io rispetto assolutamente la tua opinione, sei un professionista e ci mancherebbe, tuttavia ho chiesto opinioni anche ad altri altrettanto professionisti compreso il dop con il quale noi lavoriamo spesso, e non sempre queste opinioni coincidono, anche se noto la tendenza in italia più che all'estero a considerare buone solo le lenti "blasonate" perché si va sul sicuro.






nine dots film


ma solo per curiosità, quei droni che h[…]

Dato che sono uscite le CPU di 10° generazion[…]

So che potrebbe azzeccarci poco trattandosi di fot[…]

Problema marcatore capitoli

Solitamente si consiglia di creare i marcatori cap[…]