Ξ 461 visualizzazioni Ξ 1 commento

Videomakers.net incontra Richard Baker, “The Martian”

posted by VMStaff

VideoMakers.net ha avviato da tempo una importante collaborazione con Blackmagic Design, importante produttore di hardware e software per la produzione video; nell’ambito di questa partnership, proponiamo ai nostri utenti questa interessante intervista a Richard Baker, Senior Stereo Supervisor presso la Prime Focus World, che si è occupato della conversione in stereocopia 3D di una parte del film Sopravvissuto – The Martian“.


La nuova estetica dei mondi alieni: uno sguardo alla creazione di “Sopravvissuto – The Martian”

Diretto dal maestro della fantascienza Ridley Scott, “Sopravvissuto – The Martian” ha tutti i presupposti dell’epico viaggio di esplorazione nello spazio.
Il film è interpretato da Matt Damon, nel ruolo di Mark Watney, un astronauta considerato morto a seguito di una violenta tempesta che lo separa dal resto dell’equipaggio durante una missione su Marte. Abbandonato al suo destino, Watney deve cercare di sopravvivere con le esigue scorte alimentari a disposizione, e trovare la soluzione per comunicare con la Terra.

Sopravvissuto - The Martians

Sopravvissuto – The Martians

Sopravvissuto - The Martians

Sopravvissuto – The Martians

Il team della Prime Focus World (PFW) è stato incaricato dalla 20th Century Fox di eseguire la conversione stereoscopica di 15 minuti di contenuti, coadiuvato dalla sua premiata pipeline di conversione View-D e Fusion Studio.

“Il nostro primo compito per The Martian è consistito nel convertire il trailer in stereo, il cui sviluppo ci ha aiutato a capire quali fossero le esigenze dei nostri clienti”

Afferma Richard Baker, Responsabile dei contenuti stereoscopici alla Prime Focus World.
Sulla scia dell’acclamata conversione 3D eseguita per il film “Gravity”, il team della PFW non era nuovo ad un progetto di respiro fantascientifico ambientato nello spazio. Gli artisti 3D hanno portato a termine la conversione di oltre 200 riprese per “The Martian“, appurandosi che il risultato finale enfatizzasse la solitudine del protagonista e fosse conforme al resto degli elementi stereoscopici del film, la maggior parte dei quali erano stati girati sul set in stereo nativo.

Un occhio per i dettagli

“Gareth Daley, lo stereografo del nostro cliente, padroneggia lo stereoscopico nativo. Di qui il suo occhio per i dettagli”, commenta Baker. “Gareth e il suo team hanno delineato un look 3D nativo già durante le riprese sul set, molte delle quali erano native in partenza. Così il materiale ricevuto per la conversione, per esempio una ripresa aerea di un paesaggio impossibile da catturare con un supporto per stereo, è stato per noi un affidabile punto di riferimento nell’eseguire una conversione che si abbinasse al look prestabilito per il film”.

Sopravvissuto - The Martians

Sopravvissuto – The Martians

Sopravvissuto - The Martians

Sopravvissuto – The Martians

Per rispecchiare il look nativo voluto da Ridley Scott, il team della PFW ha creato un 3D con una prospettiva molto netta, conferendo alle riprese un senso di profondità più plausibile. “Il look conseguito fa sì che anche ad una distanza presumibile di 16 km sullo sfondo, ad esempio tra le colline del panorama di Marte, si notasse una leggera profondità”, spiega Baker.

“Un altro aspetto che desideravamo valorizzare era la condizione di solitudine del protagonista. Abbiamo manipolato la profondità per farlo apparire molto piccolo su un pianeta immenso”.

Geometria 3D

Come per “Gravity”, gli artisti della PFW hanno dovuto convertire in 3D i caschi della tuta spaziale, pieni di riflessi e rifrazioni, elementi da cui sarebbe difficile ricavare un senso di profondità. Sfruttando la geometria 3D del viso e del casco fornita dalla produzione, il team londinese della PFW ha seguito i movimenti del personaggio sulle sequenze originali. Hanno quindi generato una mappatura della profondità che, unita agli elementi rotoscopici creati, è stata poi convertita in stereo con la pipeline View-D.

Blackmagic Design Fusion Studio

Blackmagic Design Fusion Studio

Una delle maggiori difficoltà nella creazione del mondo tridimensionale di Marte è stata superata grazie a Fusion Studio, utilizzato per lo scripting degli strumenti del flusso di lavoro in View-D per rielaborare il materiale preparato dalla PFW.

“Per rimanere fedele all’estetica del film, Ridley ha aumentato la nitidezza in modo considerevole in fase DI, influenzando il nostro approccio durante la creazione del trailer”, continua Baker. “Di queste scelte ne ha risentito la nostra pipeline di conversione, nella misura in cui discrepanze appena percettibili nei contorni delle sequenze originali diventavano estremamente visibili in quelle ritoccate”.

Blackmagic Design Fusion Studio

Blackmagic Design Fusion Studio

Blackmagic Design Fusion Studio

Blackmagic Design Fusion Studio

“Per rimediarvi, abbiamo usato gli script di Fusion sulle sequenze in EXR ricevute dai nostri tecnici, ritoccandole ulteriormente nel colore e nella nitidezza. Così facendo ho potuto confrontare la versione fornita dal cliente con quella ritoccata in studio, identificando con facilità eventuali imperfezioni nei contorni. Il risultato finale ha lasciato il nostro cliente a bocca aperta”.

Baker conclude:

“Se Ridley gira un altro film, siamo pronti per metterci all’opera!”.

Il portale www.videomakers.net non è responsabile delle dichiarazioni, delle informazioni e dei dati riportati nelle interviste, schede di approfondimento pubblicate sul sito. La responsabilità è riconducibile unicamente ai soggetti intervistati in queste pagine.
Il portale non effettua un controllo sulla veridicità dei dati e delle informazioni riportate e declina ogni responsabilità a riguardo. www.videomakers.net  cercherà in tutti i modi di evitare la pubblicazione in rete di informazioni erronee ed affermazioni che possano in alcun modo essere considerate lesive di diritti di terzi; la responsabilità di esse resta comunque pienamente a carico degli autori degli specifici contributi eventualmente individuati. Nessuna responsabilità può essere attribuita a www.videomakers.net in caso di diffusione di materiali, dati, informazioni, dichiarazioni, omissioni considerate erronee o in qualche modo implicate in illeciti di varia natura.

1 Comment

  • VideoMakers.net

    Presto un nuovo MAKING OF sempre in collaborazione con Blackmagic Design!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito; ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Ultimi Argomenti dal Forum


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.