Telecamere

Ξ 1.045 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Action Cam – GoPro Karma Grip

posted by mimmob
3
3
  • Usabilità 3
  • Bundle 3
  • Innovazione 3
  • Rapporto Qualità/Prezzo 3

Prova su strada

La prima cosa da fare, ovviamente, è caricare la batteria presente all’interno del Karma Grip, utilizzando l’apposito cavo USB-C, da collegare alla presa presente nella parte inferiore del manico e protetta da uno sportellino di gomma.

GoPro Karma Grip

Connessione USB-C

La durata dichiarata della batteria è di circa 1 ora e 45 minuti, ma nelle mie prove, fatte di riprese discontinue, non ho rilevato problemi di durata, nonostante durante l’utilizzo del Karma Grip con la videocamera montata, la batteria dello stabilizzatore tenga in carica anche la batteria della videocamera (quindi suppongo che molto dipenda anche dalle impostazioni della videocamera stessa).

In ogni caso, con il Karma Grip spento, è bene accertarsi dello stato di carica della batteria premendo l’apposito pulsante e verificando che si accendano i 4 led presenti subito sotto (ogni led corrisponde ad un 25% di carica).

Suppongo che per riprendere un evento sportivo o una gita fuori porta la durata sia più che sufficiente, mentre il lato negativo di questa batteria è che non è intercambiabile dall’utente, quindi non è possibile dotarsi di una seconda batteria da sostituire nel caso si scarichi quella principale (la sostituzione della batteria richiede l’invio in assistenza) e quindi, in casi di riprese particolarmente lunghe, occorrerà utilizzare un Power Bank con tutte le scomodità che ne possono derivare per un sistema di ripresa che dovrebbe essere maneggevole, compatto e senza fili volanti.

GoPro Karma Grip

I led che indicano lo stato della batteria

Vediamo adesso come si monta la videocamera nel Karma Grip.
Intanto, come detto in precedenza, per ogni modello di videocamera supportata da questo accessorio va associata l’imbracatura adeguata; quella fornita in dotazione è per la GoPro HERO5 Black e va aperta premendo leggermente una leva presente nella sua parte inferiore.

GoPro Karma Grip

GoPro Karma Grip

Occorre smontare lo sportellino laterale della GoPro HERO5 Black, aprendolo e tirando verso l’esterno perpendicolarmente al corpo della videocamera (nel manuale della videocamera questa operazione è ben descritta nelle ultime pagine).
In questo modo si potrà inserire la videocamera nell’imbracatura facendo combaciare i connettori presenti al suo interno con le porte USB e micro HDMI della videocamera, rese accessibili dall’assenza dello sportello laterale (occorre fare molta attenzione in questa fase per evitare il danneggiamento dei connettori).

GoPro Karma Grip

Dettaglio dello sportello di protezione

GoPro Karma Grip

I connettori della GoPro HERO5

Accendiamo il Karma Grip con l’apposito pulsante e contemporaneamente si accenderà anche la videocamera; in un paio di secondi lo stabilizzatore avrà effettuato tutte le operazioni preliminari e si sarà allineato all’orizzonte in modo perfetto.

La prima sensazione è di robustezza, ma contemporaneamente di peso dello stabilizzatore: da un lato è sicuramente un pregio perché consente movimenti più controllati e quindi più stabili di default, dall’altro mi viene da pensare come potrebbe diventare fastidioso riprendere con questo accessorio in mano per lungo tempo.
Guardando i risultati, però, mi rendo conto che il primo lato è sicuramente il favorito poiché il vero punto di forza di questo stabilizzatore è proprio quello per cui è stato creato, ovvero stabilizzare.
I video ripresi sono strepitosi, risultando fluidi e “leggibili” fotogramma per fotogramma in tutte le situazioni.

GoPro Karma Grip

Accensione del Karma Grip

GoPro Karma Grip

Modalità di ripresa dal basso

Ho effettuato diverse prove:

    • salita e discesa veloce di varie rampe di scale,
    • ripresa in auto con il Karma Grip tenuto fuori dal finestrino,
    • corsa dietro al mio cane “indemoniato” con la telecamera quasi a livello del suolo, quindi impugnata dall’alto al basso.

In tutti i casi il risultato è stato ottimo e ottenuto senza grossi sforzi.

Anche per riprese in movimento lungo la linea dell’orizzonte, l’automatismo del Karma Grip viene in aiuto consentendo uno spostamento laterale dell’inquadratura graduale e morbido.
In pratica i motori dello stabilizzatore ammorbidiscono i movimenti bruschi a destra e a sinistra e la videocamera segue in modo “smorzato” i movimenti laterali, rimanendo sempre allineata all’orizzonte se spostata verso l’alto o verso il basso.

Invece, per riprendere un oggetto al di sopra o al di sotto della linea dell’orizzonte, si deve:

    • tenere premuto il pulsante in basso,
    • spostare l’impugnatura in alto o in basso nella posizione desiderata,
    • rilasciare il pulsante per bloccare l’angolo.

Facendo doppio clic sullo stesso pulsante, infine, la videocamera seguirà verticalmente un punto prestabilito (non necessariamente allineato all’orizzonte) smorzando anche i movimenti verticali dello stabilizzatore, oltre a quelli orizzontali.
Per annullare le impostazioni di “inseguimento” appena descritte e tornare al normale metodo di inseguimento orizzontale, basta premere una volta lo stesso pulsante.

Pagine: 1 2 3

Share This Article

Profilo dell'Autore

Laureato in Ingegneria Meccanica, è attualmente Docente. Software utilizzati: Adobe Premiere Pro, Adobe After Effects, Adobe Photoshop, Adobe EncoreDVD, Adobe Audition Competenze: Compositing & Special Effects, Editing Video, Authoring DVD, Editing Audio, Music Creation

User Name: mimmob

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.