Telecamere

Ξ 1.094 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

posted by Yarin VooDoo
4.5
4.5
  • UsabilitĂ  4.5
  • Caratteristiche 4.5
  • Bundle 4.5
  • Innovazione 4.5
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4.5

Interfaccia

L’interfaccia utente sviluppata da Blackmagic Design sia per quanto riguarda i vari tasti disponibili sia per la parte software, in ragione anche dell’ottimo monitor touch-screen da 5”, consente una gestione efficace e rapida di tutte le impostazioni e risulterà certamente familiare a chi ha già avuto modo di utilizzare altre camere dell’azienda australiana, perché il sistema operativo è derivato da quello della URSA Mini.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Una volta accesa, nella parte alta e bassa dello schermo troveremo tutte le informazioni principali a partire dal framerate, velocità dell’otturatore, apertura di diaframma, ISO, bilanciamento del bianco, supporto di memorizzazione in uso, istogramma, ecc.; è sufficiente premere sulla singola impostazione per accedere direttamente alle relative opzioni, altrimenti raggiungibili tramite il pulsante con le tre linee orizzontali posto sul lato destro del monitor.
Degna di nota l’organizzazione dello schermo che, pur mostrando una notevole quantità di informazioni, risulta chiaro e intuitivo e lascia ampio spazio all’inquadratura; peraltro, con ottiche compatibili, è possibile effettuare la messa a fuoco o cambiare il punto di messa a fuoco con un “tap” sul punto dello schermo desiderato, quindi eseguire l’auto-focus con il relativo pulsante fisico.

Nella parte inferiore dello schermo troviamo l’indicazione dei due supporti di memoria disponibili, cliccandovi sopra si aprirà la schermata specifica che consente di verificare la capacità totale e residua, oltre che eseguire la formattazione con la possibilità di impostare il REEL NUMBER per ogni supporto, denominazione che verrà applicata come prefisso ai file memorizzati sullo stesso, così da semplificarne l’organizzazione.

L’interfaccia prevede l’utilizzo di alcune gesture, in particolare con uno swipe dall’alto verso il basso possiamo nascondere tutti gli elementi dell’interfaccia, lasciando quindi lo schermo completamente libero per l’inquadratura, rimarranno visibili solo le linee guida se attivate; uno swipe dal basso verso l’alto farà riapparire tutti gli elementi dell’interfaccia.

Uno swipe da sinistra verso destra o da destra verso sinistra porta alla schermata CLIPS dove poter impostare i metadati per ogni singola inquadratura, oltre che inserire o modificare i metadati per il progetto nel tab PROJECT; sempre con uno swipe orizzontale si torna all’inquadratura.
Di seguito i metadati impostabili:

    • Project
      • Project Name
      • Director
      • Camera Op
      • Camera
    • Clips
      • Slate For “Next Clip”
      • Lens Data
      • Reel
      • Scene
      • Take
      • Good Take Last Clip
      • INT / EXT
      • Day / Night

In generale, l’usabilità della BMPCC 4K è buona, i comandi fisici e i pulsanti sullo schermo consentono di attivare/disattivare o modificare buona parte delle funzioni; anche la navigazione nei menu è ben strutturata con le varie opzioni suddivise in gruppi e quindi organizzate in più schermate da scorrere con uno swipe a destra o sinistra.
Ovviamente occorre una prima fase di adattamento per riuscire ad avere una certa “velocità” nell’individuare una specifica funzione: le voci sono tante e questo qualche piccola complicazione la crea, tuttavia niente di insormontabile.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Menu “Record”

Decisamente utile la possibilità di memorizzare e richiamare, tramite il menu PRESETS, fino a 12 configurazioni differenti, che possono essere denominate a piacere, oltre che esportate/importate così da condividerle anche con altre camere (es. in un progetto multicam); è possibile anche aggiornare uno specifico preset qualora si siano apportate delle modifiche.

La BMPCC 4K consente il pairing bluetooth con la corrispondente applicazione per iPAD da cui è possibile controllare completamente la camera, modificando bilanciamento del bianco, diaframma, otturatore, ISO, etc. oltre che impostare Numero di Reel, Scena, Take, ecc.; purtroppo non è previsto, almeno per il momento, il controllo remoto da iPhone o da dispositivi Android, mentre è da segnalare la disponibilità dell’SDK (Software Development Kit) per poter sviluppare le proprie applicazioni per il controllo remoto della camera.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Menu “Monitor”

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Menu “Audio”

Sempre da menu è possibile impostare le guide per il rapporto d’aspetto che attivano delle bande nere guida sullo schermo secondo i rapporti d’aspetto 16:9, 14:9, 4:3, 2.40:1, 2.39:1, 2.35:1, 1.85:1 e con un’opacità variabile dal 25 al 100% con passi di 25%; è possibile attivare anche la griglia di riferimento per i terzi e un indicatore di punto centrale selezionabile tra un crocino e un punto.

La camera è dotata di assistente per la messa a fuoco che può essere impostato per mostrare PEAK o COLORED LINE, regolabili su tre livelli (Low, Medium o High) e in cinque colori (Rosso, Verde, Blu, Bianco e Nero) così da adattarsi meglio alle varie condizioni di ripresa; ovviamente è possibile gestire anche lo Zebra Pattern che può essere impostato dal 75% al 100% di esposizione.

Ampia la configurabilitĂ  della sezione audio che consente di gestire in modo indipendente i due canali disponibili selezionando la sorgente tra le seguenti opzioni:

    • Camera Left/Right: Attiva i microfoni integrati nella camera utilizzando il canale sinistro o destro;
    • Camera Mono: Attiva sempre i microfoni integrati, ma genera un segnale monofonico dal mix dei canali destro e sinistro;
    • XLR Line: Attiva la presa mini-XLR per segnali a livello di linea ( l’uscita di un mixer);
    • XLR Mic: Come sopra, ma per segnali microfonici;
    • 3,5mm Left/Right Line: Attiva la presa jack da 3,5mm con segnali di linea utilizzando il canale sinistro o destro;
    • 3,5mm Mono Line: Attiva la presa jack da 3,5mm con segnale di linea, generando un segnale monofonico;
    • 3,5mm Left/Right Mic: Attiva la presa jack da 3,5mm con segnali microfonici utilizzando il canale sinistro o destro;
    • 3,5mm Mono Mic: Attiva la presa jack da 3,5mm con segnale di linea, generando un segnale monofonico;
    • None: DisabilitĂ  l’ingresso audio.

E’ possibile anche impostare, indipendentemente per i due canali, il guadagno, visualizzandone il relativo livello di segnale; nella seconda schermata è possibile modificare il volume per l’uscita cuffie e per lo speaker integrato, qui troviamo anche il pulsante per attivare l’alimentazione phantom 48V per la presa mini-XLR.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Menu “SETUP”

Dal tab SETUP entriamo nella configurazione di base della camera, con la possibilità di impostare data e ora (da qui sarà possibile modificare anche la lingua quando ne saranno aggiunte altre, per il momento questa impostazione è bloccata), quindi potremo definire il metodo di misura dell’otturatore (se in gradi o come velocità di otturazione) e impostare la frequenza per determinare la velocità di otturazione senza sfarfallio, utile quando si riprende con luci che producono un evidente sfarfallio nel video, in tali situazioni la camera è in grado di calcolare automaticamente il miglior valore di otturazione per ridurre o eliminare tale disturbo.

E’ possibile anche attivare la stabilizzazione dell’immagine se l’ottica montata lo prevede e non è dotata di uno specifico pulsante fisico per tale funzione, inoltre è possibile attivare la modalità Timecode Drop Frame per riprese con framerate a 29.97 e 59.94fps.

Tra le altre opzioni del menu SETUP troviamo la possibilitĂ  di configurare i tre tasti funzione che potranno attivare/disattivare funzionalitĂ  come la visualizzazione a falsi colori o impostare determinate funzioni della camera come richiamare un determinato bilanciamento del bianco o uno specifico valore di otturatore.

Potremo modificare anche il comportamento della luce di registrazione, eseguire il reset della camera ai valori di fabbrica o attivare la rimappatura dei pixel e calibrare il sensore nel caso appaiano hot pixel.

Per maggiori dettagli su tutte le voci di menu e sul loro utilizzo rimando all’esaustivo manuale.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Share This Article

Profilo dell'Autore

Progettista di automazioni industriali e anche Sony Certified Vegas Editor dal 2008, Sony Certified Vegas Trainer, Sony ICE dal 2009 oltre che Trainer ufficiale Sony Creative Software per l'Italia.software utilizzati: Sony Vegas Pro, Sony DVD Architect Pro, Sony Acid Pro, Sony Soundforge, Sony Cinescore, Boris Red, After Effects; competenze: Editing Audio, Music Creation, Editing Video, Authoring DVD

User Name: Yarin VooDoo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.