Telecamere

Ξ 1.094 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

posted by Yarin VooDoo
4.5
4.5
  • UsabilitĂ  4.5
  • Caratteristiche 4.5
  • Bundle 4.5
  • Innovazione 4.5
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4.5

Prova Su Strada

Abbiamo provato la BMPCC 4K durante alcune sessioni di ripresa in esterna per verificarne l’usabilità in condizioni reali, la resa e la qualità delle immagini catturate e, in generale, la bontà del prodotto.
Un ringraziamento dovuto a Ugo Bartolini di Digital Dream, nostro utente di lunga data, che si è offerto come operatore di camera, mettendo a disposizione di VideoMakers.net la propria attrezzatura, tra cui un utilissimo Edelkrone WING che consente la realizzazione di carrellate molto fluide ma senza l’ingombro dei binari di un classico dolly.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Prova su strada

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Prova su strada

I test sono stati eseguiti utilizzando il kit di ripresa messo a disposizione da Blackmagic Design che, insieme alla camera, ci ha inviato:

    • Angelbird Match Pack for Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K
      Composto da:
    • Angelbird SSD2GO PKT 512 GB
    • Angelbird AV PRO CF 256 GB Cfast 2.0
    • Angelbird AV PRO SD V90 da 64Gb (SDXC II 3 da 300MB/s)
    • Angelbird CFAST Dual Card Reader
    • 2 Cavetti USB3 > USB-C da 23cm Angelbird
    • 2 Cavetti USB-C > USB-C da 22cm Angelbird
    • 2 Cavi XLR (Femmina) – Mini-XLR (maschio) da 54cm
    • Ottica Olympus M.Zuiko Digital ED 12-40mm f/2,8 Pro

     

L’Angelbird Match Pack viene proposto ad un prezzo di listino di EUR467.88 Iva Inclusa, prezzo non economico ma adeguato alla qualità dei prodotti forniti, in particolare l’SSD è in grado di fornire un valore dichiarato di 500 MB/s garantiti su scritture sequenziali e di 480 MB/s come valore di velocità in scrittura sostenuta (intesa come valore medio della velocità di scrittura sequenziale in un intervallo di 60 secondi), che oltre ad essere di costruzione solida, offre vari tipi di protezione da sovraccarico, da scariche elettrostatiche, da onde elettromagnetiche.
Collegando l’SSD esterno viene automaticamente disabilitata la possibilità di utilizzare lo slot SD.
Nei nostri test, come anticipato nel corso dell’articolo, siamo riusciti a registrare su questo SSD in 4K DCI @50p in formato RAW lossless senza interruzioni; lo stesso risultato lo abbiamo ottenuto con la scheda Angelbird AV PRO CF 256 GB CFast 2.0.

Angelbird Match Pack for Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Angelbird Match Pack for Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Nel kit inviatoci era presente anche il doppio lettore di schede CFAST 2.0 (Costo €139.90 Iva inclusa) utile per trasferire le riprese su PC tramite porta USB 3 o USB-C; infatti non è possibile collegare la camera direttamente al PC per il trasferimento dati, dal momento che la porta USB-C integrata può essere utilizzata esclusivamente per l’aggiornamento del firmware.

Una delle maggiori critiche mosse alla BMPCC 4K è la scarsa durata delle batterie, infatti la camera utilizza batterie LP-E6 (standard sulle fotocamere Canon) con un’autonomia dichiarata di circa 60 minuti senza l’utilizzo di accessori esterni; nelle nostre prove abbiamo verificato che registrando su un SSD esterno e registrando in 4K DCI RAW la camera fornisce una durata indicativa di 40 minuti, tuttavia i test sono stati effettuati utilizzando il firmware v5.2, ma il successivo v6.1 ha introdotto una migliore gestione energetica che, quindi, dovrebbe fornire una maggior autonomia, oltre a risolvere i problemi di spegnimento improvviso (quindi senza alcuna segnalazione di batteria scarica) quando la capacità si attesta intorno al 30%.
Va detto, comunque, che pur con lo spegnimento improvviso, non abbiamo mai avuto problemi di file corrotti ne registrando su scheda che su SSD esterno.

Da segnalare che utilizzando batterie originali la camera è in grado di mostrare la percentuale di carica residua, mentre con batterie non originali viene mostrata solo un’indicazione grafica della capacità residua.
Piccola nota sul vano batteria che, in virtù delle dimensioni della camera, si trova in posizione comoda per essere aperto anche quando la BMPCC 4K è fissata ad un cavalletto.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Particolare del vano batteria

Tramite l’adattatore di rete è possibile alimentare la camera e, contemporaneamente, ricaricare la batteria inserita, inoltre anche la porta USB-C può essere utilizzata per ricaricare la batteria (ma a camera spenta) utilizzando un power-bank, un alimentatore USB standard da 10W o un alimentatore USB-PD (Power Delivery), con il quale è possibile sfruttare la ricarica rapida.

Il manuale fornisce indicazioni utili per realizzare sistemi di alimentazione personalizzati, infatti la BMPCC 4K ammette tensioni di alimentazione da 10,8 a 20V tramite il connettore DC, mentre se viene utilizzata una “falsa batteria” è possibile alimentare la camera con tensioni comprese da 6,2 a 10V; quando la camera è in stand-by e non è attiva la ricarica della batteria vengono assorbiti circa 16W, mentre durante la ricarica di una batteria LP-E6 l’assorbimento sale a 30W; in condizioni di utilizzo massimo (registrazione su SSD esterno, luminosità dello schermo al massimo, utilizzo di ottiche attive, etc.) l’assorbimento si attesta su un valore medio di 22W.
Il manuale suggerisce anche di rimuovere la batteria qualora si utilizzi un sistema di alimentazione personalizzato.

E’ evidente che il bel touchscreen da 5” assorbe buona parte della capacità della batteria, peccato non sia stata prevista la possibilità di spegnere completamente lo schermo quando si utilizza uno schermo esterno o il controllo remotato su iPAD.
In ogni caso la durata delle batterie non è da record, quindi è necessario dotarsi di almeno 3 batterie per poter avere una sufficiente autonomia di ripresa se non si ha disposizione l’alimentazione da rete, si potrebbe essere tentati dall’uso di batterie esterne di maggior capacità, ma in questo modo si va a perdere molto della praticità di questa BMPCC 4K; inoltre le LP-E6 non sono particolarmente costose e l’alloggiamento sporge abbastanza da riuscire a cambiare velocemente la batteria anche se questa è montata su un treppiede o un gimbal.

Durante parte delle riprese di test abbiamo utilizzato un monitor esterno collegato tramite la porta HDMI che è in grado di generare un segnale Full HD 1080p a 10-bit 4:2:2 con supporto anche a segnali HDR e due canali stereo, quindi anche eseguendo riprese in 4K, la camera comunque invierĂ  un segnale con risoluzione 1920×1080 al monitor esterno, con l’ovvia conseguenza che non sarĂ  possibile utilizzare un registratore esterno per memorizzare segnali 4K.
Nota positiva la possibilitĂ , tramite menu, di gestire le informazioni a schermo in modo indipendente tra monitor integrato e uscita HDMI, anche con la possibilitĂ  di avere un segnale completamente pulito senza alcun elemento sovraimpresso.

Parlando di monitoraggio dell’inquadratura, non possiamo non citare la possibilità di utilizzare le LUT 3D, con tanto di gestione da menu con import/export delle proprie LUT personalizzate.
La BMPCC 4K, di default, può attivare la preview della LUT scelta memorizzandone il nome nei metadati del file, ma è anche possibile memorizzare la ripresa con la LUT già applicata in camera, ovviamente poi non sarà possibile modificarla in post-produzione.
La camera viene fornita giĂ  con alcune LUT 3D di base da applicare quando si riprende in formato RAW o in ProRes con il range dinamico impostato sulla modalitĂ  FILM (Log):

    • Pocket 4K Film To Video: Simile allo standard colore REC.709 con alti livelli di contrasto e saturazione, utile quando le riprese sono per uso broadcast;
    • Pocket 4K Film To Extended Video: Simile alla LUT precedente ma con un range dinamico piĂą ampio, con una lieve modifica al contrasto dell’immagine e una transizione piĂą morbida nelle alte luci;
    • Pocket 4K Film To Rec 2020 Hybrid Log Gamma: LUT che mostra un’immagine ibrida tra lo standard REC.709 e REC.2020 (Log);
    • Pocket 4K Film To Rec 2020 PQ Gamma: Mostra una curva del Gamma basata sulla percezione della vista umana per una codifica HDR piĂą efficiente.

L’uso delle LUT durante la ripresa risulta decisamente utile per avere un’idea piuttosto accurata di come sarà l’immagine in fase di post-produzione.

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Prova su strada

Blackmagic Pocket Cinema Camera 4K

Prova su strada

In fase di ripresa si è rivelato decisamente utile il pulsante Focus Zoom per attivare e disattivare rapidamente la visualizzazione dell’inquadratura con ingrandimento 1:1 così da verificare con esattezza il punto di messa a fuoco, oltre ad utilizzare le funzioni di Focus Assist.

Segnalo una piccola accortezza da usare per la revisione delle clip memorizzate: la camera, premendo il tasto per il playback, mostrerĂ  solo le clip registrate con il codec e la risoluzione attualmente impostati, quindi se sui supporti collegati avete effettuato riprese con differenti risoluzioni o codec, dovrete prima cambiare tali impostazioni, pena non trovare le clip registrate.
Questo comportamento è dettato dal fatto che la camera cambia effettivamente modalità di utilizzo quando si modifica la risoluzione o il codec, fenomeno che è evidenziato da un brevissimo black-out della camera.

Utile la possibilità di attivare la riproduzione continua delle clip registrate, mentre non è possibile cancellare direttamente in camera le riprese effettuate se non formattando l’intero supporto.

Concludo questo resoconto della prova su strada della BMPCC 4K menzionando che le riprese sono state poi visionate e montate tramite DaVinci Resolve in versione Studio (quindi la versione completa) incluso nel bundle e che rappresenta sicuramente un plus di rilievo.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Share This Article

Profilo dell'Autore

Progettista di automazioni industriali e anche Sony Certified Vegas Editor dal 2008, Sony Certified Vegas Trainer, Sony ICE dal 2009 oltre che Trainer ufficiale Sony Creative Software per l'Italia.software utilizzati: Sony Vegas Pro, Sony DVD Architect Pro, Sony Acid Pro, Sony Soundforge, Sony Cinescore, Boris Red, After Effects; competenze: Editing Audio, Music Creation, Editing Video, Authoring DVD

User Name: Yarin VooDoo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.