Eventi

Ξ I commenti sono disabilitati

[Cinema] Una Domenica con Mr. PINKY

posted by VMStaff

Sempre nuovi fermenti nel cinema indipendente in cerca di nuove dimensioni!

Ancora nell’insolita veste di inviato di VideoMakers.net, mi ritrovo all’Escopazzo, affermato locale delle notti romane, per assistere alla proiezione dell’atteso “Ludos Game – Mr Pinky”, cortometraggio prodotto dalla Simlab Digital di Simone ‘Pitz’ Pizz, diretto da Alessandro Panichi e scritto da Cristian Spaccapaniccia.

Una Domenica con Mr. PINKY 

La gente, in sala e fuori, è parecchia; oltre a un Pitz concentratissimo, pazientemente assistito dalla sua promessa sposa (auguri!) riconosco diversi videomaker già incontrati in altre occasioni, come l’amletico Herod e il serafico ObiWan.
Entrati in sala, l’attore protagonista Fabio De Caro presenta il corto sottolineando come l’opera sia ambientata in un prossimo futuro… che nel frattempo potrebbe esser divenuto realtà attuale.
Quando finalmente le luci si spengono cominciano purtroppo i dolori dovuti alla qualità del proiettore.

Lo schermo si tinge di un verde triste che inonda ogni ripresa e vanifica ogni possibile buona visione dell’opera (lo stesso Pitz avrà modo di farlo rilevare pubblicamente nel dibattito successivo).
Per mia fortuna mi accorgo quasi subito che sulla parete opposta allo schermo è acceso un piccolo TV LCD che -con ben diversa qualità- trasmette lo stesso corto; così finisco per ritrovarmi a fissare un punto della sala opposto a quello verso cui guardano tutti, con l’aria di uno che ostentatamente si rifiuta di guardare lo schermo… o più semplicemente di un matto (la seconda ipotesi temo fosse avvalorata nei miei vicini dalla mia strana fissità).

Una Domenica con Mr. PINKY

Al riaccendersi delle luci in sala c’è un silenzio meditabondo, interrotto dal presentatore della serata che invita Pitz a dare qualche dettaglio sulla produzione del corto; scopriamo così che –come del resto anche il film lasciava trasparire- nel corto c’è stato il notevole impegno umano e professionale di una troupe e di un cast qualificati, con l’uso di buone attrezzature e il noleggio di teatri di posa; tant’è che il budget (cosa rara per un corto indipendente italiano) raggiunge i diecimila euro.

Nel dibattito che segue col pubblico le diverse visioni sul significato ultimo del corto si confrontano in modo assai vivace (a tratti anche troppo).
Ludos Game – Mr Pinky” dura dodici minuti ed è un corto particolare, una storia paradossale, disperata e claustrofobica, senza lieto fine, che illustra il tragico declino di un uomo dal suo licenziamento al suo annientamento.
Non c’è da aspettarsi un film di facile presa, né dai contenuti d’immediata percezione.
Non si tratta di un’opera perfetta, ne forse ambisce ad esserlo.

Una Domenica con Mr. PINKY

Personalmente non condivido (ma queste sono mie opinioni personalissime) la filosofia di fondo che la anima, ne mi convince la sceneggiatura (sia nella struttura che in alcune scelte tecniche, prima fra tutte la voce narrante fuori campo); inoltre qualche problema di ripresa deve aver condizionato il montaggio finale.

Ma le cose buone sono parecchie, buoni gli attori (quando in un corto si usano attori veri si nota), buone la regia e le riprese, bella la fotografia (e la relativa postproduzione), belle le scene e i costumi.
E soprattutto hai la sensazione di trovarti di fronte al tentativo di costruire un prodotto professionale, che si distacchi dal desolante panorama d’improvvisazione che caratterizza buona parte dei corti che circolano sul web (sia pure con alcune lodevoli eccezioni, non a caso ospitate anche da VideoMakers.net).

Fai le tue osservazioni critiche, insomma, e ti scopri ad analizzare e giudicare questo corto come “un vero film” e questo mi sembra un risultato già in sé notevole.

Una breve pausa consente a tutti di prendere una boccata d’aria all’esterno e fare onore all’aperitivo offerto dai cortesi ospiti; anche il sottoscritto, interpretando al meglio la sua veste di critico, si lancia sul rinfresco graziosamente offerto.
Rientrati in sala, ci gustiamo il bel backstage di Luca Bordone (come spesso accade… più lungo del corto stesso!) che ci fa apprezzare meglio lo sforzo produttivo profuso nel film.

Agguanto di soppiatto un ultima pizzetta e scivolo via nella notte romana.

Una Domenica con Mr. PINKY

Share This Article

Profilo dell'Autore

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video