Telecamere

Ξ 272 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

DJI OSMO Action

posted by Yarin VooDoo
4
4
  • UsabilitĂ  4
  • Caratteristiche 4
  • Bundle 4
  • Innovazione 4
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4

Dewarp

DJI OSMO Action non permette di scegliere l’angolo di campo per ridurre la distorsione introdotta dalla lente fish-eye, tuttavia dispone di una specifica funzione, denominata Dewarp, che oltre a ridurre l’angolo di campo, applica una correzione alla distorsione introdotta dalla lente sui bordi.

Stabilizzazione RockSteady

Un’altra opzione che sacrifica parte dell’inquadratura (circa il 20%) è la stabilizzazione elettronica che DJI ha battezzato RockSteady; il crop dell’immagine è decisamente evidente anche sullo schermo integrato, attivando e disattivando questa funzionalità si nota lo zoom dell’inquadratura.

Questa è una delle funzionalità, insieme allo schermo frontale, sui cui più spinge il marketing DJI, infatti promette non solo di stabilizzare i video, ma, sostanzialmente, di correggere e rendere più fluidi i movimenti di camera e i cambi di inquadratura come se stessimo utilizzando un gimbal meccanico.
In effetti si tratta del primo prodotto DJI che non usa un sistema meccanico e motorizzato per la stabilizzazione, sebbene, riguardando le riprese effettuate, si noti tutta l’esperienza nell’analisi e nella compensazione dei movimenti: utilizzando la camera a mano libera il risultato è spesso molto fluido tanto da far pensare all’utilizzo di un dolly o, appunto, di un gimbal.
In situazione più frenetiche, tipiche da action cam con la camera ancorata ad un supporto rigido, la stabilizzazione elettronica non può fare miracoli e la resa non differisce molto dall’Hypersmooth di GoPro.

Da segnalare come, ad opzione attivata, ci sia un leggero lag nell’anteprima video, sintomo dell’elaborazione dell’immagine effettuata in tempo reale da OSMO Action.
RockSteady non è utilizzabile durante gli Slow Motion, quindi con framerate superiori ai 60fps, limite condiviso anche dalla funzione Dewarp, che, tuttavia, è invece attivabile nella ripresa di video HDR.

Video HDR (High Dynamic Range)

Con questa modalità, l’action camera DJI consente di registrare video, con un framerate massimo di 30fps, con ulteriori 3 f-stop di luminosità, migliorando la resa in situazioni ad alto contrasto e rendendo più leggibili le zone più scure e più chiare, con un risultato finale decisamente migliore.
Peccato per il framerate limitato che rende questa modalitĂ  non particolarmente adatta per riprese action, tuttavia è un’opzione certamente gradita per ottenere sequenze cinematiche migliori.

D-Cinelike

Non manca, come su OSMO Pocket, la possibilità di attivare il profilo colore D-Cinelike che rende l’immagine più flat e meglio gestibile in post-produzione tramite il proprio software NLE preferito; non è una vera modalità LOG, ma consente comunque un color grading molto efficace.

Spot Metering

Per migliorare l’esposizione di video e foto, possiamo attivare dal menu di configurazione (swipe verso il basso) anche lo Spot Metering, così che l’esposizione venga calcolata su una zona ristretta e specifica che possiamo stabilire spostando il piccolo cerchio che apparirà sullo schermo.

Fotografia

Come abbiamo evidenziato nel corso dell’articolo, il “cuore” di OSMO Action non differisce molto da OSMO Pocket è anche in ambito fotografico troviamo opzioni similari, in particolare possiamo memorizzare gli scatti oltre che in JPEG, anche in formato RAW DNG, ottenendo il massimo dal sensore.

Possiamo selezionare due differenti aspect ratio, 4:3 (immagini 4000×3000 pixel) o 16:9 (immagini croppate a 4000×2250), inoltre potremo anche definire il tempo di auto-scatto da un minimo di 1 secondo ad un massimo di 10.

Conclusioni

DJI entra a “gamba tesa” nel mercato delle action cam, peraltro ora che GoPro sta recuperando forza (e vendite) dopo un periodo decisamente buio ed il fallimentare esperimento nel mercato dei droni; lo fa con un prodotto decisamente al top, forte della propria esperienza e del proprio know-how.

OSMO Action ha tutto quel che serve sia sul fronte hardware sia su quello delle funzionalità, pur mancando di alcune feature (GPS), ma compensando con altre ottime caratteristiche come i video HDR, l’ottima stabilizzazione e lo schermo LCD frontale.
Ottime le caratteristiche di resistenza e robustezza, con un range operativo da -10°C a +40°C che la rendono utilizzabile in molte situazioni critiche; a questo si accompagna l’impermeabilità fino a 11 metri senza l’ausilio di altri accessori.

Ottimo anche il sistema di protezione della lente che si rivela anche un efficace metodo di fissaggio per i filtri, peraltro la lente protettiva è rivestita da un film anti-impronte e idro-repellente, oltre ad essere disponibile come ricambio al prezzo di €19,00.
In ogni dettaglio traspare la cura quasi maniacale nella progettazione e realizzazione del prodotto, niente è lasciato al caso, dalla cornice a corredo, al sistema di fissaggio e ritenuta della batteria, alla finitura gommata del corpo macchina, anche quella sorta di zigrinatura sotto l’ottica ha una specifica funzione, poiché consente l’aerazione del sensore e dell’elettronica, allungando anche la durata della batteria.

La qualità video è di alto livello, come già avevamo avuto modo di apprezzare con OSMO Pocket, sebbene il piccolo sensore soffra un po’ in condizioni di scarsa illuminazione.

Come giĂ  visto per OSMO Pocket, anche in questo caso DJI sembra non tenere in particolare considerazione le opzioni di live streaming e di condivisione immediata dei contenuti sui social network.

Aggressivo anche il prezzo di lancio di €379, non basso in termini assoluti, leggermente superiore ad OSMO Pocket, ma inferiore a quello di GoPro HERO7 Black al momento del lancio.
Tirando le somme, siamo di fronte ad un ottimo prodotto, che non riesce ad essere il “GoPro killer” definitivo, ma che certamente darà molto filo da torcere.

PRO

    • Doppio schermo
    • Ottima stabilizzazione elettronica
    • Video HDR
    • Profilo colore Cine-Like
    • Semplice e pratica da utilizzare
    • Resistente e curata nei dettagli

CONTRO

    • Rumore video evidente in condizioni di scarsa illuminazione
    • Il sistema RockSteady fa perdere quasi il 20% di angolo di campo e non utilizzabile per i video in HDR
    • GPS assente
    • Manca un’uscita HDMI per poter vedere filmati e foto su TV o monitor

Link Utili

Ringraziamo DJI-STORE.it, Authorized Retail Store DJI, per il sample utilizzato per questa recensione.

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Share This Article

Profilo dell'Autore

Progettista di automazioni industriali e anche Sony Certified Vegas Editor dal 2008, Sony Certified Vegas Trainer, Sony ICE dal 2009 oltre che Trainer ufficiale Sony Creative Software per l'Italia.software utilizzati: Sony Vegas Pro, Sony DVD Architect Pro, Sony Acid Pro, Sony Soundforge, Sony Cinescore, Boris Red, After Effects; competenze: Editing Audio, Music Creation, Editing Video, Authoring DVD

User Name: Yarin VooDoo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.