Telecamere

Ξ 735 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

DJI OSMO Pocket

posted by Yarin VooDoo
4.5
4.5
  • UsabilitĂ  4.5
  • Caratteristiche 4.5
  • Bundle 4.5
  • Innovazione 4.5
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4.5

Caratteristiche

Passiamo adesso in rassegna le specifiche tecniche del DJI Osmo Pocket:

    • Sensore: CMOS 1/2.3”
    • Pixel effettivi: 12M
    • Obiettivo: Campo visivo 80° f/2.0 (focale circa 26mm equivalente 35mm)
    • Intervallo ISO: 100-3.200 sia per foto che per video
    • Otturatore: elettronico con velocitĂ  compresa tra 8 secondi e 1/8000 di secondo
    • Risoluzione massima dell’immagine: 4000×3000 pixel
    • ModalitĂ  fotografiche: Scatto singolo, Panorama, Timelapse, Motionlapse
    • Risoluzione Video: 4K Ultra HD (3840Ă—2160) @ 24/25/30/48/50/60p e Full HD ( 1920Ă—1080) @ 24/25/30/48/50/60p
    • ModalitĂ  Video: Auto / Pro Mode
    • Bit-Rate Video Massimo: 100 Mbps
    • Formati File Supportati: FAT32 (≤32 GB); exFAT (>64 GB)
    • Formati Foto: JPEG/JPEG+DNG
    • Formato Video: MP4/MOV (MPEG-4 AVC/H.264)
    • Schede Supportate: microSD con capacitĂ  massima di 256GB
    • Uscita Audio: 48Khz AAC

Per quanto riguarda la sospensione cardanica (Gimbal):

     

    • Intervallo Controllabile: Rotazione orizzontale da -230° a +50°, Inclinazione da -95° a 50° Rollio: ±45°
    • VelocitĂ  Massima Controllabile: 120°/s
    • Intervallo di vibrazione angolare: +/- 0,005

Le caratteristiche tecniche dimostrano quanta tecnologia DJI sia riuscita a concentrare in un oggetto così piccolo; il sensore è piccolo ma adeguato al prodotto, peraltro è da sottolineare il fatto che sia in grado di arrivare alla risoluzione UHD fino a 60 fotogrammi progressivi con bitrate massimo di 100Mbps.

Per la memorizzazione dei contenuti è previsto un piccolo slot laterale per schede microSD, con capienza massima fino a 256 Gb; visto l’alto bitrate raggiungibile è consigliabile utilizzare schede UHS Grade 3: per i nostri test abbiamo utilizzato una scheda microSDXC SanDisk Extreme Classe 10, UHS-I, U3, V30, con velocità di scrittura massima dichiarata di 60MB/s, più che adeguata per gestire tutte le risoluzioni e i framerate disponibili, anche al massimo bitrate.

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Pocket – Scheda microSDXC SandDisk Extreme

Per quanto riguarda la batteria integrata, di seguito i dati di targa:

    • Tipo: LiPo (non sostituibile)
    • CapacitĂ : 875 mAh
    • Energia: 6,738 Wh
    • Tensione: 7,7V
    • Temperatura Operativa: 0°C – 40°C
    • Durata Operativa: 140 minuti
    • Tempo Di Ricarica: 73 minuti

Da notare come DJI abbia optato per l’utilizzo di una batteria non sostituibile di tipo LiPo (Litio-Polimero), una tipologia di batteria utilizzata anche sui droni, oltre che su molti dispositivi attuali, che ha il vantaggio di essere leggera, modellabile secondo le esigenze del produttore (quindi ottimizzando lo spazio interno), con grande capacità di accumulo di energia e con una corrente di scarica molto bassa, ma che ha lo svantaggio di poter esplodere se cortocircuitata o di incendiarsi se forata, oltre che avere, tendenzialmente, un ciclo vita (cicli di ricarica) tendenzialmente più basso delle batterie Li-Ion, risultando anche più sensibile alla temperatura, non gradendo in particolare temperature inferiori a 0°C.

A tal proposito, come suggerisce il manuale, nel caso di lunghi periodi di inutilizzo, per evitare un’eccessiva scarica della batteria e un accorciamento eccessivo della vita della stessa, è consigliabile caricarla poco più della metà, indicativamente il valore suggerito è tra il 40 e l’80%: va evitato assolutamente di lasciare la batteria completamente scarica per lunghi periodi, ma anche di riporre l’apparecchio completamente carico.

Per la ricarica è sufficiente un caricatore USB da 5V/2A con il quale è possibile completare la carica in circa 1 ora e 13 minuti; durante la fase di carica il led di stato lampeggerà verde con varie frequenze per indicare il livello:

    • 1 Lampeggio verde: batteria carica tra lo 0% e il 24%;
    • 2 Lampeggi verde: batteria carica tra lo 25% e il 49%;
    • 3 Lampeggi verde: batteria carica tra lo 50% e il 74%;
    • 4 Lampeggi verde: batteria carica tra lo 75% e il 99%;
    • Led verde fisso o spento (si spegne automaticamente dopo 6 secondi): carica completa.

Interfaccia

Finalmente accendiamo il DJI Osmo Pocket…
Si rimane subito colpiti dalla rapida della messa in servizio: in circa 5 secondi viene eseguito il test e la calibrazione standard della sospensione cardanica e la camera è pronta a registrare.

Alla prima accensione, selezionata la lingua (purtroppo non è previsto l’italiano), sarà obbligatorio collegare il dispositivo all’app DJI Mimo su smartphone per eseguire l’attivazione del prodotto, la quale sarà possibile solo se si dispone o si crea un account DJI a cui sarà associato il seriale del dispositivo; va precisato che questa operazione è possibile solo collegando direttamente uno smartphone, non è infatti possibile eseguirla in remoto utilizzando l’apposito modulo Wi-Fi (non incluso nel bundle).

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Pocket – Display touch-screen da 1″

Il piccolo schermo a colori da 1” ci accoglie con il logo DJI, quindi mostra l’inquadratura (non mostra l’intero campo visivo) con sovraimpresse alcune utili informazioni come la carica e lo spazio residui, la modalità di ripresa (foto o video), la risoluzione e il punto di messa a fuoco: pur essendo molto piccolo, risulta comunque definito e molto ben leggibile.

Il touchscreen ci consente la gestione completa del dispositivo (in particolare con i recenti aggiornamenti firmware) tramite semplici swipe:

    • Verso il basso: si accede alla pagina di configurazione in cui sono presenti le seguenti icone
      • Icona Quality: per determinare la qualitĂ  di registrazione (Fine o Superfine);
      • Icona Ingranaggio: per visualizzare la carica residua in percentuale, effettuare la calibrazione del gimbal, attivare/disattivare il controllo verticale e impostare l’auto-spegnimento;
      • Icona Riquadro Immagine: per attivare delle bande nere per visualizzare meglio le informazioni in sovraimpressione in fase di ripresa;
      • Icona AFS/AFC: per impostare la modalitĂ  di messa a fuoco continua (AFC) o singola (AFS);
      • Icona PRO: per abilitare la modalitĂ  PRO MODE (solo con gli ultimi aggiornamenti firmware);
      • Icona Sole: per variare la luminositĂ  dello schermo.
    • Verso l’alto: si accede alla pagina di configurazione della sospensione cardanica con la possibilitĂ  di ri-centrare l’ottica, ruotarla verso di noi per auto-riprendersi, modificare la velocitĂ  di inseguimento del movimento tra FAST e SLOW o scegliere tra una delle tre modalitĂ  di funzionamento del gimbal (spiegate nel dettaglio nel capitolo successivo);
    • Verso sinistra: si accede alla pagina di gestione della modalitĂ  di ripresa/scatto, dove potremo scegliere se eseguire uno scatto fotografico, una ripresa video standard o in slow-motion, un timelapse o uno scatto panoramico; per ognuna delle voci di menu potremo poi scegliere specifiche opzioni come la risoluzione e il framerate, se eseguire un timelapse standard o un Motion-Timelapse, ecc.;
    • Verso destra: si accede alla pagina di riproduzione dei contenuti memorizzati sulla scheda microSD.

In generale l’utilizzo dell’interfaccia è pratico, veloce e intuitivo e si gestisce tutto con un dito trovando immediatamente la funzione desiderata.

La gestione dell’interfaccia si estende anche ai due pulsanti di cui il dispositivo è dotato; nello specifico il pulsante con il punto rosso serve esclusivamente per scattare o avviare la ripresa video, mentre il pulsante nero a destra ha diverse funzioni:

    • Con 1 pressione consente di passare, alternativamente, dalla modalitĂ  fotografica a quella video e viceversa, se si sta navigando nei menu consente di tornare al menu precedente;
    • Con 2 pressioni consecutive ri-centra l’obbiettivo sull’orizzonte in base alla posizione della sospensione cardanica;
    • Con 3 pressioni consecutive ribalta l’obbiettivo verso di noi (Flip).

Le funzionalità dell’Osmo Pocket però si espandono e si completano quando lo si collega ad uno smartphone e si avvia l’app DJI Mimo.

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Pocket – DJI Mimo

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Pocket – DJI Mimo

DJI Osmo Pocket

DJI Osmo Pocket – DJI Mimo

L’app si avvia automaticamente alla connessione del dispositivo e consente di visualizzare l’anteprima video in HD e di controllare tutte le funzionalità in modo pratico e semplice, oltre a consentire la riproduzione dei contenuti memorizzati sulla scheda microSD, eventualmente trasferibili sulla memoria del telefono (con qualche limitazione per quanto riguarda i video in 4K su iPhone).

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Share This Article

Profilo dell'Autore

Progettista di automazioni industriali e anche Sony Certified Vegas Editor dal 2008, Sony Certified Vegas Trainer, Sony ICE dal 2009 oltre che Trainer ufficiale Sony Creative Software per l'Italia.software utilizzati: Sony Vegas Pro, Sony DVD Architect Pro, Sony Acid Pro, Sony Soundforge, Sony Cinescore, Boris Red, After Effects; competenze: Editing Audio, Music Creation, Editing Video, Authoring DVD

User Name: Yarin VooDoo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.