Didattica

Ξ I commenti sono disabilitati

[Editoria] La Grafica 3D con Cinema4D – Vol. 1 Modellazione

posted by 62vampiro

Beh….confesso che appena mi è stato proposto di curare questa recensione, il primo pensiero che mi è sovvenuto è stato: “Sarà il solito libro in cui si spiegano un po’ di cose e via….”.
Invece, una volta approfonditone la conoscenza tramite un’attenta lettura, mi sono dovuto ricredere: non è il “solito” libro.

Anzitutto, per la felice scelta dell’editore nell’impaginazione (con ampie zone in bianco a fianco del testo utili, ad esempio,  per prendere appunti), nella scelta di corredare gli argomenti trattati con immagini a colori chiare a facilmente leggibili e per la scelta di usare caratteri tipografici grandi.  
Tutto questo può decretare il passaggio da “solito libro” a “strumento” e questo volume così fatto non è più un “libro”, ma un valido supporto da  tenere vicino alla tastiera del vostro pc mentre lavorate con Cinema4D.Il merito, ovviamente, và pure ascritto anche all’Autore, Francesco Caraccia, che ha saputo sapientemente dosare, in modo graduale, l’apprendimento da zero di questo software, usando un linguaggio lineare senza essere infarcito da “termini tecnici” che possono scoraggiare chi non è troppo avvezzo al mondo del 3D e dove questo non è stato possibile evitare, la spiegazione che segue è sempre ben comprensibile e chiara.

Questo è l’altro grande merito del volume: potete non aver mai visto in vita vostra Cinema4D, ma, se vi lasciate guidare dalle spiegazioni, alla fine delle 384 pagine potete già cominciare a progettare qualcosa di serio e questo non solo non è poco, ma è difficilmente riscontrabile in altre pubblicazioni.

Anche la struttura stessa (copertina anti-strappo) è stata un’altra scelta felice: si sa che sul proprio tavolo di lavoro si ha bisogno di maltrattare i propri mezzi produttivi.
Ecco perché pongo l’accento sul fatto che il volume in questione non lo si può definire un “libro”, ma uno “strumento”.

Detto questo, vediamolo da vicino.
Il volume si presenta con una copertina bianco-azzurra come raffigurata qui sotto:
 

001.jpg

Il piano dell’opera prevede la suddivisione degli argomenti trattati in: Premessa, Introduzione, in tre grandi aree denominate Parte I, Parte II, Parte III ed in una Conclusione.
A loro volta le Parti sono suddivise in Capitoli e Sottocapitoli al termine dei quali trovano spazio degli esercizi che invitano a riprodurre quanto spiegato, ma soprattutto invitano a riflettere su quanto esposto, in modo da assimilare velocemente e senza intoppi le informazioni illustrate in precedenza.
Riporto di seguito la struttura ad albero del volume:

  • – PREMESSA
  • – INTRODUZIONE
  • – PARTE I: I PRIMI PASSI
  • * Capitolo 1: concetti preliminari alla modellazione
  • * Capitolo 2: familiarizzare con Cinema4D
  • 2.1 Introduzione all’interfaccia di Cinema4D
  • 2.2 gli strumenti di creazione
  • 2.3 navigare nello spazio virtuale: la Vista
  • 2.4 gestire gli oggetti di una scena
  • 2.5 principi fondamentali sullo spazio tridimensionale
  • 2.6 gli altri strumenti di una scena
  • – PARTE II: MODELLARE CON CINEMA4D
  • * Capitolo 3: principi di modellazione
  • 3.1 gli Oggetti parametrici
  • 3.2 gli Oggetti poligonali
  • 3.3 gli Oggetti NURBS
  • 3.4 Oggetto ideale
  • * Capitolo 4: modellazione parametrica
  • 4.1 gli Oggetti parametrici
  • 4.2 i Deformatori
  • 4.3 applicazione multipla dei Deformatori
  • 4.4 strumenti speciali di modellazione
  • 4.5 applicazione multipla di strumenti speciali
  • * Capitolo 5: modellazione poligonale
  • 5.1 gli N-Gon
  • 5.2 i Solidi in Cinema4D
  • 5.3 poligoni “nagativi” e “positivi”
  • 5.4 poligoni  impropri o degeneri
  • 5.5 i principi fondamentali della modellazione poligonale
  • 5.6 l’ombreggiatura dei poligoni
  • 5.7 un Oggetto poligonale ed i suoi Sub-Oggetti
  • 5.8 tecniche di selezione dei Sub-Oggetti
  • 5.9 gli strumenti della modellazione poligonale
  • 5.10 gli strumenti del menù Struttura
  • 5.11 Menù Funzioni
  • * Capitolo 6: modellazione NURBS
  • 6.1 Le Curve e i Tracciati
  • 6.2 Il menù Struttura per le Spline
  • 6.3 modellare con gli Oggetti NURBS
  • * Capitolo 7: lavorare al meglio con Cinema4D
  • 7.1 Essere efficienti in Cinema4D
  • 7.2 Modellare con precisione
  • 7.3 Determinare il livello di dettaglio adeguato
  • 7.4 Organizzazione di un modello
  • 7.5 Gestione ottimale attraverso il Manager degli Oggetti
  • 7.6 Creare delle gerarchie organizzative
  • – PARTE III: APPLICAZIONI
  • * Introduzione alla terza parte
  • * Capitolo 8: modellazione in architettura
  • 8.1 Il metodo della composizione
  • 8.2 Il metodo dei tracciati
  • * Capitolo 9: modellazione meccanica
  • 9.1 Uso dei tracciati per pezzi da estrusione
  • * Capitolo 10: modellazione in industrial design
  • * Capitolo 11: modellazione di personaggi
  • 11.1 Riconoscere i limiti dello strumento
  • 11.2 Il modello “corretto” di un personaggio
  • 11.3 La natura degli esempi
  • 11.4 Personaggi di fantasia
  • 11.5 Personaggi reali
  • 11.6 Rrequisiti per modellare un personaggio
  • * CONCLUSIONI

ALLEGATI: CD-ROM contenente la demo dell’ultima versione disponibile di Cinema4D, in questo caso la 9.5, corredata da features, gallery ed una quickstart guide in italiano.

Un’altra cosa che mi ha favorevolmente impressionato è stato l’approccio che l’autore ha voluto dare al volume: si comincia, all’inizio, da una parte contenente indicazioni e suggerimenti sulla pianificazione e sulla progettualità.
Questa è una parte importantissima che a volte viene trascurata oppure non viene presa in considerazione.
Un buon lavoro parte sempre da uno studio di fattibilità preventivo.

In questo libro si comincia proprio da questo, ponendo poi l’accento sul fatto che proprio in funzione di questa pianificazione si possono e si devono scegliere gli strumenti più adeguati da usare in Cinema4D.
Nella fattispecie l’autore suggerisce la creazione di uno Storyboard che può sembrare fuori luogo per un software di 3D, ma che invece è fondamentale per poi procedere alla costruzione della scena.
Nelle pagine successive, quindi, comincia la spiegazione dei fondamenti di Cinema4D.
Viene illustrata l’interfaccia grafica, il posizionamento e l’acceso alle toolbar, gli strumenti in esse contenuti e i Manager, cioè le aree che contengono i gestori delle operazioni.

Esaurite le spiegazioni sull’interfaccia, che occupano la Prima Parte, si passa alla modellazione ed all’illustrazione dei suoi fondamenti, che si trovano all’interno della Seconda Parte.
Qui l’autore ha sapientemente mantenuto divise le due principali “forme” di modellazione: la modellazione poligonale e la modellazione NURBS.
Sia per l’una che per l’altra vengono illustrati gli strumenti, i comandi, i mezzi che Cinema4D
Sempre all’interno della Seconda Parte troviamo un capitolo, il 7, in cui viene spiegato l’uso di un principio fondamentale del 3D: lo snapping.

La Terza Parte, invece, è dedicata all’esposizione di possibili campi di applicazione del software di casa Maxon come l’architettura, la meccanica, l’industrial design e la modellazione di personaggi.
Anche in questa parte vengono ripresi concetti ed illustrati strumenti in precedenza spiegati, in modo che si possa vederne la loro applicazione “sul campo”, attraverso una serie di esercizi che comunque contengono anche una fonte di ispirazione per proprie composizioni.
Simpatico a riguardo l’esercizio che guida alla realizzazione di un maialino.

Nella parte finale si trova pure un esercizio per la modellazione di un volto umano.
Si capisce, così, perché questo volume l’abbia definito uno “strumento”: al neofita servirà per apprendere l’uso di Cinema4D, all’utilizzatore più navigato permetterà di trarre interessanti spunti ed idee per le proprie realizzazioni.
Il volume non tratta la gestione dei materiali, dell’illuminazione, del rendering (oggetto di successive pubblicazioni), per cui è facilmente intuibile come gli argomenti trattati siano stati sviluppati con dovizia di particolari, esempi e spiegazioni.

L’intento, riuscito, è prendere per mano l’utente di Cinema4D e condurlo sino alla realizzazione di scene anche complesse, utilizzando uno stile che sa attirare l’attenzione in modo per niente noioso.
Anche gli esercizi da svolgere sono descritti con ricchezza di particolari, senza mai sottintendere nulla, cosicché è possibile svilupparli senza paura di incorrere in errori dovuti ad incomprensioni o malintesi.
Ho testato alcuni di questi esercizi e seguendo le indicazioni passo-passo non sono mai incorso in errori, riproducendoli e finalizzandoli sempre: questo è importante per chi è alle prime armi.
Pur non analizzando in tutte le sue parti il software (come abbiamo detto, oggetto di successive pubblicazioni), le 384 pagine sono giustificate non tanto dalla complessità del software, che resta tra i più “amichevoli” della fascia medio-alta, ma dallo sforzo dell’autore e dell’editore di fornire un prodotto che analizzi nei dettagli e che spieghi nei particolari le funzioni, i comandi e le possibilità del software di casa Maxon, in modo tale che una volta apertane l’interfaccia, chiunque possa già sentirsi in grado di operare.

L’unica nota negativa, e per certi versi sorprendete per un volume così ricco di contenuti, è l’assenza di informazioni sulle impostazioni di Preferenze, l’HUD e gli User data, visto anche il CD-ROM a corredo contiene, come detto, la versione 9.5, l’ultima disponibile, e quindi con le funzioni testè descritte già ampiamente implementate. Avrebbero meritato almeno un cenno, a mio avviso.

Tirando le somme posso affermare di aver trovato un buonissimo prodotto, insomma, in grado soddisfare ampiamente le esigenze di chi si trova a voler assumere Cinema4D come il pacchetto preferito per le proprie produzioni 3D e a cui possiamo perdonare qualche sbavatura come quella accennata poc’anzi.
Il prezzo di copertina del volume esaminato è di 58,90 Euro, che possono sembrare molti, ma che invece sono giustificati dal contenuto.

Aspetti positivi: ricchezza di contenuti, illustrazioni a colori, tipograficamente ben, confezionato, semplicità nella lettura, buona struttura, argomenti trattati con chiarezza e in profondità, esercizi ad ogni fine argomento
 
Aspetti negativi: nulla di rilevante da segnalare

Per maggiori informazioni, dettagli e ordinativi fare riferimento al sito www.simit.it ed al sito collegato www.3dbros.com .

Share This Article

Profilo dell'Autore

User Name: 62vampiro

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video