Telecamere

Ξ 417 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Manfrotto PIXI EVO 2 Sezioni (e Smart Clamp)

posted by Yarin VooDoo
4
4
  • UsabilitĂ  4
  • Costruzione 4
  • Bundle 4
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4

A prima vista, il Manfrotto Pixi Evo restituisce una buona sensazione di robustezza e qualità,  le gambe sono composte da due sezioni di cui una in tecnopolimero e l’altra in alluminio, inoltre ogni gamba può essere estesa indipendentemente dalle altre; l’estensione è basata su cinque scanalature sulla parte in alluminio che consente di allineare correttamente le tre gambe: è sufficiente premere l’apposito pulsante su ogni gamba per farla scorrere.
Non è presente però un vero e proprio sistema di blocco e questo potrebbe far temere una scarsa tenuta della posizione, ma in realtà, anche grazie alla posizione che assumono le tre gambe una volta aperto il cavalletto, la sezione in tecnopolimero resta correttamente in sede senza scivolare.

Manfrotto PIXI EVO 2Manfrotto PIXI EVO 2

Le gambe, grazie ad un apposito selettore posto sul corpo centrale del cavalletto, possono assumere due differenti posizioni angolari, a 50° e 75°, questo consente di avere la camera in una posizione molto vicina al terreno; per selezionare una delle due angolazioni, occorre chiudere le tre gambe, spostare il selettore nella posizione desiderata, quindi riaprire il cavalletto.

Manfrotto PIXI EVO 2

Manfrotto PIXI EVO 2 – Selettore posizione angolare

Manfrotto PIXI EVO 2Manfrotto PIXI EVO 2

Il Manfrotto Pixi Evo è dotato anche di una testa sferica che consente di orientare e livellare la camera nella posizione desiderata (non è presente una bolla di livellamento),  bloccandola poi nella posizione desiderata con una apposita vite di serraggio posta al centro del corpo centrale e riportante il logo Manfrotto: la vite di serraggio garantisce un’ottima tenuta della posizione, anche con carichi elevati (purché sempre entro la portata massima ammessa dal prodotto).

Inoltre è prevista un’asola per orientare la testa di lato per comporre inquadrature verticali, ovviamente in tale situazione il baricentro si sposta di lato, quindi è opportuno assicurarsi che il carico posto sul cavalletto non sia eccessivo.
Da notare come la vite di serraggio sia realizzata con forma triangolare, un espediente semplice ma azzeccato per migliorarne la presa.

Manfrotto PIXI EVO 2

Manfrotto PIXI EVO 2 – Posizione per inquadrature verticali

Per il serraggio della camera sulla testa a sfera è prevista una base rettangolare sufficientemente ampia, la forma consente di orientarla in modo che possa fornire un’adeguata base di appoggio anche quando vi si posiziona una fotocamera DSLR.
Non è previsto uno sgancio rapido, bensì la camera è fissata da un perno filettato che viene fatto ruotare da una ghiera posta sotto la base, questo consente di posizionare in modo agevole la camera sul cavalletto anche quando questo è già aperto e posizionato su una superficie.

Nota

Leggendo sul web recensioni ed esperienze di utenti del Manfrotto Pixi Evo, abbiamo notato che alcuni lamentano una certa fragilitĂ  del sistema di fissaggio della camera, abbiamo quindi voluto approfondire la questione e capire se effettivamente il difetto esiste.
La base di supporto è rivestita da un inserto in gomma antiscivolo che, una volta sollevato, mostra com’è composta la vite di serraggio: la ghiera in materiale plastico è resa solidale al perno filettato da un piccolo anello seeger che viene a trovarsi a contrasto tra la ghiera stessa e la struttura della base di supporto.
E’ evidente il perché Manfrotto abbia costruito in questo modo la vite di serraggio, tuttavia è possibile, se si eccede nel serraggio della camera, che l’eccessiva pressione esercitata sull’anello seeger possa portarne alla rottura, con la conseguente separazione tra ghiera e perno, inoltre non sappiamo se l’anello seeger sia realizzato in acciaio o altro materiale con minor resistenza.

Il consiglio è di esercitare la giusta coppia di serraggio per fissare la camera, senza eccedere oltre il necessario, e, qualora si verificasse effettivamente il problema lamentato da alcuni utenti, suggeriamo di avvalersi della garanzia; qualora il prodotto fosse fuori garanzia, si può rimediare molto facilmente sollevando l’inserto in gomma (tenuto in posizione da collante, quindi evitare di rimuoverlo completamente) e inserendo un nuovo anello seeger in acciaio facilmente reperibile in qualsiasi ferramenta e dal costo di pochi centesimi di euro.

Pagine: 1 2 3 4

Share This Article

Profilo dell'Autore

Progettista di automazioni industriali e anche Sony Certified Vegas Editor dal 2008, Sony Certified Vegas Trainer, Sony ICE dal 2009 oltre che Trainer ufficiale Sony Creative Software per l'Italia.software utilizzati: Sony Vegas Pro, Sony DVD Architect Pro, Sony Acid Pro, Sony Soundforge, Sony Cinescore, Boris Red, After Effects; competenze: Editing Audio, Music Creation, Editing Video, Authoring DVD

User Name: Yarin VooDoo

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.