Hardware

Ξ 173 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Proiettore Portatile XGIMI MoGo

posted by VMStaff
4
4
  • UsabilitĂ  4
  • Caratteristiche 4
  • Bundle 4
  • Innovazione 4
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4

Nella parte inferiore della struttura troviamo un pratico foro filettato, utile per l’ancoraggio del proiettore su un treppiede o altro supporto (es. per il fissaggio a muro o a soffitto).

XGIMI Mogo

XGIMI Mogo – Dettaglio della parte inferiore

XGIMI Mogo

XGIMI Mogo – Parte superiore con i comandi e il led di stato

Secondo le specifiche rilasciate dal produttore, il proiettore MoGo consente:

    • Proiezione massima di oltre 3 metri di dimensione quadro con 210 ANSI Lumen;
    • Sistema Android TV ufficiale, con oltre 5000 applicazioni possibili;
    • Audio premium grazie ai diffusori Harman-Kardon;
    • Correzione trapezoidale del quadro verticale e orizzontale di circa 40°;
    • Interfaccia possibile su smartphone via Chromecast;
    • Controllo assistente vocale tramite Google Assistant;
    • PossibilitĂ  di essere fissato su treppiede grazie all’attacco standard presente sotto la base.

Caratteristiche tecniche:

    • Dimensioni: 146 x 105.5 x 94.5 mm;
    • Peso: 900 grammi;
    • Parametri ottici:
      • Display DLP con risoluzione 960×540 (540p);
      • Chip Display 0,23” DMD;
      • Risoluzioni supportate: 1080P/2K/4k;
      • SpecialitĂ  3D;
      • LuminositĂ  210 Ansi Lumen;
      • Lente rivestita ad alta luminositĂ ;
    • Porte Ingresso:
      • 1 x DC;
      • 1x HDMI;
      • 1x USB 2;
    • Porte Uscita: Auricolari x 1;
    • WiFi: Dual Band 2.4/5 GHZ; 802.11 A/B/G/N;
    • Bluetooth: Bluetooth 4.2/5.0.

Il proiettore XGIMI MoGo è basato su un chipset AmLogic T950X2 con GPU Mali-G31, abbinato a 2GB di RAM e 16GB di memoria interna.

Prova su strada

Il libretto di istruzioni è all’apparenza molto elegante ed esplicativo, ma ha il difetto di non essere di semplicissima lettura dato che il testo è stampato in una tonalità di grigio piuttosto chiara, che si confonde col bianco delle pagine del libretto; inoltre la traduzione italiana dal cinese, come spesso accade, lascia parecchio a desiderare.

In ogni caso ne è indispensabile la lettura per procedere, in modo corretto, alla configurazione del proiettore.

La prima (ovvia) azione da compiere è quella di caricare la batteria del dispositivo: una volta collegata l’alimentazione, si accende un led rosso che a carica completata si spegne automaticamente; dai nostri test l’autonomia della batteria integrata si è attestata tra 1,5 e 2 ore di durata complessiva.
Terminata la ricarica, possiamo procedere all’accoppiamento (pairing) del telecomando col proiettore: operazione molto semplice descritta nel libretto di istruzioni; tale operazione si rende necessaria in quanto lo XGIMI MoGo è dotato di un telecomando Bluetooth che, quindi, non richiede il puntamento diretto come per i classici telecomandi ad infrarossi, risultando pratico e comodo.

Il menu del proiettore offre diverse possibilità di configurazione, similmente a quelle dei proiettori tradizionali; è risultata molto efficace la correzione trapezoidale del quadro grazie alla notevole escursione orizzontale e verticale di oltre 40°: in pratica è possibile modificarlo a piacere fino a raggiungere le proporzioni desiderate.

XGIMI Mogo

XGIMI Mogo – Pronto per i test

Un volta acceso e in linea, si è attivato subito l’autofocus dello XGIMI MoGo, opzione che funziona egregiamente evitando di intervenire manualmente, scelta peraltro possibile.

XGIMI Mogo

XGIMI Mogo – Android TV

All’accensione appare subito la schermata d’avvio Android TV con le indicazioni per la connessione WiFi che consente l’accesso al Web con tutte le possibilità offerte nei vari siti e piattaforme come YouTube, oltre alla possibilità di accedere a Google Play: l’app store di Google.
Durante il nostro test, al primo avvio, una finestra di avviso ci ha informato sulla disponibilità di un aggiornamento firmware che, una volta installato, ha consentito l’installazione automatica di un File Manager e un Video Player prima assenti, ma senz’altro necessari per una completa fruibilità del prodotto.

Pagine: 1 2 3

Share This Article

Profilo dell'Autore

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video