Hardware

Ξ 173 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

Proiettore Portatile XGIMI MoGo

posted by VMStaff
4
4
  • UsabilitĂ  4
  • Caratteristiche 4
  • Bundle 4
  • Innovazione 4
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4

Oltre ad utilizzare lo XGIMI MoGo in modalità “stand-alone”, abbiamo deciso, per verificarne la versatilità, di collegarlo anche a tre diversi dispositivi multimediali esterni:

    • un lettore multimediale (piuttosto datato) Western Digital;
    • un TV BOX Sidiwen con tecnologia Android 9;
    • un lettore Blu-Ray Panasonic BDT170 3D 4K.

XGIMI Mogo

XGIMI Mogo – Collegamento con dispositivi esterni

L’intenzione dei nostri test è stata quella, come anticipato, di verificarne la versatilità, utilizzandolo sia come riproduttore multimediale con contenuti archiviati su dispositivi esterni, sia come proiettore “passivo” per la visualizzazione del segnale video da fonte HDMI sia, ovviamente, come “TV BOX” accedendo a tutte le possibilità offerte dalla rete. Per questo scopo sono stati utilizzati video M2TS, MP4 e AVI, anche con risoluzione 4K, oltre a immagini fotografiche in formato JPEG e TIFF

I file video vengono tutti correttamente riprodotti ad eccezione di filmati 4K nativi da videocamera o mirrorless (nel nostro caso una Panasonic GH5), che risultano particolarmente “scattosi”.

Abbiamo anche collegato direttamente la Panasonic GH5 via HDMI allo XGIMI MoGo, che, quindi, si è comportato come un semplice riproduttore passivo, similmente ad un monitor per PC o a un televisore. Nella riproduzione dei contenuti abbiamo avuto problemi con video 4K 10-bit mentre le fotografie in JPEG vengono riprodotte correttamente.

Per quanto riguarda l’utilizzo della porta USB 2 dello XGIMI MoGo, abbiamo verificato che le memorie flash esterne (in sostanza le chiavette USB) possono avere problemi di riconoscimento da parte del File Manager se formattate con file system NTFS, mentre tutto funziona correttamente se formattate in FAT32, pena il loro non riconoscimento dal File Manager; invece gli hard-disk esterni sono stati riconosciuti anche se formattati NTFS.

Abbiamo scaricato e installato anche un Player aggiuntivo, il noto KODI, disponibile gratuitamente nello store Google; Kodi permette un’ottima gestione dei contenuti multimediali, tuttavia abbiamo riscontrato problemi nella riproduzione di contenuti video 4K codificati con il codec HEVC, mentre col Player Video integrato non ci sono stati problemi.

In generale, comunque, la visualizzazione di contenuti multimediali è stata semplice e corretta, sebbene il problema maggiore è emerso con la luminosità massima consentita di soli 210 Lumen e anche agendo sui settaggi manuali disponibili, il range di intervento per ottimizzare la visione è piuttosto limitato.

Tuttavia è bene precisare un fattore estremamente importante, vale a dire il supporto di visione verso cui puntare il proiettore: nel caso di una parete domestica, questa dovrebbe essere di un bianco immacolato, ma con pareti non perfettamente omogenee di tintura o intonaci, vengono accentuati tutti i difetti connessi; discorso molto diverso sarebbe l’utilizzo di uno schermo ad uso cine/fotografico, nel quale la superficie riflettente farebbe una differenza enorme con un aumento di almeno il 20/30% della luminosità complessiva.

Proprio in virtĂą della non eccelsa luminositĂ , consigliamo, inoltre, di utilizzare lo XGIMI MoGo in una stanza buia; non si tratta, infatti, di un proiettore adatto per presentazioni svolte in ambienti illuminati.

L’assistente vocale si attiva direttamente dal telecomando: sullo schermo appare la finestra di dialogo ed è sufficiente pronunciare ad alta voce una parola o una frase (anche in inglese) per avviare rapidamente la ricerca sul web; altrettanto velocemente appaiono tutti i contenuti disponibili da visualizzare.

I diffusori audio Harman-Kardon integrati si sono sorprendentemente rivelati decisamente all’altezza della situazione, con una qualità ben superiore rispetto a quella di altri proiettori che ho avuto modo di utilizzare. Danno il loro meglio, con un suono potente ben modulato, sia nella riproduzione di musica che di dialoghi, naturalmente sempre in conformità con la qualità sorgente dell’audio, sebbene la regolazione del volume di uscita riesce, entro certi limiti, a compensare le eventuali deficienze nei livelli di volume dell’audio sorgente.

Conclusioni

Per concludere le nostre impressioni sul proiettore XGIMI MoGo, dobbiamo partire dal presupposto che le caratteristiche tecniche sono quelle di un proiettore entry-level, tali da  indurre a ritenere che sia stato progettato per un utilizzo essenzialmente domestico senza pretese professionali, ma con risultati ben superiori alle aspettative. Perciò è comprensibile che non si possa chiedere di piĂą, come ovviamente dimostra il rapporto qualitĂ /costo di questo dispositivo che è, comunque, molto interessante, visto il prezzo di €500,00 a cui viene proposto.

Scendendo nel dettaglio, si sente la mancanza di uno zoom per regolare le dimensioni del quadro di proiezione, ma essendo assai leggero, maneggevole e facilmente trasportabile, si ovvia al problema posizionandolo manualmente nel punto e alla distanza desiderata, operazione che, con un piccolo cavalletto, risulta semplicissima.

La batteria incorporata è sufficientemente performante e consente di limitare l’utilizzo dei cavi di alimentazione, che sono tuttavia necessari se si accoppia il MoGo con lettori multimediali esterni e hard disk aggiuntivi bisognosi di collegamento alla rete.

Certamente il suo migliore impiego è come dispositivo multimediale collegato ad Internet tramite la connessione WiFi; nel caso di un utilizzo più specifico come semplice proiettore per conferenze, in associazioni culturali o aule didattiche, è necessaria una macchina più potente e con più opzioni di riproduzione come l’H2 della stessa XGIMI.

Pro

    • Prezzo contenuto;
    • FacilitĂ  di utilizzo;
    • Precisione dell’autofocus;
    • Superba resa sonora;
    • Efficace e velocissimo collegamento WiFi;
    • Assistente vocale di qualitĂ  superiore;
    • Funzionamento a batteria;
    • PortabilitĂ .

Contro

    • LuminositĂ  appena sufficiente;
    • Libretto di istruzioni non esaustivo;
    • Assenza di zoom per dimensionamento del quadro di proiezione;
    • Funzionamento della porta USB2 da configurare con attenzione.

In Italia il MOGO è distribuito dal rivenditore ufficiale GoCamera.

Pagine: 1 2 3

Share This Article

Profilo dell'Autore

Dalle radici storiche della meravigliosa esperienza di VideoIn (www.videoin.org) nasce VideoMakers.net; un portale completamente nuovo sia nella grafica che nei contenuti, per offrire uno strumento di supporto a tutti gli appassionati videomakers. Lo Staff di VideoMakers.net è composto da Domenico Belardo "Mimmob", Rocco Caprella "Yarin VooDoo", Nunzio Trotta "Nuntro" e Maurizio Roman "Vighi".

User Name: VMStaff

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video