Compositing 2D/3D

Ξ 2.454 visualizzazioni Ξ I commenti sono disabilitati

BluffTitler Ultimate v13

posted by moebius64
4.5
4.5
  • UsabitĂ  4.5
  • Innovazione 4.5
  • Supporto Hardware 4.5
  • Bundle/Strumenti 4.5
  • Rapporto QualitĂ /Prezzo 4.5

Layers

Come detto in precedenza, BluffTitler prevede fino a 27 tipi di layer differenti, ognuno con una sua caratteristica e controlli specifici, ci soffermeremo a descrive solo i piĂą importanti:

  • Camera layer;
  • Light layer;
  • Plasma layer;
  • Text layer;
  • Traced picture layer;
  • EPS layer;
  • Scroller layer;
  • Picture layer;
  • Video layer;
  • Video capture layer;
  • Skybox layer (aggiunto nella versione 13);
  • VR 360° layer (aggiunto nella versione 13);
  • Landscape layer (aggiunto nella versione 13);
  • Water layer (aggiunto nella versione 13);
  • Particle layer;
  • Waving flag layer (aggiunto nella versione 13);
  • Sketch layer;
  • Model layer;
  • Hand layer (aggiunto nella versione 13);
  • Mirror layer;
  • Voxel layer;
  • Audio layer;
  • Colourmap layer (aggiunto nella versione 13);
  • Cubemap layer;
  • Container layer;
  • Lightning layer;
  • Lens flare layer.

Di questi sicuramente i piĂą importanti sono:

  • Camera layer: consente la gestione della telecamera, dell’inquadratura;
  • Text layer: è il “cuore” della composizione, consente l’inserimento del testo e la sua gestione tramite un nutrito numero di proprietĂ  e stili;
  • Light layer: consente il posizionamento e la gestione dell’illuminazione 3D.

Per una descrizione accurata degli altri livelli si rimanda all’esaustivo manuale presente sul sito, una parola particolare però va spesa per il layer Model che permette di inserire modelli 3D nella nostra animazione, il formato supportato è il formato “.X” e, tramite il manuale online, possiamo recuperare plug-in o tool per convertire in questo formato modelli 3DS Max, Google SketchUp, etc.

Per quanto riguarda i nuovi layer introdotti nella versione 13, troviamo:

  • Landscape layer: Consente di effettuare il render di un paesaggio terrestre, assegnando anche una Displacement Map per determinare avvallamenti e rilievi, oltre a poter determinare il livello di tassellatura o stabilire che un determinato layer deve essere posizionato sul paesaggio ( potremo posizionare un testo su una collina, facendo in modo che ne segua il profilo);
  • Colourmap Layer: Genera una mappa colore da applicare ad altri layer, ad esempio ad un layer di tipo Landscape per dotare della corretta texture il terreno generato, ma può essere utilizzato anche per altri scopi come il render di un videowall all’interno di uno scenario 3D;
  • Water Layer: La creazione dei terreni si accompagna alla possibilitĂ  di renderizzare specchi d’acqua, che vengono gestiti da questo layer che controlla anche la simulazione del moto ondoso, come per il Landscape layer, anche in questo caso potremo stabilire se un layer debba “galleggiare” così da seguire il modo del fluido;
  • Skybox Layer: Completa la serie dei nuovi layer per il render di paesaggi consentendo di generare uno Skybox, cioè uno sfondo a 360° generalmente utilizzato per il render del cielo, ma utilizzabile per la generazione di qualsiasi sfondo partendo da un’immagine a 360° al cui interno posizionare altri layer nella corretta prospettiva 3D;
  • Waving Flag Layer: Come suggerisce il nome, questo layer consente di creare una bandiera simulandone il mdo e le deformazioni fisiche del tessuto;
  • Hand Layer: Consente la creazione e gestione di mani artificiali;
  • VR 360° Layer: Consente di gestire un video 360° da esportare per la visione a 360° tramite YouTube (N.B. per la corretta visione occorre utilizzare il 360° Video Metadata Tool fornito da Youtube per aggiugere al video il corretto flag come video 360°) o anche con visori VR.

Il seguente video fornisce una panoramica di tutti i nuovi layer aggiunti in questa versione 13.

Textures, fonts ed effetti

Un’altra interessante caratteristica del software è quella di poter applicare al layer prescelto una notevole quantitĂ  di Textures ed effetti; attraverso il comando Media possiamo applicare al nostro layer fino a 7 cambiamenti:

  • Text: cambia il testo del layer;
  • Font: cambia il font del layer;
  • EPS: cambia il file .EPS su cui si basa il layer;
  • Texture: cambia la texture e/o l’effetto applicata al layer. Qui il discorso si fa complicato e si rimanda ad un approfondimento sulla guida presente sul sito del produttore, in quanto selezionando il comando si apre una finestra in cui è possibile scegliere sia l’effetto che le corrispondenti Textures.
  • Audio: cambia l’audio del layer;
  • Model: cambia il layer selezionato in uno dei 5 modelli 3d disponibili di default nel programma. I 5 modelli possono essere implementati dalle proprie creazioni (o download) importate in B.T. per un uso successivo;
  • Effect: apre la stessa finestra del comando change texture.

Appare subito evidente che una tale quantità di personalizzazioni, layer e controlli consente di sbizzarrirsi per ottenere gli effetti più disparati e con risultati davvero incredibili, questo tuttavia non deve spaventare, soprattutto perché sul sito web della Outerspace Software è presente una quantità notevole di informazioni, raggiungibili attraverso il menu Help > User guide o dal punto interrogativo presente nella Tool window.

Salvataggio ed export

Una volta che avremo realizzato la nostra composizione potremo, innanzitutto, salvarla nel formato proprietario “.bt”, oltre che a consentirci di salvare gli eventuali files (denominati “media”) immagine o video importati; il passo finale è quello di esportare la nostra creazione in due formati,

  1. Export as a picture: viene salvato lo snapshot della finestra di anteprima, ovviamente nella dimensione da noi impostata nelle proprietĂ  della composizione, con la scelta se mantenere la trasparenza (i formati selezionabili saranno BMP o PNG) o meno (formati JPEG, BMP, GIF, TIFF o PNG);
  2. Export as a video: viene eseguito il render del progetto in uno dei seguenti formati video:
    • AVI non compresso;
    • AVI non compresso con canale di trasparenza;
    • AVI compresso;
    • MP4 (solo Windows 10)
    • Sequenza immagini numerata;
    • Sequenza immagini numerata con canale di trasparenza.
BluffTitler v13

BluffTitler v13 – Finestra di esportazione video

Le immagini, i video o le sequenze di immagini esportate sono poi facilmente importabili in praticamente qualsiasi software di editing video o di compositing per l’integrazione con i nostri video.

Pagine: 1 2 3 4

Share This Article

Profilo dell'Autore

A 11 anni il primo incontro con la musica, le prime esperienze musicali con i gruppi filarmonici dei paesi vicini, poi a 18 anni prima la chitarra e poi il basso, i primi gruppetti rock/new age, una partecipazione in studio con un artista locale. Il cinema da sempre ha avuto un posto di rilievo, grande preferenza per il cinema horror/thriller/action , registi preferiti Tarantino, Raimi ed il grande Alfred.

User Name: moebius64

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Video


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.