Software di Montaggio Video

Ξ 3.992 visualizzazioni Ξ 6 commenti

Software – Pinnacle Studio 20 Ultimate

posted by ilVikke
4
4
  • Usabilità 4
  • Innovazione 4
  • Supporto Hardware 4
  • Bundle/Strumenti 4
  • Rapporto Qualità/Prezzo 4

Funzione Stop Motion

La tecnica dello Stop Motion consente di creare animazioni video tramite l’unione di più scatti fotografici successivi, ovviamente è una tecnica che richiede molto tempo e impegno, ma che può dare ottimi risultati e che può essere applicata anche ad animazioni non troppo lunghe o dettagliate così da dare un tocco di originalità ai propri video.

Abbiano due modi per creare la nostra animazione: una catturando le immagini direttamente dalla fotocamera collegata al computer tramite il cavo in dotazione oppure scattando i vari fotogrammi e importandoli successivamente su computer.

Utilizzando il primo metodo, la fotocamera si interfaccerà direttamente con Pinnacle Studio 20 e potremo comandare la fotocamera direttamente dal software, però questo creerà un limite, ovvero che dovremo scattare le foto vicino al computer o comunque a una distanza che permetta la connessione con il cavo a meno di utilizzare un notebook, ma avremo l’indubbio vantaggio di poter gestire in maniera più organica e immediata l’animazione, stabilendo immediatamente come procedere allo scatto successivo, apportando anche correzioni e modifiche se necessario.
Con il secondo metodo avremo la possibilità di scattare le foto dove desideriamo, ma dovremo già avere un’idea di quanti scatti eseguire e come, quindi è richiesta una preparazione più accurata e una maggior esperienza, perché se le foto dovessero mancare, sarà molto complicato aggiungerle in seguito ricreando le stesse condizioni di illuminazione, posizione e inquadratura e anche solo un piccolo parametro diverso influirà in maniera significativa sul risultato finale.

Per poter realizzare un’animazione in Stop Motion dovremo:

    • Allestire un mini set fotografico con gli oggetti che vorremo animare, uno sfondo e almeno una luce;
    • Collegare la fotocamera la computer tramite il cavo in dotazione;
    • Aprile Pinnacle Studio 20;
    • Cliccare su IMPORTA;
    • Scegliere dal menu a sinistra l’opzione STOP MOTION.

A questo punto vedremo nella finestra ciò che fotocamera sta inquadrando.

Il progetto prevede varie impostazioni personalizzabili, ma generalmente quelle base proposte dal software sono già un ottimo punto di partenza; sul lato destro della finestra di acquisizione troviamo le impostazioni del video, ovvero se vogliamo crearlo in 4:3 o 16:9, se PAL, NTSC o nei vari formati HD ed infine l’opzione del Frame Rate, che cambia in base al tipo di risoluzione scelta, sotto queste impostazioni possiamo decidere la durata dell’immagine in fotogrammi.

L’ultima parte in basso serve per gestire il movimento dell’oggetto; le impostazioni permettono di avere una griglia che aiuta a capire come spostare l’oggetto in modo tale da farlo muovere e attraversare il riquadro, il cursore che troviamo in fondo serve a gestirne il tempo.
Di default è impostato in modo tale che la griglia permetta il passaggio dell’oggetto in un secondo, ma questo può essere modificato aumentando la griglia e quindi aumentando il tempo di attraversamento, ovvero rallentandone il passaggio.

Nella finestra di sinistra, dove vedremo da cosa stiamo prelevando le immagini (nella nostra prova abbiamo utilizzato una CANON EOS 70D), avremo anche la possibilità di impostare un movimento più o meno fluido, questo però a scapito della qualità dell’immagine e della sua messa a fuoco nel caso si scelgano impostazioni di valore alto.
Avremo anche la possibilità di scegliere se utilizzare la messa a fuoco Automatica oppure Manuale, ma tale impostazione non è gestita per tutte le fotocamera, qualora la nostra fotocamera non sia compatibile con tale funzione, dovremo gestire la messa a fuoco tramite l’ottica.

L’ultimo passo è la cattura dell’immagine; con l’apposito tasto potremo scattare la foto che verrà catturata e salvata nella cartella prescelta (lato sinistro della finestra).

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20 – Effetto Stop Motion, Finestra di cattura

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20 – Effetto Stop Motion

Dopo aver catturato le immagini che ci servono per creare la nostra animazione, le potremo visualizzare nella Timeline dedicata e vederne l’anteprima; terminato il lavoro di acquisizione, potremo salvarlo come preferiamo esportandolo direttamente sul nostro computer oppure esportandolo sulla Timeline di Pinnacle Studio per procedere con ulteriori elaborazioni (tagli, dissolvenze, effetti, titolazioni, etc.).

Video 360°

Tra le nuove funzioni introdotte con questa versione troviamo anche la possibilità di realizzare video a 360° interattivi da poter caricare su Facebook o YouTube (al momento le uniche piattaforme compatibili con questo tipo di video).
Potremo utilizzare un qualsiasi video, preferibilmente Full HD 1920×1080, sebbene i risultati migliori li otterremo utilizzando una telecamera specificatamente progettata per riprendere a 360°, in quanto i video 2D standard verranno deformati per ottenere l’effetto spaziale.

Per utilizzare questa funzione, prima di importare il file sulla timeline si dovranno modificare le impostazioni del video come indicato nello screenshot seguente.

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20 – Video 360°

In questo modo si aprirà la finestra di anteprima che mostrerà il video a 360° sulla sinistra, dove potremo muoverci spazialmente col mouse così da valutare la resa finale, e sulla destra il video originale.

Multi-Camera

Concludiamo l’analisi di questa versione di Pinnacle Studio descrivendo le novità introdotte per l’editing Multi-Camera (fino ad un massimo di 6 camere nella versione ULTIMATE).

Il software consente di sincronizzare le varie inquadrature utilizzando vari metodi; la sincronizzazione tramite le tracce audio è la più semplice e, generalmente, quella consigliata, ma potremo sincronizzare le nostre inquadrature anche manualmente, qualora in fase di ripresa avessimo previsto dei ciak o dei flash di riferimento, oppure tramite l’utilizzo delle informazioni di data e ora, purché le telecamere fossero state sincronizzate prima dell’avvio delle riprese.

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20

Indubbiamente l’editing multi-camera, dovendo gestire più flussi video contemporanei, richiede un computer ad alte prestazioni, soprattutto se vorremo gestire più di due camere contemporanee, con il computer utilizzato per la recensione l’utilizzo di più di due flussi video ha reso l’editing piuttosto lento e laborioso.

Una volta terminata la sincronizzazione e scelte le scene tra le nostre camere, cliccando sul pulsante OK, Pinncle Studio 20 esporterà il nostro lavoro sulla timeline visualizzandola come un unica traccia sulla quale potremo poi continuare il nostro editing.

Pinnacle Studio Ultimate 20

Pinnacle Studio Ultimate 20

Conclusioni

Avendo personalmente utilizzato buona parte delle versioni di Pinnacle Studio non posso che ritenermi soddisfatto di questa nuova versione 20; sebbene le novità non sia numericamente molte, tuttavia quelle proposte sono davvero interessanti, rendendo ancora più perfomante questo software dedicato agli utenti consumer e prosumer.

Una delle novità di rilievo è indubbiamente la compatibilità con il nuovo codec HEVC H.265, fondamentale per l’editing di video 4K, sebbene la scelta di limitare tale codifica solo agli utenti Windows 10 e con processore Intel Core di sesta generazione ne limiti la possibilità di fruizione.
Altra novità di rilievo è il modulo per il tracking video, una funzione oramai necessaria anche per software consumer, a cui si accompagna la possibilità di creare video a 360° e video in Stop Motion, elementi che rendono Pinnacle Studio appetibile per un’ampia platea di utenti, in particolare gli YouTuber.

Degno di nota il rapporto qualità/prezzo, che vale per tutte e tre le versioni disponibili, a partire dai €59.95 della versione standard, ai €99.65 della versione Plus, ai €129.95 della versione Ultimate utilizzata per questa recensione, ovviamente è questa la versione con il miglior rateo: a fronte di un investimento relativamente contenuto, si ottiene un pacchetto software ampio e completo.

Indubbiamente Pinnacle Studio si porta dietro ancora piccoli problemi di stabilità, soprattutto nelle operazioni che impegnano maggiormente le risorse di sistema, con la possibilità del verificarsi di crash e blocchi; a tal proposito il consiglio è quello di valutare bene i requisisti di sistema e di lavorare su computer puliti senza software in background, salvo quelli strettamente necessari, così da riservare quante più risorse per Pinnacle Studio.

Da segnalare anche l’efficiente servizio di assistenza online che ci ha assistiti in varie occasioni per comprendere e utilizzare in maniera efficace i vari tool proposti dal sosftware.

Pro

    • Ottimo rapporto qualità/prezzo
    • Importanti novità rispetto alla precedente versione
    • Possibilità di esportare con il codec HEVC H.265
    • Supporto tecnico online efficiente

Contro

    • Alcune funzioni risultano complicate al primo utilizzo senza ricorrere al supporto tecnico
    • Gestione delle risorse di sistema non sempre ottimale che può portare a blocchi o crash in talune situazioni
    • Possibilità di usufruire della codifica HEVC H.265 solo se in possesso di Windows 10 e CPU Intel Core di sesta generazione (Skylake)

Pagine: 1 2 3 4 5

Share This Article

Profilo dell'Autore

Vittorio Cera, Istruttore sportivo e di arti marziali appassionato di fotografia e video-editing. La fotografia è di famiglia; nonno, zia e papà. Il video-editing deriva da uno dei primi lavori svolti a 18 anni su videocassette BetaCam e poi dettato da un ampio utilizzo dell’ambito sportivo. Utilizzo dei software Pinnacle Studio, Adobe Photoshop, Adobe Lightroom.

User Name: ilVikke

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito. Ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.

Leggi l'informativa privacy


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe After Effects CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialeaftercc per applicare lo sconto del 54% sul prezzo del corso.