iMovie

Ξ 625 visualizzazioni Ξ Scrivi un commento

[iMovie] L’ ABC di iMovie: Acquisizione, editing ed esportazione

posted by fata

iMovie è un software per l’editing semplice ed intuitivo fornito nel pacchetto iLife di Apple, pur avendo la limitazione di sole tre tracce, una per il video che ingloba l’audio originale, e due per l’audio, consente la realizzazione di filmati completi di titoli, transizioni ed effetti visivi.

La totale integrazione con iTunes e iPhoto consente di accelerare il procedimento di acquisizione e ordinamento degli elementi che vogliamo utilizzare per creare il nostro video.
iMovie è anche dotato di un Help in linea completo e chiarissimo.

iMovie è stato testato su un PowerBook G4 15” 1.25 GHz con 512 MB di RAM e MAC OS X versione 10.4.3, inoltre l’articolo è indirizzato principalmente a chi utilizza materiale DV non avendo a disposizione materiale HDV.

All’avvio viene mostrata questa schermata:

001.jpg

Cliccando su “crea un nuovo progetto” siamo pronti per cominciare a montare il nostro filmato (cos’è un “Magic iMovie” sarà trattato in un prossimo articolo).

Se abbiamo già collegato la nostra videocamera al computer vedremo la finestra seguente.

002.jpg

Altrimenti spostiamo il bottone sotto il visore verso l’icona della videocamera invece che della forbice.

003.jpg

 

Nella griglia di destra vedremo posizionate le nostre clip se il bottone “clip” è selezionato.
Questa area è riservata al browser che raggruppa i nostri media files (clips, foto, audio) e ci consente di accedere a effetti, transizioni, titolazioni e, se vogliamo, alla successiva e diretta masterizzazione.

Clicchiamo sul pulsante “importa” sotto il visore per acquisire il nostro girato.

Nelle “preferenze” di default è selezionata l’opzione “crea un nuovo clip a ogni interruzione”, questo significa che iMovie crea una nuova clip ogni volta che rileva uno stop nel timecode del nastro, cioè quando mettiamo in standby la camera tra una ripresa e l’altra, questa opzione è bene disattivarla se sappiamo che sul nostro nastro ci sono vari salti di timecode e preferiamo avere un’unica clip intera con tutto il filmato.

004.jpg

Tramite i vari pulsanti possiamo tranquillamente interrompere, far scorrrere in avanti il nastro e continuare ad acquisire il nostro girato, alla fine avremo nella finestra del browser le miniature che mostrano il numero delle nostre clip con la durata.

Nel nostro caso ho acquisito da un nastro del girato in 16:9 realizzato con la Panasonic GS400, una volta terminata l’acquisizione e cliccato su una clip, iMovie effettua automaticamente la conversione letterbox.

Pagine: 1 2 3 4

Condividi Questo Articolo

User Profile

User Name: fata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per iscriverti e restare sempre aggiornato su tutte le nostre novità è sufficiente inserire il tuo indirizzo email qui di seguito; ti verrà inviata una mail per confermare la tua iscrizione.


VideoMakers.net consiglia...
"Adobe Premiere Pro CC - Il corso fondamentale"

Usa il codice promozionale specialepremiereprocc per applicare lo sconto del 50% sul prezzo del corso.